INDIA RAJASTAN: L’HOLI (LA FESTA DEI COLORI)

taj mahal pictures at sunset (1)Widows daubed in colours dance as they take part in the Holi celebrations at VrindavanShari_23Gurudwara_Bangla_Sahib_01rajpath-delhi-things-to-do-in-delhi(1)Hindu priests throws coloured powder at the devotees during Holi celebrations at Bankey Bihari temple in VrindavanmandawaJaswant-Thada-Jodhpurrajasthan-pushkar-pushkar_lake_2Brahma-Templeamberfortjaipur-pink-cityFatehpur-SikriAgra-FortOLYMPUS DIGITAL CAMERAshailee-sashire-hindu-indian-wedding-millennium-park-chicago-mandap-henna-hand-detail-35_1-800x531Jama_masjid_dilli6People holding powder paints to celebrate Holi (Festival of Colors) in Ahmedabad, India

In Breve

 Pittori impressionisti come Monet, Renoir e Degas, per tradizione amanti del colore e della luce, si sarebbero sentiti a propio agio durante l’HOLI FESTIVAL, una delle ricorrenze più vivaci e attese tra le festività indiane. Tre giorni di delirio collettivo multicore che celebra l’arrivo della primavera e con essa il periodo del raccolto, coinvolgendo tutta la società indiana a prescindere da religione o classe sociale

Protagonista assoluta una polvere naturale, chiamata AABIR o GULAL, dalle sgargianti tonalità di blu, rosso, giallo, turchese e rosa. Preparatevi a incontrare ovunque persone in festa. Quella di Holi è una ricorrenza che segna la fine dell’inverno e l’avvicinarsi della primavera. I fiori iniziano a sbocciare, il sole splende nel cielo e sembra che ogni altra cosa passi in secondo piano.

Più di ogni altra festività, Holi è il trionfo dell’India gioiosa ed esuberante. Lasciatevi trascinare dai costumi colorati, dai sari in seta, dai colori sgargianti, dagli incensi, dai suoni e dalle bandiere, dai templi e dai luoghi sacri di questo straordinario paese.

 

Partenza: 15 marzo - 26 marzo
Durata: 12 giorni- 10 notti
Gruppo minimo: 25 persone
Costo per persona: in camera doppia 1.420,00€- sup.Singola 290,00€
Prenotazioni entro: 15 Dicembre versando un acconto di 590,00€ saldo entro un mese dalla partenza

Il Programma di Viaggio

1° giorno: Roma- Delhi

 Ritrovo dei partecipanti presso aereoporto di Roma Fiumicino e operazioni imbarco volo diretto a Delhi via Istanbul.. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: Delhi- Agra

Arrivo nelle prime ore del mattino e dopo operazioni di dogana e visto, incontro con la guida in lingua italiana che resterà con voi per tutta la durata del tour. Si inizia con  esplorazione a Old Delhi con la visita della Moschea di Jama, la moschea reale costruita dall’imperatore  Mughal, Shah Jahan nel 1656. Questa moschea è una delle più grandi al mondo – la hall principale può contenere circa 20,000 persone!

Jama_masjid_dilli6

Dopo la visita si  parte per Agra, coprendo una distanza di 200 km

Agra - Due grandi monarchi Mughal, Akbar e Shah Jahan, trasformarono il piccolo villaggio di Agra nella seconda capitale dell’Impero Mughal – dandole il nome Dar-ul-Khilafat {sede dell’imperatore}. Oggi, un visitatore di Agra è accolto da un mondo di edifici contrastanti, in arenaria rossa e marmo bianco, vicoli pittoreschi e quel fascino irresistibile che la città preferita dai Mughals conserva ancora. Non è sorprendente che l’Agra moderna rifletta ancora il suo patrimonio Mughal così vistosamente. Una  passeggiata lungo le stradine affollate della città, introdurrà il visitatore al profumo che aleggia nelle cucine Mughlai.

Applicazione dell’henné sulle mani della donna come piccolo ricordo dall’India…

 shailee-sashire-hindu-indian-wedding-millennium-park-chicago-mandap-henna-hand-detail-35_1-800x531

I tattoo all’henné, una pianta dalle qualità medicinali, sono una tradizione centenaria in India e immancabili in molte feste, sia hindu che musulmane. Tra le tante cerimonie del complesso matriomonio indiano c’è anche il rito del mehndi (henné), il mehndi rat, in cui la giovane futura sposa circondata dalle amiche e dalle donne della famiglia è tatuata con l’henné.

