Il Meglio del West – da Los Angeles a San Francisco

istock-120911394antelope01162antelopecanyon_10timthumb-phpuna-mandria-di-bisontimubtvgrgrand-teton_greg-and-jan-ritchie_shutterstock-blogTeton Rush Hour - Print 31248078224634_f4323bbfb2_omesa-verdegrand-canyon_alexey-stiop_shutterstock-blogpalm-springscapodanno-a-los-angeles-e-crociera-baja-california_1665141usa_10279_monument_valley_luca_galuzzi_2007-525x350sanfrancisco_0-632x350sedona_arizona-466x350master_zabriskie_sunset_116-2-524x350

In Breve

GLI HOPI: IL POPOLO PACIFICO

UN VIAGGIO NEL PASSATO: LA MESA VERDE

UNA SCENOGRAFIA PERFETTA: LA MONUMENT VALLEY

Un viaggio indimenticabile…un mix tra natura e città! Alla scoperta dei principali parchi dell`ovest americano; dal maestoso e incantevole Grand Canyon al Bryce Canyon con le sue infinite e bizzarre formazioni rocciose, per non parlare della bellezza incontaminata dello Yosemite National Park.

Con visite esclusive a Mesa Verde…per non parlare dello Yellowstone. Ed ancora le metropoli…Las Vegas, scintillante oasi nel deserto del Nevada, la romantica San Francisco le cui case vittoriane, il Cable Car e il pittoresco quartiere del Fisherman’s Wharf vi rimarranno per sempre nel cuore… con Los Angeles, la “città degli angeli”.

Un Tour sulle tracce dei popoli nativi d’America, con visite che  in genere vengono esclusi dai grandi tour.

Nella lingua degli Hopi c’è la parola Koyacmisqatsi, che significa all’incirca caos causato per colpa propria e futuro incerto. Sembra quasi che questa parola antica si sia avverata nella situazione degli Hopi, oggi più difficile che mai.
Nel mezzo della riserva dei Navajo si trova la piccola riserva degli Hopi, fondata nel 1882, dove vivono ancora oggi circa 6000 membri di questa tribù.
Gli Hopi (significa pressappoco “il popolo pacifico”) sono probabilmente discendenti degli Anasazi precolombiani. Essi vivono oggi in comunità indipendenti che si trovano su tre mesas, (altipiani), alti 180 m. Sul primo di questi monti si trova Walpi, uno dei pueblo hopi più belli. Altrettanto degni di nota sono gli altri tre villaggi sulla seconda mesa, Mi-shongnovi, Shipaulovi e Shongopovi.

 

Partenza: 11 agosto - 26 agosto
Durata: 16 giorni 14 notti
Gruppo minimo: Minimo 15 persone
Costo per persona: Euro 4.480,00 € - Sup singola 1.100,00€ Se gruppo 20 persone la quota scende di € 380,00 per persona
Prenotazioni entro: 2 Aprile versando acconto di € 1480,00 , saldo a 30 giorni dalla partenza Per tutte le prenotazioni pervenute entro il 28 febbraio,riduzione di 50,00 a persona e assicurazione contro annullamento al viaggio gratis.

Il Programma di Viaggio

1°giorno: Italia – Los Angeles

capodanno-a-los-angeles-e-crociera-baja-california_1665

Ritrovo dei partecipanti  presso aereoporto della propia città e imbarco volo diretto a Roma e incontro con assistente dei Viaggi di Giorgio, disbrigo delle formalità e imbarco volo Air France via Parigie,diretto a Los Angeles Pasti e intrattenimento a bordo.

Arrivo a Los Angeles nel primo pomeriggio e  incontro con la guida e trasferimento in hotel.Se il tempo lo consente potremo effettuare una passeggiata e cenare a Santa Barbara.

Pernottamento in Hotel

2°giorno: Los Angeles – Williams

141

Visita  della città di Los Angeles.

Los Angeles è una città atipica per noi europei; anche rispetto alle altre metropoli americane presenta diversità tali da renderla unica e difficilmente apprezzabile se non dopo averla conosciuta per bene.

