fbpx
Print Friendly, PDF & Email

IRLANDA

In Breve

Questo paese ha una storia millenaria molto travagliata, che ha lasciato tracce anche sulla sua geografia. Dato che spesso questo causa non poca confusione, cominciamo a fare chiarezza:  per la precisione il nome Irlanda indica l’intera isola, non il paese.  Questa, insieme alla Gran Bretagna, fa parte delle Isole Britanniche ed é occupata per 5/6 dalla Repubblica d’Irlanda, comunemente nota appunto come Irlanda o Eire, che altro non è che la sua traduzione in gaelico irlandese. Nel rimanente 1/6 troviamo invece l’Irlanda del Nord, uno stato del tutto diverso rispetto alla Repubblica d’Irlanda, che fa parte del Regno Unito insieme a Inghilterra, Scozia e Galles. L’Irlanda del Nord è anche nota come Ulster dal nome della regione che occupa, anche se parte della regione omonima si trova  anche nella Repubblica d’Irlanda. Il nome Irlanda del Sud invece non esiste: probabilmente é nato a causa della confusione che si è creata nel tempo, ma non é usato dagli irlandesi e anzi, potrebbe addirittura risultare un po’ offensivo per loro.

Uno dei modi più semplici per informarsi su un paese é conoscerne (e sfatarne) i miti. Uno dei più famosi luoghi comuni su questo paese é che in Irlanda piova sempre. Quello che possiamo dire in tutta sincerità é che c’è un innegabile fondo di verità in questo, dato che l’Irlanda presenta un clima oceanico fortemente piovoso. Tuttavia, si dice che qui ci si possano aspettare quattro stagioni in un giorno solo, questo perché è molto facile che il cielo passi dalla pioggia al sereno nell’arco di pochissimo tempo: è questo il motivo per cui è facilissimo vedere arcobaleni in Irlanda! Inoltre, specialmente in primavera ed estate, il clima diventa piacevolmente mite ed é quindi l’ideale per chi non ama il caldo asfissiante e cerca un po’ di pace lontano dalle spiagge affollate. Ma attenzione: un altro luogo comune vuole che il sole in Irlanda scotti più facilmente. Non è ben chiaro se questo mito sia reale, se la sensazione di bruciore dipenda dalla percezione differente del calore dovuta a freddo e umidità o se effettivamente i raggi del sole siano più forti, magari per la diversa posizione rispetto all’asse terrestre.

Partenza: 13 Luglio - 22 Luglio
Durata: 10 giorni 9 notti
Gruppo minimo: in aggiornamento
Costo per persona: €1.300,00 a persona in camera doppia. Suppl. singola €420,00. Quota volo a partire da €520,00, da riconfermare fino all'emissione del biglietto aereo
Prenotazioni entro: sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il Programma di Viaggio

1° Giorno: Roma o altre città – Dublino

Ritrovo dei partecipanti presso aeroporto di Roma – Fiumicino e imbarco e volo diretto per Dublino.

All’arrivo tour panoramico della città e visita di uno dei suoi più importanti monumenti, l’antica cattedrale di San Patrizio, una delle due cattedrali di Dublino, sotto l’egida della Chiesa d’Irlanda. Nonostante sia stata eretta a tale status nel 1191, quando ancora era al di fuori delle mura cittadine, oggi non è il soglio di alcun vescovo, in quanto questo merito spetta alla cattedrale di Christchurch. Esempio di cattedrale in stile gotico, dalle splendide vetrate colorate opera di Harry Clarke, che conserva al suo interno diversi monumenti funebri tra cui si trova la tomba del Decano Jonathan Swift (Decano di San Patrizio tra il 1713 e il 1745).

St. Patrick Cathedral: biglietti, orari e informazioni utili per la visita - Irlandando.it

 

L’interno della Cattedrale di San Patrizio accoglie degli elementi interessanti, che mostrano la storia dell’edificio; un esempio è la “Porta del Capitolo”, come ricordo della fine della disputa fra i conti di Ormond e Kildare che, dal un buco nella porta, si diedero una stretta di mano come gesto di pace.

Nel tempio si trovano vari busti, monumenti e placche funebri, in onore di illustri personaggi della storia irlandese, come Douglas Hyde, Turlough O’Carolan o Jonathan Swift.

Visita alla Cattedrale di San Patrizio di Dublino: orari, prezzi e consigli

Un altro elemento interessante dell’interno della grande cattedrale è la fonte battesimale, che si conserva in condizioni perfette, fin da quando fu costruito nel Medioevo.

Al termine delle visite trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

 

2°Giorno: – Newgrange – Knowth – Trim

Colazione in hotel.

