NAMIBIA DA PROTAGONISTI

namibia-dunenamibia-percorsonamibia-aereofoche-namibianamibia-mountaindonna_etnia_hereronamibia-leone78778a1588namibiaFlamingo-Walvis-Bay07-africa-namibia-skeleton-coastSkeleton-Coast-Namibia800px-TwyfelfonteinTwyfelfontein-1485windhoekdie-wilden-tiere-vom-etosha-nationalpark_856399998_800x600_4c470d90e58528b26efa9dedc5b3ab97deserto-vegetazione14-damaraland-himba-namibiaTwyfelfontein

In Breve

Un viaggio entusiasmante, che vi fara’ vivere l’Africa da vicino come ospiti d’onore e grandi protagonisti.

 Inoltre la Vostra guida sarà la differenza per questo incredibile tour.

Un viaggio entusiasmante, che vi fara’ vivere l’Africa da vicino come ospiti d’onore e grandi protagonisti.

La prima notte nella tranquilla capitale Windhoek.

Due notti nei pressi del Parco Etosha dove la potenza dell’acqua viene assorbita tutti insieme da decine di specie di animali.

Una notte tra incisioni rupestri, montagne bruciate e foreste pietrificate.

Due notti a faccia a faccia con la costa desertica degli scheletri e un oceano ricco di vita meravigliosa.

Due notti nel deserto del Namib, in uno dei paesaggi piu’ incredibili e profondi del pianeta.

namibia-dune

NON PUOI AGGIUNGERE ANNI ALLA TUA VITA

MA PUOI AGGIUNGERE

VITA AI TUOI ANNI

Partenza: 26 maggio - 05 giugno
Durata: 11 giorni 10 notti
Gruppo minimo: da minimo 8 a massimo 12 PERSONE
Costo per persona: 3.480,00€ camera doppia, suppl. singola 320,00 €
Prenotazioni entro: versando acconto di 1.590,00 €, saldo entro un mese dalla partenza.

Il Programma di Viaggio

1° giorno: Roma – Francoforte

Ritrovo dei partecipanti in aeroporto, disbrigo delle pratiche di imbarco e partenza con volo di linea per Windhoek ,via Francoforte. pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: Windhoek

windhoek

Arrivo nelle prime ore del mattino locali e dopo operazioni dogana e visto trasferimento in hotel assegnazione delle camere: Tempo per il riposo. Pranzo e city tour della città. Cena e pernottamento.

3° giorno: Windhoek – Parco Etosha

deserto-vegetazione

Dopo la prima colazione trasferimento al Parco Etosha. Il parco che fu fondato nel 1907, epoca in cui la Namibia era ancora una colonia tedesca col nome di Africa Tedesca del Sud-Ovest. Con un’area di 100.000 km², il parco era all’epoca la più grande riserva faunistica del mondo. Negli anni sessanta il parco venne progressivamente ridimensionato, fino a raggiungere l’attuale estensione.

namibia-percorso

La parte centrale del parco è costituita dall’Etosha Pan, una depressione salina.  Si ritiene che fino a circa 12 milioni di anni fa quest’area fosse un lago poco profondo, alimentato dal fiume Cunene; in seguito il Cunene mutò il proprio corso, e la zona si trasformò in un semi-deserto. Durante la stagione delle piogge, il Pan viene talvolta alluvionato dai fiumi Oshana e Omiramba. Durante la stagione secca, il Pan torna ad assumere le caratteristiche di un deserto; il suolo salino, screpolato dal sole, assume il colore bianco intenso da cui deriva il nome “Etosha”. In questo periodo il vento trasporta la polvere dell’Etosha verso l’Oceano Atlantico, fornendo tra l’altro al suolo delle regioni a ovest l’apporto di sali minerali da cui dipendono gran parte della fauna e della flora. Nella regione del parco Etosha abitano fin da tempi antichissimi i San (boscimani). I San della zona hanno un proprio mito riguardo all’Etosha Pan: in seguito alla distruzione di un villaggio, in cui erano stati uccisi tutti gli uomini, una donna pianse tanto che le sue lacrime formarono un grande lago; quando le lacrime si asciugarono, rimase sul suolo soltanto il sale. In seguito alle migrazioni bantu, nella regione dell’Etosha sopraggiunsero gli Ovambo, che oggi costituiscono l’etnia predominante della zona.

