SICILIA NASCOSTA

palermo-palazzo-dei-normannimothia-2comune-della-sicilia-patti-teatro-greco-di-tindaritindari5taormina_panorama_teatro_grecotaormina_teatro_grecomorgantina-macellumpanorama-piazza3-800x600siracusa_anfiteatro_romanoparticolare-chiesa-dellannunziata-ph-natasha-scrofanicefalusiracusa_grotta_del_ninfeonecropoli-rupestre-di-pantalica

In Breve

Viaggio nel tempo tra i resti delle civiltà che, nei secoli prima di Cristo, hanno colonizzato la Sicilia.

Greci, Fenici, Romani hanno lasciato non solo le celebri opere note nel mondo – Taormina, la Villa del Casale, – ma un’infinità di altre testimonianze poco note.

Heraclea Minoa, Solunto, Ispica, Morgantina, Naxos, Hymera, Tyndaris, Pantalica, Iaitas.

Partenza: 26 settembre - 30 settembre
Durata: 5 giorni 4 notti
Gruppo minimo: 20 Persone
Costo per persona: 845,00 € sup singola € 180,00
Prenotazioni entro: il 26 Agosto ,versando un acconto di euro 350,00 saldo entro un mese dalla partenza

Il Programma di Viaggio

1° giorno Roma (o altri aereoporti) Catania-Siracusa

Appuntamento per la partenza all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino partenze, per le procedure di imbarco sul volo di linea  diretto a Catania.Arrivo e trasferimento alle pendici dell’Etna,per la “visita” del vulcano.Pranzo libero.

Risultati immagini per etna

Trasferimento a Siracusa in pullman privato,  e inizio delle visite del nostro itinerario. Il percorso, articolato in cinque giorni ci condurrà alla scoperta di alcuni dei siti archeologici siciliani tra i più affascinanti e meno conosciuti. Sistemazione in albergo e pausa pranzo libero nel centro di Siracusa. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta delle meraviglie archeologiche nel Parco monumentale della Neapoli di Siracusa.
Esso comprende, oltre ad alcune testimonianze di epoca preistorica (età del bronzo, facies di Castelluccio,  di Thapsos e di Cassibile), il settore della città antica con alcuni monumenti pubblici, tra i più famosi dell’antichità. Avremo modo di ammirare l’Anfiteatro romano, l’immenso altare lungo uno stadio detto Ara di Ierone II, la Latomia del Paradiso, il leggendario Orecchio di Dionisio e il Teatro Greco. Al termine avremo occasione di visitare il Museo Archeologico, il più importante della Sicilia e uno dei maggiori del genere in Europa.
Al termine delle nostre trasferimento in pullman privato in albergo Siracusa con assegnazione delle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno Siracusa e dintorni

necropoli-rupestre-di-pantalica

Prima colazione a buffet in hotel a Siracusa.
Trasferimento in pullman ad Akrai, per la visita dell’area archeologica. Le ricerche più recenti all’interno del sito della città antica hanno consentito di mettere in evidenza un asse viario che costituiva il collegamento tra le due porte della città. Il teatro fu scoperto nel 1824 da G. Judica. A lui si deve lo scavo della scena, dell’orchestra, dei gradini più bassi della cavea, ma anche interventi di restauro e la ricostruzione della cavea fino al dodicesimo gradino.
Passeremo al Bouleuterion, edificio che ospitava il consiglio della polis nell’antica Grecia, posto a sud-ovest del teatro. Esso è costituito da un ambiente quadrangolare, con cavea costituita da sei ordini di gradini, distinti in tre cunei. Sulla collina che domina a sud il teatro vi è un tempio arcaico del VI sec. a.C., posto nel punto più alto della città, identificato con il tempio di Afrodite, menzionato in una iscrizione.
Riprenderemo le nostre visite con la necropoli rupestre di Pantalica, che combina rilevanza ambientale e valore archeologico. Pantalica era un insediamento posto su un altopiano dei  Monti Iblei  dove trovarono rifugio gli abitanti della fascia costiera costretti a scappare per l’arrivo dei  Siculi  e delle popolazioni italiche nella prima metà del XIII secolo a.C.  A questo periodo risalgono le scenografiche necropoli costituite da circa 5000 tombe a grotticella scavate nella roccia naturale e l’Anaktoron  (Palazzo del principe), posizionato sulla cima della collina, che ricorda la grandiosità dei palazzi micenei.
La bellezza paesaggistica di Pantalica è data anche dallo scenario naturalistico: un’oasi naturale in cui ammirare meravigliosi esempi di flora (anemoni, orchidee, oleandri platani orientali e carubbi) e varie specie animali, come il falco pellegrino, la volpe e il granchio di fiume.
Al termine delle visite pausa pranzo in ristorante.