Non è neccessario sposarsi per potere avere i tatuaggi all’henné. La maggior parte delle ragazze apprende questa arte fin dall’infanzia e in molte località turistiche potrete farvi tatuare le mani a pagamento. Pasti inclusi: pranzo e cena. Pernottamento in hotel.

3° giorno: Agra

Prima colazione in hotel .Piu’ tardi visita all’affascinante Taj Mahal, patrimonio mondiale dell’UNESCO.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Taj Mahal è spesso chiamato ‘poesia in pietra’. Se è così, il mausoleo è una poesia d’amore, creata dall’imperatore Mughal Shah Jahan per la sua moglie preferita, Mumtaz Mahal. Ci sono voluti 22 anni per essere completato ed è stato disegnato e progettato dall’architetto persiano Ustad Isa. Oltre che per il design, di straordinario equilibrio e simmetria perfetta, il Taj è anche noto per le sue eleganti cupole, facciate finemente intagliate e alcuni dei migliori esempi di marmo intarsiato intarsio mai visti. E’ il gioiello dell’arte musulmana in India e uno dei capolavori universalmente ammirati del patrimonio mondiale.

Agra-Fort

Visita ad  Agra Fort – un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Una struttura imponente, con pareti di arenaria rossa, quasi due miglia di lunghezza, custodisce al suo interno palazzi, sale adibite in passato alle udienze pubbliche e moschee. La fortezza presenta un buon campionamento di stili architettonici islamici e indù. E’ stata costruita dal terzo imperatore Mughal, Akbar. Successive integrazioni sono state apportate al forte dal figlio Jahangir suo e nipote Shahjahan.

4° giorno: Agra- Jaipur

Prima colazione in hotel .Partenza in direzione di  Jaipur (coprendo una distanza di 260 km ). Lungo la strada sosta per la visita a Fatehpur Sikri, città fatta costruire dal piu grande imperatore della dinastia moghul: Akbar nel 1571 e abbandonata dopo soli 15 anni a causa del clima insalubre. visitando la città, che è ancora in perfette condizioni, è facile immaginare come fosse la vita durante i giorni di massimo splendore. Pranzo in ristorante. 

Fatehpur-Sikri

Jaipur, “La Città della Vittoria”. Il nome originario era “Sawai Jaipur”, dal nome del giovane principe che la commissionò – il Maharaja Jai Singh II – un guerriero, astronomo e politico che regnò tra il 1699 e il 1743. Jaipur oggi è conosciuta come la città rosa, descritta come la città dai colori autunnali del tramonto. Anche se in origine le pareti erano di arenaria rossa, l’appellativo universale di ‘pink city’ è arrivato solo nel 1876, in concomitanza con la visita del principe di Galles (re Edoardo VII). Quasi l’intera città è stata pitturata con vernice rosa, dandole così il nome di ‘città rosa’. Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena. Pernottamento in hotel.

jaipur-pink-city

5° giorno: Jaipur

amberfort

La mattina dopo la colazione visita del bellissimo Amber Fort. Ascesa a dorso di elefante e discesa in Jeep.(nb. La disponibilità degli elefanti è limitata pertanto solo una volta arrivati sul posto avremo la certezza di poter salire con elefante,in ogni caso la salita al forte è garantita in jeep)

Il forte è noto per il suo stile artistico unico e mozzafiato, fondendo con maestria elementi indù e rosa .

Visita delle camere e dei corridoi del palazzo, famoso per l’eccellenza del suo design. All’interno del complesso si trova Ganesh Pol, l’imponente entrata  interamente dipinta con le immagini del dio dalla testa di elefante, Ganesh. Le finestre interamente forate offrono viste da diversi punti e schegge di specchi luccicanti sono incastonate tra le mura di Sheesh Mahal.

Una sosta per fotografare l’‘Hawa Mahal’ o Palazzo dei Venti. La sua facciata è probabilmente la più fotografata a Jaipur, con le sue finestre in legno riccamente intagliato, progettate in modo che le signore del palazzo potessero guardare per le strade inosservate.