14-damaraland-himba-namibia

Visita delle pitture rupestri di Twyfelfontein, le otarie di Cape Cross, escursione per approfondire la vita del deserto del Namib, la valle della luna e le piante Welwitschia mirabilis, la visita di Sossuvlei nel Parco del “Namib Naukluft“, dove si trovano le dune tra le più alte al mondo.

Cena e pernottamento.

4° giorno: Parco Etosha

die-wilden-tiere-vom-etosha-nationalpark_856399998_800x600_4c470d90e58528b26efa9dedc5b3ab97

Dopo la prima colazione alle prime luci dell’alba si visiteranno varie pozze d’acqua che nella stagione secca rappresentano la fonte di vita per tutti gli animali del parco; lì si potranno ammirare gli animali che vanno ad abbeverarsi, gli assetati gnu, i prepotenti orici, i padroni Elefanti, le eleganti Giraffe, i Leoni dominatori e tanti altri. Avremo la possibilità di osservare l’impala dal muso nero (endemico), l’antilope saltante, l’orice, i kudu, le zebre ….. e molte specie di uccelli.

namibia-leone

Cena e pernottamento.

5°giorno: Twyfelfontein

Twyfelfontein

In mattinata dopo la prima colazione trasferimento per Twyfelfontein. Giornata dedicata alla visita dei rupestri di Twyfelfontein che é stato dichiarato patrimonio mondiale dall’Unesco. Escursione nell’affascinante valle del Huab e con un pizzico di fortuna si potranno avvistare gli elefanti del deserto. a seguire la vita della Montagna bruciata e alle canne d’organo.

Twyfelfontein-1485

Cena e pernottamento.

6°giorno: Twyfelfontein – Costa Oceanica

800px-Twyfelfontein

Dopo la prima colazione trasferimento in direzione della costa oceanica. I Bushman l’hanno chiamata: “La terra che Dio creò mentre era arrabbiato”. Questa terra, che comprende il tratto del deserto della Namibia (Namib Desert) dal fiume Kunene a nord (che segna il confine con l’Angola) e il fiume Swakop a sud (circa 750 km), è oggi conosciuta come Skeleton Coast (Costa degli Scheletri).

Skeleton-Coast-Namibia

07-africa-namibia-skeleton-coast

Il sinistro nome evoca storie della filibusta: navi depredate e abbandonate alla deriva e tesori nascosti vegliati da scheletri di pirati in un ambiente immerso in un’angosciante bruma.

In realtà gli scheletri da cui il nome, sono i relitti delle numerose navi naufragate lungo la costa o i resti di balene spiaggiate o uccise nei secoli scorsi dai cacciatori.

Cena e pernottamento.

7° giorno: Costa Oceanica

Dopo la prima colazione gita in barca dedicata alla scoperta della fauna della costa desertica.

namibia

La costa è quasi ovunque piatta e sabbiosa, solo raramente rocciosa. Nella parte meridionale predominano le spiagge sassose, mentre a nord le dune di sabbia arrivano ad affacciarsi sull’oceano. L’umidità viene portata nell’entroterra dal fenomeno delle nebbie costiere: la corrente fredda del Benguela che lambisce la costa, infatti, è di circa 8° più fredda delle acque continentali, e il contatto fra le rispettive masse d’acqua provoca il condensarsi di nebbie costiere per quasi tutto l’anno. Poiché il fenomeno è più intenso durante le ore notturne, le nebbie mattutine arrivano talvolta a spingersi nell’entroterra per oltre 50 chilometri all’interno. L’umidità trasportata da questa nebbia fornisce un sostentamento fondamentale per la sopravvivenza della flora e della fauna del deserto del Namib.

