RAJASTHAN E INDIA DEL NORD

agra-fort-525x350dasaswamedh-ghatvaranasiaarati3khajurahofortezza-di-gwalior4fatehpur-sikri-466x350jaipur_01samodedelhi1766795-499x3503

In Breve

Un percorso che tocca alcune delle città più belle del Rajasthan, comprese alcune minori non ancora battute dal turismo di massa. Un viaggi alla scoperta del Continente India che comprende anche i templi di Khajuraho e la città santa di Varanasi. Un viaggio indelebile, che vi accompagnerà per sempre.

Partenza: 12 settembre - 22 settembre
Durata: 11 giorni 10 notti
Gruppo minimo: 10
Costo per persona: Euro 995,00 Sup.Singola euro 270,00
Prenotazioni entro: sino ad esaurimento dei posti disponibili versando acconto di euro 750,00 saldo entro un mese dalla partenza

Il Programma di Viaggio

1° giorno: ROMA – DELHI  

Ritrovo dei partecipanti presso l’aeroporto di Roma Fiumicino e partenza con volo di linea per Delhi. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: DELHI

delhi

Arrivo a Delhi, disbrigo formalità d’ingresso, incontro con la vs guida, trasferimento in città ed inzio delle visite. sosta fotografica al Palazzo Presidenziale; il Palazzo del Parlamento e gli altri Palazzi Governativi. Sosta all’India Gate, un monumento d’arenaria rossa, costruito in memoria di soldati che sono caduti nella prima guerra mondiale.  Visita del memoriale dedicato al Mahatma Ghandi. In seguito  visita del bellissimo complesso del Qutub Minar (Patrimonio dell’UNESCO), la torre di arenaria rossa decorata con versetti coranici, con la sua splendida moschea. Pranzo libero. Visita della città vecchia e della stupenda Jama Mahjid, la moschea del Venerdì, il luogo di culto islamico più grande dell’India, situato in uno dei luoghi più pittoreschi dell’intera città vicino al bazar e ai vicoli del città vecchia. Visita in esterna del Forte Rosso. Da ultimo visita al Tempio Sikh, il più importante luogo di culto dei Sikh a Delhi, un luogo di pace e di armonia, dove si offrono due pasti gratuiti al giorno a tutti coloro che ne fanno richiesta, senza distinzione di credo o di casta. Cena e    pernottamento in hotel.

3° giorno: DELHI – MANDAWA  (380 km, ca 6 ore)

3

Prima colazione e partenza per la regione dello Shekhawati, una zona semidesetica nello Stato del Rajasthan. Soste e pranzo libero lungo il percorso. Arrivo nella cittadina di Mandawa e visita a piedi. Mandawa è la città più caratteristica di questa regione. La vita scorre su di un’ unica strada e, nella parte interna, si celano autentici capolavori: gli affreschi murali detti haveli. I ricchi commercianti della città, un tempo importantissima rotta commerciale, faceva dipingere l’esterno e l’interno delle loro dimore con preziosi affreschi, di solito raffiguranti scene di vita quotidiana o legati strettamente alla religione hindu. Sistemazione presso l’hotel Castle Mandawa, l’antica roccaforte della città.

Cena e pernottamento.

4° giorno: MANDAWA – NAWALGARH – SAMODE – JAIPUR  (180 km./04 ore circa)

samode

Prima colzione e partenza per Jaipur,il capitale dello Stato del Rajasthan. Pirma sosta a Nawalgarh per la visita di alcune bellissime haveli. Proseguimento per Samode. La cittadina di Samode, 42 Km a Nord-Ovest di Jaipur, si trova ai piedi delle basse colline che introducono allo Shekhawati, piccola regione del Rajasthan nord-occidentale ove la antica rotta carovaniera, proveniente dalle coste del Gujarat, si connetteva con quelle che portavano alla celebre via della seta, e dove a partire dal XVII secolo si insediarono numerosi commercianti Marwari – originari cioè della regione di Jhodpur, o Marwar, ai confini opposti del Rajasthan – i cui traffici in stoffe, spezie e oppio proporzionarono loro enormi ricchezze, con le quali costruirono magnifiche residenze, le Haveli, la cui particolarità locale è quella di essere spesso interamente affrescate. 

