SUD AFRICA e CASCATE VITTORIA

zambesi_ponte_01ipnibc9800px-zulu_village_4p1020190boscimani-botswana-riserva-moremi-ipgl_kruger-park-game-drive-full-screen-1500x630leopard_bigsudafricacape-town-city-private-day-tour-05p296-2vini-sudafricani3-sudafrica-citta-del-capo-pinguinisudafrica-boulders-beachl_vicfalls_flip6661-1sudafrica-capo-di-buona-speranzawoodstockcape-town-bo-kaapcape_townblog-headercable-car-along-table-mountain-cape-towntable_mountain_aerial_cableway_800_600_80_1

In Breve

Soprannominata la “culla dell’umanità” il Sudafrica, situtato nell’estrema parte meridionale dell’Africa, è un mondo racchiuso in un paese, un vero e proprio museo a cielo aperto sia per l’incredibile natura che per i suoi territori estremamente vari che, dalle propaggini desertiche spaziano fino alle meravigliose costa oceaniche per arrivare poi nelle città più moderne, quali Johannesburg, la capitale economica e finanziaria, o Città del Capo, capitale legislativa del Paese e Tsheane, ex Pretoria, la capitale amministrativa. Coniata dall’Arcivescovo Desmond Tutu, l’espressione “Nazione Arcobaleno” è ormai l’icona del Sudafrica evocando quello straordinario amalgama di differeneze etniche, culturali e linguistiche che compongono il mosaico sudafricano.

Partenza: 22 aprile - 05 maggio
Durata: 14 giorni 12 notti
Gruppo minimo: 10 persone
Costo per persona: 3.950,00 € SUPP SINGOLA 420,00€
Prenotazioni entro: Prenotazioni msino ad esaurimento dei posti disponibil,entro il 28 gennaio,i versando acconto di euro 1200,00 saldo entro un mese dalla partenza

Il Programma di Viaggio

1° giorno: ITALIA – CAPE TOWN

Partenza dall’Italia sul volo internazionale per Cape Town. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: CITTA’ DEL CAPO

Arrivo a Città del Capo e risalita (tempo permettendo) sulla Table Mountain.

cape_town

cable-car-along-table-mountain-cape-town

Città del Capo (in afrikaans Kaapstad, in xhosa iKapa, in inglese Cape Town, 3.497.097 ab. nel 2007) è la capitale legislativa del Sudafricae la terza città più popolosa del Paese. Amministrativamente facente parte della Provincia del Capo Occidentale, della quale è capoluogo, si trova all’estremità settentrionale della Penisola del Capo. I suoi abitanti si chiamano capetoniani, da Cape Town.

Storicamente, Città del Capo fu il primo insediamento europeo del Sudafrica; tutta la storia del Sudafrica moderno, dallo storico sbarco dei primi coloni olandesi al primo discorso di Nelson Mandela dell’era post-apartheid, ha lasciato qui tracce culturali e architettoniche. Gli antichi edifici in stile Cape Dutch coesistono con moderni grattacieli e lussureggianti giardini botanici. I numerosi visitatori sono attratti sia dalla città in sé che dalle bellezze naturalistiche della Penisola del Capo; molti tour del Paese partono da qui, imboccando poi le celebri strade come la Mountain Route, la Wine Route o la Garden Route, dirigendosi verso il Karoo, il distretto di Cape Winelands o la costa meridionale.

I principali quartieri

Adderley. La strada più storica è Government Adderley, che attraversa la parte alta città da nord a sud, attraverso i giardini botanici Company’s Gardens. Su questa via si affacciano la maggior parte dei musei e molti edifici storici; tra gli altri, il South African Museum, con numerosi documenti sulle culture e la fauna dell’Africa australe. La South African National Gallery ospita opere d’arte moderna. Nella stessa zona si trovano la Cattedrale di San Giorgio Martire, che è la principale della Chiesa Anglicana in Sudafrica (è retta dall’arcivescovo Desmond Tutu), la Sede del Parlamento, e la Groote Kerk della Chiesa Riformata Olandese. La piazza Green Market Square ospita tutta la settimana un variopinto mercato. Infine, l’ Old Town House Museum raccoglie opere di pittori olandesi e fiamminghi del XVII e XVIII secolo, fra cui alcuni van Dyck.