Partenza per Brú na Bóinne, situata nella Countea di Meath. Conoscerete l’antica storia che si nasconde dietro la Valle del Boyne, famosa per le diverse tombe a corridoio presenti sul territorio. All’arrivo verrà dato tempo a disposizione per il pranzo prima di fare una visita guidata. La Valle del Boyne, detta Brú na Boinne (“palazzo del Boyne”), è la valle fluviale culla della civiltà irlandese. Durante l’ètà della pietra fu colonizzata e diventò il più importante centro popolato del paese. Nella zona si trovano i resti di antichi siti di questa civiltà, che nonostante potesse servirsi solo di utensili in pietra e legno, costruì uno dei più imponenti monumenti preistorici d’Europa.

Brú na Bóinne | Ireland.com

La leggenda popolare racconta che in questo luogo è seppellito Tara, Re Supremo irlandese (“Ard-Rí na hÉireann” in irlandese) che era uno dei più venerati e importanti dei dell’antica religione celtica.
Di tutte le costruzioni megalitiche che compongono il sito della valle del Boyne.

Tramite un bus navetta raggiungerete Newgrange la più famosa tomba dell’intera valle, di cui esplorerete l’interno attraverso una visita guidata.

Il sito archeologico di Newgrange risale a più di 5.000 anni fa (circa 3200 A.C.), precedente al sito di Stonehenge in Inghilterra e alla Grande Piramide di Giza in Egitto.

Newgrange venne construita nel Neolitico da parte di una comunità agricola che ha prosperato sulle terre ricche della Valle del Boyne.

Verso il solstizio d'inverno: il mistero di Newgrange

Newgrang assieme alle altre tombe a tumulo di Knowth e Dowth sono state dichiarate patrimonio mondiale dell’umanità da parte dell’UNESCO. (soggetto a disponibilità).

Lunghi e stretti corridoio si ramificano tra le varie stanze che spesso erano costituite da una tomba centrale e da più piccole tombe satelliti tutte collegate tra di loro e separate da spesse pareti di roccia. Non mancano poi le decorazioni e i graffiti dalle forme geometriche e astratte che hanno scoperto di sapere qualcosa in più di questa antica civiltà.

Inoltre il tetto di queste tombe è un perfetto incastro di pietre tanto che per tutti questi secolo non si è infiltrata neanche una goccia d’acqua.
La valle del Boyle è davvero una testimonianza unica al mondo e ancora nasconde elementi e “fatti” che devono essere scoperti.

Newgrange: informazioni per la visita - Irlandaonline.com

 

Nel pomeriggio partenza dal Centro visitatori di Brú na Bóinne alla volta di Trim, nella Contea di Meath, per visitare l’omonimo Castello. Il Castello di Trim, il più grande castello anglo – normanno in Irlanda costruito da Hugh de Lacy e suo figlio Walter. A Hugh de Lacy fu concessa la Libertà di Meath da parte del Re Enrico II nel 1172 nel tentativo di frenare le politiche espansionistiche di Richard de Clare (Strongbow).

Tour da Dublino del Trim Castle e Hill of Tara con A Spasso Per Dublino

Quello che più sorpende del castello, oltre alle sue mura, è la torre commemorativa di tre piani, che s’iniziò a costruire nel 1176 e si dotò di un potente sistema difensivo.
Il castello è situato in posizione strategica su un’altura vicino al fiume Boyne. Per gli amanti del cinema, in questo castello sono state girate alcune scene di Braveheart con Mel Gibson.

Terminata la visita, ritorno verso l’hotel in località suburbana nei dintorni di Dublino.

Cena e pernottamento.

 

3°GIORNO: Wicklow – Glendalough – Powerscourt

Dopo la colazione partenza per la contea di Wicklow, definita “il Giardino d’Irlanda” per per la bellezza delle sue foreste, delle colline e delle verdi vallate con visita al sito monastico di Glendalough e al centro visitatori. La fondazione di questo antico centro monastico cristiano risale al VI secolo per volere di San Kevin. Situato in una valle glaciale stretta tra due laghi (da cui viene appunto il nome “Glenda-lough”) questo complesso monastico comprende una splendida torre rotunda, chiesette in pietra locale e croci decorate.

Nel centro visitatori tempo libero a disposizione per il pranzo.

Parco Nazionale dei Monti Wicklow, Glendalough, e Kilkenny da Dublino - 2022 - Viator

Le Wicklow Mountains dominano gran parte della contea e ospitano molte attrazioni di grande bellezza, tra cui regna il Glendalough Monastery, all’interno del National Park. La cima più alta delle montagne di Wicklow è Lughnaquilla, che si affaccia sulla panoramica Glenmalure Valley, antica roccaforte irlandese da cui nel XVI secolo le famiglie locali, compresi gli O’Byrnes, attaccarono l’area di dominio inglese intorno a Dublino.

Wicklow Mountains National Park

Questa zona montuosa è un vero paradiso per gli amanti della montagna. Grazie alle sue origini glaciali, tutta questa area è caratterizzata da un’alternanza di montagne fra cui si nascondono valli boscose e laghi incantevoli, circondati da distese di erica e punteggiati da percorsi e sentieri. Qui avrete l’imbarazzo della scelta se desiderate concedervi qualche ora immersi nella natura: ci sono infatti sentieri facili e attrezzati per semplici passeggiate ma anche percorsi impegnativi per camminatori esperti.