Cena e pernottamento.

8° giorno: Deserto del Namib

Il deserto del Namib, in uno dei paesaggi piu’ incredibili e profondi del pianeta.

Flamingo-Walvis-Bay

Il deserto del Namib occupa la parte costiera della Namibia occidentale, affacciata sull’Oceano Atlantico. Si estende dal fiume Uniab a nord fino alla città di Luderitz a sud, e dall’Oceano a ovest fino ai piedi della Scarpata del Namib a est. Da nord a sud l’estensione complessiva è di circa 1300 km; da est a ovest varia fra 80 e 200 km. La superficie complessiva si aggira intorno ai 55.000 km². A nord, il deserto del Namib sbocca nel Kaokoveld; la linea di demarcazione fra le due regioni si colloca grosso modo all’altezza della città portuale di Walvis Bay, ed è costituita da una striscia di terra in cui si raggiunge la massima aridità dell’Africa meridionale. A sud, il Namib si congiunge all’estremità nordoccidentale del Karoo sudafricano.Il Namib meridionale è costituito da una cintura di dune fra le più alte e spettacolari al mondo, spesso caratterizzate da colori molto intensi, di tonalità comprese fra il rosa e l’arancione. Particolarmente nota è la destinazione turistica di Sossusvlei, presso cui si trovano la Duna 45 (spesso definita “la più fotografata del mondo”) e la Big Daddy, la più alta del mondo (305 m).

foche-namibia

Cena e pernottamento.

9° giorno: Deserto del Namib

78778a1588

Il deserto sabbioso cede il posto al deserto sassoso e roccioso, che caratterizza quasi tutta l’area di altopiano compresa fra Sossusvlei e il fiume Swakop, situata a cavallo del Tropico del Capricorno. Il terreno in quest’area è in gran parte pianeggiante, ma non mancano formazioni montuose e canyon anche importanti, come il complesso sistema della Moon Valley. Sebbene il suolo sia in gran parte sassoso, le dune riappaiono in diversi luoghi, e sono particolarmente note quelle che si affacciano sull’oceano fra Walvis Bay e Swakopmund. Visita all’alba delle dune rosse di Sossusvlei e ritorno in lodge per il pranzo. Dopo un pomeriggio di relax visita la Sesriem Canyon nelle vicinanze della lodge. Cena e pernottamento.

namibia-aereo

10° giorno: Rientro a Windohek-Francoforte

Prima colazione e rientro a Windhoek. Tempo libero. Assegnazione delle camere, a disposizione sino orario di partenza previsto alle 20.35. Trasferimento in aeroporto e operazioni imbarco volo diretto a Francoforte da dove si prosegue per  l’Italia.

11° giorno: Francoforte – Roma

Rientro in Italia e fine dei servizi.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

donna_etnia_herero

Cambio applicato  1 zar = 0,067  centesimi di euro

La quota comprende:

  • Voli internazionali Roma-Francoforte-Windhoek-Roma in classe economica  franchigia bagaglio 20kg;
  • 9 pernottamenti in hotel o lodge indicati o simimlari.
  • Camere subito disponibili giorno di arrivo al mattino presto.
  • Trattamento come indicato in programma.Trasferimenti con mezzi privati attrezzati.
  • Ingressi ai siti e parchi.
  • Guida speciale in lingua italiana per la durata del tour,un veterano molto esperto e disponibile.Assicurazione medica e bagaglio e ANNULLAMENTO AL VIAGGIO.
  • Kit da Viaggio.

Non comprende:

  • Mance pari 6  euro al giorno a persona da versare il giorno della partenza.
  • Bevande ai pasti.
  • Tasse aereoportuali
torna su