La Town Hall su Grand Parade

Central. La zona del Central si sviluppa attorno a St. George’s Mall ed è ricca di centri commerciali (tra cui spicca il Golden Acre Center, un tempo stazione ferroviaria) e uffici. Qui si trova il luogo dove sbarcò Jan van Riebeeck, e che oggi, a causa di opere di bonifica, non si trova più sul mare; una fontana commemora l’evento. La Grand Parade è un grande spiazzo dove si tengono le parate militari; nei pressi sorge l’edificio più antico della città, il Castello di Buona Speranza, eretto fra il 1666 e il 1679, roccaforte della VOC. Sul lato lungo della Grand Parade si erge l’imponente Town Hall (palazzo del municipio).

Bo-Kaap. Il quartiere malese di Bo-Kaap, che si snoda dalle pendici della Signal Hill, è caratterizzato da numerose moschee e case basse del primo XIX secolo, dipinte in colori sgargianti. È un quartiere vitale, alla moda, in cui vivono artisti e yuppie, che si mescolano con i molti musulmani. In questo sobborgo ha il proprio centro il movimento People Against Gangsterism and Drugs (PAGAD), un’associazione di stampo islamico che si propone di combattere il crimine organizzato e lo spaccio di droga nella città.

Il Victoria & Albert Waterfront

Waterfront (Molo). Il molo del Victoria & Alfred Waterfront è una delle mete turistiche più rinomate della città; vi si trovano il museo marittimo e il Two Oceans Aquarium, in cui si può ammirare la fauna marina dell’Oceano Atlantico e dell’Oceano Indiano. Lo Scratch Patch è un’esposizione di minerali e l’Imax Theatre-Cyber World offre spettacoli hi-tech e film in 3D. Dal molo parte il Robben Island Ferry, che conduce i turisti a Robben Island.

Osservatorio. Situato nella zona sud della città, questo quartiere è il cuore culturale di Città del Capo, frequentato da artisti e studenti. Si trova vicino ai campus universitari di Groote Schuur, dove Barnard effettuò il primo trapianto di cuore del mondo. Nella stessa zona si trova l’imponente mausoleo in onore di Cecil Rhodes (Cecil Rhodes Memorial).

Kirstenbosch. Il giardino botanico di Kirstenbosch, situato sul lato est della Table Mountain, è un polmone verde di 530 ettari. Fra le quasi 10.000 specie di piante che vengono coltivate in questo giardino (uno dei più belli al mondo) si trovano anche tutte le principali specie del fynbos sudafricano.

Township

Constantia. Constantia è la zona più esclusiva della città; è qui che VIP come Desmond Tutu o Wilbur Smith hanno la propria residenza, insieme alle grandi famiglie storiche del Capo. Si alternano ville (alcune delle quali sono adibite a museo) e vigneti.

Le township. Come le altre grandi città sudafricane, Città del Capo ha la propria cintura di township, i quartieri poveri dove vivono i neri rimasti al margine della società. Le township di Città del Capo si trovano nella zona delle Cape Flats. Khayelitsha, Gugulethu, Mitchell’s Plain, Atlantis e Athlone sono i sobborghi in cui si trovano le case popolari; altrove nelle Flats si estendono i cosiddetti squatter camps, le baraccopoli.Cena in ristorante.

Pernottamento a Città del Capo al President Hotel (cat 4*) (o similare)

3° giorno: CITTA’ DEL CAPO

cape-town-bo-kaap

Oggi capirete il perchè Città del Capo è detta la città arcobaleno.

Esplorerete il cuore storico (city bowl) della Città Madre, alle radici della colonizzazione, tra antichi edifici, il vecchio Giardino della Compagnia e il coloratissimo quartiere malese. Si tratta di un ex township, situata alle pendici del Signal Hill sopra il centro della città ed è il centro storico della cultura malese al Capo. La Moschea islamica Nurul, fondata nel 1844, rimane qui. Bo-Kaap è tradizionalmente una zona multiculturale. La zona è conosciuta per le sue case dai colori vivaci e dalle strade acciottolate.