Ballinastoe Woods, Wicklow Mountains, Ireland.

II sito monastico Glendalough nasce grazie a Kevin che abbandonò il villaggio e si ritirò tra le montagne in cerca di un luogo tranquillo per la sua vita da eremita. Diverse persone, successivamente, spinte dalla voglia di emularlo e di trovare anch’essi la pace, vollero seguirlo; crearono una comunità e tutti insieme costruirono la cattedrale, le chiese e le abitazioni disseminate nella valle di Glendalough che tradotto dal gaelico irlandese significa proprio “la valle dei due laghi”.

Glendalough e Monti Wicklow: tour mattutino da Dublino | GetYourGuide

I due specchi d’acqua, Lower Lake e Upper Lake, ospitano il monastero in uno scenario indescrivibile reso ancora più suggestivo dalle nuovole basse che spesso si formano nella vallata. Del sito monastico, distrutto dalle truppe inglesi nel 1398, oggi rimangono la piccola chiesa, le mura principali del monastero, il cimitero e la torre circolare alta 33 metri che venne costruita durante le incursioni vichinghe dei primi anni mille; qui custodivano e proteggevano le reliquie ed i libri importanti per la comunità ed il loro credo.

Glendalough | Ireland.com

Dopo il pranzo partenza alla volta di Powerscourt Estate. Situato a 20 km a sud del centro di Dublino con sullo sfondo la grande montagna di Sugarloaf, Powerscourt, è annoverato tra i giardini più belli al mondo Capace di offrire al visitatore uno spettacolo incantevole in qualunque stagione dell’anno; dai giardini italiani ornati, alle passeggiate tra i roseti e gli orti domestici con oltre 200 varietà di alberi, arbusti e fiori dove lasciarsi immergere piacevolmente.

La cascata di Powerscourt, in una magnifica vallata racchiusa dalla Djouce Mountain e dal Great Sugar Loaf, è l’apice della bellezza naturale e selvaggia. A circa 6 km dall’omonima tenuta, con i suoi 121 m, è la cascata più alta d’Irlanda e richiama i visitatori dalla fine del XVIII secolo. I racconti entusiasti della sua bellezza sono veri tutt’oggi: è semplicemente meravigliosa. La passeggiata lungo i sentieri boschivi sarà allietata dal canto degli uccelli e si possono addirittura avvistare un cervo shika o uno scoiattolo rosso. Oppure sedersi sulle sponde del fiume e lasciarsi incantare dallo scorrere dell’acqua tra le rocce.

Best Powerscourt Waterfall Tours & Tickets - Book Now

Al termine della visita rientro in hotel con cena e pernottamento.

 

4°GIORNO: Kilkenny – Cashel – Tralee

Dopo una colazione in stile irlandese, partenza alla scoperta della cittadina di Kilkenny. Kilkenny è una città molto vibrante e fiorente con un’affascinante storia medievale e una fiorente industria artigianale, che fanne di essa una delle città più interessanti del paese da visitare. Con un castello normanno ottocentesco che guarda le antiche vie, Kilkenny è trasformata in una destinazione cosmopolita, con una vasta gamma di ristoranti, pub e bar. La città ospita anche una delle più importanti manifestazioni di cabaret di livello internazionale, The Cat Laughs Comedy Festival, con rappresentazioni provenienti da tutto il mondo offrendo ottimi spettacoli. Kilkenny è inoltre un importante centro di arti e mestieri, essendo sede del Consiglio nazionale artigianale dei negozi di moda, Kilkenny Design.

L'affascinante Kilkenny, la più bella cittadina d'Irlanda: un salto nel Medioevo fra i suoi vicoli dall'atmosfera vivace - Turismo Italia News

Arrivo al Castello di Kilkenny per una visita guidata della fortezza e dei Giardini. Il magnifico castello di Kilkenny si affaccia sul fiume Nore ed ha vigilato questo importante corso d’acqua per più di 900 anni. I giardini attorno al castello di Kilkenny, con gli ampi sentieri boscosi, roseti e il lago ornamentale, meritano una visita. Tempo a disposizione per il gruppo per esplorare la città e fare shopping prima della prossima visita.

Tutto ciò che c'è da sapere sul castello di Kilkenny | C-Magazine

Si tratta di 21 acri di terreno ( in origine erano molti di più) in cui si è cercato di rimanere fedeli al disegno originale del parco ducale. La grande fontana è stata probabilmente costruita sull’ acquedotto originale del 1600 che riforniva di acqua il maniero, e i viali consento di fare rilassanti passeggiate.

