IL MONTENEGRO E DUBROVNIK

sveti-stefan-beachkotorkotor-s-brdadubrovnik02dubrovnik01tara7cetinje_samostan_2__152324kotor_bay_montenegro_adriatic_seadurmitor-national-park-monpodgoricapodgorica_montenegro_78ehij2iwspodgorica-monastero-di-ostrog

In Breve

Lord Byron e Bernard Shaw, riguardo alla costa montenegrina hanno parlato con tanta emozione; nobili come la principessa inglese Margaret e attori tra i più famosi del mondo come Sofia Loren e Kirk Douglas l’hanno visitata, e le donne più belle del mondo come Doris Day e Claudia Shiffer hanno camminato sul pietroso selciato di questo paese”

Il Montenegro è un paese dai contrasti stupefacenti, dove le vaste montagne ed i canyon danno vita a 293 km straordinari di costa fatta di brillanti bracci di mare blu e dalle affascinanti Bocche di Cattaro (Bokakotorska). Dalla parte opposta invece, verso sud, c’è il lago di Scutari, che raggiunge il confine con l’Albania, il più grande lago dei Balcani con un proprio parco nazionale. Ci sono anche altri parchi nazionali, come il “Parco della montagna di Biograd” (Biogradska gora) nel centro-nord del paese, dove più di cinquanta specie diverse di alberi formano quasi una foresta vergine. Vicino a questo parco si trova Bjelasica, uno dei due più importanti centri sciistici del Montenegro. Il secondo centro sciistico è Durmitor, una montagna piuttosto alta, con diverse cime che superano i 2.000 metri, vicino a cui è situato un altro parco nazionale, il magnifico Tara canyon, secondo al mondo per la sua profondità (di 1.300 m.) e la sua notevole lunghezza. Alla fine del canyon si incontra il monte Lovcen, che si staglia sulla vecchia capitale Cetinje e la separa dalle Bocche di Cattaro.

Il piccolo Stato del Montenegro ha visto susseguirsi le dominazioni di Illiri, Romani, Slavi, Serbi e Ottomani….

il suggestivo golfo delle Bocche di Cattaro che è il più grande del Mediterraneo. Affacciate sul mare si trovano piccoli paesi come Risan, luogo di soggiorno della regina illirica Teuta; Perast; e la cittadina di Cattaro, dalla lunga tradizione marittima. Da Cattaro parte una strada tutta curve che sale verso la cima del monte Lovcen: vi si gode un magnifico panorama. Lungo la strada si trova di paese di Njegus, luogo di nascita della famiglia reale del Montenegro. Scendendo verso Podgorica si incontra Rijeka Crnojevic, che fu il luogo di villeggiatura estiva della famiglia reale montenegrina, oggi una piccola frazione attraversata dall’omonimo fiume che confluisce nel lago di Scutari. Vi si trovano ristoranti raffinati nei quali si possono gustare piatti a base di pesce appena pescato. Nel nord del Paese merita sicuramente una visita il Parco Nazionale di Durmitor, ricco di boschi, pascoli e paesaggi stupendi. Lungo la costa, la cittadina balneare di Budva è il fulcro del turismo estivo montenegrino, fra spiagge dorate e locali notturni. Vicino a Budva si trova Santo Stefano, un paese costruito su una piccola isola pietrosa collegata alla terraferma da un sottile lembo di terra. Stari Bar, invece, è un sito archeologico del Montenegro meridionale dove si possono ammirare dei magnifici resti adagiati sulla sommità della collina di Lundža. Pareti di roccia circondano la città vecchia rendendola quasi inaccessibile. Il primo insediamento, come dimostrano alcuni resti di vasellame e manufatti in metallo, risale all’800 a.C.