L.A. è vastissima: da est a ovest si estende per circa 47km, mentre da nord a sud per 71km, con una superficie totale di 1290 chilometri quadrati; Non esiste un centro città, ma un agglomerato di 88 quartieri, alcuni dei quali sono delle vere e proprie cittadine indipendenti. Visiteremo Beverly Hills, West Hollywood, Westwood, Bel Air, Santa Monica e Malibu.Percorreremo la famosa Hollywood Walk of Fame, la strada con le stelle di bronzo, composta da due marciapiedi che corrono lungo l’Hollywood Boulevard e la Vine Street, sulla collina di Hollywood, dove sono incisi i nomi delle star più famose.

palm-springs

Partenza da Los Angeles attraverso il deserto della California,pranzo libero durante il percorso. Arrivo a Williams in serata,pernottamento in hotel.

3°giorno: Williams – Grand Canyon

grand-canyon_alexey-stiop_shutterstock-blog

Prima colazione in hotel. Vi attende oggi una giornata memorabile, tra gli scenari più spettacolari degli Stati Uniti. In mattinata partenza in direzione nord attraverso l’Arizona per il Grand Canyon. Arrivo al Grand Canyon. Visita delle bellezze naturali del Grand Canyon sino al tramonto. Il Grand Canyon è uno dei fenomeni geologici più grandiosi. Scolpito naturalmente dal fiume Colorado, questi si snoda per 450 km attraverso un altopiano boscoso. Le gole frastagliate e scoscese possono raggiungere fino a 1600 metri di profondità. Formate da strati di colori variegati, esse corrispondono a tutti gli stadi della formazione geologica. I due versanti che formano il Grand Canyon distano 16 km in linea d’aria ma più di 450 km via terra. Da non perdere assolutamente i panorami mozzafiato all’alba o al tramonto.

Pernottamento in Hotel

4°giorno: Grand Canyon – Antelope Canyon – Monument Valley – Kayenta

usa_10279_monument_valley_luca_galuzzi_2007-525x350

Navajo National Monument       

antelopecanyon_10

162

antelope01

istock-120911394

Chi desidera provare ancora forti emozioni,potrà alzarsi per assistere all’alba sul Gran Canyon Partenza, costeggiando tutto l’east rim drive, il lato sud-est del gran canyon, proseguendo nell’Arizona nord-orientale, caratterizzato da una vasta e magnifica distesa di lievi alture e picchi torreggianti,si arriva a Page, per la visita di Antelope Canyon.

Una delle zone più belle di tutti gli Stati Uniti è proprio quella nei pressi di Page, a cavallo tra Ariona e Utah. Qui troverete meraviglie lavorate nei millenni dalla sapienza del vento e dell’acqua, panorami unici, colori surreali, natura selvaggia. L’Antelope Canyon, gestito dalla tribù Navajo è parte di tutto ciò e regala un’esperienza unica, nonostante la folla e sopratutto se sarete fortunati da trovare una bella giornata di sole. Formatosi migliaia di anni fa grazie all’erosione della pietra arenaria ad opera di vento ed acqua (avendo subito innumerevoli inondazioni), oggi regala un’incredibile spettacolo che solo andandoci potrete realmente apprezzare. A volte viene inspiegabilmente eliminato dagli itinerari di viaggio ma, andare nei pressi di Page e non visitare l’Antelope Canyon è davvero un errore imperdonabile.
Nessuno sa con esattezza la data di scoperta di questo spiral canyon, il nome deriva dal fatto che la zona era abbondantemente popolata di antilopi.

Partenza alla scoperta di Monument Valley: è la terra dei popoli Navajo e Hopi.Culla della cultura degli indiani Navajo,( I Navajo Native American Navajo) un’incantevole valle nota per le sue formazioni rocciose ,luogo spettacolare,scenario di tanti films western.Questo territorio vi sembrerà veramente familiare poichè la memoria vi porterà allo scenario naturale di “Ombre Rosse” e di numerosi altri films western.

Nella Monument Valley si innalzano enormi comignoli di arenaria rossa (fino a 610 metri) resi ancor più fantastici, all’alba e al tramonto del sole. La zona fa parte dell’immenso territorio indiano e, dal 1958, è divenuto riserva ufficiale Navajo. Escursione in 4×4 con accompagnatore navajo con  dimostrazione artigianale e cena BBQ a Mule Point

Pernottamento a Kayenta.

