fbpx

Tunisia: alla scoperta dell’Africa Punica e Romana

hammamet_medinamedina_soussegreat_mosque_of_kairouansbeitla_capitoletour kelibiakarouan tunisiakarouan tunisiatour tunisiadouggacapodanno tunisiatunisi medinatour tunisia

In Breve

 

Un tour in Tunisia che andrà a toccare i siti archeologici più affascinati e meglio conservati del paese nordafricano. Una diversità di paesaggi e climi che rendono la Tunisia un luogo impossibile da non esplorare. Tra le rovine del periodo romano e le meraviglie dell’antichità che sono ottimamente conservate e che si affacciano sul Mar Mediterraneo.

Tour in Tunisia: viaggio tra i siti archeologici dell’Africa Punica

In questo viaggio in Tunisia andremo a visitare le diverse città di un popolo antico e al tempo stesso ricco e potente. Impossibile non pensare alla potenza di Cartagine che arrivò alle porte di Roma minacciandone la stessa esistenza. Tra le diverse province della Roma Antica quella della Tunisia ha rappresentato una di quelle più floride sotto diversi punti di vista; artistica, architettonica e anche commerciale, ma soprattutto civilizzate come pochi a quei tempi.

Ancora a oggi questi siti archeologici sembrano non aver subito il sopravanzare del tempo. Tutti siti oggetti del nostro tour, che si apre con i resti di Cartagine e la visita del Museo del Bardo, uno dei più importanti al mondo per i reperti conservati, per poi proseguire con la visita di veri e propri gioielli quali Dougga (patrimonio UNESCO), città romana tra le meglio conservate del Nord Africa, Oudhna e Thuburbo Majus, famose per l’enorme anfiteatro e per i templi ancora in elevato, e la particolare Zaghouan con il tempio delle acque.

Tra le diverse tappe che si andranno a toccare ci sono anche Sbeitla, Maktar e l’orientale Kairouan, contraddistinta da un’estetica pittoresca. Infine si giungerà fino a El Jem, custode di uno dei più belli anfiteatri dell’intera epoca storica romana e da molti paragonato addirittura al Colosseo per dimensioni che tutt’ora sembra erigersi ad un livello più alto della moderna cittadina.Inoltre, tra le tante particolarità che andremo a visitare ci saranno anche i mosaici di Sousse e le suggestive rovine di Kerkouan affacciate sul mare.

 

Partenza: 11 luglio - 18 luglio
Durata: 8 giorni 7 notti
Gruppo minimo: minimo di partecipanti : 10 persone
Costo per persona: in aggiornamento
Prenotazioni entro: in aggiornamento

Il Programma di Viaggio

1°Giorno: Roma-Tunisi

Partenza da Roma in prima mattinata e arrivo previsto dopo poco più di un’ora presso l’aeroporto di Tunisi-Cartagine.
Dopo un primo incontro conoscitivo lo staff locale, si verrà portati in hotel, dove successivamente inizieremo la prima e vera visita della città di Tunisi concentrandosi nel centro storico della capitale del paese nordafricano.
Partendo dall’elegante Avenue Bourguiba ricca di locali, teatri, ristoranti e palazzi in stile ‘art nouveau’, si entrerà all’interno della Medina (la ‘Grande Moschea) che è stato valutata come patrimonio dell’umanità UNESCO attraversando i suoi coloratissimi souk, ovvero sia dei pittoreschi mercatini locali incentrati nei vicoli limitrofi alla moschea.
Infine in serata si rientrerà in hotel, dove poi si cenerà e si pernotterà.

tunisi medina

2°Giorno: Museo del Bardo – Cartagine – Sidi Bou Said – Tunisi

Il nostro tour in Tunisia entrerà ancor più nel vivo a partire dal secondo giorno. Si toccheranno due tappe fondamentali come il Museo del Bardo ma soprattutto l’antica Cartagine, chiudendo con Sidi Bou Said, per poi fare ritorno nella capitale.
Il percorso  inizierà in prima mattinata, appena dopo la prima colazione, direzione Museo del Bardo.
Conosciuto al mondo per la preziosa collezione di mosaici romani (una delle più importanti del mondo), conserva a oggi un numero importante di maschere funerarie dell’epoca punica, statue di bronzo greche, ceramica islamica e il carico di una nave affondata al largo di Mahdia nel I secolo a.C.
Successivamente è in programma la partenza per Cartagine, una delle città più potenti del mondo antico, acerrima nemica addirittura di Roma come narrato all’interno di diversi poemi antichi e nella storia. I cartaginesi, viste le loro abilità belliche rappresentavano un vero pericolo nemmeno troppo celato per la capitale romana e proprio per questo decise di attaccare la stessa Cartagine, radendola al suolo al termine della terza guerra punica.

