India del Nord ,Rajastan,Holi Festa dei Colori

In Breve

INDIA DEL NORD -RAJASTAN E L’HOLI-LA FESTA DEI COLORI

                       

Pittori impressionisti come Monet, Renoir e Degas, per tradizione amanti del colore e della luce, si sarebbero sentiti a propio agio durante l’HOLI FESTIVAL, una delle ricorrenze più vivaci e attese tra le festività indiane. Tre giorni di delirio collettivo multicore che celebra l’arrivo della primavera e con essa il periodo del raccolto, coinvolgendo tutta la società indiana a prescindere da religione o classe socialeProtagonosta assoluta una polvere naturale, chiamata AABIR o GULAL, dalle sgargianti tonalità di blu, rosso, giallo, turchese e rosa.

Passaggio nell’India del nord, tra gli imponenti palazzi reali dei Maharaja nel Rajasthan

Preparatevi a incontrare ovunque persone in festa. Quella di Holi è una ricorrenza che segna la fine dell’inverno e l’avvicinarsi della primavera. I fiori iniziano a sbocciare, il sole splende nel cielo e sembra che ogni altra cosa passi in secondo piano.

Più di ogni altra festività, Holi è il trionfo dell’India gioiosa ed esuberante. Lasciatevi trascinare dai costumi colorati, dai sari in seta, dai colori sgargianti, dagli incensi, dai suoni e dalle bandiere, dai templi e dai luoghi sacri di questo straordinario paese.

In India è una delle feste più attese dell’anno. L’Holi Festival celebra l’inizio della primavera e coinvolge migliaia di persone. La manifestazione è una ricorrenza annuale molto antica e ha inizio con lo spargimento di polvere colorata, canti e balli. E’ una festa collettiva che coinvolge tutta la popolazione. Tutti si abbracciano, si baciano, cantano, ballano e suonano per far trionfare l’amore. Infatti, questa è la festa dell’amore, della passione, della gioia, della fratellanza e del colore.

Il sole, la luna, le stelle, tutte le luci del mondo non potranno mai uguagliare la luce della Conoscenza. Emergiamo dall’oscurità e dall’ignoranza e realizziamo, attraverso la meditazione, la luce eterna dell’anima”.
(tratto da Sri Vidya n.4 pag.5)

Partenza: 17 marzo - 27 marzo
Durata: 11 giorni - 9 Notti
Gruppo minimo: 10 Persone
Costo per persona: Quota Per persona in doppia: € 2.395,00 sup. Singola € 530,00
Prenotazioni entro: Entro il 20 dicembre , versando acconto di euro 700,00 saldo entro 30 giorni dalla partenza Per tutte le prenotazioni pervenute entro il 20 ottobre,riduzione di euro 90,00 a persona e assicurazione contro annullamento al viaggio.,valore euro 120,00, GRATIS,che vi copre sino al giorno della partenza,semmai doveste annullare non avrete penali. ZERO PENALI

Il Programma di Viaggio

1° giorno:  ROMA – DELHI -
Ritrovo dei partecipanti presso aeroporto di Roma  e incontro con l’assistente per il disbrigo delle formalità aeroportuali.  Partenza con volo di linea diretto per  Dheli. Pasti e pernottamento a bordo.
jama_masjid_dilli6-522x350

2° giorno:  DELHI

Arrivo in Nuova Delhi ritiro dei bagagli e  incontro con la guida in lingua italiana. Inizio delle visite, i palazzi governativi (esterni)la vecchia Delhi: la Moschea, il Forte Rosso, il brulicante Chandni Chowk la Jama Masjid per terminare alla Connaught place.La città vecchia è attraversata dalla “Via dell’Argento” un susseguirsi colorato e vivace di botteghe a bazaar, che la separa in due parti: la parte settentrionale dove si trova la stazione ferroviaria e la parte meridionale dove sorge il Forte Rosso e la Jama Majid. Visita al luogo dove fù cremato Ghandi. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

3° giorno:  DELHI JAIPUR

Prima colazione in hotel e ultimazione delle visite di Delhi. Partenza in direzione di Jaipur. All’arrivo sistemazione in hotel, pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita del nascosto  tempio delle scimmie, il Galta Temple, un antico tempio dedicato al Dio Sole che si erge tra le colline a 10 chilometri ad est di Jaipur, famoso per ospitare un gran numero di macachi. Il tempio è lungo circa due chilometri e mezzo, ed è ricavato in una gola, sulla cima della quale sgorga una sorgente. L’acqua che scende viene raccolta in tre vasche posizionate su una lunga salita, nella prima solo gli uomini possono fare il bagno, nella seconda solo le donne e nella terza solo le scimmie sacre. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno: JAIPUR

Dopo la prima colazione, escursione al Forte Amber, suggestivo esempio di architettura Rajput.  All’arrivo, salita a dorso di elefante al forte (il ritorno è in jeep,elefanti su disponibilità del momento) che si trova arroccato sulle colline di Aravalli. Amber Fort, antica capitale sostituita poi da Jaipur nel 1728, su progetto del principe Jai Singh. La cittadella antica, labirinto di mura e torri massicce, avvolge un raffinato palazzo, sostenuto e intagliato con un milione di minuscoli specchi: il palazzo fortificato, un tempo sede principale del maharaja di Jaipur, è un meraviglioso esempio di architettura rajput con le sue terrazze e bastioni che si riflettono sul lago Maota. Pranzo in ristorante  locale.