TOUR BOLIVIA – CILE – ARGENTINA

bo11bo10bo9bo8bo7bo6bo5bo4bo3bo2bo1

In Breve

Partite alla volta del Sud America, in un viaggio tra Bolivia, Cile e Argentina, per scoprirne le bellezze naturali, le piccole comunità indigene e la storia di cui è pregno in ogni centimetro.

Visitate le principali missioni gesuite della Bolivia, come quella di San Javier e quella di San Ignacio, nonché le Missioni Minori, come quelle di San Rafael, Santa Ana e San Miguel.

Perdetevi lungo le vie di Sucre, la capitale boliviana dichiarata patrimonio dell’UNESCO nel 1991; i suoi edifici, ricoperti di chiarissimo intonaco bianco, in netto contrasto con i soffitti rossi, le conferiscono ancora quell’aspetto prettamente coloniale tipico dell’epoca della sua fondazione. Chi visita Sucre ha la sensazione di fare un viaggio nel passato.

Lasciatevi stupire da un’altra perla dell’UNESCO, Potosi: una città la cui economia si è sempre fondata sui ricchi giacimenti di argento; per questo è imperdibile una tappa alla Real Casa de la Moneda e alla miniera ancora sfruttata dagli indigeni.

In questo viaggio resterete folgorati dalle bellezze naturali che il territorio ha da offrirvi, prima tra tutte il Salar de Uyuni: non resisterete alla voglia di farvi una foto nel più grande e spettacolare deserto di sale al mondo, composto da un letto di finissimo e purissimo sale in cui il cielo si specchia in un gioco di luci che non ha eguali.

Altrettanto suggestiva è la visita della Laguna Colorada: un lago salato le cui acque diventano sempre più rosse con l’avvicinarsi del tramonto; è inoltre il luogo di nidificazione preferito da ben tre specie di fenicotteri, di cui una molto rara.

Concluderete il vostro viaggio tra i piccoli villaggi argentini di Purmamarca e Humahuaca e nella piccola città di Salta: qui vedrete con i vostri stessi occhi come la cultura aborigena e quella coloniale sia siano fuse indissolubilmente.

Questo è solo un assaggio delle meraviglie che vi attendono.

Partenza: 11 agosto - 24 agosto
Durata: 13 giorni 12 notti
Gruppo minimo: IN AGGIORNAMENTO
Costo per persona: IN AGGIORNAMENTO
Prenotazioni entro: IN AGGIORNAMENTO

Il Programma di Viaggio

1° giorno: arrivo a Santa Cruz

Arrivo e trasferimento in centro.

2° giorno: Santa Cruz / San Ignacio

bo2

Partenza verso il villagio di San javier. La strada è circondata della flora tropicale della regione. Arrivo e visita di questa missione fondata nel 1691, essendo la più antica della regione. La sua chiesa è in stile barocco, costruita tra 1749 e 1752. Il tempio è ornato con colonne a tortiglione e disegni in legno brunastro e giallastro. Nel 1730 fu creata la prima scuola di musica per gli abitanti della communità.

Partenza indirezione del villagio di San Ignacio. Visita di San Ignacio, villaggio fondato nel 1721, il quale ha vie larghe e rossastre. La chiesa fu ricostruita dopo la destruzione nel ventisimo seculo. In ogni caso, ci si conservano molti elementi recuperati dall’antico tempio.

3° giorno: San Ignacio / San Rafael / Santa Ana / San Miguel / Concepcion

bo3

Partenza per visitare le Missione Minore, così chiamati i paesini di Santa Ana, fondato nel 1755, essendo quella che conserva meglio tutti gli elementi della tradizione locale giachè la sua chiesa non è stata restaurata. In seguito, San Rafael, villaggio che data dal 1696. La sua chiesa fu costruita tra 1747 e 1749. Al interno si vede un magnifico altare dorato e colonne in legno che portano l’immenso tetto a due spioventi. Al termine, visita di San Miguel, fondato nel 1721 e considerato un gioiello delle missione di Chiquitos perchè il tetto immenso della chiesa è sostenuto per bellissime colonne a tortiglione fatte in legno. Il suo campanile è una piccola torre massiccia fatta in mattoni, più bassa dalla chiesa. Rientro a San Ignacio.

Partenza verso Concepción.

4° giorno: Concepcion / Santa Cruz

bo4

Visita della missione fondata nel 1706, e della sua antica chiesa costruita tra 1752 e 1753. questa è considerata fra le più belle delle chiese gesuite, per la sua facciata, la struttura a tre navate con colonne fatte in legno ed il suo campanile esterno, anche in legno. In seguito, passegiata per il paesino ed i dintorni.