Attraversate diverse sale del pian terreno si giunge alla scenografica Grand Staircase, imponente scala in mogano ricoperta di tappeti di velluto che conduce alla Tapestry Room, la Sala degli Arazzi, collocata nella Torre Nord: qui è ospitata una delle collezioni di maggior prestigio del Castello di Kilkenny, una serie di arazzi che formano una serie intitolata a Decius Mus, un console romano. I disegni originali sui cui poi furono tessuti gli arazzi sono del pittore fiammingo Pieter Paul Rubens.

Spicchi d'Irlanda: Castello di Kilkenny

Al primo piano si trovano altre sale di grande valore storico, come ad esempio la Biblioteca ed il Salotto. Pensate che, grazie a un frammento di tessuto ritrovato dietro a un battiscopa, si è riusciti a risalire al fornitore originale delle tappezzerie e riprodurre le parti mancanti in maniera fedele. La sontuosità di queste sale ci parla di un’epoca passata di fasti e splendore. Proseguendo lungo il percorso si arriva alla mastodontica Galleria dei Dipinti, aggiunta solamente nel XIX secolo.

Al secondo piano si trova poi la stanza più amata dai bambini: la nursery Vittoriana. Tutto ciò che un giovane rampollo potrebbe desiderare è contenuto in questa stanza. E ovviamente anche i bambini moderni farebbero carte false per entrarci e accomodarsi fra i mille ninnoli e giocattoli vari. Ovviamente al secondo piano si collocano anche le camere da letto, fra cui la Camera Blu e la Camera Cinese, testimonianza della moda orientale di allora.

Una caratteristica che colpisce moltissimo del Castello di Kilkenny sono i colori forti e vivaci utilizzati nella maggior parte degli ambienti: a parte il giallo elegante della Biblioteca, troviamo il rosso acceso delle scale e il celeste del corridoio delle camere da letto.

Kilkenny, guida alla cittadina irlandese e ai suoi dintorni

 

Dopo un tempo a disposizione per il pranzo, partenza alla volta della Rocca di Cashel, sede reale dei re di Munster e probabilmente uno dei siti archeologici più spettacolari e fotografati d’Irlanda. La rocca sorge al di sopra di un promontorio roccioso alto circa 200 metri da dove domina la città di Cashel e la valle circostante.

Irlanda Rock of Cashel

Conosciuta anche come Rocca di San Patrizio in quanto secondo la leggenda fu lo stesso santo a salire su questo promontorio nel 450 dove convertì il re Aengus al cristianesimo. La rocca venne eletta come luogo di incoronazione del primo re d’Irlanda Brian Boru nel XI, venne successivamente donata alla chiesa nel XII secolo per poi diventare sede dell’arcivescovo di Cashel. Fu in quel periodo che venne costruita la Cappella romanica di Cormac con i preziosi affreschi che decorano le arcate.

Al termine della visita trasferimento in hotel a Trale per cena e pernottamento.

 

FACOLTATIVO: « Quel tocco in più che fa la differenza »

(La possibilità di fare la visita dipende dagli orari delle visite prenotate durante il tour) Visita alla distilleria Smithwicks – (SMTHWK) – € 13.50 p.p Situato in un edificio in stile vittoriano, la Smithwicks Experience offre ai visitatori un’esperienza ” interattiva e multi-sensoriale” per conoscere meglio quello che era la vita nell’abbazia birrificio di St Frances per oltre 300 anni. Il tour permette ai visitatori di vivere i 300 anni della storia familiare di Smithwick, iniziando il viaggio dal 1231, quando i monaci dell’abbazia di St Francis cominciarono per primi la birrificazione come metodo per purificare l’acqua. Nei successivi 300 anni seguirono periodi bui con leggi penali, la chiusura dell’abbazia e le guerre mondiali che gettarono un’ombra sulla birrificazione. La Smithwicks Experience Kilkenny è stata riaperta al pubblico nel luglio 2014 ed è stata recentemente classificata dalla Lonely Planet tra le 26 più grandi attrazioni del mondo da visitare nel 2015.

 

5°GIORNO: – Ring of Kerry

Dopo la colazione irlandese, partiremo alla volta di uno dei tour più famosi d’Irlanda: il Ring of Kerry.

Viaggiando da Tralee / Kerry, si raggiunge prima la piccola città di Killorglin, nota per la sua Puck Fair, la fiera dell’ariete.

Killorglin è una cittadina rurale sul fiume Laune resa celebre dalla Puck Fair, ovvero la singolare festa del caprone, e dalla strategica posizione come meta di due famosissimi itinerari.

Killorglin, in irlandese Cill Orglan, che significa “Chiesa di Orgla”, si trova sul celebre Ring of Kerry e sul più ampio percorso denominato Wild Atlantic Way, oltre che sul River Laune, un fiume noto per la pesca di salmoni e trote. Tali virtù rendono questa località un importante richiamo per la contea e per l’Irlanda in generale.