Partenza: 28 luglio - 04 agosto
Durata: 8 giorni 7 notti
Gruppo minimo: 10
Costo per persona: Euro 1.430,00 Sup. Singola 200,00
Prenotazioni entro: Entro 20 maggio, versando acconto di euro 630,00 saldo entro un mese dalla partenza

Il Programma di Viaggio

                 SONO PREVISTI VOLI DA TUTTA ITALIA

1° giorno: ITALIA – PODGORICA

podgorica_montenegro_78ehij2iws
Partenza con volo di linea per PODGORICA. Arrivo ed incontro con la guida in lingua italiana che resterà con voi per la durata del tour. Visita orientativa a piedi della città ( Podgorica (la ex Titograd), situata sulle rive di sei fiumi, presenta le caratteristiche di una moderna città europea. È il centro metropolitano e amministrativo del Montenegro.Cena e pernottamento.

giorno: PODGORICA – OSTROG – ZABLJAK (Parco Nazionale di Durmitor) Km 30

podgorica-monastero-di-ostrog

Prima colazione e partenza in pullman per Ostrog. Visita del monastero del XVII° secolo, fondato su una roccia e dedicato al metropolita Vsilije Ostroski in seguito proclamato santo. La leggenda vuole che il santo non sia morto, i miracoli avvengono perché Lui cammina… il più visitato santuario nel Montenegro. Ostrog, è il più grande santuario montenegrino nel quale si conservano i resti di San Basilio. La visita al monastero inserito nella roccia dell’alta montagna, nel quale anche oggi, dicono avvengano miracoli, è un’escursione inevitabile per turisti e pellegrini. Proseguimento per Žabljak. Arrivo e sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

3° giorno: ZABLJAK – KOLASIN Km 90

durmitor-national-park-mon

Prima colazione e partenza per Kolasin. Intera giornata dedicata alla visita del Parco Nazionale di Durmitor; il massiccio di Durmitor e la vicina area del fiume Tara sono il più maestoso spettacolo della natura del Montenegro e di tutta la penisola balcanica.

tara7

Il canyon del fiume Tara, 1300 metri di profondità, è il secondo canyon più profondo al mondo dopo quello del Colorado. Questa regione custodisce un vero e proprio tesoro naturale per la sua unicità e autenticità, tanto da essere dichiarato Parco Nazionale e anche patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il fiume Tara è considerato da molti come il più bel fiume d’Europa per questo è chiamato “il gioiello d’Europa”.
Arrivo, sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

4° giorno: KOLASIN – CETINJE – BUDVA Km 120

cetinje_samostan_2__152324

Prima colazione e partenza per Cetinje – vecchia capitale della Montenegro. Visita della città – l’antica capitale di Montenegro, le cui origini risalgono al Signore della Zeta Ivan Crnojević, che davanti all’invasione dei turchi abbandonò la città fortificata di Žabljak e la sostituì con il Campo di Cetinje. In quel luogo, nascosto nel terreno carsico quasi inaccessibile, costruì un palazzo reale nel 1482 e in seguito un monastero dove attualmente si trova la chiesa di Ćipur. Così nacque la nuova capitale di Montenegro che prese il nome dal fiume Cetinja che attraversava il campo di Cetinje.
Purtroppo il Monastero Crnojevića fu distrutto dai Turchi nel 1692 e il nuovo monastero di Cetinje nella località attuale fu costruito dal vescovo Danilo nel 1701 con l’utilizzo di alcuni elementi del vecchio monastero. Fu distrutto per ben altre due volte e per ben altre due volte ricostruito (anno 1724) e tutt’oggi conserva tale aspetto. Nel monastero di Cetinje attraverso i secoli furono prese numerose decisioni importanti per il popolo e lo stato Montenegrino. Con la costruzione del pallazzo reale nella sua forma originale (1863), Cetinje comincia a prendere una fisionomia urbana. Vengono costruite rappresentanze diplomatiche, istituzioni culturali, scuole, centri sanitari, alberghi. Anche se oggi Cetinje non è più la capitale di Montenegro, è rimasta comunque il centro spirituale, educativo e culturale dello Stato.
Pranzo libero e proseguimento per Budva – nel medioevo venne governata da re Serbi, da aristocratici del regno di Zeta e infine entrò a far parte dei domini della città di Venezia. La dominazione veneta durò per più di tre secoli fino a quando alla fine del XVIII secolo subentrarono gli Asburgo d’Austria che la conservarono fino al 1918, anno in cui entrò a far parte del regno di Yugoslavia. La città vecchia di Budva, caratterizzata da un’architettura tipicamente mediterranea, sorge su un’isoletta collegata alla terraferma da una lingua di sabbia che con il tempo si trasformò in penisola. È circondata da bastioni risalenti al XV secolo che formano un sistema di fortificazione medievale con porte, mura difensive e torri.
Arrivo e sistemazione in albergo. Passeggiata nella citta’ vecchia e cena in albergo.