       Risultati immagini per megara iblea sicilia

Ultima tappa della giornata sarà il sito archeologico di Megara Iblea, localizzato a nord di Siracusa. L’antica colonia fu fondata come ci racconta lo storico Tucidide nel 728 a.C. La città, purtroppo non ebbe una vita lunga e prosperosa in quanto venne distrutta una prima volta nel V sec. a.C. ad opera del tiranno siracusano Gelone e, poi, definitivamente, nel 214 a.C. ad opera delle truppe romane comandate dal console Marcello. Ironicamente, proprio la sua breve storia è stata la fortuna degli archeologi. Tranne poche sporadiche fattorie in epoca romana, nessun’altra città è sorta in quel luogo nei secoli successivi. Pertanto nulla si è sovrapposto alle rovine, permettendo agli archeologi di tirare fuori i resti della città così come era nei primi secoli della sua vita.
Al termine delle nostre trasferimento in pullman privato in albergo Siracusa. Cena e pernottamento.

3° giorno Morgantina-Armerina-Taormina

 

Risultati immagini per testa di ade

Prima colazione a buffet in hotel a Siracusa e partenza in pullman per le visite della giornata, in direzione Morgantina.
Il sito antico di Morgantina offre al visitatore il quadro di oltre mille anni di storia, dalla fondazione della città in età preistorica fino al suo declino, avvenuto nell’età imperiale romana. Nella Sicilia interna, Morgantina è senza dubbio la città antica meglio conosciuta in tutte le sue vicende, sia nei periodi della crescita e del suo benessere, sia nei momenti della disfatta e dell’ abbandono. Tale conoscenza della storia, dell’impianto urbano e dei monumenti di Morgantina è il frutto di circa un trentennio di campagne di scavo, che hanno portato alla luce quasi la totalità del centro urbano, oltre che una parte dei quartieri residenziali. Dallo studio degli scavi è emerso che Morgantina possedeva una delle piante ortogonali più antiche della Sicilia interna e che, nel momento di maggiore splendore nel sec. III a.C., la città fu uno dei grandi centri extra- costieri dell’Isola.
Inoltre a Morgantina subiamo il fascino di un complesso di monumenti di grande interesse, in un paesaggio di straordinaria bellezza, che fanno del sito uno dei più suggestivi e significativi di tutta la Sicilia.Sarete tra i più fortunati,in quanto potrete ammirare la famosa testa di Ade,appena restituita all’Italia dal Getty Museum di Malibu negli Usa,trafugata in passato,come la famosa statua delle Venere di Morgantina.

panorama-piazza3-800x600
Imperdibile a seguire la visita della Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, inserita dal 1997 nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. La Villa, tutelata dall’Unesco dal 1997, è appartenuta ad un esponente dell’aristocrazia senatoria romana, forse un governatore di Roma (Praefectus Urbi); secondo alcuni studiosi fu, invece, costruita e ampliata su diretta committenza imperiale. Per la sua bellezza e complessità, può considerarsi uno degli esempi più significativi di dimora di rappresentanza rispetto ad altri coevi dell’Occidente romano. L’alto profilo del suo committente viene celebrato, in modo eloquente, attraverso un programma iconografico, stilisticamente influenzato dalla cultura africana, che si dispiega, con ricchezza compositiva, in una moltitudine di ambienti a carattere pubblico e privato.
Pausa pranzo in ristorante.

                    Risultati immagini per villa del casale piazza armerina

 

A seguire trasferimento a Taormina per la visita dello splendido Teatro Greco (il secondo Teatro più grande di Sicilia, dopo quello di   Siracusa), arricchito della magnifica vista sul golfo di Schisò. L’edificazione del teatro inizia probabilmente ad opera dei Greci intorno al III sec. a.C., all’epoca di   Gerone II. Per consentire la costruzione fu necessario asportare manualmente dalla montagna oltre 100000 m cubici di roccia. L’impianto fu poi ristrutturato ed ampliato dai   Romani, che inserirono colonne, statue e le ingegnose coperture.  Il Teatro antico di Taormina, che era nato per ospitare rappresentazioni drammatiche o musicali, si era trasformato durante l’epoca romana per far posto ai giochi gladiatorii e alle battaglie navali.

taormina_panorama_teatro_greco
Al termine delle visite trasferimento in pullman in Hotel. Assegnazione delle camere riservate. Cena e pernottamento.

