menù

KAZAKISTAN E KIRGHIZISTAN

Prezzo
In aggiornamento€ per persona
Data
26/08/2025
Durata
11 giorni 9 notti
Destinazione
Kazakistan
Viaggiatori
In aggiornamento
  • Informazioni
  • Mappa
  • Recensioni

Cosa è incluso

Destinazione
Kazakistan Mappa Kazakistan
Prezzi aggiuntivi
Suppl. Singola: In aggiornamento€
Programma del tour

Questo tour essendo in destinazioni nuove, aperte da poco al turismo richiede un minimo spirito di adattamento, una predisposizione ad affrontare un viaggio nella natura, nei villaggi e nelle città dove ancora si trovano tracce dell’epoca sovietica. Non ci sono percorsi difficili o trekking impegnativi sono però previste passeggiate di difficoltà medio bassa sia nelle zone desertiche che nelle zone di montagna.

Sarà piacevole incontrare la popolazione che ancora vive nelle tipiche yurte, raggiungerli sulle montagne dove vivono nomadi immerse in una natura incontaminata con paesaggi mozzafiato. Altitudine massima raggiunta nel tour sarà il passo a circa 3400 che attraverseremo in pullman. Le strade non sono tutte perfettamente asfaltate e non sarà difficile imbattersi in greggi lungo il nostro percorso.

Le sistemazioni alberghiere sono buone nelle città principali in hotel, buone anche nelle guest house dove proveremo la calorosa accoglienza della popolazione. Le guest house sono arredate con semplicità ma sono funzionali, spesso nuovissime e con il bagno in camera. Nei 2 campi di yurte dove faremo l’esperienza unica di dormire è richiesto un minimo senso di adattamento. Non sono disponibili le yurte singole e non c’è il bagno privato. Come nei campeggi ci sono bagni e docce in condivisione per gli occupanti delle yurte.

All’interno c’è comunque elettricità ed eventuale stufa per le notti più fredde. I mezzi di trasporto sono buoni anche se non lussuosi. Cibo ottimo, abbondante, non particolarmente speziato. È una destinazione consigliata per “viaggiatori” e per “amanti della natura”. Necessario un abbigliamento informale e tecnico, scarpe da trekking e bagagli comodi al trasporto. I più del programma sono paesaggi veramente ancora incontaminati e pochissimo toccati dal turismo ed il contatto e l’accoglienza delle popolazioni locali.

26 Agosto: ROMA – ISTANBUL – ALMATY

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Roma Fiumicino in tempo utile per operazioni di accettazione ed imbarco sul volo per Istanbul. All’arrivo, tempo di attesa per volo in coincidenza per Almaty. Pasti e pernottamento a bordo.

 

27 Agosto: ALMATY

Arrivo ad Almaty ed incontro con la guida in aeroporto. Trasferimento in albergo. Prima colazione e tempo a disposizione per riposo in hotel.
Nel pomeriggio tour della città nel centro di Almaty, antica capitale del Kazakistan. Visita a Piazza della Repubblica e al Monumento dell’Indipendenza, Parco 28 Panfilovtsev. Lungo il Viale della memoria ci sono obelischi con i nomi dei 28 combattenti del 1075esimo reggimento della 316esima divisione di tiro, che combatterono ad armi impari contro i carri armati tedeschi nell’inverno del 1941, la Cattedrale di Zenkov (monumento dell’architettura di culto dei cristiani in Kazakistan), il Teatro Abai e il Museo Storico.
Nel tardo pomeriggio si raggiunge la gola di Medeo. È uno dei luoghi più famosi del Kazakistan perché è il complesso montuoso per gli sport invernali più alto del mondo! Le infrastrutture ben sviluppate e la vicinanza alla città rendono Medeo molto comodo da visitare per godere del bel panorama. Cena in ristorante locale. Sistemazione in albergo. Pernottamento
(Altitudini sopra il livello del mare durante il giorno: inizio giornata/fine giornata – 800 m ad Almaty)

 

28 Agosto: ALMATY – BASSHI

Dopo la colazione visita al Green Bazaar dove sarà possibile vedere verdure fresche, frutta e altri prodotti della regione. Più tardi, lasceremo Almaty e ci dirigeremo verso Basshi nel Parco Nazionale Altyn-Emel. Altyn-Emel è un parco naturale nazionale situato nella valle del fiume Ili nel territorio del Kazakistan. Il Parco è stato fondato il 10 aprile 1996 con lo scopo di preservare un complesso naturale unico, monumenti archeologici, storici e culturali, specie animali e vegetali rare e in via di estinzione. Nel territorio del Parco, che si estende su una superficie totale di 520.000 ettari, si possono trovare diversi paesaggi: montani, desertici, sabbiosi, selvaggi e deserti. Arrivo a Bashi. Check-in alla guest house. Pranzo intorno alle ore 14.
Nel pomeriggio cambio del mezzo di trasporto dall’autobus ai minibus russi UAZ per l’escursione alle “Dune Cantanti”. La duna di sabbia alta 150 metri situata tra due catene montuose rocciose è davvero spettacolare. Ci sono solo poche di queste dune di sabbia solitarie nel mondo. La gente dice che quando l’aria è abbastanza secca il vento che attraversa i granelli di sabbia emette un suono che ricorda la musica d’organo. C’è una superstizione: il sogno di chi riesce a scalare la cima della duna si avvererà.
Cena e pernottamento nella guesthouse di Bashi.