5° giorno: BUDVA (DUBROVNIK) Km 250

dubrovnik01
Prima colazione, cena e pernottamento in albergo. Intera giornata dedicata all’escursione a Dubrovnik per la visita della bella città Croata – una delle pochissime città, al mondo, che può vantarsi di rappresentare un ideale più grande di se stessa.

dubrovnik02

Dubrovnik, con le sue mura spesse che lo hanno protetto per secoli, è simbolo di invincibilità, di bellezza che unisce l’amore per le gioie della vita, per il commercio, la fede religiosa, la cultura; straordinaria città protetta dall’Unesco come patrimonio Culturale dell’Umanità, per i suoi eccezionali monumenti circondati da mura secolari. Passeggiata lungo le mura cittadine e visita delle fortezze del Revelin, di San Giovanni e del Lovrijenac, posta su un dirupo di 40 metri. Visita del convento francescano di Mala Braća, uno dei più espressivi monumenti di Dubrovnik e dello Stradun, una delle più belle piazze d’Europa, circondata da eleganti palazzi. Proseguimento per il Prijeko, la via dei locali e dei ristoranti alla moda, e per la Ulica, la via dei negozi e delle gioiellerie. Visita alla Piazza del Mercato, affollata fin dal primo mattino, e alla bellissima Piazza della Loggia, su cui si affaccia il Palazzo Sponza riccamente decorato, la splendida torre dell’orologio con la loggia del campanile, il Palazzo del Gran Consiglio e la chiesa barocca di Sv. Vlaho, il patrono della città. Visita del Palazzo del Rettore, in stile tardo-gotico e sontuosamente ornato da una scalinata barocca con balaustra, e della chiesa di Velika Gospa, costruita grazie al contributo di Riccardo Cuordileone.

giorno: BUDVA (KOTOR) Km 70

 Prima colazione, cena e pernottamento in albergo.

kotor-s-brda

Intera giornata dedicata all’escursione a Kotor (citta’ protetta dall’ UNESCO). Visita della cittadina fortificata – nella parte sudorientale dell’Adriatico, seguendo i corsi dei fiume di una volta, si è formato il golfo Bocche di Cattaro. Nell’antico solco fluviale si sono formati dei bacini – Toplanski, Tivatski, Risanski e Kotorski, mentre nei punti di penetrazione del fiume antico si sono creati gli stretti – Kumborski e Verige. Questa regione è punto d’incontro del terreno carsico alto e basso e del mare, del continente e del mediterraneo, della civiltà d’Oriente e di quella d’Occidente. La ricchezza dei monumento culturali e storici nell’intera zona delle Bocche di Cattaro testimonia il passato storico agitato, la presenta di diverse civiltà, culture e stili: scavi preistorici, epoca ilirica, antichità, epoca preroaman, romana, gotica, rinascimento, barocco. La città del golfo che per la sua bellezza e valore del suo patrimonio naturale e cultura è tutelata dall’UNESCO è Kotor: ha un passato lungo più di due millenni, durante il quale è sempre stato un centro culturale e politico importante della zona del Sud Adriatico, città di commercianti e uomini di mare. Oggi vanta di avere uno dei nuclei storici medioevali meglio conservati. All’ospite curioso di oggi si presenta particolarmente imponente con le mura della città che l’abbracciano dall’alto e vantano di essere le mura veneziane più lunghe di tutto il Mediterraneo. Le mura sono costruite dal IX al XVIII secolo e sono lunghe 4,5 km. In alcuni punti sono alte fino a 20 m, e hanno uno spessore da 2 a 15 m. Dall’alto delle mura la vista spazia su tutto il golfo.