Visita al  City Palace Museum, che ha una preziosa collezione di oggetti d’antiquariato, costumi e armature del Mughals e Rajputs, tra cui spade di diverse forme e dimensioni con preziosi manici cesellati. Al suo interno, anche una galleria d’arte che espone una collezione di dipinti in miniatura, tappeti, accessori reali e rare opere astronomiche in arabo, persiano, latino e sanscrito.  Visita dell’osservatorio astronomico, costruito nel 1726 per ordine di Jai Singh.

Se il tempo permette: La sera ammirate e conoscete meglio la vita religiosa, assistendo alla cerimonia serale religiosa nel Govind Devji Temple, all’interno del City Palace.

Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena. Pernottamento in hotel

6° giorno: Jaipur- Pushkar 

Dopo la colazione si parte per Pushkar coprendo una distanza 145 km.

Brahma-Temple

Pushkar è uno dei luoghi sacri per gli indù come Varanasi. La città tempio è la sede del Brahma Temple ( 8 ° secolo)  dedicato al Lord Brahma – il creatore dell’universo. Circondata da colline su tre lati e dune di sabbia per il quarto, Pushkar costituisce un luogo affascinante e uno sfondo adatto per la fiera religiosa annuale.

Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena. Pernottamento in hotel

 7° giorno: Pushkar- Jodhpur

Godetevi un tour a piedi e visitate Il lago sacro di Pushkar si crede di essere stato creato da Dio stesso Brahma. I devoti indù credono che sia essenziale visitare Pushkar almeno una volta nella loro vita. Nessun pellegrinaggio è considerato completo senza un tuffo nel lago sacro di Pushkar. Pushkar ha ben 400 templi e 52 ghats e l’unico tempio nel paese che è dedicato a Brahma.

rajasthan-pushkar-pushkar_lake_2

Nella migliore delle ipotesi si tratta di una porta verso il paese delle meraviglie di dune di sabbia e arbusti, terreni rocciosi e alberi spinosi. La casa dei Rathores – lo stato impressionante principesco del Rajasthan. Hanno conquistato terreno Marwar o Maroodesh, della sabbia dopo la caduta di Delhi e Kannauj. Nel 1459 dC, Rao Jodha, capo del clan Rathore dei Rajput ha gettato le basi di Jodhpur. Un alto muro di pietra protegge la ben fortificata città. La parete è quasi 10 km di lunghezza e dispone di otto porte si affacciano varie direzioni.

Partenza per Jodhpur  coprendo una distanza di 230 km.

Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena. Pernottamento in hotel.

8° giorno: Jodhpur – Bikaner

Dopo la prima colazione visita al Forte di Meherangarh, che non è una fortezza militare ma una cittadella fortificata, con all’interno palazzi, templi e giardini.  Una fortezza che ha sempre resistito agli attacchi, senza mai essere violata nei suoi cinquecento anni di storia.

Posto su una ripida collina alta circa 130 metri, il Mehrangarh Fort è la fortezza più bella del Rajasthan, con le sue altissime mura che si ergono a strapiombo fino a 36 metri di altezza e dominano la città sottostante. Ma nonostante l’imponenza si nota anche una struttura architettonica molto ricercata. Per la costruzione del forte sono stati utilizzati i materiali della roccia sottostante ed oggi non si distingue più dove finisce la roccia e dove inizia la costruzione.

Jaswant-Thada-Jodhpur

Continuate il vostro tour con la visita a Jaswant Thada, situata a breve distanza dal forte, che è un monumento in marmo bianco per Maharaja Jaswant Singh II e poi Umaid Bhawan Palace.

9° giorno:  Bikaner- Mandawa

Prima colazione in hotel. La mattina visita al Forte Junagarh, la cittadella fortificata con gli antichi palazzi del Maharaja, dagli interni particolarmente ricchi.

Piu’ tardi partenza per Mandawa coprendo una distanza di 170 km in 4 ore circa.

