PONZA festa San Silverio

columbus-dayss16-1panorama_ponza-001DSC1411-1024x911DSCF3351il porto.JPG_200861772937_il portosansilverio_ponza_2012_2

In Breve

In questi giorni i Ponzesi si preparano a vivere quello che è per loro il giorno più atteso dell’anno: la festa di San Silverio. Gli eventi religiosi e mondani si fondono e si susseguono in quella cornice naturale che è l’isola di Ponza arricchita di luci e musica per l’occasione.

sansilverio_ponza_2012_2

Partenza: 19 giugno - 21 giugno
Durata: 4 giorni 3 notti
Gruppo minimo: 15
Costo per persona: Euro 330,00 supplemento singola 90,00 Camere vista mare supplemento euro 70,00 per tutto il periodo soggette a disponibilità; se in singola supplemento 140,00
Prenotazioni entro: sino ad esaurimento dei posti disponibili, entro il 30 marzo,versando acconto di euro 130,00 saldo entro il 20 maggio

Il Programma di Viaggio

È possibile aggiungere altre notti

1°giorno 18 giugno domenica

Ritrovo dei partecipanti presso stazione Termini e imbarco in treno diretto a Formia,dove l’arrivo è previsto dopo circa 1 ora.Trasferimento dei bagagli con mezzi privati al porto e imbarco e imbarco traghetto diretto a Ponza. Arrivo e sistemazione in Hotel.Tempo libero a disposizione. Cena e pernottamento.

Con le sue spiagge frastagliate e per lo più rocciose, composte da caolino e tufi, a dimostrazione (insieme con i numerosi crateri vulcanici spenti ma tutt’oggi riconoscibili) dell’origine vulcanica dell’isola.

panorama_ponza-001

La presenza di grotte sottomarine e di scogliere richiamano ogni anno migliaia di appassionati subacquei, oltre ovviamente a bagnanti, che prediligono la celebre spiaggia di Chiaia di Luna, circondata da un’alta scogliera a picco sul mare. Famosi sono anche la Scogliera e i Faraglioni di Lucia Rosa, che prendono il nome dalla protagonista di una tragedia realmente accaduta nel XIX secolo. Lucia Rosa era una giovane donna di diciannove anni, innamorata di un misero contadino ma impedita a sposarlo per l’opposizione della famiglia: la ragazza, in preda alla disperazione, si suicidò gettandosi dall’alta scogliera, che venne ribattezzata in suo nome dagli abitanti del posto.La forma dell’isola è stretta e allungata, e si estende dal Faraglione La Guardia, a sud, alla Punta dell’Incenso, a nord-est, che dà sulla vicina Isola di Gavi; quest’ultima è separata da Ponza da un braccio di mare di appena 120 metri. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d’India e ginestre.

2° giorno 19 giugno lunedi

Prima colazione in hotel .Gita ina barca dell’isola con spaghettata a bordo. Con le sue spiagge frastagliate e per lo più rocciose, composte da caolino e tufi, a dimostrazione (insieme con i numerosi crateri vulcanici spenti ma tutt’oggi riconoscibili) dell’origine vulcanica dell’isola. La presenza di grotte sottomarine e di scogliere richiamano ogni anno migliaia di appassionati subacquei, oltre ovviamente a bagnanti, che prediligono la celebre spiaggia di Chiaia di Luna, circondata da un’alta scogliera a picco sul mare. Famosi sono anche la Scogliera e i Faraglioni di Lucia Rosa, che prendono il nome dalla protagonista di una tragedia realmente accaduta nel XIX secolo. Lucia Rosa era una giovane donna di diciannove anni, innamorata di un misero contadino ma impedita a sposarlo per l’opposizione della famiglia: la ragazza, in preda alla disperazione, si suicidò gettandosi dall’alta scogliera, che venne ribattezzata in suo nome dagli abitanti del posto.La forma dell’isola è stretta e allungata, e si estende dal Faraglione La Guardia, a sud, alla Punta dell’Incenso, a nord-est, che dà sulla vicina Isola di Gavi; quest’ultima è separata da Ponza da un braccio di mare di appena 120 metri. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d’India e ginestre. Al termine della giornata rientro al porto e poi in hotel.Cena libera e pernottamento in hotel.