Durante l’Apartheid il quartiere rappresentava fumo negli occhi per i governatori bianchi.Fortunatamente l’ufficio per la tutela dei monumenti si impegno’ a mantenerlo. Così una delle zone residenziali più vecchie di Cape Town- la colonizzazione di Bo-Kaap inizio’ nel 1780- con le sue graziose casette e le moschee,si e’ potuta conservare nella sua veste originale. Quando il muezzin chiama alla preghiera,donne dal capo velato e uomini con il fez popolano le strade e si ha impressione di essere in un paese arabo. Dalle finestre aperte arriva il profumo d’inceso che si mescola ad un forte aroma di moca. La gente e’ amichevole, la maggior parte delle porte di casa e’ aperta e i vicini chiaccherano tra loro: la vita si svolge per strada.

woodstock

Dopo una visita guidata dei graffity di Woodstock, centro principale della Cape Design Route, pranzerete nell’Old Buiscuit Mill tra la folla multicolore del mercato del sabato. Nel pomeriggio, dopo la splendida visita a Kirstenbosch, il primo giardino botanico al mondo.Cena in ristorante tipico.

Pernottamento a Città del Capo al President Hotel (cat 4*) (o similare)

4° giorno: PENISOLA DEL CAPO

sudafrica-capo-di-buona-speranza

Dopo la prima colazione incontro con la guida locale di lingua italiana e partenza per una meravigliosa giornata dedicata alla visita della Penisola del Capo.

La penisola era originariamente un’isola, unitasi al continente circa sessanta milioni di anni fa in seguito all’emersione di quelle che oggi vengono chiamate Cape Flats (“pianure del Capo”). L’estremità settentrionale della penisola corrisponde al complesso di rilievi a cui appartiene la Table Mountain che sovrasta Città del Capo. La penisola è stretta e lunga e la maggior parte dei centri abitati si trova sulle coste. La costa occidentale si affaccia sull’oceano aperto; quella orientale sulla grande baia di False Bay.

Gran parte del territorio della penisola fa parte del parco naturale di Table Mountain National Park costituito da diverse zone non contigue fra loro e di cui la parte più meridionale era, fino al 1998, chiamata Cape of Good Hope Nature Reserve.Pranzo in corso di escursione.

Sulla costa occidentale, a sud di Capetown, si trova la cittadina di Hout Bay (“baia del legno” in afrikaans), importante centro della pesca e della lavorazione dei gamberi. Antistante Hout Bay si trova l’isola di Duiker Island, nota per le grandi colonie di foche. Da Hout Bay parte una celebre strada panoramica, la Chapman’s Peak Drive, realizzata fra il 1915 e il 1922. La strada prende il nome dal vicino picco di Chapman’s Peak; costeggia la penisola per 10 km e conduce fino alle spiagge selvagge di Noordhoeak.

La punta meridionale dell’isola è completamente adibita a parco naturale; vi si trovano il Capo di Buona Speranza, estremità meridionale della penisola, e Cape Point, poco distante dal vero e proprio “Capo” e caratterizzato da un panorama più suggestivo.

La costa orientale si affaccia sulla baia di False Bay. Procedendo da nord a sud, si incontrano spiagge da surf e numerose cittadine balneari. Fra le più importanti si può citare Muizenberg, località turistica già in epoca vittoriana (Rudyard Kipling ne era notoriamente un assiduo frequentatore). Un susseguirsi di altre baie e spiagge (fra cui Kalk Bay e Fish Hoek) conduce a Simon’s Town, città da sempre adibita a base della marina militare e nota ai turisti soprattutto per la colonia di pinguini “jackass” che abita la spiaggia di Boulders Beach.

sudafrica-boulders-beach

Sono previste visite alla colonia di Foche, alla spiaggia dei pinguini e al Parco Nazionale del Capo di Buona Speranza.Cena in ristorante.

Pernottamento a Città del Capo al President Hotel (cat 4*)

5° giorno: PENISOLA DEL CAPO

Dopo la prima colazione incontro con la guida locale di lingua italiana e partenza per una meravigliosa giornata dedicata alla visita della terra dei vini.

Il Sudafrica è una realtà nel mondo del vino scoperta da poco a causa degli embarghi commerciali dovuti all’Apartheid. I vitigni utilizzano uve quasi esclusivamente Francesi, eccezione fatta per il locale Pinotage, un incrocio fra Cinsaut e Pinot Nero con cui si fanno nascere vini molto noti. Tutta la produzione dei vini sudafricani ruota intorno a Città del Capo, dove è Stellenbosch il centro dell’enologia sudafricana. Il Sudafrica è l’unico dei paesi africani ad avere una produzione vinicola degna di nota. Tuttavia il Sudafrica gode di 350 anni di tradizione storica e standard qualitativi di livello mondiale. È il 7° produttore di vino al mondo.Pranzo in corso di escursione.

vini-sudafricani

Nel pomeriggio si avra’ la rara possibilità di visitare i quartieri popolari per conoscere una tribù africana urbanizzata. Cena in ristorante.