Anche Samode, sebbene geograficamente esclusa dallo Shekhawati propriamente detto, custodisce alcune Havelis affrescate, ma anche un magnifico palazzo costruito nel 1600 da un rampollo del casato di Amber, dotato di ampie corti, giardini e saloni regali da ricevimento (oggi trasformato in fiabesco hotel a 5 stelle, meta prediletta per gli opulenti matrimoni indian style, ma anche antichi templi, pozzi a gradoni e fortezze che dominano dalle colline circostanti. Pranzo libero presso il Samode Palace. In seguito proseguimento per Jaipur. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

5° giorno: JAIPUR

jaipur_01

Prima colazione. La giornata incomincia con una sosta fotografica davanti al famoso Palazzo dei Venti, icona della città. Si prosegue verso Amber per  la visita del Palazzo-fortezza. La salita è possibile a dorso di docili elefanti ( incluso nella quota ). Il Palazzo è un esempio di altissima architettura indo-moghul ed è una delle fortezze più grandi del Rajasthan. Pranzo libero. In seguito visita della città vera e propria con il Palazzo di Città e l’Osservatorio astronomico costruito nel 1700 ed ancora oggi di altissima precisione. Tempo libero per una passeggiata nella città vecchia. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

6° giorno:  JAIPUR – ABHANERI – FATEHPUR SIKRI – AGRA (245 km, 5 ore + soste)

agra-fort-525x350

Prima colazione e partenza per Agra. Dopo la prima colazione partenza per Agra con  sosta durante il percorso per la visita di Abhaneri. Nel villaggio, acconto ad un bellissimo tempio ancora attivo, si trova un magnifico pozzo-palazzo o del IX sec che presenta una serie di gradini che scendono verso viarie piattaforme ottagonali. Il pozzo è stato la scenografia del film: “ The best Marigold hotel”. Seconda sosta a Fatehpur Sikri, città fatta costruire dal piu grande imperatore della dinastia Moghul, Akbar nel 1571 e abbandonata dopo soli 15 anni a causa del clima insalubre e della mancanza d’acqua. Pranzo in  ristorante locale. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo a Jaipur e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

7° giorno: AGRA – GAWALIOR  (118 km, ca 3 ore)

Prima colazione e visita del Taj Mahal. Il meraviglioso sogno di marmo, il simbolo dell’India. Il munumento eretto nel XVII secolo da uno dei più grandi re Mughal, Shah Jehan, in memoria dell’amata moglie Mumtaz Mahal. Alla sua realizzazione parteciparono ben 20.000 persone.

fatehpur-sikri-466x350

Agra non è solo famosa per il Taj Mahal, ma anche per l’impressionante Forte Rosso Mughal, conosciuto come il forte di Agra. La costruzione di questo massiccio forte in arenaria rossa sulle sponde del fiume Yamuna fu intrapresa dall’imperatore Akbar nel 1565, ma fu successivamente arricchito con nuove bellissime sale Forte Rosso, il migliore esempio di costruzione civile dell’India Islamica. Visita del piccolo  Mausoleo di Etimad Ud Daula che rappresenta architettonicamente il periodo di transizione fra lo stile Hindu e quello Persiano. Pranzo libero in corso di escursione. Al termine delle visite   partenza per Gawalior. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

8° giorno: GWALIOR – DATIA – ORCHA 

fortezza-di-gwalior4

Prima colazione. In seguito visita del Forte di Gwalior. Nel 1398 a Gwalior salì al potere la dinastia dei Tomar e nei secoli successivi la  città fu teatro di incessanti intrighi e scontri con le potenze limitrofe, e di passaggi di dinastia in dinastia. Gwalior è dominata dal forte che sorge sulla sommità della collina e si estende per 3 km. Cinto da imponenti mura, conserva al suo interno palazzi e templi.  Visiterete il palazzo di Man Singh e due interessanti templi. Scendendo dalla collina, si scoprirà che un’intera parete della stessa è scolpita con una serie di splendide statue jainiste, risalenti alla metà del XV secolo. Al termine partenza per  Orcha  , Lungo il percorso sosta per la visita di Datia, una splendida cittadina ancora molto lontana dal turismo di massa. Pranzo libero e trasferimento ad Orcha, un tempo capitale della dinastia dei Bundela, Orcha presenta tutt’oggi una serie di incantevoli palazzi e templi molto ben conservati, anch’essa fu teatro di numerose battaglie e di passaggi da una dinastia all’altra e raggiunse il suo massimo splendore nella prima metà del XVII secolo. In seguito sistemazione in hotel Cena e pernottamento.

