fbpx

GRAND TOUR DELLA SICILIA

trapani-maresiracusa2Segesta,_Tempio_greco_(2)monrealefoto_Noto-_Siracusa-_01-466x350agrigento_valley_1notopunicatrapaniSicilia_Palermosiciliapoliteama-facciatapasticceria-siciliana-cassatemarsalaOLYMPUS DIGITAL CAMERAcefaluCatania_dall_altoCataniaAgrigento2agrigento

In Breve

                                                         Un viaggio per innamorarsi di una terra calda e passionale.

Sotto il Sole di Sicilia, bellezze artistiche e  archeologiche si fondono con la natura viva  dell’Etna ed il profumo di zagara della riviera di Acireale. Una vacanza ricca di susseguirsi di stili e documenti del passato.

Esclusivo potrete ammirare la Testa di Ade appena riconsegnata all’Italia

La Venere di Morgantina e il Satiro Danzante.

                             Un tour con servizi esclusivi che vi faranno vivere un esperienza da ricordare.

 Un itinerario alla scoperta di una terra dalla storia millenaria, dove convivono testimonianze greche, romane, arabe, normanne e barocche, fino al liberty e al neoclassico.

Palermo con la severità delle chiese e la vivacità dei mercati, la magnificenza di Monreale,la Venere di Morgantina, i silenzi della Valle dei Templi, i i mulini di Nubia.Mazara del Vallo con il Satiro Danzante. Dalla splendida città barocca di Catania, alle colate di lava ed i crateri dell’Etna passando per gli idilliaci paesaggi costieri della Riviera dei Ciclopi fino alle colline intorno alla città.

La sicilia e la ricchezza gastronomica, dove confluiscono, le varie tradizioni culinarie delle numerose popolazioni che hanno nei secoli frequentato l’isola: i famosi dolci alla pasta di mandorla, le cassate siciliana, agli arancini di riso…

 

Partenza: 21 settembre - 28 settembre
Durata: 9 giorni / 8 notti
Gruppo minimo: 30 persone
Costo per persona: Euro 1.380,00 a persona in camera doppia Euro 230,00 suppl.to camera singola
Prenotazioni entro: Prenotazioni sino esaurimento dei posti disponibili, versando acconto di 500,00 euro, saldo entro un mese dalla partenza

Il Programma di Viaggio

1° giorno : Roma – Palermo (possibili voli da tutta Italia) 

politeama-facciata

Incontro dei partecipanti in aeroporto e partenza per Palermo. All’arrivo, incontro con la guida locale e visita del centro storico di Palermo. In particolare si visiterà la Cattedrale in stile Arabo-Normanno, la famosa Cappella Palatina, la Chiesa della Martorana, i Quattro Canti.

Brunch.

Nel pomeriggio attraversando  il Parco della Favorita si raggiungerà  Monte Pellegrino definito da Goethe “il più bel promontorio del mondo”. Visita del Santuario di Santa Rosalia, patrona della città. Proseguimento per Mondello, borgo marinaro e famosa località turistica balneare, caratterizzata da un golfo sabbioso dai colori tropicali. Tempo libero per una piacevole passeggiata e per gustare i buonissimi gelati artigianali.

  • Sistemazione in hotel a Palermo. Cena e pernottamento in Hotel.

2° giorno : Palermo – Monreale – Cefalù – Palermo

monreale

 

  • Prima colazione in hotel.

Incontro con la guida locale per la visita di Monreale. Si visiterà il Duomo di Monreale con i suoi famosi mosaici ed il Chiostro Benedettino. Proseguimento per Cefalù. Brunch per il pranzo. Nel pomeriggio visita Cefalù, pittoresca cittadina del litorale tirrenico,  dominata da una rocca su cui fa spicco la bellissima cattedrale normanna del XII sec. Percorrendo le vie del centro storico si ammireranno i resti del duecentesco Osterio Magno, che, secondo la leggenda sarebbe stato la dimora di Ruggero II, il Vicolo del Collare dove venivano appesi al muro con un collare di cuoio i bestemmiatori, il Lavatoio Medievale costruito dove probabilmente in epoca romana, erano ubicati i bagni pubblici frequentati anche da Cicerone.

  • Rientro in hotel, cena  e pernottamento.

3° giorno : Palermo – Segesta – Erice – Trapani – Marsala

  •  Prima colazione in hotel.

