fbpx
Print Friendly, PDF & Email

TARANTO-ALBEROBELLO-PUGLIA INSOLITA

In Breve

Importante colonia della Magna Grecia, Taranto racconta la sua storia stratificatasi nel tempo e nei suoi diversi livelli. Sotto il piano stradale si celano ipogei, necropoli, cripte e tombe a camera che riconducono al raffinato culto dell’aldilà dell’epoca ma anche a quello di un’aristocrazia che sapeva cogliere l’essenza della vita. Mentre in superficie le epoche si incrociano con la brezza del mare che sferzano ancora i resti del tempio dorico e si insinuano nuovamente nella profondità della terra per condurre nell’Ipogeo De Beaumont Bonelli Bellacicco con le sue testimonianze greche, bizantine e medievali.

taranto

Partenza: 14 Maggio - 18 Ottobre
Durata: 5 giorni 4 notti
Gruppo minimo: in aggiornamento
Costo per persona: in aggiornamento
Prenotazioni entro: in aggiornamento

Il Programma di Viaggio

1° giorno: ROMA -MARINA FRANCA

Incontro dei partecipanti in luogo da concordare e partenza per  Martina Franca ,  cittadina trecentesca che sorge nel bel mezzo della Valle d’Itria e che ricade nel territorio comunale il Bosco delle Pianelle. Frequentata già dal neolitico, a fondarla fu il principe di Taranto Filippo I d’Angiò. La città è nota per la sua architettura barocca e per il festival musicale della Valle d’Itria.

 

Risultato immagini per martina franca

 

Pranzo tipico con menù “di terra”. Nel pomeriggio, visita dell’elegante centro storico, adornato da numerosi palazzi rococò con sontuose ringhiere in ferro battuto. Si visiteranno, in particolar modo, il Palazzo Ducale,ossia l’ex residenza dei potenti Caracciolo. Attraversando un arco si giunge nel centro storico nel quale svetta il Palazzo Ducale, che attualmente ospita il Municipio, costruito nel 1668 su di un preesistente castello. Colpisce l’alta facciata barocca a due piani divisi da una lunga balconata. Di notevole importanza le sale del Mito, della Bibbia e dell’Arcadia completamente affrescate. Palazzo Ducale ospita anche il Museo del Bosco delle Pianelle.

palazzo_ducale_martina_franca

Proseguiamo verso  le settecentesche Basilica di San Martino, costruzione della metà del ‘700, sulla quale spicca il bel portale sormontato dal gruppo scolpito di S. Matino ed il povero. L’interno è a croce latina ad unica navata, riccamente decorato, molto bello l’altare maggiore ai cui lati vi sono due statue di marmo della Carità e della Maternità.

basilique_san_martino_de_martina_franca

e la Chiesa di San Domenico, vero tripudio di fregi, stucchi e tarsie marmoree.

chiesa_di_san_domenico_martina_franca_2663613293

Sistemazione in hotel

 

2° giorno: MARTINA FRANCA – TARANTO – GROTTAGLIE – MARTINA FRANCA

Prima colazione in hotel e partenza per Taranto, antichissima città di origini spartane, che continuò ad esser prospera anche sotto il dominio romano. Visita dell’imponente Castello Aragonese, base di rappresentanza della Marina Militare Italiana, al cui interno gli scavi archeologici hanno messo in evidenza millenni di storia della città; si visiteranno, inoltre, il famoso Ponte Girevole, il Museo Archeologico Nazionale, famoso per i suoi “Ori”, e la Cattedrale, perfetta sintesi di raffinato romanico e spettacolare barocco. Pranzo tipico con menù “di mare”. Successivo trasferimento a Grottaglie, la capitale pugliese della “Ceramica Artistica Tradizionale”, ove in un’antica bottega si assisterà alle fasi più suggestive della locale arte figulina: il modellato e la decorazione pittorica.

grottaglie_chiesa_madre

Cena in hotel.