9° giorno: ORCHA - KHAJURAHO  

khajuraho

Dopo la prima colazione partenza per Khajuraho. Arrivo e sistemazione in hotel Pranzo libero. In seguito visita dei famosi templi capolavoro dell’ architettura sacra indiana: quelli occidentali Induisti, noti per le raffigurazioni erotiche e quelli orientali jainisti. Tempo libero. Rientro in hotel.  Cena e pernottamento.

10° giorno:  KHAJURAHO – VARANASI – escursione a SARNATH

Prima colazione in hotel,  trasferimento in aeroporto per Varanasi. Snack a bordo. All’arrivo incontro con la guida locale in italiano ed escursione a Sarnath, uno dei principali centri del Buddismo,famoso per essere stato il primo luogo della predicazione di Buddha. Visita del museo archeologico.

Rientro a Varanasi e sistemazione in hotel. Nel tardo pomeriggio partenza per la cerimonia degli Aarti, forse la più suggestiva di Varanasi.  Si svolge sul Dasaswamedh Ghat  dove alcuni officianti eseguono un’elaborata puja (rituale di offerta) che ha come componente essenziale il fuoco, il tutto in un’atmosfera molto mistica e coinvolgente.

varanasiaarati3

dasaswamedh-ghat

Il Ganga Aarti viene eseguito su un palco da un gruppo di giovani pandit vestiti con abiti color zafferano.

Si inizia con il soffio in una conchiglia, si prosegue con lo sventolio di bastoncini di incenso in elaborati volteggi e poi si passa a delle grandi lampade di fuoco che creano giochi di luce e forme nel cielo scuro.La cerimonia è accompagnata da canti, inni e campanelli. La vedrete dal fiume Gange, in barca, per avere una visione ancora più suggestiva. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

11° giorno: VARANASI – DELHI

Sveglia prima dell’alba per effettuare un’ escursione in barca sul Gange per assistere al sorgere del sole quando i fedeli scendono sui  Ghats per le abluzioni.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

LA QUOTA COMPRENDE:

  • TUTTI I TRASFERIMENTI da e per gli aeroporti in india con auto privata con autista e AC
  • Nr. 10 ( dieci ) NOTTI in loco negli hotel sopra indicati o similari
  • SISTEMAZIONE in camera DOPPIA tipologia standard
  • TRATTAMENTO ALBERGHIERO di MEZZA PENSIONE (1a colazione e cena, bevande escluse);
  • Giro in risciò tra i caratteristici vicoli della vecchia Delhi;
  • ESCURSIONE a dorso d’elefante per la salita al FORTE AMBER;
  • Giro in barca all’Alba e tramonto sul fiume Ganges;
  • INGRESSI a MONUMENTI o MUSEI durante le visite guidate;
  • GUIDA accompagnatore parlante Italiano per tutto il viaggio;
  • TUTTE LE TASSE GOVERNATIVE;
  • ACQUA MINERALE e bordo mezzo;
  • Assicurazione medica a bagaglio
  • Kit da Viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • VOLO di LINEA dall’Italia e voli interni da euro 650,00
  • VISTO d’ INGRESSO IN INDIA 90,00
  • Mance ed extra di carattere personale;
  • Tutto quanto NON espressamente indicato alla voce: “la quota comprende “.

Notizie utili

Documenti e visti : Per l’ottenimento del visto INDIA è necessario il passaporto in originale con almeno due facciate libere e corredato di due fototessera 5×5 su sfondo bianco e frontali. IL passaporto deve essere firmato nell’apposito spazio e valido per almeno sei mesi dalla data della partenza del viaggio. Ci metteremo in contatto con voi per l’espletamento delle formalità e per la compilazione del modulo on line.Penseremo a tutto noi.

Vaccinazioni e medicinali: Nessuna vaccinazione per queste località è obbligatoria. Portare con sé antibatterici intestinali e soprattutto un maglioncino o uno scialle per gli sbalzi tra il caldo esterno e l’aria condizionata sul pullman e negli hotel. Si consiglia di consumare solo bevande imbottigliate, reperibili ovunque, e di astenersi dal mangiare cibi crudi e bibite con ghiaccio.