5°giorno: Kayenta – Cortez Mesa Verde – Canyonlands – Moab (259 km)

mesa-verde

Visita di Mesa Verde. E’ un altipiano attraversato dal Canyon, un tetto sul mondo posto a quasi tremila metri di altitudine, unico in tutti gli Stati Uniti e di bellezza ineguagliabile. Con lo sguardo si spazia in ogni direzione, abbracciando il territorio per un raggio di centinaia di chilometri. Qui fu trovato il Cliff Palace, il leggendario pueblo di Mesa Verde che conta ben 217 cavità o camere. Era il 1888 quando due cow-boy scoprirono questo palazzo-città di circa duecento stanze, costruito sotto un immenso tetto naturale di roccia. Poco distante uno dei due scoprì il secondo villaggio, Spruce Tree House, un po’ più piccolo di Cliff Palace, ma comunque da lasciare senza fiato.

I villaggi erano la testimonianza dell’esistenza di una popolazione indiana, e della sua elevata cultura, scomparsa senza lasciare altre tracce. Gli studiosi cominciarono ad esplorare accuratamente l’altipiano e attraverso i ricordi e le conoscenze delle tribù dei nativi si risalì al popolo Anasazi, i creatori di quei fantasmagorici pueblo.

Partenza in direzione di Moab

Prima di raggiungere Moab, potrete ammirare un altro parco meraviglioso, quello di Canyonlands per una breve escursione in  motolancia sul fiume Colorado seguita da uno spettacolo di suoni e luci.Esclusiva dei Viaggi di Giorgio,infatti tutti i tour in commercio fanno vedere il fiume solo dall’alto.

Pernottamento in Hotel

6°giorno: Moab – Arches – Flaming Gorge – Rock Springs (462 km)

8078224634_f4323bbfb2_o

Proseguimento per Arches, un altro rinomato parco nazionale, dove potrete ammirare la sua sinfonia di colori e forme uniche scolpite nella roccia. Durante il tragitto sosta e visita dello spettacolare Arches National Park, rinomato per i suoi archi di roccia scavati dal vento. Il tour prosegue  per Flaming Gorge fino a raggiungere Rock Springs nel pomeriggio. Pernottamento all’hotel Holiday Inn Rocksprings o similare.

7°giorno: Rock Springs – Grand Teton – Jackson Hole (382 km)

grand-teton_greg-and-jan-ritchie_shutterstock-blog

Partenza di primo mattino alla volta del Grand Teton National Park, rinomato per la sua roccia levigata dal granito, i suoi numerosi laghi spettacolari, unitamente alla sua flora e fauna.

Teton Rush Hour - Print 3124

Proseguimento per il suggestivo Jackson Hole, nello stato del Wyoming, un simbolo dell’autentico West selvaggio. Pernottamento all’hotel Antler Inn o similare

8°giorno: Jackson Hole – Yellowstone (172 km)

mubtvgr

Intera giornata dedicata alla visita del Parco di Yellowstone, il più vecchio e il più grande degli Stati Uniti. Lo Yellowstone Park è davvero un luogo di incontro tra terra e cielo. Potrete vedere da vicino i geyser attivi, le cascate scroscianti e i giganteschi canyon, ospita una tale varietà faunistica da essere chiamata il ‘Serengeti d’America’. Un tempo si diceva fosse un posto dove ribolliva l’inferno. Le prime spedizioni, compresa quella guidata dal dr. Ferdinand Hayden del Centro di Rilevamenti Geologici, hanno contribuito a convincere il Congresso a preservare questa zona. Il parco ospita oltre 300 diversi tipi di uccelli, tra cui il pellicano americano.

una-mandria-di-bisonti
Pernottamento all’hotel Best Western Crosswinds Yellowstone o similare.