Ireland, County Kerry, Killorglin, View of stone bridge over river laune stock photo

La popolazione di Killorglin non supera quota tremila, con un notevolmente incremento durante il Puck Fair Festival. In questo periodo dell’anno, la cittadina è presa d’assalto da turisti e emigranti che tornano a casa in vista delle celebrazioni. La particolarità della festa è quella di incoronare un caprone che nei prossimi tre giorni vivrà da re, servito e riverito. Un momento goliardico, piacevole e che sicuramente vale la pena partecipare almeno una volta nella vita.

Grove Lodge Holiday Homes, Riverside Holiday Accommodation Available in Killorglin County Kerry

Killorglin è molto gradevole da vedere ed è consigliata la visita in concomitanza con i giorni del festival. Questo perché la località ospita un bizzarro evento, tra i più insoliti d’Irlanda: la Puck Fair, ovvero una fiera che ogni anno si tiene il 10, 11 e 12 agosto e dura circa 12 ore. La festa di Killorglin incorona re un caprone che, una volta scelto per tre giorni viene nutrito e trattato con i guanti bianchi. Una ricorrenza popolare, colorata e vivace che da sempre contraddistingue la cittadina rurale. Secondo leggende popolari, si racconta che nei tempi dell’invasione delle terre irlandesi, capeggiate da Oliver Cromwell, condottiero e politico inglese, un caprone, lasciò la mandria spaventata alla vista dei soldati e si diresse verso Cill Orglain (il nome del villaggio in lingua gaelica). Il suo arrivo allarmò gli abitanti, che capirono subito del pericolo imminente. Grazie all’avvertimento dell’animale, la gente riuscì a prepararsi e a contrastare gli invasori. Per questo l’omaggio è così riverente.

Grove Lodge Holiday Homes, Self Catering Accommodation in Killorglin on Ireland's Wild Atlantic Way

 

Proseguiremo poi lungo la strada costiera verso la penisola di Iveragh, attraverso le cittadine di Cahirciveen e Sneem. Avrete modo di ammirare i paesaggi spettacolari, con le loro scogliere soffiate dal vento, i laghi tranquilli, le valli perdute e le Montagne rocciose che si fondono alla perfezione.

Cahersiveen è una piccola cittadina situata in un posizione strategica nel sud ovest d’Irlanda e vanta una spiaggia sabbiosa White Strand.

Cahersiveen è una piccola cittadina di circa mille e quattrocento abitanti, situata in un posizione strategica nel sud ovest d’Irlanda, e vanta una incantevole spiaggia sabbiosa White Strand.

Cahersiveen è un centro dalle misure ridotte e da vedere non c’è molto nonostante sia una meta ambita dal turismo. Da vedere c’è l’Old Barracks, presso l’Heritage Centre, ossia un edificio il cui ingresso è a pagamento. Nelle vicinanze Ballycarbery Castle e la scultura di St Brendans boat. Durante il periodo estivo, Cahersiveen diventa una meta ambita perlopiù da studenti che frequentano l’Asana school of summer, con l’intento di sostenere dei corsi di inglese. Oltre a degli ottimi bar e alla cucina tradizionale, il villaggio vanta negozi adibiti allo shopping e agli acquisti di prodotti artigianali. Caratteristica di Cahersiveen è quella di essere considerata un paradiso per i pittori, considerando che la natura, i colori e la bellezza sono protagonisti involontari. Tra le attività da fare ci sono nuoto, passeggiate all’aria aperta, ciclismo, golf, alpinismo, surf, pesca d’altura e trekking a cavallo.

Cahersiveen Railway Bridge, Ireland

Sneem è una cittadina che si trova nella penisola di Iveragh e offre ai viaggiatori romanticismo, tranquillità, e un ottimo porto riparato.

Sneem è un caratteristico villaggio irlandese diviso in due dal fiume: da una parte c’è North Square e dall’altra South Square. Ogni angolo di questo posto è molto carino nonostante non ci sia chissà cosa da vedere, bensì tanto da vivere. Tra le cose da fare a Sneem ci sono la Kerry Experience Tours, alla scoperta dell’Itinerario nel Ring; la Blueberry Hill Farm, da visitare con i bambini, un posto dove è possibile fare amicizia con degli animali e dar loro da mangiare. Sunfish Explorer – Motorised Kayaking Tours, un giro su kayak motorizzati. E ancora da fare a Sneem è consigliata una passeggiata lungo la Derrynane Walk, la spiaggia di circa un chilometro. In alternativa è possibile trascorrere qualche ora al Rineys Bar, un posto accogliente dove fanno persino il gelato. The Way the Fairies Went, invece, è una ‘magica’ passeggiata per adulti e bambini tutta da scoprire e nelle vicinanze c’è il Charles De Gaulle Memorial.

Turismo a Sneem nel 2022 - recensioni e consigli - Tripadvisor

Tempo libero per il pranzo durante la giornata. Proseguirete poi alla scoperta del parco nazionale di Killarney.