Partenza per Segesta, centro archeologico di notevole interesse. Il suo edificio più importante è il Tempio Dorico in ottimo stato di conservazione, che sorge su di un’altura, in un paesaggio lussureggiante e ricco di fascino. Passeggiata nelle eleganti vie del centro storico di Trapani. Qui è tutto un susseguirsi di palazzi storici e chiese di notevole pregio artistico : la Cattedrale, la Chiesa del Purgatorio, in cui sono conservati i sacri Gruppi dei Misteri di Trapani.Visita  del Museo del Sale dove vengono conservati gli antichi attrezzi da lavoro per la coltivazione del sale.

Brunch pranzo.

E nel pomeriggio visita di Erice che conserva intatto il fascino di antico borgo medievale animato da botteghe di artigianato tipico, le ceramiche finemente decorate, i tappeti variopinti tessuti a mano, i tradizionali dolci a base di mandorla e frutta candita. Il centro storico presenta un impianto urbanistico tipico, con piazzette, strade strette e sinuose nelle quali si affacciano bellissimi cortili.

  • Sistemazione in hotel nella zona di Marsala cena e pernottamento.

4° giorno : Marsala – Mozia – Marsala

 marsala

  •  Prima colazione.

Visita della rigogliosa isola di Mothia e del suo museo, tra i più interessanti per la conoscenza della civiltà Fenicio/Punica nel Mediterraneo. Tutto intorno, le saline, i mulini a vento e i vigneti, compongono una cornice naturale di grande fascino. Rientro  a Marsala, situata nell’area vinicola più importante della Sicilia. Impensabile non fare una breve visita ad una cantina per conoscere i segreti ed apprezzare il famoso vino che da questa città prende il nome: il “Marsala”. Successivamente visita del pittoresco centro storico di questa antica città, che fin dal tempo dei romani ha svolto un ruolo di primo piano nella cultura e nella storia della nostra isola.

Proseguimento per Nubia. Saline e Mulini a vento disegnano un paesaggio suggestivo in cui la luce crea un gioco di riflessi e di colori dovuti all’intensità dei raggi solari ed ai momenti del ciclo di evaporazione delle vasche.

Brunch pranzo in mezzo al sale.

Visita della Nave Punica nel Museo Archeologico Regionale

punica

È un esemplare unico al mondo rinvenuta agli inizi degli anni ’70. Della nave punica si è conservata la parte poppiera e la fiancata di babordo, per circa 10 metri di lunghezza e 3 di larghezza. L’archeologa Rossella Giglio ipotizza che: «[...] ipoteticamente la lunghezza era di m. 35, la larghezza di 4,80, la stazza di tonnellate 120, con un possibile equipaggio di 68 vogatori, 34 per lato, che azionavano i 17 remi di ogni fiancata.» Era costruita secondo la tecnica detta «a guscio portante».  La parte esterna era rivestita da lamiere di piombo, fissate con chiodi di bronzo, mentre un tessuto impermeabilizzante stava in mezzo tra il fasciame ed il rivestimento metallico. La parte interna era costruita in quercia, acero e pino. I segni geometrici che si trovano sulla nave costituivano le linee-guida per la costruzione. I punici erano famosi in tutto il mar Mediterraneo per l’abilità e la velocità con cui costruivano le navi. Per recuperare, restaurare e musealizzare la nave sono state impiegate le più moderne tecniche.

  •  Cena e pernottamento in hotel.

5° giorno :  Marsala – Mazara del Vallo – Agrigento

Dopo la prima colazione in hotel visita dell’ area archeologica di Selinunte, ritenuta la più importante d’Europa per imponenza ed estensione delle sue rovine. Qui si distinguono chiaramente tre zone archeologiche: quella dei tre Templi Orientali, (denominati E, F e G poiché non si sa a quali divinità siano stati dedicati); l’Acropoli, che sorgeva in alto, a picco sul mare, della quale restano i ruderi delle mura di cinta e i resti di varie abitazioni civili; il Santuario della Maloforos, la Dea del Melograno. Si prosegue in direazione di Mazara del Vallo dove sarà servito il pranzo ovviamente a base di pesce.Visita la museo del Satiro Danzante.

Il Museo del Satiro, a Mazara del Vallo, raffigura l’emblema della cultura mediterranea esponendo, oltre la preziosa statua,  il  patrimonio sommerso  recuperato nel canale di Sicilia rappresentato da alcuni ritrovamenti marini che narrano la lunga via delle emigrazioni, argomento di grande attualità alla luce dei continui esodi migratori che percorrono il mediterraneo e dei commerci che tanto hanno contribuito a costruire il mosaico della nostra cultura.