9° giorno: Yellowstone – Salt Lake City (517 km)

 Salt Lake City -Temple Square

Il tour prosegue in direzione sud fino a Salt Lake City, la capitale dello Utah, sede delle Olimpiadi Invernali del 2004. Prima di arrivare in hotel, breve visita  al  Temple Square, il Tabernacolo dei Mormoni e il municipio. Pernottamento in hotel

Lasciata Salt Lake City, si prosegue sino a raggiungere la destinazione di oggi, il Bryce Canyon, uno dei più piccoli ma più visitati parchi americani, lungo “soltanto” 6 chilometri, è un vero spettacolo di bellezza in tutte le ore del giorno e della sera. Avrete occasione di ammirare un panorama meraviglioso, coronato da inconfondibili grotte e guglie rosse e gialle che si stagliano verso il cielo, con una tavolozza di sensazionali colori.Pernottamento in hotel

11°giorno: Bryce Canyon – Zion – Las Vegas (381 km)

timthumb-php

Mattinata trascorsa a visitare il parco di Zion, che è un ristretto canyon di circa 11 km, famoso per le sue sontuose formazioni di arenaria rosa. E’ un impressionante scenario di falesie di pareti alberate. Il parco offre incantevoli paesaggi, labirinti di gole, guglie e pinnacoli scolpiti nella roccia, di colore rosso e arancione, che si susseguono e cambiano il loro colore con la luce del sole e che potrete ammirare in un anfiteatro naturale di 32 km di diametro. In mezzo fitte foreste di pini e abeti abitate da animali come la lince e il cervo.  Dai suoi vari punti d’osservazione potrete ammirare un panorama con delle vedute mozzafiato. L’arrivo a Las Vegas e’ previsto in serataPernottamento all’hotel Mirage o similare .Vivamente consigliata una passeggiata sulla famosa “Strip” la srtrada dove si affacciano tutti i granfi hotel per assistere agli spettacoli che si tengono davanti le loro lobby.

12°giorno: Las Vegas – Death Valley – Mammoth Lakes (586 km)

master_zabriskie_sunset_116-2-524x350

Las Vegas Death Valley

Oggi si lascia la vasta estensione del deserto per iniziare l’ascesa sulle maestose montagne della Sierra Nevada. Visita alla Valle della Morte, monumento nazionale. Si raggiunge la località di Mammoth Lakes, rinomata stazione sciistica Californiana.

13°giorno: Mammoth Lakes – Yosemite – San Francisco (505 km)

sedona_arizona-466x350

Dopo aver raggiunto  il suggestivo Passo Tioga*, attraverso il quale si accede al parco nazionale di Yosemite e quindi alla valle omonima, potrete ammirarne le bellezze naturali. Giornata dedicata la parco. Il tour prosegue verso ovest e lasciando il parco e la Sierra Nevada, si continua alla volta di San Francisco dove si arriva nel  tardo pomeriggio.Primo approccio personale con la città.

Pernottamento in hotel

14°giorno: San Francisco

sanfrancisco_0-632x350

Giornata dedicata alla visita della città. Nel corso della visita verranno toccati i principali punti d’interesse quali: Civic Center, Opera House, Twin Peaks, Golden Gate, Fisherman’s Wharf, Chinatown, Union Square. Pranzo  di saluti in ristorante di lusso.

Pernottamento in hotel

15°giorno: San Francisco – Los Angeles – partenza

In mattinata trasferimento in aeroporto e volo di rientro, Air France via Parigi,diretto a Roma.Pasti e pernottamento a bordo.

16°giorno: Italia

Arrivo a Roma e fine dei nostri servizi. Chi deve proseguire per altra città, trasferimento al Terminal 1 e imbarco volo diretto alla propia destinazione.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

La quota comprende:

  • Volo di linea  Roma-Los Angeles-e San Francisco Roma in classe economica, franchigia bagaglio 23kg;operato da Air France via Parigi.
  • Pernottamento in hotel  indicati o similiari.
  • PRIMA COLAZIONE INCLUSA
  • 1 pranzo barbecue,e 1 pranzo di saluti
  • Bus G.T.per tutta la durata del tour;
  • Trasferimenti aereoporto-hotel con assistenza in lingua italiana;
  • Guida in lingua italiana per la durata del tour;
  • Assicurazione medico bagaglio;
  • Ingressi ai siti e parchi ove previsti;
  • Tasse di servizio negli hotel;
  • Kit da viaggio.
  • Accompagnatore da Roma dei Viaggi di Giorgio minimo 20 paganti

 

Non comprende:

  • Tasse aereoportuali e security soggette a riconferma sino ad emissione dei biglietti aerei,euro 480,00;
  • pasti non menzionati;
  • extra di carattere personale;
  • tutto quanto non previsto nella quota comprende.
  • Mance € 120,00 guide e autista.