Sulla strada esplorate la splendida città di Mandawa (Regione dello Shekawati). Ammirate le havelis dipinte a mano che sono alcuni degli splendidi esempi che descrivono il folklore regionale. Camminate per le vie e bazar, e osservate i vestiti colorati della gente del posto e le loro attività quotidiane. Piccola regione del Rajasthan nord – occidentale ove la antica rotta carovaniera proveniente dalle coste del Gujarat si univa con la celebre via della seta dando vita, dal xvii secolo, ad una casta di commercianti, i marwari, i cui traffici in stoffe, spezie e oppio proporzionarono loro enormi ricchezze e con le quali costruirono magnifiche residenze affrescate, le havelis.

mandawa

Partenza per Bikaner, coprendo una distanza di 240 km.

Lungo la strada sosta a Deshnoke per visitare il tempio Karni Mata. (se i clienti sono interessati).

Il regno di Bikaner è stato fondato nel 15 ° secolo quando il valoroso figlio di Rao Jodhaji, il fondatore di Jodhpur, infuriato e provocato da suo padre, se ne andò da palazzo per stabilire il suo regno. La storia dettagliata di Bikaner rivela che l’istituzione del regno è stata preannunciata dal mistico Karni Mata. Fu nel 1488 che il fondatore della città, Rao Bikaji, fortificò la città che fu chiamata ‘Bikaner’. Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena

1o° giorno: Mandawa

Hindu priests throws coloured powder at the devotees during Holi celebrations at Bankey Bihari temple in Vrindavan

Dopo la prima colazione ,oggi ci immergiamo subito nella Festa dell’Holi, detta la anche la Festa dei Colori. L’HOLI è in India uno dei momenti più attesi dell’anno. E’ una festa collettiva che coinvolge tutta la popolazione, i cui momenti salienti consistono nello spruzzarsi reciprocamente con acqua mista a polvere di colori trasformandosi in veri e propri arcobaleni e nel bruciare in un grande falò la demoniaca Holika.

In India è una delle feste più attese dell’anno. L’Holi Festival celebra l’inizio della primavera e coinvolge migliaia di persone. La manifestazione è una ricorrenza annuale molto antica e ha inizio con lo spargimento di polvere colorata, canti e balli. E’ una festa collettiva che coinvolge tutta la popolazione. Tutti si abbracciano, si baciano, cantano, ballano e suonano per far trionfare l’amore. Infatti, questa è la festa dell’amore, della passione, della gioia, della fratellanza e del colore.

Mi­lioni di indu si spruz­zano en­tu­sia­sti man­ciate di pol­veri e ac­que co­lo­rate, come bam­bini eb­bri di gioia. Ci sono an­che fuo­chi sa­cri che com­me­mo­rano la sto­ria dell’eroe Pra­hlada, de­voto del Si­gnore Vi­shnu, che pre­valse sulle pre­va­ri­ca­zioni e re­pres­sione re­li­giosa del pa­dre e della so­rella Ho­lika gra­zie al po­tere della sua de­vo­zione pura a Vi­shnu. Ho­lika, una mal­va­gia de­mone fem­mina, finì arsa sul rogo de­sti­nato al fratello

 Nella festa di Holi e’ compreso:

 Holi celebrazione per 2 ore presso un luogo specifico; 1 drink di benvenuto; gulal e altri colori; snack e dolci; pranzo; Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena. Pernottamento in hotel.

11° giorno: Mandawa- Delhi

Dopo la prima colazione, proseguimento per Delhi.

rajpath-delhi-things-to-do-in-delhi(1)

Delhi - la capitale dell’India – una delle città in più rapida crescita dell’India. Questa città si compone in due parti: Vecchia Delhi e Nuova Delhi. La prima fu la  capitale dell’ India musulmana tra il XVII e il XIX sec. e conserva ancora oggi numerose moschee, monumenti e fortificazioni legati alla storia islamica indiana. Nuova Delhi, invece, è la città imperiale , quella che gli inglesi elessero capitale dell’India nel 1931, oggi sede di diverse ambasciate e degli uffici governativi.

Nel pomeriggio godetevi il viaggio guidato attraverso Delhi centrale, lungo il cerimoniale Rajpath, passando accanto all’imponente Rashtrapati Bhavan, all’India Gate e al Palazzo del Parlamento, che svelerà lo splendore dell’arte Lutyen. Visita del Mausoleo di Mahatma Gandhi. Piu’ tardi visita al Complesso Qutab  (patrimonio mondiale dell’UNESCO), un perfetto esempio delle forme dello stile indù di architettura trasformandosi nella grandezza della precisione geometrica dei costruttori musulmani.