 

29 Agosto: BASSHI – CHUNJA – CHARYN – VILLAGGIO SATY

Prima colazione in guest house. Trasferimento al Charyn Canyon. Lungo il percorso visita della famosa moschea in legno costruita da un maestro cinese all’inizio del XX secolo. Charyn Canyon, è una straordinaria creazione della natura che esiste da milioni di anni, pittoresca e molto diversificata negli aspetti geomorfologici. L’altezza dei pendii ripidi raggiunge i 150-300 metri. Numerosi anfratti e canaloni formano una fitta rete sconnessa. Il vento e l’acqua hanno creato la splendida “Valle dei Castelli Rossi”. Lungo tutta la valle siete circondati da torri dalle forme fantastiche, costruite con materiali sedimentari. Una tranquilla passeggiata di lieve difficoltà nel “Gran Canyon kazako”. Nel corso dei tempi la natura ha creato queste meraviglie architettoniche, senza fretta ha costruito maestosi castelli di roccia. Pranzo a sacco. Più tardi, visita al villaggio di Saty. Cena e pernottamento.

 

30 Agosto: VILLAGGIO SATY – LAGO KAINDY – LAGO KOL-SAY – KARAKOL

Dopo colazione escursione con i minibus militari russi UAZ per la gita al lago Kaindy. Escursione di mezza giornata al lago famoso per gli alberi che emergono dalle acque con acque trasparenti e freddissime che hanno “pietrificato” la foresta emergente dal lago stesso. Necessaria una passeggiata di circa 30 minuti per raggiungere questo luogo “incantato”.
Pranzo nella guest house Saty.
Nel pomeriggio trasferimento al confine kazako/kirghiso, attraversamento, la procedura dura circa 1 ora. Passato il confine si prosegue in direzione Karakol. Cena presso una famiglia Uigura (piccola nazionalità emigrata dalla Cina nel XIX secolo). Pernottamento in albergo.

 

31 Agosto: GIORNO DELL’INDIPENDENZA DEL KIRGHIZISTAN! KARAKOL – TAMGA

Colazione. In città ci saranno le celebrazioni del Giorno dell’Indipendenza, come ogni anno il 31 agosto! Visita guidata della città con visita alla Chiesa ortodossa russa, alla Moschea in stile Dungan, alla statua di Lenin, al bazar locale e al negozio “un villaggio, un prodotto”. Pranzo presso la famiglia Dungan a Karakol o nel villaggio vicino a Karakol.
Trasferimento sulla sponda meridionale del lago Issyk-Kul. Visita alla cascata di Barskoon. Breve e piacevole camminata fino alla cascata di cica 30 minuti, solo andata.
Si prosegue fino al villaggio di Tamga. Una visita al Resort Militare Tamga, la cui costruzione iniziò nel 1932. Durante il periodo sovietico era il luogo di villeggiatura degli astronauti russi, che si acclimatavano dopo i voli nello spazio. Il primo ospite del resort è stato l’astronauta russo Yuri Gagarin. Una passeggiata nel parco, che vi riporterà al periodo dell’epoca sovietica, potrete osservare le sculture degli artisti di quell’epoca.
Soggiorno nel campo yurta, che si trova sulla riva di Issyk-Kul. Master class sulla preparazione del pane kirghiso – Boorsak. Cena e pernottamento nel campo yurta.

 

01 Settembre: ISSYK-KUL – KOCHKOR

Trasferimento a Kochkor. Prima tappa nel canyon di Skazka. Il canyon prende il nome dal suo bizzarro paesaggio roccioso, che per molti anni è stato trasformato dal vento in favolose sculture e formazioni. Alcune formazioni in “Skazka” prendono il nome dalla loro somiglianza con oggetti ben noti. Ad esempio, una serie di creste nel canyon è chiamata “La Muraglia Cinese” per la sua somiglianza con la Grande Muraglia Cinese. Diverse rocce hanno colori sorprendenti, le statue rocciose non solo hanno forme insolite, ma anche colori magici.
Lungo la strada vedremo il cacciatore di aquile. Ci fermeremo per guardare lo spettacolo di caccia all’aquila. L’allevatore di aquile presenta le sue aquile e ci mostra come cacciare con le aquile.
Pranzo in famiglia kirghisa nel villaggio Kyzyl-Tuu. La famiglia si occupa della produzione della Yurta. Gli uomini realizzano le parti in legno della Yurta e le donne il feltro. Impareremo a costruire una yurta.
Continua il viaggio a Kochkor. Visita ad un gruppo di donne nel villaggio che produce oggetti tradizionali nomadi di feltro chiamati “Shiyrdak’” e “Ala Kiiz”. Si potrà vedere e partecipare alla lavorazione della produzione del feltro con la lana infeltrita. Pernottamento e cena in albergo.