Cambio applicato:  US 1 dollaro =  di euro, ogni variazione dovrà essere adeguata.

Facoltativo:  Assicurazione ANNULLAMENTO AL VIAGGIO  euro 140,00

OLTRE QUANTO PREVISTO NELLA  QUOTA COMPRENDE, SONO INCLUSE:

  • Le visite e le entrate ai siti dove previsto:
    • Mezza giornata di visita di Los Angeles
    • Entrata al Grand Canyon
    • Entrata al Navajo National Monument
    • Entrata a Monument Valley
    • Pranzo del 14 giorno
    • Entrata al parco di Mesa Verde
    • Un giro in motolancia al tramonto con spettacolo di suoni e luci
    • Entrata al Parco Nazionale di The Arches
    • Entrata al Parco del Grand Teton
    • Entrata al parco di Yellowstone
    • Entrata a Bryce Canyon
    • Entrata a Zion Canyon
    • Entrata alla Valle della Morte
    • Entrata al parco nazionale di Yosemite
    • Una giornata di visita di San Francisco

USA: procedure ingresso documenti

1) COMUNICAZIONE DEI PROPRI DATI PERSONALI PRIMA DELLA PARTENZA
In conformità al programma Secure Flight sviluppato da TSA (Transport Security Administration), autorità incaricata della Sicurezza degli Stati Uniti, ai passeggeri che viaggiano da/per o attraverso gli USA o che sorvolino lo spazio aereo americano per raggiungere altri Paesi (es. Canada, Cuba e Messico), viene richiesto di fornire al momento della prenotazione/emissione del biglietto e, comunque, entro e non oltre le 72 ore prima della partenza, i seguenti dati personali:nome e cognome (identici a quanto riportato sul passaporto), data di nascita, sesso, eventuale numero identificativo (codice assegnato dalle autorità americane a quei passeggeri i cui nomi sono stati inseriti erroneamente nella lista delle persone sotto osservazione).
Qualora un passeggero non fornisca tali dati, il suo dissenso comporterebbe l’impossibilità per lo stesso di viaggiare da/per gli USA e Canada.

I dati necessari possono essere forniti, modificati o aggiornati online oppure contattando il Call Center.

2) PROGRAMMA ‘VIAGGIO SENZA VISTO’ (VISA WAIVER PROGRAM)
Se viaggi per un periodo non superiore ai 90 giorni ed hai già il biglietto di ritorno, e se il tuo paese di nazionalità aderisce al ‘Programma Viaggia senza Visto’ o se sei nativo di uno di detti paesi, puoi recarti negli USA richiedendo un’autorizzazione anticipata al viaggio denominata E.S.T.A. (Electronic System for Travel Authorization) senza richiedere il visto di ingresso, ma solo se sei in possesso di un passaporto:

  • a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26/10/05
  • con foto digitale emesso o rinnovato fra il 26/10/05 e il 25/10/06
  • elettronico emesso o rinnovato a partire dal 26/10/06

Ciascun passeggero, inclusi bambini e neonati, deve essere munito di un passaporto individuale secondo i criteri sopra esposti.
I paesi aderenti al Programma ‘Viaggio senza Visto’ sono: Andorra, Australia, Austria, Belgio, Brunei, Corea del Sud, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Monaco, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica di Malta, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan e Ungheria.

La procedura E.S.T.A. deve essere effettuata via Internet al sito dedicato; questa procedura comporta il pagamento di $ 14, da pagarsi con carta di credito sullo stesso sito. Possiamo occuparci noi al costo di 25,00 euro.
Ti ricordiamo che in assenza di questa autorizzazione le autorità statunitensi non consentono l’imbarco sul volo.

3) RACCOLTA DELLE IMPRONTE DIGITALI O FOTOGRAFIE ALL’INGRESSO NEGLI USA
All’arrivo negli Stati Uniti, presso lo sportello immigrazione i passeggeri devono sottoporsi alla procedura che prevede la raccolta dei dati personali tramite l’archiviazione delle impronte digitali delle 10 dita o di fotografie.

 

 

 

 

torna su