fbpx

Giordania: viaggio nella terra degli Hashemiti

tour in giordania wandy runtour in giordania modebotour in giordania petratour in giordania petratour in giordania mar morto

In Breve

Un tour in Giordania con accompagnatore dall’Italia. Un viaggio davvero unico, basti pensare ad altri tour che fanno solo una notte a Petra. Qui vi trascorreremo ben 2 notti per visitare sul serio e non per finita questa incredibile città, con visite davvero inedite.

Tour in Giordania: viaggio culturale e spirituale alla scoperta degli Hashemiti

L’ambiente è composto da una combinazione di aspetti naturali, altopiani montagnosi, verdi distese coltivate, i magici panorami desertici dei Wadi Rum. Dal punto di vista storico-archeologico esistono numerose tracce segnate da un passato millenario: moschee, chiese bizantine e cristiane, i castelli omayyadi del deserto,  fortezze crociate, preziosi mosaici romani e bizantini a Madaba e Monte Nebo e infine… Petra, splendida città carovaniera che ebbe il suo massimo splendore durante il regno dei Nabatei. Un viaggio creato per farvi scoprire i tutti i segreti della Giordania. Uno sguardo attento per conoscere i vari aspetti del paese: arte, archeologia, storia che rivivono dalle numerose testimonianze lasciate nel corso dei secoli da numerose civiltà; gastronomia e ricette spiegate dagli chef locali; benessere e relax dal Mar Morto e gli spazi silenziosi del deserto del Wadi Rum. Un tour che stupirà per la ricchezza di contenuti e per la svariata proposta delle tradizioni del paese… consigliato a chi apprezza usi, costumi e tradizioni delle altre culture.

Partenza: 13 marzo - 20 marzo
Durata: 8 giorni 7 notti
Gruppo minimo: 15 persone
Costo per persona: € 1565,00 a persona in camera doppia - Supplemento Singola € 445,00
Prenotazioni entro: il 15 Dicembre versando un acconto di € 750,00 Saldo 20 Giorni prima della partenza

Il Programma di Viaggio

SONO PREVISTI VOLI DI AVVICINAMENTO  DA TUTTA ITALIA

 

Giorno: Roma – Amman

Partenza con volo di linea per Amman. Arrivo, disbrigo formalità del visto  e trasferimento in albergo. Cena e pernottamento.

2° Giorno: Amman – Jerash – Ajlun – Amman

Breve visita di Amman moderna.  Successivamente visita della fortezza araba di Ajloun , , costruito nel 1184 dal nipote del famoso Saladino.si prosegue per il pranzo a  Jerash, l’antica Gerasa, le cui rovine sono considerate tra le meglio conservate delle città romane del Medio Oriente. Fondata nel IV secolo a.C., fu importante centro di commercio con i Nabatei di Petra. Tra i monumenti da segnalare, la Via delle Colonne, il Foro, il Tempio di Artemide e il Teatro.
Jerash è soprannominata la “Pompei d’Oriente” e situata lungo la storica linea di frontiera orientale dell’Impero Romano. Rientro ad Amman, cena in ristorante tipico.

Risultati immagini per jerash giordania

 

3° Giorno: Amman – Madaba – Montenebo – Kerak – Petra

Visita di Amman vecchia, inclusa la zona archeologica con il museo,il teatro romano. Al termine partenza per Madaba. Visita della Chiesa ortodossa S. Giorgio, per vedere il mosaico della mappa della Palestina. Si può osservare l’importante mosaico in cui è illustrata la Palestina del VI°secolo, tra le numerose località illustrate spicca la pianta di Gerusalemme.Visita  del Museo dei  Mosaici adiacente alla Chiesa.  Pranzo in ristorante locale.

Risultati immagini per madaba

Quindi sosta al  M.te NEBO dove si narra sia sepolto il profeta Mosè che dalla cima mostrò la Terra Promessa al suo popolo; i 710 metri di altezza infatti offrono un bel panorama sul Mar Morto e sulle valli sottostanti. Proseguimento per Kerak. Visita del Castello dei Crociati. Al termine proseguimento  per Petra. Arrivo in Hotel, cena e pernottamento.