4° giorno  Taormina-Tindari-Palermo

Risultati immagini per tindari

Prima colazione in hotel e partenza in pullman per le visite.
La prima parte della mattinata sarà dedicata alla visita dell’area archeologica di Tindari, antica città greco-romana fondata da Dionigi di Siracusa nel 397-6 a.C. come fortezza ed avamposto militare. Sarà possibile visitare il teatro greco-romano  costruito con blocchi di pietra arenaria dai greci nel III secolo a.C., modificato dai romani per adattarlo ai giochi circensi, parte dell’impianto urbano della città; il propileo monumentale costruito dai romani con grosse pietre arenarie e destinato a Basilica per le pubbliche riunioni, o a Ginnasio per lo svolgimento di esercizi atletici; i resti delle mura ciclopiche, fatte costruire da Dionigi.  Proseguiremo visitando l’Antiquarium in cui sono esposte statue marmoree di personaggi togati, una testa dell’imperatore Augusto, un capitello corinzio, ceramiche dell’età del bronzo, lucerne romane di età repubblicano-imperiale, attrezzi da lavoro e tanti altri reperti storici ritrovati in loco.
A pochi chilometri di distanza ammireremo i resti della villa romana di Patti. E’ una grande villa di età tardo imperiale romana con un’estensione di circa 20.000 mq. Risalente al IV secolo d.C, fu costruita sui resti di un’altra villa più antica, probabilmente del II-III sec. d.C. Presenta parecchie affinità con la Villa Imperiale del Casale di Piazza Armerina e quella del Tellaro presso Noto, entrambe dello stesso periodo. Sono molti gli ambienti che si possono ammirare, alcuni dei quali con mosaici policromi raffiguranti animali entro ottagoni frammentati da ornamenti floreali e figure geometriche.
Pausa pranzo in ristorante.

Pausa pranzo. La giornata proseguirà con la visita ad altri due siti: Himera e Solunto. Himera fu fondata nel 648 a.C. da Greci di origine calcidese e dorica in una posizione favorevole per lo sviluppo di una colonia greca, al centro di un ampio golfo, tra i promontori di Cefalù e di Termini Imerese, ed in prossimità della foce del fiume. L’organizzazione della città è uno degli aspetti più interessanti del mondo coloniale greco, cui Himera fornisce un contributo rilevante. Uno spazio privilegiato era riservato ai santuari. Il più noto, il Temenos di Athena, occupa la parte nord-orientale della città alta, mentre nella città bassa un grande santuario comprendeva il Tempio della Vittoria.

                                               Risultati immagini per himera

Nei pressi e più esattamente nella piana detta della Battaglia, si svolse nel 480. a.C. una delle battaglia più importanti del mondo occidentale, combattuta tra i greci della Magna Grecia e i Cartaginesi.
L’antica città di Solunto adagiata sulle propaggini del Monte Catalfano, con le sue insulae definite da un regolare sistema viario, si imposta scenograficamente sui ripidi pendii della collina, protesa sul mare in posizione di rara e suggestiva bellezza.
Trasferimento in hotel a Palermo. Assegnazione delle camere riservate. Cena e pernottamento.

5° giorno Palermo-Roma (o altre città)

Prima colazione in hotel a Palermo.Visita esclusiva dei Viaggi di Giorgio in Palazzo d’epoca con tanto di principi e principesse a farci da cicerone.Non potrà mancare una passeggiata ad uno dei famosi mercati rionali di Palermo come quello della Vucciria o Ballarò.

Al termine delle nostre visite pausa pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio trasferimento in pullman verso l’aeroporto di Palermo, procedura di imbarco e partenza per Roma con volo di linea Alitalia AZ 1794 con partenza alle ore 19:20 ed arrivo previsto all’aeroporto di Roma Fco alle ore 20:30.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

La quota comprende:

  • voli di linea Alitalia A/R franchigia bagaglio 20 kg + bagaglio  a mano del peso e misure consentite
  • tutti i pernottamenti in hotel a cat. 3*,
  • tutti i trasferimenti in pullman GT privato da/per aeroporti e per tutte le escursioni e i trasferimenti
  • spese di prenotazione,
  • visite guidate a cura di guide-conferenziere locali e degli esperti di Turismo Culturale Italiano,
  • prime colazioni a buffet,
  • tutte le cene
  • assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., iva, imposte e tasse.

 Non comprende:

Tasse aereportuali pari a euro 90,00 soggette a riconferma sino emissione dei biglietti aerei.Bevande ai pasti.Tassa di soggiorno ove prevista da pagare in contanti in loco.Tutto quanto non espressamente previsto alla quota comprende.

torna su