I Maestri della Pittura Olandese

van-gogh_93729-800x600vangogh_starryhollandermarken-e-volndam-faroKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAhaarlemhaarlem_het_teylermuseum_rm315441_en_de_sint_bavokerk_rm19264_vanaf_de_korte_spaarne_foto4_2015-01-04_10-05the-haguefesta-del-re-ad-amsterdam-1goudaamsterdamrembrandt-van-rijnrembrandt-van-rijn-2

In Breve

Un itinerario colto e raffinato per pochi viaggiatori attraverso il Secolo d’Oro e non solo…

Le più celebri opere di famosi artisti i cui nomi già evocano le delicate atmosfere di quelle terre e le intricate vicende storiche e politiche, saranno indagati, giorno dopo giorno attraverso le meravigliose città medievali d’Olanda: Amsterdam, Rotterdam, Den Haag, Delft, Gouda, Haarlem, Edam e Volendam. Qui, durante il Seicento, il Secolo d’Oro, furono attivi Pieter de Hooch, Jacob van Ruisdael, Vermeer, Rembrandt che ammireremo nelle più belle collezioni artistiche olandesi, tra cui il Rijksmuseum che da poco ha riaperto le sue porte…


L’unica momento in cui mi sento vivo è quando dipingo.
(Vincent van Gogh)

Partenza: 25 aprile - 30 aprile
Durata: 6 giorni 5 notti
Gruppo minimo: in aggiornamento
Costo per persona: in aggiornamento
Prenotazioni entro: in aggiornamento

Il Programma di Viaggio

1° giorno: Roma – Amsterdam

amsterdam

Appuntamento per la partenza alle ore 7:00 all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino, Terminal 1, banco gruppi Alitalia, partenze, per le procedure di imbarco sul volo di linea diretto della compagnia Alitalia AZ 108 diretto ad Amsterdam con arrivo previsto alle ore 10.50.
All’arrivo trasferimento in pullman privato in centro città ed inizio delle visite.
Capitale dell’Olanda, Amsterdam si caratterizza per i suoi 160 canali, fiancheggiati da file di olmi e scavalcati da 1281 ponti che girano concentrici intorno al nucleo storico, formando un centinaio di isole affollate di case. Questo insediamento palafitticolo forma uno dei centri storici più vasti d’Europa, che ospita 42 musei tre dei quali – Stedelijk Museum, Rijksmuseum, Van Gogh Museum – di rilievo mondiale.

rembrandt-van-rijn-2
Dopo la pausa pranzo, dedicheremo il pomeriggio alla scoperta di uno dei più grandi protagonisti della pittura olandese del Seicento, e di tutti i tempi, Rembrandt van Rijn.
Partendo dalla piazza dedicata all’artista, in cui svetta una statua a grandezza naturale, ci recheremo alla Rembrandthuis, la casa dove Rembrandt lavorò e insegnò dal 1639 al 1656. Visse al pianterreno con la prima moglie Saskia van Uylenburgh, che vi morì nel 1642. L’interno, riportato all’antico splendore, è arredato con mobili, oggetti e opere d’arte inclusi nell’inventario stilato dal pittore alla vendita della casa nel 1656.
Assisteremo anche a un laboratorio per scoprire i segreti della tecnica dell’incisione, di cui Rembrandt rimane il maestro indiscusso di ogni tempo.

rembrandt-van-rijn
Proseguimento poi per la Oude Kerk, l’edificio religioso più antico della città, risalente nella sua forma attuale al 1306 e ampliato a più riprese. Cancellata ogni decorazione precedente al 1578, quando la chiesa passò ai protestanti, la chiesa conserva, nella cappella di Nostra Signora, bellissime vetrate rinascimentali del 1555, disegnate da Pieter Aertsen. Saskia, l’amata moglie di Rembrandt, riposa in questa grande chiesa.
Al termine delle nostre visite trasferimento in hotel, assegnazione delle camere riservate. Cena in ristorante e pernottamento.

2° giorno: Amsterdam – Gouda – Rotterdam – Amsterdam

gouda

Prima colazione a buffet in albergo.
In mattinata visiteremo la deliziosa cittadina di Gouda e la splendida chiesa di St. Janskerk, abbellita da meravigliose vetrate istoriate che rappresentano, simbolicamente, eventi politici del tempo: le storie bibliche alludono al conflitto tra cattolici e protestanti che condusse alla guerra dei Trent’Anni tra Spagna e Paesi Bassi. Realizzate tra i 1555 e il 1571, le vetrate furono lasciate intatte dagli iconoclasti che, per la loro indiscutibile bellezza, non ebbero il coraggio di distruggere.
Proseguimento per Rotterdam dove, dopo la pausa pranzo, inizieremo il vero viaggio dentro la pittura olandese. Ci attende infatti la visita al Museum Boijmans van Beuningen, una delle più pregiate collezioni d’arte dei Paesi Bassi.
Conosciuta soprattutto per la serie di dipinti dei maestri olandesi, la collezione copre l’intero spettro dell’arte europea, dalle opere medievali di van Eyck alle opere contemporanee di Dalì e di Kandinskij.
Al termine delle nostre visite rientro in pullman privato a Amsterdam. Pernottamento.