Risultati immagini per monte nebo

 

 

4° Giorno: Petra

Intera giornata dedicata alla visita della prima parte della leggendaria città di  Petra. Con salita al Monastero .Pranzo nella Rest House all’interno del sito archeologico. La particolarità dell’antica città dei Nabatei e la sua bellezza incontrastata rendono ardua, per chiunque, una descrizione verosimile del luogo che, a partire dall’ingresso, offre al visitatore un’emozionante viaggio senza tempo.Dichiarata “Patrimonio dell’Umanità”, la capitale dell’antico regno nabateo è accessibile tramite il Siq, una gola di circa 1 km di lunghezza e larga pochi metri; durante la visita vi saranno brevi soste per meravigliarsi nell’ammirare l’abilità con la quale i suoi abitanti lavoravano con il passare dei secoli la roccia rosso rosa.Infinite tombe e luoghi di culto, il famoso e misterioso Tesoro, precede l’antico Teatro Nabateo poi utilizzato ed ampliato dai Romani. Qui il siq si allarga formando una vallata che ospita il centro vitale della città con il mercato, il Palazzo Reale (o Cittadella) ed una serie di alte colonne appartenenti ad un tempio corinzio, ilTempio del leone alato, il Tribunale, le Tombe Reali ed infine Qasr al-Bint Firaun, che secondo una leggenda beduina apparteneva alla figlia del faraone. Dopo pranzo per chi lo vorrà è prevista la salita al Monastero El Deir, situato al di la delle montagne e raggiungibile attraverso una scalinata di 1000 gradini percorribili, per chi lo desidera, anche a dorso di mulo. Il monastero venne costruito nel III secolo a.C. con uno stile architettonico simile al più famoso “Tesoro”. Ha però dimensioni più grandi con una larghezza di 50 metri, un’altezza di 45 metri e la porta principale di 8 metri d’altezza. Le rocce scolpite nei muri interni fanno supporre che fosse stato in seguito usato come una chiesa.In serata rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

Risultati immagini per petra

5° Giorno: Petra – Wadi Rum

Partenza per la visita della Piccola Petra,città che fungeva da ostello per gli ospiti dei nabatei.  Nell’area di Beida, grazie ai numerosi scavi condotti nel corso degli anni gli scavi, sono state rinvenute le tracce di alcuni insediamenti preistorici. Successivamente quest’area fu meta obbligata per il passaggio delle carovane provenienti dalle coste dell’Hadramauth, regione situata del sud della penisola Arabica nell’attuale Repubblica dello Yemen, che arrivavano a Petra dopo un viaggio di 2 mesi di circa 2000 chilometri molti dei quali di deserto. Questa rotta commerciale diede il via allo sviluppo economico dei Nabatei, del loro Regno e della città di Petra. A Siq al-Barid (Piccola Petra) si accede entrando in un piccolo siq largo circa 2 metri, superato il quale si apre una piazza dove si possono ammirare numerose opere architettoniche scavate nella roccia delle pareti che formano la valle. In questo sito ci si può stupire della maestria con quale i Nabatei scolpivano la roccia; si visitano numerose gradinate scavate nella roccia, un interessante biclinium con resti di affreschi sul soffitto risalenti al I secolo d.C., templi, stanze e le canalizzazioni per l’acqua (in prossimità di Siq Al Barid esiste tutt’ora una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana che viene raccolta con l’ausilio di numerosi canali scavati nella roccia della montagna e che confluivano nella cisterna). Grazie agli studi degli archeologi si pensa che al tempo dei Nabatei, il sito di Piccola Petra fosse un’importante caravanserraglio dove mercanti, animali e carovane sostavano e trovavano alloggio durante la loro permanenza a Petra. Pernotto nel campo tende nella Wadi Rum.

6° Giorno:  – Wadi Rum  -  Aqaba

Giornata dedicata al magico mondo del deserto del Wadi Rum.

Tour di 3 ore circa in fuoristrada 4×4 per ammirare gli scenari naturali di questo meraviglioso deserto.

Pranzo presso la Rest House del W.Rum.