tour tunisia

Nella stessa città cartaginese si visiterà il sito archeologico: partendo dal museo e passando per le rovine della collina della Byrsa, un tempo città importantissima dell’intera area fenicia, ma che poi venne distrutta dagli stessi romani, che invece ne hanno edificato il loro campidoglio e il foro. Attualmente vi sorge la cattedrale di San Luigi mentre il museo ospita iscrizioni, sarcofagi di marmo, oggetti d’uso quotidiano della Cartagine punica e romana. Per riuscire a comprendere tutte le meravigliose ricchezze artistiche del territorio basti pensare che nei pressi della stessa Byrsa sono visibili i resti di una villa punica scoperta dagli archeologi francesi.
Il nostro tour proseguirà poi con la visita dei famosi porti punici e delle terme di Antonino. In seguito, dopo aver pranzato all’interno di un vero e proprio ristorante locale, nel pomeriggio si visiterà un tipico villaggio di architettura arabo-moresca.
Si tratta della terza ed ultima tappa del nostro secondo giorno di viaggio presso Sidi Bou Said, che è simbolo del famoso centro Sufita, riconoscibile per la sua spettacolare veduta sul golfo di Tunisi e per le colorite stradine formate da ciottoli in pieno stile arcaico. Un’urbanistica che ancora a oggi si presenta per quella che era, costruita sugli stretti vicoli della cittadina.

Successivo poi rientro in hotel a Tunisi, con cena e pernottamento.

3°Giorno: Tunisi–Bulla Regia–Dougga–Tunisi

Nel terzo giorno della visita guidata si partirà come di consueto da Tunisi e si toccheranno le città di Bulla Regia e di Dougga, dei veri e propri poli turistici e artistici del paese nordafricano.
Dopo la prima colazione è prevista la partenza per Bulla Regia. A differenza delle altre mete che erano riconducibili alla storia dell’Africa Punica, Bulla Regia si presenta come una antica città romana famosa per le sue ville sotterranee, costruite del II e III secolo d.C. Una caratteristica unica al mondo questa, che non si ripresenta nei resti delle province antiche della Roma Antica. Queste ville infatti vennero costruite appositamente al di sotto del terreno per permettere di ripararsi dal caldo torrido. Si visiteranno le grandi terme, il teatro, il foro, la basilica cristiana con frammenti di mosaici presenti tra le colonne abbattute, del tempio di Apollo e di Iside dove furono trovate numerose statue ora al Museo del Bardo di Tunisi.
Successivamente saranno oggetto del nostro tour anche dei pittoreschi quartieri della città sotterranea, esempio unico di architettura di questo tipo in nord Africa. Infine partenza per Dougga, con conseguente pranzo e visita alle importanti rovine dell’antica Thugga che resta uno dei luoghi più significativi della Tunisia dopo Cartagine e Tunisi per via delle sue antiche rovine. Non a caso anche questo sito archeologico è stato indicato come patrimonio dell’umanità UNESCO, il più grande e meglio conservato complesso romano del paese.
Colonia romana fondata nel II secolo d.C. conserva uno splendido teatro, l’imponente campidoglio con le colonne ed il timpano della facciata ancora intatti, il mausoleo punico, il tempio di Saturno.

Rientro programmato poi in hotel a Tunisi, con cena e pernottamento.

dougga

4°Giorno: Tunisi – Oudhna – Thuburbo Majus – Zaghouan – Kairouan

Il nostro quarto giorno di tour sarà ricco di tappe fondamentali che si andranno a visitare. Un viaggio lungo circa 200 km e che toccherà diverse aree. Dopo la consueta prima colazione in hotel, partenza programmata per Oudhna.
Lungo il tragitto è possibile ammirare uno spettacolo unico della storia romana, ovvero un lunghissimo acquedotto edificato proprio dalle truppe della Roma Antica che si snoda in un percorso di circa 132 km.
Visita in programma successiva relativa al sito archeologico dell’antica Uthina, una colonia romana fondata dall’imperatore Ottaviano Augusto all’inizio del I secolo d.C. che rappresenta un sito archeologico di primo rilievo grazie ai resti di terme ed un anfiteatro che poteva contenere circa 12.000 spettatori, con numerose cisterne e ville. Il tour proseguirà poi lungo Thuburbo Majus, altro grande sito archeologico della regione di Tunisi. In epoca antica ha rappresentato un vero e proprio polo agricolo della regione nordafricana che soprattutto nei primi secoli d.C. hanno rappresentato il più grande sviluppo della Tunisia.
Solo le invasioni dei vandali e in seguito delle tribù arabe hanno portato al suo declino che però conserva numerosi ed interessanti monumenti: campidoglio, foro, templi della Pace, di Mercurio, di Saturno e di Celestis, la palestra dei Petronii ancora circondata da colonne corinzie, e la basilica cristiana.