3° giorno: MARTINA FRANCA – OSTUNI – LOCOROTONDO – ALBEROBELLO -MARTINA FRANCA

Dopo la prima colazione in hotel, si raggiungerà l’alto Salento, ove si visiterà Ostuni, da millenni soprannominata la “Città Bianca”, il cui candore contrasta nettamente con le chiome delle migliaia di ulivi monumentali che la cingono; spicca per originalità la cattedrale romanico-gotica e la suggestiva Piazza della Libertà, dominata dalla settecentesca Colonna di Sant’Oronzo.

ostuni

 

Pranzo tipico con menù “di terra” nel cuore del centro storico. Nel primo pomeriggio, si visiterà lo splendido centro storico di Locorotondo, candido labirinto di viuzze infiorate insignito della Bandiera Arancione e inserito nel prestigioso albo dei Borghi Più Belli d’Italia.

Risultato immagini per locorotondo

La giornata si concluderà con la visita di Alberobello, la “Capitale dei Trulli”, dichiarata dall’UNESCO “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”; nel cuore del centro storico, vera selva di tetti conici, un famoso mastro trullaro illustrerà la plurimillenaria tecnica costruttiva dei trulli e, in un antico trullo, verrà offerto un aperitivo a base di numerosi prodotti tipici, sia solidi che liquidi, sia dolci che salati.

trulli

Cena in hotel.

 

4° giorno: MARTINA FRANCA – POLIGNANO A MARE – MONOPOLI – MARTINA FRANCA

Dopo la prima colazione in hotel, ci si sposterà sulla vicina costa adriatica per visitare due spettacolari borghi fortificati che si specchiano su un mare cristallino: Polignano a Mare,e Monopoli.

Polignano a Mare , la “Perla dell’Adriatico” è il luogo ideale per immergersi in fondali incontaminati e godersi un suggestivo centro storico a picco sul mare.

case-vacanze-polignano-a-mare-palazzo-penelope_2

Un mare cristallino e la roccia ricamata da cavità impressionanti, scavate dal mare, sono i segni distintivi di Polignano a Mare, conosciuta come la “Perla dell’Adriatico”, a poco più di 30 km da Bari.

Città natale del cantante Domenico Modugno, divenuto celebre con la sua “Nel blu dipinto di blu”, Polignano affascina con il centro storico ricco di tracce arabe, bizantine, spagnole e normanne, come i resti dei quattro torrioni di difesa che cingevano la parte antica dell’abitato.

Dall’Arco della Porta, un tempo unica via d’accesso al paese, ci si inoltra nel magico borgo, impreziosito dalla Chiesa Matrice duecentesca dedicata all’Assunta. Non può mancare una visita alla Fondazione Museo “Pino Pascali”, allestita nell’ex Mattatoio Comunale, dedicata all’opera del grande scultore e artista pugliese.

Il profilo del litorale, le alte falesie e la costa frastagliata, da Grotta Palazzese a Lama Monachile, del litorale di Polignano uno dei più belli di Puglia, tra calette nascoste e deliziose insenature sabbiose.

Il centro storico di Monopoli è un gioiello di architettura popolare mista a sontuosi edifici religiosi e splendidi palazzi signorili. È Porta Vecchia, costeggiata dalla cinta muraria, a introdurre nella parte antica della città, adagiata sull’Adriatico e dominata dal Castello. Cuore della città vecchia è la barocca Cattedrale di Santa Maria della Madia. Poco lontano, la movida si scatena nella caratteristica piazza Garibaldi, dove sorgono la Chiesa di San Francesco d’Assisi e la Chiesa di Santa Maria degli Amalfitani. Merita una visita anche Largo Palmieri, con il palazzo omonimo e la Chiesa di Santa Teresa.

vedutamonopoli2

Pranzo con menù “di mare” in corso d’escursione. Cena in hotel.

 5° giorno: MARTINA FRANCA – BARLETTA – ROMA

Dopo la prima colazione in hotel, si effettuerà il check out e si raggiungerà Barletta, antichissima città resa famosa dall’omonima “Disfida” e dal grande Pietro Mennea.

barletta_170

 

Estremamente interessante è il suo castello sul mare, sia per le geniali soluzioni d’architettura militare, che per le magnifiche collezioni d’arte in esso custodite; inoltre, tra le viuzze del pittoresco centro storico, si visiteranno, tra le altre cose, anche la celebre “Cantina della Disfida” – ove maturò l’idea del duello tra tredici cavalieri francesi e tredici cavalieri italici che, com’è noto, ne uscirono vittoriosi – e il “Colosso Eraclio”, imponente statua bronzea bizantina. Pranzo con menù “di mare” e viaggio di rientro.

torna su