Il Satiro è colto nel momento dell’estasi della danza orgiastica, ruotava sulla gamba destra impugnando i simboli del culto, nella sinistra il kantharos  (calice per il vino)e nella destra la canna del tirso ornata da un nastro e coronata da una pigna, portava sulla spalla una pelle di pantera.  L’abbandono del capo, la chioma fluente, le labbra socchiuse, la torsione del busto fanno pensare al delirio della danza vorticosa, sommata all’eccitazione del bere, in cui il danzatore andava in trance, fissando la pigna sul tirso e ruotando intorno a sé stesso fino alla perdita dei sensi. L’analisi stilistica della statua bronzea la fa attribuire ad un’opera di ambiente greco databile sul finire del IV secolo a.C. ed attribuibile alla scuola di un grande artista, Prassitele.

Proseguimento per Agrigento. Visita con guida locale della Valle dei TempliTempio della Concordia, di Giunone, di Ercole e di Castore e Polluce.

  • Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

6° giorno : Agrigento – Piazza Armerina – Aidone – Scoglitti

Prima colazione in hotel e partenza per Piazza Armerina. Nel pomeriggio si visiterà la Villa romana del Casale, famosa per i suoi mosaici pavimentali romani risalenti al III° e IV° sec. d.C.

Brunch pranzo.

Si prosegue per Aidone,per la visita al suo importante ma poco noto e frequentato museo.Il museo negli anni 2010 è stato al  centro di eventi di portata storica. Lo Stato Italiano è riuscito nell’intento di ottenere la restituzione di preziosissimi reperti trafugati dai tombaroli e, attraverso il mercato clandestino acquistati dai principali musei statunitensi. Il 13 dicembre del 2009 sono rientrati dal Museo dell’università della Virginia due acroliti (due teste, tre mani e tre piedi in marmo) di epoca greca arcaica appartenenti verosimilmente alle dee Demetra e Kore, molto venerate nell’antichità nella Sicilia centrale. Il 5 dicembre del 2010 è stata la volta del rientro dal Metropolitan Museum di New York di un servizio di sedici pezzi in argento per usi rituali e da tavola, appartenuti a tale Eupolemo, come ci rivelano delle scritte incise nell’arula votiva. Infine nella primavera del 2011 è rientrata la cosiddetta Dea di Morgantina. È una statua di scuola fidiaca in calcare con tecnica acrolitica, in cui è più probabile che debba ravvisarsi la dea Demetra. Oggi è visibile al pubblico.Il materiale utilizzato per scolpirla è il marmo, impiegato per il viso e per le parti del corpo nude, similarmente alle Metope di Selinunte. Il drappeggio è invece in tufo calcareo, che è stato accertato provenire dalla Sicilia.

Inoltre potrete ammirare un reperto appena restituito all’Italia: “La Testa di Ade, detta anche Barbablù, torna in Italia. Il John Paul Getty Museum di Malibu ha restituito l’opera dallo straordinario valore artistico alla presenza del Console Generale d’Italia a Los Angeles, Antonio Verde, e delle Autorità giudiziarie e di polizia italiane. Barbablù farà rientro in Italia il 29 gennaio 2016, per essere restituito alla sua terra di origine, la Sicilia.”Proseguimento  in direzione di Scoglitti.

Cena  DEGUSTAZIONE DI PESCE ESCLUSIVO DEI VIAGGI DI GIORGIO.

  • Sistemazione in hotel e pernottamento.

7° giorno : Scoglitti – Ragusa Ibla – Modica – Scicli – Noto

foto_Noto-_Siracusa-_01-466x350

  •  Prima colazione in hotel.

In mattinata visita di Ragusa Ibla, dove spiccano la chiesa di S. Giorgio di R. Gagliardi, le chiese di Santa Maria dell’Itria, dell’Immacolata, del Purgatorio, di San Giacomo e di San Giuseppe e poi i numerosi palazzi nobiliari. Ragusa Ibla è la location dell’immaginaria “Vigata” dello scrittore Camilleri e dello sceneggiato televisivo “Il commissario Montalbano”. Proseguimento per Modica, altro mirabile scrigno dell’arte barocca siciliana ricostruita su pianta esagonale secondo criteri estetici del tutto barocchi. Visita del Palazzo San Domenico (esterno), Santa Maria (esterno), la casa di Salvatore Quasimodo (esterno), il Duomo di San Pietro, si  attraverserà il quartiere rupeste dello Sbalzo e il quartiere ‘corpo di terra’. Per finire visita di San Giorgio.

  • Sosta presso una nota pasticceria per la degustazione del famoso cioccolato di Modica
  • Brunch pranzo.