Pernottamento a Città del Capo al President Hotel (cat 4*)

6° giorno: WOODSTOCK

Dopo colazione visita al centro cittas’ e al quartiere dell’artigianato di Woodstock.

Di seguito trasferimento all’eroporto ed imbarco sul volo per JNB.Pranzo libero.

Arrivo a JNB e proseguimento per il mercato del sabato di Braamfontain, uno pei piu’ bei posti al mondo per la street life. Di seguito visita a Soweto. Cena a Maboneng in un ristorante di cucina fusion.

Pernottamento a Jnb al Hallmark House

7° giorno: EMPIRE CITY

cape-town-city-private-day-tour-05

Dopo colazione visita al centro storico della Empire City e pranzo nel mercato della domenica di Art on Mian, uno dei piu’ interessanti del paese. Di seguito partenza per la regione di Mpumalanga.

 Pernottamento e cena al Saragossa Game Lodge

8° giorno: PARCO KRUGER

leopard_big

Dopo una camminata nella riserva e una lauta colazione si prosegue per il parco Kruger.

Il Parco nazionale Kruger (in inglese Kruger National Park, in afrikaans Nasionale Krugerwildtuin) è la più grande riserva naturale del Sudafrica[1]. Si estende su di un’area di circa 20.000 km² (equivalente all’incirca a quella dello stato di Israele o del Galles), con un’estensione di 350 km da nord a sud e 67 km da est a ovest.

A ovest e a sud del parco si trovano le due province sudafricane di Mpumalanga e Limpopo; a nord lo Zimbabwe e a est il Mozambico e lo Swaziland. Recentemente, il Kruger è entrato a far parte del Parco transfrontaliero del Grande Limpopo, che lo unisce al Parco nazionale di Gonarezhou dello Zimbabwe e al Parco nazionale del Limpopo del Mozambico. Il parco appartiene alla “Kruger to Canyons Biosphere” (“Biosfera dal Kruger ai Canyon”), una zona designata dall’UNESCO come Riserva Internazionale dell’Uomo e della Biosfera.Pranzo in corso di escursione.

l_kruger-park-game-drive-full-screen-1500x630

Nel pomeriggio è previsto il primo entusiasmante safari a bordo di veicoli 4×4 aperti accompagnati da esperti ranger.Cena in hotel.

Pernottamento al Mjejane River Lodge ai confini sud del Parco Kruger (o similare)

9° giorno: SAFARI

sudafrica

Safari all’alba e rientro in lodge per colazione. Oggi si attraversa il Regno dello Swaziland, il più piccolo Stato dell’emisfero australe. Il nome significa “terra degli Swazi”, dal nome della principale etnia del paese, gli swazi. In lingua italiana esiste, ma è poco usato, il toponimo Suazilandia. Nello Swaziland sono stati rinvenuti resti umani e manufatti risalenti a oltre 100 000 anni fa. Le prime popolazioni dell’area, come del resto dell’Africa del Sud, furono boscimani e ottentotti. Pranzo in corso di escursione.

boscimani-botswana-riserva-moremi-ipg

Sarete sorpresi dai bellissimi paesaggi che si percorreranno in un’alternarsi di scenari montani e spettacolari vallate. Arrivo nella riserva e camminata al tramonto tra acacie e animali africani.

Pernottamento e cena al Ubizane Tree Lodge

10° giorno: PARCO DEI RINOCERONTI DI HLUHLUWE

p1020190

Dopo colazione visita del parco dei rinoceronti di Hluhluwe a bordo del proprio veicolo.

800px-zulu_village_4

Di seguito ci si immergerà nel vivo della cultura Zulu andando a visitare i villaggi dove risiede la tribù più numerosa del paese. Nel pomeriggio crociera sulla laguna costiera di St Lucia, patrimonio dell’Unesco, con le sue foreste di mangrovie, e la sua ricca popolazione di ippopotami e coccodrilli.Pranzo in corso di escursione

Di seguito si procedera’ per l’hotel a due ore di auto. Arrivo in hotel per cena.

Pernottamento a Aha The Square Boutique Hotel And Spa

11° giorno: CROCIERA SUL FIUME ZAMBESI

zambesi_ponte_01

Dopo colazione trasferimento all’areoporto per l’imbarco sul volo per Johannesburg e coincidenza diretta per le Cascate Vittoria. Arrivo a Victoria Fall nel primo pomeriggio e trasferimento in Hotel.Pranzo libero.