Questa zona è assolutamente meravigliosa, soprattutto a maggio e a giugno quando i colori si accendono e la natura riluccica con tutte le tonalità di verde e gli alberi in fiore. E’ una vera oasi nascosta all’interno di un selvaggio panorama montano con cime aspre e misteriose. Ma all’interno si cela uno splendido paesaggio silvestre di boschi secolari, spettacolari cascate e laghi tranquilli che riflettono la natura circostante. In questo luogo avrai modo di ammirare paesaggi e panorami davvero incantevoli, tra cui: The Ladies’ View. Goditi inoltre una passeggiata presso gli incantevoli giardini di Muckross.

Il punto più alto della tortuosa strada di montagna è il Ladies View, un angolo panoramico che vi lascerà senza fiato. Da qui il vostro sguardo si spingerà come a volare in mezzo alla valle ad ammirare l’incredibile bellezza di un susseguirsi continuo di monti ricoperti di erica in fiore, di laghetti azzurri che risplendono sotto il sole e di un meraviglioso cielo blu che abbraccia questo spettacolo. Nonostante questo angolo abbia subito piccole trasformazioni e sia diventato un punto di accoglienza turistica, rimane ancora affascinante e incredibilmente bello, una sintesi perfetta dell’equilibrio cristallino fra natura selvaggia e dolcissima valle fatata.

Ladies View - Wikipedia

Sistemazione in hotel nella regione di Tralee.

Cena e pernottamento.

 

6°GIORNO: Dingle Peninsula

Dopo la colazione irlandese partenza alla scoperta della Penisola di Dingle, situata all’estremità dell’Europa occidentale. Questa regione è rinomata per la sua strada panoramica che ne percorre la costa, per i suoi panorami mozzafiato sull’Oceano Atlantico, i suoi monumenti di epoca preistoria e di era cristiana, e per i suoi piccoli e caratteristici villaggi dove il gaelico è ancora una lingua fortemente parlata. Questo percorso stradale vi porterà alla scoperta di spiagge incontaminate, come la spiaggia di Inch dove hanno girato il film “La figlia di Ryan” was filmed, del villaggio di pescatori di Dingle, rinomato per i suoi ristoranti di pesci.

Penisola di Dingle, il gioiello d'Irlanda in moto - TrueRiders

Arriveremo a Slea Head, il punto più occidentale della penisola.

La Penisola di Dingle è un vero gioiello di natura ed emozioni, perchè riassume in pochi chilometri l’essenza d’Irlanda, quella che tutti sognano, immaginano, ricercano nei loro viaggi. Va scoperta senza fretta e senza l’ansia di vedere tutto in mezza giornata. Anche perchè il rischio che il tempo cambi in maniera repentina è più alto di quello che si possa pensare.

Questo lembo di terra, infatti, è proteso verso l’oceano ed esposto ai venti mutevoli che arrivano dal mare, quelli che fanno correre veloci le nuvole e apparire all’improvviso una nebbia fitta o un temporale fortissimo. Siamo nel cuore della Gaeltacht, zona dove viene conservata gelosamente la cultura gaelica.

Qui tutto ha un sapore autentico: la gente parla questa lingua antica, la musica nasce spontanemente davanti a una pinta e la natura irrompe dietro ogni curva. Uno degli angoli più selvaggi è sicuramente Slea Head.

PENISOLA DI DINGLE IN IRLANDA: cosa vedere in un giorno

La natura selvaggia lascia senza fiato: rocce appuntite emergono minacciose dal mare impetuoso, il verde accecante dei campi contrasta con il blu e l’azzurro del mare, le Blasket Islands, come giganti silenziosi, vegliano sulle coste frastagliate e il vento agita l’erba rugiadosa. Questa strada tortuosa costeggia i piccoli villaggi caratteristici e solitari, come Milltown e Ventry, si inerpica sulle pendici basse di Mount Eagle e lambisce le scogliere irte e senza traccia umana.

Infine raggiungeremo il Gallarus Oratory. Questo oratorio in pietra (VII e VIII secolo) è tra i migliori conservati in Europa la cui caratteristica è la copertura a chiglia di barca rovesciata. L’oratorio si è miracolosamente salvato dalle distruzioni vichinghe e normanne.

Gallarus Oratory: The Complete Guide

La chiesa, che si trova a Baile na nGall nella contea del Kerry, nella Penisola di Dingle, è il sito archeologico più famoso e interessante della penisola di Dingle. Si tratta di una piccola costruzione con tetto spiovente composta interamente di pietra probabilmente tra il VI e IX secolo.

Il Gallarus Oratory è infatti un esempio di antico oratorio costruito a secco con le tecniche sviluppatesi fin dal neolitico, sebbene sia stata evidenziata la presenza di tracce di malta che fanno pensare che anticamente le pareti interne ed esterne dell’oratorio fossero intonacate.