Nel pomeriggio visita di Scicli. In posizione amena, circondata da colli che sembrano proteggerla, la città ha conservato quasi interamente l’impianto barocco. Numerosi sono infatti i  palazzi dagli splendidi balconi riccamente scolpiti e pregevoli portali, ed incredibile è il susseguirsi  di chiese ed oratori dalle belle facciate ricche di statue e sculture. Cuore della città è l’ampia e scenografica Piazza Italia circondata da bellissimi palazzi settecenteschi, dalla Matrice e dall’imponente rupe calcarea sulla quale sorge l’antica chiesa di S. Matteo. A Scicli si trova anche Palazzo Iacono alias la questura “Montelusa “ del Commissario Montalbano.

  • Cena e pernottamento in hotel.

8° giorno : Noto – Siracusa – Riviera dei Ciclopi – Catania

siracusa2

  •  Prima colazione in hotel.

In mattinata visita di Noto, la più bella di tutte, “il giardino di pietra”, dove si esprime la concezione più alta dell’urbanistica barocca. In una regione in cui abbondano olivi e mandorli, Noto è un piccolo gioiello barocco arroccato su un altopiano che domina la valle dell’Asinaro, coperta di agrumi.

Costruita anch’essa ex-novo dopo il sisma del 1693, è ricca di gioielli barocchi: il Duomo, Palazzo Ducezio, il Palazzo Vescovile, quelli dei Landolina e dei Villadorata, la chiesa di San Domenico. Proseguimento per Siracusa. Brunch per il pranzo. Nel pomeriggio visita di Siracusa. Questa città, che nel passato fu la più agguerrita rivale di Atene e di Roma, conserva importanti testimonianze del suo passato splendore: il Teatro greco, l’Anfiteatro romano, le Latomie, l’Orecchio di Dionisio. Visita dell’isola di Ortigia dove si potrà ammirare il Tempio di Minerva trasformato in Cattedrale Cristiana e la leggendaria Fontana Aretusa.

Trasferimento a Catania e nel tardo  pomeriggio un veloce tour della Riviera dei Ciclopi che si snoda attraverso: Aci Castello, sul cui abitato domina il pittoresco Castello normanno del secolo XI, interamente costruito in pietra lavica; Aci Trezza, celebre per i “Malavoglia” di Giovanni Verga e per i suggestivi Faraglioni che la leggenda vuole siano i massi scagliati da Polifemo contro Ulisse.

  • Apericena in località esclusiva de I Viaggi di Giorgio
  • Cena tipica

Sistemazione in hotel e pernottamento.

 9°giorno: Catania – Aereoporto

Catania_dall_alto

  •  Prima colazione in hotel.

La mattinata sarà dedicata alla visita di Catania, enorme “vetrina del barocco” il cui centro storico è tagliato in due dalla elegante Via Etnea. La visita consentirà di conoscere il Palazzo Biscari, la Fontana dell’Elefante e il Duomo, la Via Crociferi, il Palazzo del Municipio, il Palazzo dei Chierici e il Monastero dei Benedettini.

cefalu

 

Trasferimento in aeroporto di Catania e imbarco  per la propria destinazione.

 

 

 

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

LA QUOTA COMPRENDE :

  • Voli di linea in classe economica franchigia bagaglio 20 kg più bagaglio a mano del peso e misure consentite
  • Trasporto in Pullman G.T. con aria condizionata secondo l’itinerario indicato
  • Sistemazione in camere doppie con servizi privati
  • Mezza pensione in hotel (escluso 2 cene servite in ristoranti esclusivi)
  • Cena degustazione di pesce esclusiva
  • Cena ristorante tipico
  • Brunch pranzo dal primo all’ultimo giorno
  • Servizio di guida locale intera giornata a Palermo, Monreale/Cefalù,  Segesta/Trapani/Erice, Marsala/Mothia/Selinunte,  Ragusa Ibla /Modica/Scicli, Siracusa/Noto, Catania/Riviera dei Ciclopi
  • Servizio di guida locale a Agrigento, Piazza Armerina
  • Traghetto Marsala/Mothia
  • Degustazione di vini in cantina a Marsala
  • Assicurazione medico e bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE :

  • Le Bevande ai pasti
  • Tasse di imbarco aeroportuali (euro 120,00 soggette a riconferma)
  • Eventuale tassa di soggiorno (da pagare in loco)
  • Gli ingressi ai musei e alle zone archeologiche da pagare in loco
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”
  • Mance 25€p.p.

 

 

torna su