Risultati immagini per petra

Il Wady Rum  dichiarato dall’ UNESCO Patrimonio dell’Umanità è antico luogo di passaggio delle carovane che, cariche di merce preziosa, dalla penisola arabica si spostavano verso nord per raggiungere i porti del Mediterraneo. La sua bellezza è caratterizzata da montagne segnate dal tempo, da letti di antichi laghi oramai prosciugati e da altissime dune di color rosso intenso. In questi luoghi un ricercatore italiano: il professor Borzatti, ha ritrovato dei reperti del più antico alfabeto che si conosca, il Tamudico, che risale a 6.000 anni fà. Numerose inoltre sono le incisioni e le pitture rupestri scolpite nelle rocce della famosa “valle della luna”. Con un pò di fortuna sarà possibile avvicinarsi agli accampamenti dei beduini, costituiti da tende nere in lana di capra, di vedere da vicino lo stile di vita dei nomadi del deserto e di conoscere le loro tradizioni millenarie.

 

tour in giordania wandy run

Quindi partenza per Aqaba. Breve giro panoramico della cittadina. Un pò dei tempo libero per bagnarsi nelle magnifiche acque del Mar Rosso. Cena e pernottamento in albergo.

Risultati immagini per aqaba giordania

 

7° Giorno: Aqaba – Mar Morto

Prima colazione in hotel e  partenza per il Mar Morto percorrendo il  deserto del Wadi Araba, dove una lunga valle che collega il Mar Rosso al Mar Morto segna il confine naturale tra il Regno di Giordania e lo stato di Israele. Il Mar Morto ha una lunga tradizione storica e spirituale, infatti si crede sia stato il luogo dove sorgevano le città bibliche di Sodoma, Gomorra, Admah, Zeboiim e Zoar. Gli insediamenti moderni si chiamano Potash city e Ghor Safi, dove nei pressi sorge la grotta di Lot. Qui, secondo il libro della Genesi, Lot e le sue figlie cercarono rifugio nella grotta dopo che Dio distrusse la città di Sodoma.Pranzo in ristorante locale. Pomeriggio libero dedicato al relax.

tour in giordania mar morto

Il Mar Morto è un bacino unico al mondo, situato a 395 metri sotto il livello del mare, rappresenta il punto più basso della terra; e le sue acque ricche di sale rappresentano un luogo ideale per soggiorni di salute e benessere. Tempo a  disposizione con la possibilità di fare un bagno o trattamenti a base di fanghi. Oppure se sarà possibile potete scegliere di effettuare(a pagamento) escursione a  Betania, dove Giovanni il Battista visse e predicò nei primi anni del I sec. d.C., ed è anche il luogo in cui battezzò Gesù. In seguito agli scavi condotti nel Wadi al-Kharrar a partire dal 1996, sono state rivelate importanti informazioni sull’area di Betania tanto da collocare il battesimo di Gesù direttamente a est del fiume Giordano, nella terra del Regno Hascemita di Giordania. Anche Giovanni Paolo II visitò Betania oltre il Giordano durante il suo pellegrinaggio in Giordania, nel marzo del 2000, e questo sito è stato dichiarato luogo di pellegrinaggio per il Giubileo del 2000 insieme al Monte Nebo, Mukawir, Tall Mar Elias e Anjara.

Cena e pernottamento in hotel.

 

8° Giorno: Mar Morto – Amman Aeroporto – Roma

Dopo la prima colazione partenza per l’aeroporto di Amman e partenza per Roma.

 

Informazioni generali

La quota comprende:

- Volo di linea in classe economica Royal Giordanian franchigia bagaglio kg 20 in stiva + bagaglio a mano.

- Sistemazione in hotel   4**** e  5***** sul Mar Morto

- Pasti come da programma

- Una bottiglia di acqua inclusa in tutti i pranzi (no cene in albergo) e di giorno sul pullman.

- Tutti i trasferimenti in pullman privato con aria condizionata

- Escursione al Wadi Rum con fuori strada 4 x 4.

- Visite come da programma con guida locale in lingua italiana

- Tutte le entrate ai siti nel programma

- Accompagnatore dall’Italia dei Viaggi di Giorgio

- Costo del visto Giordano

- Assicurazione viaggio medico/bagaglio

- Materiale culturale: guida turistica della Giordania + kit da viaggio

La quota non comprende:

- Tasse aeroportuali € 305,00 ( si riferiscono alla partenza da Roma da riconfermare al momento dell’emissione )

- Mance

- Spese personali

- Tutto ciò non indicato nella voce “la quota comprende”

 

 

Assicurazione annullamento facoltativa € 80,00 a persona

torna su