tour tunisia
Dopo questo approfondito tour all’insegna dell’arte romana è in programma la partenza per Zaghouan, una cittadina che si trova distante dall’area desertica e prende il nome dall’omonima montagna. Successivamente pranzo e visita al tempio delle acque, una fontana romana imponente che raccoglie addirittura 12 nicchie adiacenti. Un’opera costruita per volontà  cisterne dell’imperatore Adriano. Una sorgente che anticamente aveva una grande rilevanza e che riforniva anche la città di Cartagine tramite un acquedotto che però conserva alcuni resti come a Oued Meliane.
La visita guidata terminerà con l’ultima tappa programmata per Kairouan. Durante l’epoca del dominio romano è stata elevata a capitale della provincia nordafricana dell’Impero. Snodo commerciale di rilievo che nel corso dei secoli ha subito diverse conquiste da parte di tribù arabe. Conserva tra i suoi monumenti diverse moschee, tra le più venerate dagli stessi fedeli musulmani, come ad esempio la ‘Moschea del Maghreb’ o la ‘Grande Moschea di Qayrawan’.
Dopo aver visitato Kairouan è in programma cena e pernotto presso hotel del luogo.

5°Giorno: Kairouan – Sbeitla – Maktar – Kairouan

Dopo la città di Tunisi anche Kairouan rappresenta un vero e proprio punto di riferimento turistico del nostro viaggio.
Dopo la prima colazione, partenza in prima mattinata programmata per Sbeitla, prima città che si visiterà nel nostro 5° giorno di viaggio. A differenza delle precedenti città che si sono incontrate durante il nostro viaggio, quella di Sbeitla rappresenta una moderna città posta al centro di una piccola pianura ricca di uliveti.
Nelle vicinanze sono visibili le rovine dell’antica Sufetula, particolarmente ben conservate. Degne di nota ci sono resti architettonici di rilievo come l’arco di Antonino Pio che dà accesso al foro tramite una strada lastricata tuttora esistente, imperdibili i tre templi capitolini di Giove, Giunone e Minerva. Non solo però resti dell’Africa Punica ma anche basiliche cristiane di IV e V secolo. E qui ci fermeremo per un pranzo tipico. In programma successivamente viaggio per Maktar con immediata sosta nel primo pomeriggio per  pranzare. Un momento di ristoro che non sarà in ristorante ma a tema picnic all’interno del parco archeologico che andremo a visitare immediatamente. Tra le altre tappe anche la visita presso l’antica Mactaris, che ospita al proprio interno tra le rovine più interessanti della Tunisia: l’anfiteatro, due mausolei, l’arco di Traiano, il foro, due grandi terme e addirittura i resti di una “Schola Juvenus” dell’88 d.C. che era luogo dedito all’insegnamento dei giovani cittadini romani. Infine ulteriore tappa basata sui resti di un tofet punico dedicato a Baal Hammon. Il ritorno in hotel è previsto presso il nostro hotel in quel di Kairouan, poi cena e pernottamento.

sbeitla_capitole

6° Giorno: KAIROUAN – SBEITLA – MAKHTAR – KAIROUAN 

Dopo la prima colazione si andrà a visitare in maniera più approfondita la città di Kairouan, una delle più grandi della Tunisia soprattutto a livello spirituale e che insieme a Mecca, Medina e Gerusalemme una delle quattro città sante dell’Islam. Questa capitale religiosa islamica fu fondata nel IX secolo d.C. da Okba Ibn Nefaa nel punto dove, stando a quanto riportato dalle leggende islamiche, gli capitò di inciampare in una coppa d’oro persa a La Mecca. Sempre secondo quanto riportato, su quello stesso punto del suolo si creò una fonte d’acqua. Città di primaria importanza che può vantare anche un Mausoleo dedicato al Barbiere “Sidi Sahbi” che prende il nome da un amico del Profeta che portava sempre con sé tre peli della barba di Maometto; una bellezza estetica costituita da un bellissimo cortile, sovrastato da un minareto del 1690.
All’interno della città di Kairouan ci sono anche i bacini degli Aghlabiti, ovvero sia un insieme di grandi cisterne costruite nell’860 e che costituivano un sistema idraulico tra i più complessi e al contempo ben riusciti del mondo arabo. Tra le altre attrattive anche la Medina racchiusa fra imponenti mura di cinta che avevano lo scopo di proteggerla da possibili attacchi esterni. Dopo aver visitato questa importantissima città della Tunisia, è in programma la partenza per Sbeitla, ove sorge oggi un importante sito archeologico dell’Africa Romana, dove un tempo l’antica città di Sufetula viveva i suoi fasti. La ricchezza archeologica del sito è caratterizzata dal Capitolium, costituito da tre templi affiancati dedicati alla Traide Capitolina (Giove, Giunone e Minerva); la Porta di Antonino, che costituisce l’ingresso al Foro, con le iscrizioni dedicate ad Antonino Pio e ai figli, Lucio Vero e Marco Aurelio; un impianto termale, il teatro, il semisepolto Anfiteatro, l’Arco trionfale dedicato ai tetrarchi all’entrata della città e varie abitazioni. Tutto ciò rappresenta solo una parte del patrimonio presente nella zona, in quanto larga parte della città non è stata ancora scavata. Dopo un pranzo tipico proseguiremo verso Maktar è una moderna città situata nel nord della Tunisia, nel Governatorato di Siliana. Nei pressi si trovano le rovine dell’antica città romana di Mactaris, fondata dai Numidi e distrutta dalla tribù di Banu Hillal nel X secolo. La città moderna è situata a 900 m di quota, sul versante di una gravina opposto al sito dei resti romani, ed è nota per i suoi panorami e per il clima temperato.
Il 6° giorno di viaggio si concluderà tornando a Kairouan, cena e pernottamento in hotel.