 

02 Settembre: KOCHKOR – SON-KUL

Colazione. In questo giorno, l’anno scolastico inizia nelle scuole di tutto il Kirghizistan. Avremo la possibilità di visitare una scuola rurale e conoscere i metodi educativi in Kirghizistan.
Trasferimento al lago Son-Kul attraverso il passo Kalmak-Ashu (3446 m). Questo è un luogo popolare tra la popolazione locale, che viene qui ogni estate con le loro famiglie e il bestiame. Pranzo in una yurta.
Possibilità di fare una passeggiata verso il campo delle yurte per ammirare il lago e gli animali liberi nella pianura. Si incontrano i pastori locali, le donne con i bambini e potremo osservare il loro stile di vita: assaggiare il pane e il kumyz (la bevanda nazionale kirghisa ottenuta dal latte di giumenta). Durante questa escursione a piedi la guida ti spiegherà la vita dei nomadi kirghisi.
Per chi non vuol fare la passeggiata panoramica può raggiungere il campo yurte in auto. Sistemazione e cena e pernottamento nel campo yurta. Sarà possibile ammirare il tramonto sul lago e la sera ammirare le stelle sopra le yurte.

 

03 Settembre: SON-KUL – BISHKEK

Colazione. Trasferimento a Biškek. Breve sosta nel Boom Canyon nel piccolo bar locale per assaggiare il pane fresco Kattama fritto con il tè. Lungo il percorso visita della Torre Burana, un luogo sulla Grande Via della Seta risalente all’XI secolo. Oltre alla torre si vedranno le rovine dell’antica città chiamata Balasagyn, ed il museo dedicato a questo luogo. Pranzo tardivo lungo il percorso. All’arrivo a Bishkek sistemazione in Hotel. Serata libera.

 

04 Settembre: BISHKEK

Dopo la colazione visita all’Osh Bazaar (mercato orientale), colorato al mattino. In epoca sovietica, il mercato era un importante centro commerciale dove venivano vendute merci provenienti da tutto il paese. Tour della città con visita al Museo storico kirghiso, piazza Ala-Too, la Casa Bianca e la piazza vecchia. La maggior parte degli edifici della città furono costruiti durante l’era sovietica e alcune case hanno ancora mosaici colorati sulle pareti.
Nel pomeriggio Visita al complesso Ata-Beiyt. Lo scopo del complesso è ripristinare e preservare la memoria storica delle fasi più importanti dello sviluppo dello stato kirghiso. Al centro del complesso si trova un cimitero. Il 14 giugno 2008 lo scrittore kirghiso Chingiz Aitmatov è stato sepolto nel complesso storico e memoriale di Ata-Beyit.
Cena d’arrivederci con spettacolo folcloristico in ristorante.

 

05 Settembre: BISHKEK – AEROPORTO – ISTANBUL – ROMA

Trasferimento all’aeroporto in tempo utile per il volo di rientro per Istanbul. Arrivo e tempo di attesa per volo in coincidenza per Roma. All’arrivo, sbarco e fine servizi.

 

 

Di più Kazakistan

Questo tour essendo in destinazioni nuove, aperte da poco al turismo richiede un minimo spirito di adattamento, una predisposizione ad affrontare un viaggio nella natura, nei villaggi e nelle città dove ancora si trovano tracce dell’epoca sovietica. Non ci sono percorsi difficili o trekking impegnativi sono però previste passeggiate di difficoltà medio bassa sia nelle...

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi la tua recensione

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Condividi sui social network

I VIAGGI DI GIORGIO

I viaggi sono come le persone: non ce ne sono due uguali. Reputiamo la trasparenza una forma di correttezza nei riguardi di chi si fida di noi: così il tempo investito in ricerca si trasforma in dettaglio di informazioni fornite a chi parte.

CONTATTI

Viale Cesare Pavese 37, 00144 Roma

I MIEI VIAGGI 2015 SRL

P.IVA e CF: 13326011007

Tel. 0645667875

Cell. 3801252107

WhatsApp 3882412507

iviaggidigiorgio@libero.it

booking1@iviaggidigiorgio.it

imieiviaggi2015srl@pec.it

REA: RM-1439135

Privacy Policy Cookie Policy

GIORNI E ORARI

Aperti dal lunedì al venerdì dalle 9:30/13:30 alle 14:30/18:30

SEGUICI SUI SOCIAL

Facebook

Instagram

NEWSLETTER

    CREDITS

    © I Viaggi di Giorgio | Tutti i diritti riservati

    Powered by Antonio De Lorenzi

    ×