Il tour culmina con un’esperienza Religiosa e Filosofica visitando un tempio Sikh.

Gurudwara_Bangla_Sahib_01

Gurudwara Bangla Sahib: un bungalow magnifico e spazioso a Delhi di proprietà dal Raja Jai Singh Amber (Jaipur) che incuteva grande rispetto e onore alla corte dell’imperatore Mughal Aurangzeb e che ora gode dello status di luogo sacro. La Galleria d’Arte nel seminterrato ha dipinti raffiguranti eventi storici legati alla storia Sikh.

All’arrivo in albergo, gli ospiti verranno accolti da un caloroso ed ospitale ‘Benvenuto’ indiano: una cerimonia ‘aarti’, dove la fronte viene cosparsa con il tipico rosso Tika di buon auspicio. Un drink di benvenuto sara’ servito agli ospiti.

Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena. Pernottamento in hotel.

12° giorno: Delhi- Roma

Oggi trasferimento in tempo utile in aeroporto internazionale per il volo di rientro. Partenza  in direzione di Roma ,via Istanbul. Pranzo e intrattenimento a bordo.Arrivo in giornata e fine dei servizi.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

Benvenuti in India……..

 People holding powder paints to celebrate Holi (Festival of Colors) in Ahmedabad, India

India…

“Questo è davvero l’India, la terra dei sogni e romanticismo, la terra di tigri ed elefanti, il paese di un centinaio di lingue, di mille religioni, culla della razza umana, madre della storia, nonna della leggenda, l’unico paese solo sotto il sole che è dotato di un interesse incorruttibile, quella terra che tutti gli uomini desiderano di vedere, e se l’hanno vista una volta, anche da uno sguardo, non darebbero quello che hanno visto neanche per gli spettacoli di tutto il resto del mondo messi insieme. “

Mark Twain, famoso esploratore, Following the Equator 1897

 Un’inspiegabile diversità – dalle cime innevate alle spiagge dorate, dai templi tranquilli a feste esuberanti, non è sorprende che questo paese è stato soprannominato il mondo più multidimensionale. Casa, per più di un miliardo di persone, il subcontinente è coperto con un miscuglio assortito di gruppi etnici, che si traduce in un cocktail culturale inebriante per il viaggiatore. L’India non è solo una delle più antiche civiltà del mondo, ma è anche la più grande democrazia del mondo, e ha fatto passi da gigante tra le nazioni in via di sviluppo. L’impressionante varietà di storia e cultura dell’India, dagli antichi regni del Gange allo stato attuale, si fonde armoniosamente per formare un ambiente unico in oltre un milione di chilometri quadrati di attrazioni panoramiche. Un paese dalle dimensioni di un continente, l’India possiede una ricchezza incredibile d’immagini e suoni, sapori e consistenze.

Da una vibrante e cosmopolita città alla quiete della campagna, collina stazione o una località balneare, l’India ha destinazioni, che offrono uno scenario di incomparabile bellezza per una riunione di business. Troverete un affascinante amalgama di tradizione e cultura, bellezza e natura, stile e splendore, calore, sentimenti e cortesie, comodità e convenienza, praticamente tutto per il viaggiatore esigente di oggi!

 Shari_23 taj mahal pictures at sunset (1)     Widows daubed in colours dance as they take part in the Holi celebrations at Vrindavan                    

La quota comprende :

Voli di linea con scalo Roma Delhi Roma in classe economica franchigia bagaglio 23 kg;10 notti in hotel 4 stelle; trattamento di pensione completa dal pranzo del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo;tutti gli ingressi ai siti e monumenti previsti nel programma;trasferimenti con bus con aria condizionata;guida accompagnatore locale in lingua italiana per tutta la durata del tour;assistenza in lingua italiala negli aereoporti;kit da viaggio;assicurazione medica e bagaglio.

 

La quota non comprende:

Tasse aereoportuali soggette a riconferma sino emissione dei biglietti aerei pari a euro 345,00;visto ingresso euro 90,00;mance per guide autisti a camerieri 35,00;

 

.

.

torna su