kotor
Tra i vari monumenti storici e culturali che si presentano al viaggiatore all’interno del centro storico, il monumento più importante è sicuramente la Cattedrale di San Trifone che fu consacrata nel lontano 1166. e che conserva le spoglie del santo già dal lontano anno 809. Oltre alla cattedrale, assolutamente da non perdere sono la chiesa di San Luca (XIII sec), la chiesa di Sant’Anna (XII sec), la chiesa di Santa Maria (XIII sec), la chiesa della Madonna della Salute (XV sec), il palazzo del Rettore (XVII sec), il teatro di Napoleone (XIX sec) e le bellissime piazze che sono punto di incontro delle viuzze che attraversano la città. Kotor è anche famosa per aver dato i natali a San Leopoldo Mandic, uno dei più grandi precursori ed apostoli dell’ecumenismo, già confessore a Venezia, Zara, Bassano del Grappa e Thiene e infine sepolto a Padova, città in cui aveva completato gli studi filosofici e teologici – e crociera attraverso le “Bocche di Cattaro” per la visita delle isole di Gospa od Škrpjela e S.Marco.

7° giorno: BUDVA – COSTA MONTENEGRINA – LAGO DI SCUTARI – PODGORICA Km 70

sveti-stefan-beach

Prima colazione e partenza in pullman lungo la Costa Montenegrina per visitare Miločer, Sveti Stefan, Petrovac. Sveti Stefan è stata in passato un’isoletta rocciosa con un villaggio fortificato che offriva un rifugio sicuro agli abitanti della zona dalle incursioni dei turchi e dei pirati. Secondo la tradizione, la tribù dei Pastrovic fondò questo centro utilizzando i tesori sottratti ai turchi nel XV secolo. In seguito venne collegata alla costa con una diga e venne abitata soprattutto da poveri pescatori. La sua popolazione però diminuì man mano a causa della emigrazione prima verso Costantinopoli e poi, in epoche più recenti, verso l’America e l’Australia. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’isola era quasi deserta. Grazie all’idea di illustri pittori montenegrini, infine fu trasformata in un lussuoso albergo, che, conservando l’affascinante struttura urbanistica e architettonica, offre un comfort in grado di soddisfare i turisti più esigenti. Si tratta dell’albergo più famoso e più bello, non solo del Montenegro, ma dell’intero Adriatico orientale.
Arrivo sul Lago di Scutari, pranzo e breve crociera su Lago e proseguimento per Podgorica.
Arrivo a nel tardo pomeriggio. Sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

8° giorno: PODGORICA – ITALIA

Prima colazione. Tempo a disposizione e trasferimento in aeroporto. Partenza con volo di linea per l’ITALIA.
Arrivo e fine dei servizi.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Viaggio aereo ROMA/PODGORICA/ROMA con voli di linea in classe economica
  • Trasferimenti aeroporto/albergo/aeroporto in pullman con assistenza
  • Sistemazione hotel di 4 stelle in camere doppie con servizi privati
  • Trattamento di pensione completa
  • Tour e visite come da programma in pullman con guida parlante italiano ed ingressi necessari
  • Crociera sulle Bocche di Cattaro
  • Crociera sul lago di Skoder (Scutari)
  • Assistenza guida/interprete per tutto il soggiorno
  • Assicurazione infortuni e bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali (circa € 125,00)
  • Bevande, extra in genere, mance e tutto quanto non espressamente indicato.
torna su