Partenza verso Santa Cruz.

5° giorno: Santa Cruz / Sucre

bo5

Trasferimento al aeroporto de “Viru Viru” ed assistenza nelle formalità di imbarco per prendere il volo per Sucre.

Arrivo e trasferimento in centro.

Scoperta della capitale ufficiale della Bolivia, città ricca di testimonianze coloniali, considerata tra le più attrattive dell’America Latina, ed oggi dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO. Visita del museo ASUR, che espone una mostra di tessuti indigeni. Il belvedere della Recoleta che domina tutta la città. In seguito, la Piazza principale dove si può ammirare la facciata della cattedrale, la Prefettura, il Municipio e la *“Casa de la Libertad” dove fu dicchiarata l’Independenza della Bolivia. Finalmente, visita dei tetti del convento di San Felipe Neri per godere di una altra impressionante veduta della città.

*Casa de la libertad aperta di martedì a sabato

6° giorno: Sucre / Potosi

bo6

Partenza verso Potosi.

Scoperta della “Villa Imperial de Carlos V”, prima città boliviana classificata come Patrimonio Culturale e Naturale dell’Umanità dall’UNESCO, la cui storia e il suo splendore son strettamente legati all’argento. Visita della storica * “Real Casa de la Moneda” o Antica Zecca, uno dei pregevoli monumenti dell’America Ispanica, e dove i nativi e gli schiavi africani coniavano le monete con l’argento estratto dal famoso Cerro Rico, durante la dominazione spagnola. Si prosegue con una passeggiata per la piazza principale e le vie per ammirare le facciate delle chiese di San Lorenzo e San Francisco.

Visita di una piccola miniera, sfruttata da minatori di origine indigena, che ancora rendono culto al “Tío”, il diavolo, divinità che tutela le profondità della montagna. Vestiti da un impermeabile, delle stivali, un elmetto e portando una lampada a carburo si percorre all’interno della miniera dove le durissime condizioni di lavoro e di vita si sono mantenute quasi immutate nei secoli.

*Casa de la Moneda aperta di martedì a sabato in quello caso rimpiazzeremo con la visita dil convento di Santa Teresa

7° giorno: Potosi / Salar/ Tahua

bo7

Partenza in direzione del Salar de Uyuni* considerato come il deserto di sale più grande del mondo (circa 10.500 kmq). Il percorso conduce all’isola Incahuasi (prima erroneamente chiamata Del Pescado), situata nel cuore del Salar e popolata da cactus giganti. La traversata di questo immenso deserto salino resta sempre un’esperienza indimenticabile e una delle tappe più emozionanti del viaggio.

Proseguimento verso Tahua.

8° giorno: Tahua / Alota / Villa Mar

bo8

Partenza verso Uyuni attraversando deserti e pianure. Sosta alla Valle delle roccie, così denominata per le sue curiose formazione, frutto dell’erosione eolica.

Proseguimento per Culpina K, paesino a vie strette, case colorate e curiosi monumenti eretti sulle sue piazze, opere di un artista boliviano. In seguito, sosta a San Cristobal e visita della sua chiesa, la cui fu spostata pezzo a pezzo dopo aver scoperto un grande deposito minerale sotto l’antico posto.

Arrivo e sistemazione al RIFUGIO JARDINES DE MALLKU CUEVA.

Attenzione: Durante l’inverno (giugno-settembre) l’escursione termica è notevole, per cui i passegeri devono portare coloro un sacco a pelo.

9° giorno: Villa Mar / Lagunacolorada / Laguna Verde / Hito Cajon / San Pedro Di Atacama

bo9

Partenza in direzione della Laguna Colorada, bacino ricco di alghe rosse e minerali che danno la tipica colorazione alle sue acque. Inoltre, ci sono centinaia di fenicotteri rosa, essendo luogo importantissimo per la nidificazione di questi uccelli. Proseguimento per “Sol de Mañana”, bacino dei geyser d’origine vulcanica da cui emanano vapori solforosi. Proseguimento verso le acque termali di Laguna Polkes. In seguito, passagio per il deserto di Dali, il cui paesaggio somiglia un’opera dell’artista surrealista.

Arribo a Laguna Verde, meravaglia naturale situata ai piedi dello splendido vulcano Licancahur, con le sue acque color smeraldo. Passeggiata nei dintorni per assistere allo scambiamento del colore della acque della laguna.

Proseguimento in direzione di Hito Cajon, villaggio della frontiera tra Bolivia e Cile.

Arrivo in frontiera Bolivia – Chile. Trasferimento verso San Pedro.