DSC1411-1024x911

3° giorno 20  giugno

columbus-day

Dopo la prima colazione si può assistere alla celebrazione in onore di San Silverio, al termine della quale tra il suono delle campane la statua del santo, adagiata su un tappeto di garofani rossi, esce dalla chiesa e sfila per le vie del paese. Un lunghissimo corteo che ha raccoglie, l’intera isola, anziani, famiglie e bambini. E anche chi non ha partecipa direttamente segue la processione dai balconi delle case, tra migliaia di turisti incantati. Davanti i bambini, poi le ragazze più giovani e le donne che intonano i canti religiosi, infine le autorità militari e quelle religiose. Il corteo raggiuge il mare dove, davanti al molo ci sono già in attesa centinaia di barche pronte a seguire quella più grande sulla quale è stato caricato il Santo. La suggestiva processione di barche, si conclude con una preghiera e con il lancio in acqua di una corona di garofani rossi, con le imbarcazioni strette intorno a quella principale. “Come ogni anno si celebra in questa splendida isola una festa bellissima. L’ultimo atto delle celebrazioni è di nuovo davanti alla chiesa, per la tradizionale spartizione dei garofani. Poi ognuno torna a casa con un fiore in mano e si prepara ai festeggiamenti della sera, con il concerto al porto e lo spettacolo dei fuochi in acqua.Tempo libero per attività individuali,shopping,escursioni facoltative gite al mare,spiagge relax ecc.ecc.Potrete ammirare i fuochi in posizione PRIVILEGIATA dalla terrazza del Vostro hotel.Cena e pernottamento.

4° giorno 21  giugno  mercoledì

DSCF3351

Ancora una prima colazione in hotel nella terrazza magnifica e tempo libero per attività individuali. Camere a disposizione sino alle ore 12.00. Saranno messe a disposizioni alcune camere per day use fare una doccia ecc.ecc.. Nel pomeriggio partenza e imbarco traghetto diretto a Formia, trasferimento privato dei bagagli in stazione e imbarco treno diretto a Roma. Arrivo e fine dei servizi.

 

Informazioni generali

In occasione della festa di San Silverio, accorrono sull’isola persone da tutto il mondo: emigrati all’estero, ponzesi che non risiedono sull’isola, turisti che casualmente si trovano qui, ma che non mancano di ritornare l’anno successivo nello stesso periodo, coinvolti dal clima particolare e impossibile da descrivere con le parole che si respira in questo periodo dell’anno. Non mancano neppure persone che ritengono di essere state miracolate da questo Santo e che hanno fatto promessa di venirlo a trovare finchè ne avranno la forza.
A Ponza, splendida isola dell’arcipelago Ponziano, è legata la vicenda di San Silverio, molto complessa; il Papa, eletto nel 536, si trovò a ricoprire la cattedra di San Pietro in un momento delicato della storia italiana e della Chiesa, mentre erano in corso fortissime tensioni dottrinali (monofisismo) e politiche (lo scontro tra Ostrogoti e Bizantini per il controllo della Penisola).Il Papa, deposto, fu esiliato a Ponza dove, sin dal momento della sua morte, si propagò la credenza nella sua santità e nel potere della sua intercessione miracolosa; il suo corpo non è stato trasferito a Roma, come è successo per la maggioranza dei papi esuli, ma è rimasto nell’Isola.
Per questo, da tempo immemorabile, il 20 giugno l’Isola si mobilita per una festa grandiosa in onore del “suo” Papa. E così fanno, in ogni angolo del mondo, i Ponzesi dispersi, che hanno creato delle associazioni specifiche per onorare il loro Pontefice e, attraverso il suo ricordo, l’isola madrepatria.

Hotel Torre dei Borboni : Un magnifico albergo in stile mediterraneo, situato nell’area un tempo occupata dalla villa dell’imperatore Augusto.
Parte della struttura occupa l’antica torre fatta erigere nel XVIII° secolo da Re Ferdinando IV di Borbone e disegnata dal barone Antonio Winspere, al fine di proteggere l’isola dalle incursioni dei pirati.
Sito a picco sul mare con una imperdibile vista della baia di Ponza, del porto e della cittadella, l’hotel offre una location suggestiva e un servizio personalizzato per chiunque voglia spendere un autentico quanto unico soggiorno in Ponza.

ss16-1

La quota comprende:
Servizi privato dalla Stazione di Formia al porto e viceversa dei bagagli (1 a persona) ;biglietto traghetto per Ponza e ritorno 1 bagaglio a persona.Tre pernottamenti in hotel 3 *** la Torre dei Borboni in camera  e prima colazione.1 cena in ristorante turistico 1 cena degustazione in ristorante esclusivo dei Viaggi di Giorgio. Escursione visita Isola spaghettata inclusa.Assicurazione medico e bagaglio.Accompagnatore da Roma dei Viaggi di Giorgio.Iva.

La quota non comprende:
Spese di carattere personale. E tutto quanto non specificato nella quota comprende. Bevande ai pasti. Costo biglietto del treno Roma Formia Roma da euro 20 ,00 andata e ritorno in seconda classe.NB TARIFFA SOGGETTA A RICONFERMA SINO ALLA PRENOTAZIONE EFFETTIVA PRIMA SI PRENOTA E SI RISPARMIA

torna su