great_mosque_of_kairouan

7°Giorno: KAIROUAN  EL DJEM – SOUSSE – HAMMAMET 

Dopo la colazione partiremo alla volta di El Djem El Jem era in precedenza la città romana di Thysdrus, una delle città più importanti del NordAfrica dopo Cartagine (che ora si trova alla periferia della moderna Tunisi); ciò gli ha consentito di conservare alcune delle migliori rovine romane dell’ Africa. L’anfiteatro è stato costruito intorno alla metà del III secolo d.C. ed è stato pensato per ospitare fino a 35.000 spettatori. La città fu costruita, come molti altri  insediamenti romani in  Tunisia, al posto di vecchi centri punici. Grazie ad un clima meno arido di quello attuale, la romana Thysdrus prosperò nel secondo secolo, quando divenne un importante centro per la coltivazione e l’esportazione di olio di oliva. Fu sede di una diocesi cristiana, tuttora retta da un vescovo della Chiesa cattolica. Qui ci fermeremo per gustare un pranzo tipico e riposarci per un pò. Proseguiremo quindi per Sousse, uno dei poli turistici più importanti della Tunisia. Nel 1988 la sua Medina è stata inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. In questa città lo scrittore francese Maupassant conclude il viaggio sul suo yacht attraverso il Mediterraneo, esperienza descritta in dettaglio in La vie errante (1890).  Vedremo inoltre la Grande Moschea e la Chiesa di San Felice. Come ultima tappa del tour previsto sarà Hammamet.
Vedremo la Medina dal fascino senza tempo, con le sue strette stradine e le sue case rivestite di calce blu. All’angolo della muraglia, la Kasbah, un Forte ispano-turco (16° sec.) offre una meravigliosa vista sulla baia.
Cena e pernotto.

medina_sousse

8°Giorno: HAMMAMET – KELIBIA – TUNISI

Dopo la prima colazione da Hammamet ci dirigeremo verso Keliba è una città costiera della Tunisia sita nei pressi di Capo Bon. Il suo nome deriva dal porto fenicio di Clupea, occupato da Agatocle nel 310 a.C. e distrutto da Scipione nel 146 a.C.  Monumento principale della città è la fortezza bizantina del VI secolo che sovrasta il porto. Nei pressi si trovano anche i resti di una villa romana che conserva pregevoli mosaici raffiguranti scene di caccia.
Qui sosteremo per un tipico pranzo, per poi tornare a Tunisi.
Tempo libero. Cena e pernotto.

hammamet_medina

9°Giorno: TUNISI/ITALIA

Dopo la prima colazione, verremo portati in aeroporto per il disbrigo delle pratiche di imbarco.
Arrivo in Italia. Fine dei servizi.

Informazioni generali

La quota comprende:

Volo di linea in classe economica franchigia bagaglio 20 kf
La guida parlante italiano per tutto il tour a disposizione specializzata in archeologia
Trasferimenti con mezzo privato con aria condizionata
Pensione completa dalla cena del giorno d’arrivo fino alla prima colazione del giorno 9
Ingressi ai siti e musei citati nel programma
1  bottigliette acqua /pax:/Giorno

Assicurazione medica (massimale 10.000,00) e bagaglio (massimale 1.500,00).Assicurazione ANNULLAMENTO AL VIAGGIO  massimale INTERO VALORE DEL VIAGGIO

La quota non comprende: 

Mance , bevande e gli extra d’ordine personale.
Tasse Aeroportuali € 200,00 (soggette a riconferma)
Diritto di foto nei siti e musei
Assicurazione annullamento
Tutto non menzionato alla voce “la quota comprende”

torna su