Fuso orario: Per l’India 4 ore e mezza in avanti. Un’ora in meno quando in Italia vige l’ora legale.

Valuta: In India vige la rupia indiana, il cui cambio è continuamente in oscillazione. A Ottobre 2016 periodo in cui è stato curato questo programma, un Euro valeva circa 70 rupie. Negli hotel del circuito sono cambiati sia i dollari che gli euro. Nessun problema per le carte di credito, ad eccezione delle località minori. E’ necessario cambiare in valuta locale per le piccole spese quotidiane. Si consiglia di cambiare poco alla volta giacché la rupia indiana non è moneta negoziabile all’estero.

Lingua: In India la lingua ufficiale è l’Hindi, parlata principalmente al nord. In India vi sono mille e più tra lingue e dialetti, per cui spesso gli indiani stessi per capirsi tra loro parlano inglese. L’inglese è comunemente parlato da quasi tutta la popolazione ed insegnato nelle scuole.

Clima e abbigliamento: Il Nord gode di un clima desertico tutto l’anno con punte di oltre 40 °C nei mesi estivi. In Marzoil clima è ideale, con giornate calde ma non afose. Dopo il tramonto la temperatura scende. Si consiglia un capo più pesante per la sera tipo giacca a vento e scarpe comode per le escursioni.

Acquisti: In India si può acquistare di tutto. Troverete gli oggetti in marmo intarsiato di Agra, gli oggetti in bronzo o in legno dell’artigianato locale nonché le splendide sete indiane. Jaipur è famosa per le pietre preziose ed in generale in Rajasthan i gioielli in argento sono tra i più belli. Vi consigliamo inoltre gli scialli ricamati in lana cachemire, i vestiti tradizionali delle donne: i completi con casacca e pantaloni “Punjabi” in cotone e le sari,  disponibili in una infinita gamma di tessuti e colori. Troverete inoltre preziose miniature su carta, nonché oggetti in legno di sandalo, incensi e spezie. Parte di una tradizione antica sono i bellissimi tappeti ancora oggi lavorati artigianalmente.  E’ vietata l’esportazione di avorio e per lo sdoganamento di oggetti di antiquariato è bene chiedere il certificato al negoziante.

Elettricità: In India 220 volt. Le prese sono circolari a tre poli, le nostre possono essere utilizzate solo se con imbocco a due. In ogni caso, è meglio munirsi di un adattatore universale sopratutto per la ricarica dei telefoni cellulari

Telefonia: Copertura totale per cellulari GSM. E’ possibile naturalmente telefonare dalla propria stanza in hotel o dai chioschetti pubblici disseminati in tutte le località a spesa ridotta.

Tasse per la fotografia: Da alcuni anni in tutta l’India i musei ed i siti storici e/o archeologici ( anche se esterni ) chiedono il pagamento di una tassa comunale ( che va a buon fine per la manutenzione ed il restauro dei siti ) chiamata ” camera fee”. Di solito per poter fotografare si pagano 50 Rupie ( 1 Euro ) e 100 Rupie per poter filmare.

Pasti e bevande: Ricordiamo che la cucina indiana varia da regione a regione. Al nord, nella zone che ci interessa, per l’influenza musulmana, è meno piccante e con la maggioranza dei piatti a base di carne (pollo e montone). E’ raro trovare carne bovina e suina. Il pasto indiano è composto da una vasta scelta di piatti di verdura cotta e talvolta di carne o pesce, accompagnati da riso e da lenticchie (il dhal, il piatto tipico). Non mancano salse di vario genere, spesso piccanti, ed i numerosi tipi di pane locale (chapati, nan, rhoti, etc.) Vi consigliamo di assaggiare il formaggio cotto indiano (paneer) ed i famosi piatti tandoori (carne o pesce marinati in salsa di limone, spezie e yogurt e cotti in uno speciale forno di terracotta). In tutti gli hotel i pasti sono a buffet, con scelte di piatti sia locali che internazionali. La bevanda nazionale è ovviamente il thé, che non viene mai servito con limone, ma nella sua variante inglese, col latte o nero. Da assaggiare è il cosiddetto chai una bevanda calda a base di latte bollito, thè e spezie.

Piano pasti circuito: In quest’itinerario abbiamo previsto la Mezza Pensione (bevande a pagamento).

 

 

 

torna su