Gallarus Oratory Age

L’edificio è i buone condizioni, sebbene si stiano registrando alcuni cedimenti strutturali del tetto, causati dalla mancata manutenzione. L’oratorio ha una piccola entrata situata sul fianco occidentale ed una piccola apertura di forma rotonda sulla parete orientale. Nei pressi dell’entrata si notano due pietre sporgenti con incavi che in tempi antichi erano necessari per sostenere la porta.

Al termine sistemazione in hotel nella regione di Tralee.

Cena e pernottamento.

 

7°GIORNO: Cliffs of Moher – Galway

Prima colazione in hotel.

Partenza in Pullman verso la Contea di Clare alla scoperta delle più spettacolari d’Irlanda, le Scogliere di Moher. Situate lungo l’Oceano Atlantico sull’Oceano Atlantico e confinanti con la zona di Burren, le scogliere di Moher sono una delle attrazioni più spettacolari dell’Irlanda. Il punto più alto delle scogliere, lunghe circa otto chilometri, raggiunge i 230 metri d’altezza sul livello del mare. Da questa altezza, è ammirare le isole di Aran, i Monti Connemara e le colonie di uccelli che popolano questo posto.

Tour di un giorno alle Scogliere di Moher da Dublino: Inclusa la Wild Atlantic Way - 2022 - Viator

Camminare a strapiombo sul mare è una sensazione unica, sembra di essere ai confini del mondo e il panorama raggiunge la massima poesia quando si accendono i colori del tramonto: la maggior parte dei turisti ha già ripreso la strada del ritorno e la pace è interrotta solo dal volo degli uccelli, dal suono del vento e delle onde che s’infrangono sugli scogli. Essendo così scenografiche sono state anche la location per molte pellicole e film famosi come Harry Potter e il Principe Mezzosangue, La Storia Fantastica e la Figlia di Ryan.

Pranzo libero e tempo a disposizione.

Le scogliere di Moher, scogliere d'Irlanda

Proseguimento verso la città di Galway per un tour panoramico. Conosciuta per la sua vita notturna, le sue stradine tortuose e grande offerta di festival, Galway si distingue per il suo essere vivace, amichevole, ricco di storia e cultura. Durante il tour ammireremo i principali luoghi della cittadina irlandese come Eyre Square, il Teatro del Palazzo di Giustizia e il Municipio, il ponte di Weir Salmon, la Cattedrale, l’Università Nazionale d’Irlanda, l’Acquario Nazionale d’Irlanda, l’Arco Spagnolo e molti altri luoghi di particolare interesse.

Destination Inspiration: Galway

Al termine rientro in hotel e sistemazione nella contea di Galway.

8°GIORNO: Galway – Connemara

Oggi, dopo la prima colazione presso il vostro hotel, partenza verso la splendida regione di Connemara. Connemara è una terra di laghi e fiumi, paludi e montagne; terra di piccoli villaggi dove il gaelico è ancora la lingua parlata quotidianamente dagli abitanti e dove il tempo sembra essersi fermato. È senza dubbio la parte più selvaggia e romantica dell’Irlanda.

Il Connemara è una regione aspra dell’Ovest Irlanda, poco coltivata e contaminata: dai montoni dalla testa colore Guinness alle cave di torba.

It can feel like the world's most spectacular wilderness; the savage beauty of Connemara | Ireland holidays | The Guardian

Il Connemara è una regione aspra dell’Ovest Irlanda dove l’80% delle terre non sono coltivabili e per questo meno saccheggiata in passato: dai caratteristici montoni dalla testa nera come la birra Guinness alle cave di torba.

La scarsa popolazione nella regione del Connemara, 780 km quadrati,  si addensa per lo più lungo sulla costa, dove il solo centro importante è Clifden. Di tutta la selvaggia Irlanda, il Connemara è l’angolo più selvaggio” scriveva Paul Bourget nel 1881. E, naturalmente, qualcosa intendesse dire. In questo posto magico, occorre prendere le dovute accortezze, soprattutto se venite qui per fare delle escursioni. Per sopravvivere dovrete imparare due termini: Bog e Crag, che significano rispettivamente palude e rocce a picco. Per tutto il resto vi auguriamo buona fortuna!

Tour in Bus Connemara - Viaggiare in Irlanda

Rinomato in tutto il mondo per i suoi bellissimi e selvaggi paesaggi, il Connemara è meta apprezzata da turisti e dagli amanti del trekker. I picchi sono Maumturk, 703 metri, e The Twelve Pins, 730 metri. Il Connemara è quasi completamente ricoperto di torbiere, montagne brulle, laghi, stagni e piccoli corsi d’acqua. Basta muoversi in auto sulla strada fra Westport e Clifden, dopo il paese di Letterfrack, per assaporare i colori del Parco Nazionale.