10° giorno: San Pedro / Salar e Lagunes Dell’ Altiplano / San Pedro

bo10

Transferimentto per il Salar de Atacama… Partenza in direzione di Toconao e dopo la visita della cittadina, ci si inoltra nel Salar de Atacama, una sidtesa di sale di circa 400 km2., che ospita splendide lagune come lquelle di Chaxa qui alberga tre tipi di fenicottero: Andino, Chileno e James…

Visita dei lagunas Miscanti e Miñiques. Ritorno a San Pedro

11° giorno: San Pedro De Atacama / Salinas Grandes / Purmamarca

bo11

Trasferimento da San Pedro de Atacama
Visita delle Salinas Grandes. Si tratta di una dimensione enorme di paludi saline al nord di San Antonio de los Cobres, a 40 minuti in automobile. Il sale che si estrae è raccolto a mano, messo in borse ed di seguito inviato alla provincia di Tucuman per arricchirlo con altre sostanze per la sua commercializzazione. La sensazione che si prova andando sulla palude è unica. La vista si perde dinanzi a sua immensité fino a scoprire al mirage di un oceano interminabile che si perde all’orizzonte.
Continuazione per Purmamarca.

12° giorno: Purmamarca / Humahuaca / Salta

Purmamarca è un bel piccolo villaggio aborigine che sembra fuori del tempo. Si respira soltanto calma. Le case sono appoggiate ad una curiosità geologica naturale: la montagna dei sette colori, con strati che vanno dal beige al viola, su un fondo di montagne verdi.
Arrivo a Tilcara – un’importante città precolombina- e visita al museo. Questo museo, legato all’università di Buenos Aires, mostra una serie di notevoli lavori in ceramica precolombina provenienti dalla regione delle Andes. Visita anche del ‘pucara’ che significa fortezza: è una ricostruzione di un villaggio Incaico fortificato.
Arrivo a Humahuaca, piccolo villaggio andino situato a 3000 metri sul livello del mare e datato 1594, ma completamente ricostruito a metà del XIX. È un luogo di quiete e fascino. Visita alla chiesa della Candelaria, originariamente costruita nel 1631 e ricostruita nel 1880. Il Monumento all’Indipendenza Argentina sovrasta il paese: costruito nel 1950 è ubicato qui perché le valli dei dintorni furono sede degli scontri più violenti durante la Guerra di Indipendenza.
Passaggio del Tropico del Capricorno.
Continuazione a Salta

13° giorno: Salta : Visita Della Città / Buenos Aires

Visita della città di Salta, situata a 1190 metri sopra il livello del mare, è conosciuta come una delle più graziose e interessanti città del nord ovest argentino ed è composta da numerosi palazzi dell’epoca coloniale spagnola.

La città fu fondata nel 1582 dal governatore della provincia di Tucuman, grazie alla sua strategica posizione geografica, sulla strada degli scambi commerciali con il Perù e la Bolivia.

Visita della piazza centrale con la sua cattedrale, costruita nel xix secolo che contiene le statue venerate di un cristo mandato dalla spagna nel 1592 e della vergine del miracolo. Transfer all’aeroporto di Salta

Volo a Buenos Aires

Arrivo all’aeroporto nazionale J. Newbery e trasferimento all’aeroporto internazionale di Ezeiza,per il volo di rientro in Italia.

14° giorno: Italia

Arrivo in Italia e fine dei servizi.

Informazioni generali

LA QUOTA COMPRENDE

  • Sistemazione in camera doppia negli hotel indicati o simili, dipendendo dalla disponibilità al momento della prenotazione, con trattamento di prima colazione.
  • Voli internazionali in classe economica franchigia bagaglio 20 kg
  • Voli interni in classe economica
  • Entrate e visite menzionate in servizio privato con guida in italiano-espagnolo
  • Biglietti e visite specificate nel programma
  • Trasferimenti e trasporti terrestre in veicoli privati di turismo.
  • Guida in spagnolo in tutti i transfer e visite.
  • Mezza pensione.
  • Bolivia: Mance in aeroporto e negli alberghi (una valigia per persona)
  • Assicurazione medica(massimale 10.000,00 a persona) bagaglio (massimale 1.500,00)
  • Kit da viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Tasse aereoportuali
  • Pasti non indicati
  • Bevande
  • Extra e spese personali.
  • Le mance: ristoranti, guide e autisti
  • Le colazioni quando l’orario de partenza è anteriore all’orario della colazione stabilito dall’hotel.
  • Tutti i servizi non indicati nel programma o indicati in opzione o supplemento
torna su