Presepe Vivente a Casole d’Elsa Visita Museo Civico

11090703

In Breve

Casole d’Elsa, borgo insignito della Bandiera Arancione dal TCI, è situato a circa 30 km da Siena e si caratterizza per il preminente aspetto medievale dovuto alla sussistenza di alcuni rinomati monumenti storici quali la collegiata di Santa Maria Assunta, il Palazzo della Propositura (ora sede del Museo civico), il Palazzo Pretorio e la Rocca Senese (ora sede del Comune). Inoltre, il nostro centro è disseminato di opere d’arte contemporanea, scultoree e pittoriche, che arricchiscono ancor di più i già suggestivi scorci e vicoli.

Il “Presepe Vivente” di Casole d’Elsa è una manifestazione che si svolge ogni due anni e che vede la partecipazione di circa 300 figuranti e numerosi animali con un allestimento che interessa gran parte del centro storico.

Partenza: 06 gennaio - 06 gennaio
Durata: 1 giorno
Gruppo minimo: 40
Costo per persona: 55,00
Prenotazioni entro: sino ad esaurimento dei posti disponibili versando intera quota

Il Programma di Viaggio

6 Gennaio:Roma -Casole d’Elsa(Siena)

Ritrovo dei partecipanti in luogo e orario da definire e partenza in direzione di Casole d’Elsa.Arrivo e visita guidata al Museo Civico e la  Collegiata  di Santa Maria Assunta.

 Il museo di Casole d’Elsa, ubicato nei suggestivi spazi della canonica, si apre con la sezione archeologica, dedicata alla storia del popolamento del territorio in età etrusca: sono da segnalare, in particolare, i crateri attici rinvenuti nella seconda metà dell’Ottocento dal marchese Bargagli, che attestano la vitalità economica e culturale di questa zona in età arcaica; due affibbiagli bronzei decorati con una delle più antiche raffigurazioni di pugilato del mondo etrusco; i corredi funebri d’età ellenistica realizzati sotto l’influenza della città di Volterra. La sezione storico-artistica è costituita da un importante nucleo di opere del pittore autoctono Alessandro Casolani (1552/1553-1607) e della sua vasta bottega familiare. Il museo custodisce inoltre alcune opere tardomedievali, la pala dipinta dal senese Andrea di Niccolò nel 1498 per la Collegiata e un affresco di Giacomo Pacchiarotti, che attesta la fortuna della scuola umbra del Pinturicchio nella Siena del primo Cinquecento. Il percorso si conclude nella grandiosa Collegiata di Santa Maria Assunta, nella quale, oltre ai grandi monumenti funebri trecenteschi – fra cui primeggiano quello di messer Porrina realizzato da Marco Romano e quello dedicato al vescovo Tommaso Andrei scolpito da Gano di Fazio – si conservano anche una pala di Giovanni della Robbia e tre tele del caravaggesco senese Rutilio Manetti.

Al termine della visita,passeggiata in centro storico,pranzo in ristorante tipico.

Nel primo pomeriggio,ingresso RISERVATO  per assistere al Presepe Vivente.Al termine,rientro a Roma e fine dei servizi.

Casole d’Elsa, borgo insignito della Bandiera Arancione dal TCI, è situato a circa 30 km da Siena e si caratterizza per il preminente aspetto medievale dovuto alla sussistenza di alcuni rinomati monumenti storici quali la collegiata di Santa Maria Assunta, il Palazzo della Propositura (ora sede del Museo civico), il Palazzo Pretorio e la Rocca Senese (ora sede del Comune).

Inoltre, il nostro centro è disseminato di opere d’arte contemporanea, scultoree e pittoriche, che arricchiscono ancor di più i già suggestivi scorci e vicoli.

Presepe Vivente

Il “Presepe Vivente” di Casole d’Elsa è una manifestazione che si svolge ogni due anni e che vede la partecipazione di circa 300 figuranti e numerosi animali con un allestimento che interessa gran parte del centro storico.

09

11

Nato nel 1998 dopo il ritrovamento da parte di Don Paolo Montagnani, allora parroco di Casole, di alcuni oggetti e costumi usati in vecchie processioni che si svolgevano a Casole prima della seconda guerra mondiale.

Visto il successo ottenuto dalle prime Processioni storiche, gli organizzatori ebbero l’idea di dare vita ad un Presepe Vivente, il cui aspetto antico si presta perfettamente a questa iniziativa.

03

Nacque così l’associazione “CasolEventi”, che si mobilita ogni volta per organizzare in maniera sempre più realistica questa manifestazione di cui tutta la popolazione va enormemente fiera. I lavori cominciano tre mesi prima dell’evento, con riunioni e preparativi per trasformare l’intero centro storico, nascondendo le tracce di ogni possibile collegamento con i giorni nostri. Vengono coperti portoni e saracinesche con cannicci, foglie e juta in modo da rendere l’atmosfera perfettamente coerente con la rappresentazione. La maggior parte dei cittadini sono reclutati come figuranti nel presepe mentre altri lavorano dietro le quinte per far si che tutto si svolga nel migliore dei modi.

Il nostro presepe ha avuto l’onore di aggiudicarsi il prestigioso premio internazionale “PRAESEPIUM POPULI”,  come miglior Presepe Vivente d’Italia e ad ogni edizione, per il giorno dell’Epifania, è previsto l’arrivo dei Re Magi accompagnati da veri cammelli.

07

Quest’anno la manifestazione avrà luogo per soli quattro giorni durante i quali potrete vivere un’esperienza indimenticabile che ci riporta indietro di millenni.

Informazioni generali

La quota comprende:

Bus G.T;visita guidata al Museo Civico e alla Colleggiata,biglietto ingresso incluso;pranzo in ristorante.Assicurazione medica e bagaglio

Non comprende: Biglietto ingresso al presepe da pagare in loco pari a 10,00 euro;bambini da 6 a 10 anni 6,00

torna su