Diamond Hill - Montagne du Connemara • Guide Irlande.com

 

Durante la mattinata visiteremo l’abbazia di Kylemore, un monastero benedettino fondato nel 1920. Costruita nel 1867, in origine residenza privata della famiglia di Mitchell Henry, politico di Manchester, e membro del Parlamento della Contea di Galway. Successivamente l’edificio venne trasformato in una abbazia da un gruppo di suore benedettine fuiggite dal Belgio dopo la Prima Guerra Mondiale. Durante la visita sarà possibile visitare le diverse sale restaurate dell’abbazia, i giardini murati e la splendida chiesa gotica.

Connemara, le informazioni turistiche su questa regione

 

Tempo libero per il pranzo.

Dall’abbazia, il percorso continua lungo la strada costiera e attraverso il villaggio di Clifden. Questa città, un tempo piccolo villaggio di pescatori, ha conosciuto una crescita significativa nei primi anni del 1900, quando l’ingegnere Guglielmo Marconi decise di costruire il più grande telegrafo senza fili transatlantico nel luogo al fine di ridurre la distanza con la sua stazione gemella a Glace Bay, in Nuova Scozia. Questa stazione ha riscosso un enorme successo e nei periodi di maggiore affluenza furono impiegate più di 400 persone.

Proseguimento del viaggio con sistemazione in hotel nella regione di Galway.

Cena e pernottamento.

 

9°GIORNO: Clonmacnoise – Dublino

Prima colazione in hotel.

Partenza in Pullman in direzione di Dublino con una fermata presso la Cattedrale di San Brendano (Clonfert). La parte più antica della chiesa risale al 1180. La sua porta è in stile romanico ed è in sei ordini, ha una straordinaria varietà di motivi, teste di animali, fogliame, teste umane. Le vetrate sono dell’inizio del XIII secolo.

Dopo la visita ci muoveremo in direzione dell’antico e più importante sito monastico d’Irlanda: Clonmacnoise che si affaccia sul fiume Shannon. Il sito fu fondato da St. Cirian nel 548 e consiste in un campo murato contenente numerose chiese primitive, croci celtiche alte, torri rotonde e tombe.

Clonmacnoise - Athlone

Clonmacnoise è famosa per il monastero, centro ecclesiastico per scolari e scrittori del primo periodo cristiano e parte di Offaly dal 1688.

Edifici e croci sono il fascino di Clonmacnoise e del suo monastero, in particolare da segnalare c’è la Cross of the Scriptures, come si vede dalle fotografie gentilmente concesse da Jorge Tutor, alta circa 4 metri. Una enorme croce scolpita di arenaria, considerata tra le più pregevoli e meglio conservate d’Irlanda. Vera attrazione del monastero di Clonmacnoise, pare sia stata ricavata da un singolo blocco di arenaria intorno al 900 dC e presenta una superficie divisa in due pannelli che mostrano varie scene della Bibbia.

Proseguimento verso Dublino e sistemazione in hotel.

Dopo esservi sistemati nelle vostre camere, preparatevi a passerete una serata in pieno spirito Irish! Assisterete ad uno spettacolo notturno tradizionale irlandese.

 

10°GIORNO: DUBLINO – ROMA o altre città

Prima colazione in albergo e partenza verso la famosa Fabbrica della Guinness prima di andare in aereoporto. Fu Arthur Guinness a fondare la famosa birreria nel 1759 ed è oggi una delle birrerie più famose al mondo.

In realtà non si visita la fabbrica stessa, per ovvie ragioni di sicurezza, per intenderci dove si produce la birra, ma si esplora un museo dedicato alla Guinness, realizzato nelle parti più antiche, riconvertite a spazio hi-tech, grazie a un avveniristico progetto che ha saputo adattare la struttura originale trasformandola in un edificio che sale per 7 piani, assumendo la forma di una pinta di Guinness. Qui il cuore dell’esperienza consiste nella degustazione di nuove birre, accompagnata dalla possibilità di annusare il luppolo, uno dei quattro ingredienti fondamentali della birra, che troverete in piccoli vasetti di vetro lungo i tavoli.

Come visitare Guinness Storehouse | Viaggiamo

Durante il tour è possibile vedere i processi che continuano ad essere sempre gli stessi. All’ultimo piano di trova il Gravity Bar, il locale più sensazionale della città, con vista a 360 gradi su tutta Dublino. Trasferimento in aeroporto.

 

 

 

Informazioni generali

La quota comprende:

  • Pullman;
  • Guida italiana;
  • Visite come da programma;
  • Trasferimento in traghetto Killimer – Tarbet;
  • Alloggio 2 notti nella periferia di Dublino;
  • Alloggio 3 notti nella contea di Tralee;
  • Alloggio 1 notte nella contea di Galway;
  • Alloggio 1 notte nella periferia di Dublino;
  • Cena e spettacolo tradizionale irlandese.

 

La quota non comprende:

  • Pasti;
  • Bevande;
  • Mance;
  • Bagaglio;
  • Biglietti;
  • Assicurazione.
torna su