Nel pomeriggio è prevista una crociera sul fiume Zambesi. A bordo è servito un aperitivo ammirando un rosso tramonto africano seguito dalla cena. Al termine rientro in albergo.

Pernottamento al Victoria Falls Safari Lodge

12° giorno: CASCATE VITTORIA

ipnibc9

Prima colazione. Incontro con la guida locale e visita guidata a piedi delle Cascate Vittoria, una delle sette meraviglie naturali del mondo, “World Heritage Site” dell’UNESCO, a testimonianza della bellezza unica di questo angolo di mondo. Pranzo libero.Pomeriggio a disposizione per relax o per lo shopping nei vari mercati del paesino.

Pernottamento e cena inclusa.

13° giorno: RIENTRO IN ITALIA

Dopo colazione,ancora un po di tempo libero per relax,per ammirare seppure da lontano,i vapori delle Cascate Vittoria,e in seguito. trasferimento all’areoporto per l’imbarco sul volo per Johannesburg e coincidenza diretta con l’Italia non senza prima aver reso omaggio al capo di uno dei villaggi tradizionali della zona.

14° giorno:  ITALIA

Arrivo in Italia e fine dei servizi.

 

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

N.B.Il tour potrebbe subire variazioni,in particolare la scelta del parco è soggetta a riconferma,

Cosa portare al seguito:

  • Valigia (è strettamente consentito portare un max di 20kg a persona)
  • E’ consigliato ridurre il bagaglio al minimo, considerando l’eventualità di un aumento di peso a seguito di acquisti vari.
  • occhiali da sole
  • possibilmente un binocolo
  • copricapo estivo
  • abiti comodi comprendenti anche pantaloncini e magliette (maniche lunghe e corte)
  • un maglione pesante
  • una giacca pesante impermeabile
  • scarpe comode e sandali
  • costume da bagno
  • bancomat cirrus maestro e carte di credito

Si consiglia di trasportare eventuali medicinali strettamente necessari e consentiti dalle recenti norme di sicurezza, ed un cambio d’abito e di biancheria intima nel bagaglio a mano ( nel caso in cui il bagaglio spedito non arrivasse subito a destinazione o vada perduto)

NOTIZIE VARIE:

DOCUMENTI necessari: PASSAPORTO VALIDO PER SEI MESI

LINGUA parlata: INGLESE;

CORRENTE ELETTRICA: 220 V con prese a tre grossi spinotti rotondi non esistenti negli adattatori internazionali ( gli alberghi dispongono di prese di tipo europeo o di eventuali adattatori )

ORA  LOCALE: Quella legale italiana, c’è un’ora in più quando da noi c’è l’ora  solare.

VALUTA: la moneta locale è il  RAND (ZAR). Circolano banconote da 10 – 20 – 50 – 100 e 200 rand. Occorre cambiare gli euro in Rand quando si arriva nel paese o, meglio prelevare valuta locale direttamente dagli sporteli Bancomat.

VACCINAZIONI: Nessuna obbligatoria.

CLIMA: Variabile: mediterraneo a Città del Capo e subtropicale su ai parchi.

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Trattamento come da programma,pensione completa (tranne 3 pranzi)
  • Spostamenti in minibus con guida in lingua italiana.
  • Volo internazionale Roma -Citta’ del Capo e Joannesburg-Roma in classe economica franchigia bagaglio 20 kg,con scalo.
  • Due voli  di linea andata e ritorno JNB-VIC FALLS(Cascate Vittoria)
  • Volo di linea solo andata DURBAN-JOHANNESBURG
  • Volo di linea solo andata CAPE TOWN-JOHANNESBURG
  • Guida parlante italiano
  • Ingressi alle visite programmate
  • Gadget.
  • Assicurazione medica (massimale 10.000,00) e bagaglio (massimale 1.500,00)
  • Assicurazione contro annullamento al viaggio intero valore del viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aereoportuali euro 420,00
  • Tre pranzi
  • Visto per lo Zimbabwe
  • Ogni attività non inclusa nel programma.
  • Bevande e Mance a camerieri, autisti, guide e rangers.

Il programma di viaggio è soggetto a variazioni a discrezione della guida in base alle condizioni meteorologiche e ad eventuali richieste collettive dei partecipanti, che non ne compromettano il contenuto dello stesso.

 

 

 

 

torna su