3° giorno: Amsterdam – The Hague – Delft – Amsterdam

Prima colazione a buffet in albergo.
In Olanda il 27 aprile è giornata di festa nazionale.

festa-del-re-ad-amsterdam-1

Prepariamoci ad assistere a variopinte manifestazioni di strada (dove il colore arancione è il protagonista indiscusso), ad ascoltare cori sacri e profani e ad essere coinvolti dal festoso popolo olandese in una delle tante celebrazioni organizzate per festeggiare il compleanno del re.

the-hague
Mattinata dedicata a The Hague e al Mauritshuis, costruita nel 1644 per il conte di Nassau, Johan Maurits. Questa casa divenne proprietà dello Stato nel 1822 che la destinò a sede della pinacoteca reale. Il museo è una delle più prestigiose istituzioni museali dei Paesi Bassi, nelle cui pareti, interamente occupate da quadri, spiccano La lezione di anatomia del dottor Nicolaes Tulp (1632) di Rembrandt, la Caccia ai pidocchi (1653) di Gerard ter Borch; la Ragazza con orecchino di perla (1665) e la celeberrima Veduta di Delft (1661) di Johannes Vermeer.
Al termine delle nostre visite trasferimento in pullman privato per il pranzo libero a Delft.
Delft gode di fama mondiale, grazie a Johannes Vermeer, la ceramica Blu Delft e la Casa Reale. La cittadina, di origine medievale, assunse la sua fisionomia definitiva nel Secolo d’Oro, quando fiorì un’intensa attività culturale che ebbe massima espressione nella Scuola di Delft, di cui fecero parte Carel Fabritius, Pieter de Hooch, Jan Steen, Jan Vermeer.
Dalla centrale piazza del Markt ci recheremo al Vermeer Centrum che presenta la vita e le opere del pittore Johannes Vermeer, il maestro della luce. Proseguiremo poi per l’importante polo religioso formato dalla Oude Kerk, la più antica chiesa della città; la Nieuwe Kerke, che conserva, tra l’altro, il monumentale mausoleo di Guglielmo il Taciturno e la tomba del principe Guglielmo d’Orange, con un bassorilievo di Canova; e il Prinsenhof, già convento di Sant’Agata e dimora di Guglielmo d’Orange.
Al termine delle nostre visite rientro in pullman privato a Amsterdam. Pernottamento.

4° giorno: Amsterdam - Haarlem – Amsterdam

haarlem

Prima colazione a buffet in albergo.
Questa mattina ci porteremo nel Nord dei Paesi Bassi, dove ci attende la visita di Haarlem, la piccola capitale della provincia e dei tulipani.
Sorta nel XII secolo, quando fu capitale della contea d’Olanda e fu cinta da mura, Haarlem si arricchì nel Quattrocento grazie al commercio e alla produzione di telerie. In seguito alla guerra contro la Spagna, quando la popolazione fu costretta ad arrendersi stremata dalla fame, Haarlem conobbe una decisa ripresa economica, divenendo una delle città più attive dei Paesi Bassi. La nascita e lo sviluppo della Scuola di Haarlem costituiscono l’esempio più distintivo.
Oggi Haarlem ospita due importanti musei. In mattinata visiteremo il Frans Hals Museum, dedicato al celebre pittore vissuto e morto a Haarlem. Acclamato come il primo artista “moderno”, Frans Hals (1580-1666) introdusse un nuovo realismo nella pittura, come dimostra il famoso Banchetto degli ufficiali della Guardia Civica di San Giorgio (1616). Oltre ai suoi dipinti, si trova una collezione di dipinti olandesi e arti applicate dal XVI al XVII secolo tra cui (1611) di Hendrick Goltzius; San Luca dipinge la Vergine e il Bambino (1532) su Maerten Jacobsz van Heemskerck.

haarlem_het_teylermuseum_rm315441_en_de_sint_bavokerk_rm19264_vanaf_de_korte_spaarne_foto4_2015-01-04_10-05
Dopo la pausa pranzo, visiteremo il più antico museo olandese: il Teylers Museum. Donato alla città nel 1778, per incrementare lo studio delle scienze, il museo raccoglie ricche collezioni di strumenti scientifici, di minerali e, soprattutto, 4000 disegni, incisioni e acqueforti di grandi maestri di ogni epoca e scuola: Rembrandt, Michelangelo, Raffaello, Watteau.
Al termine delle nostre visite rientro in pullman privato a Amsterdam. Cena in ristorante e pernottamento.

5° giorno: Amsterdam – Edam – Volendam – Amsterdam

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Prima colazione a buffet in albergo.
La giornata inizierà con la visita del celebre Rijksmuseum, al quale dedicheremo l’intera mattinata.
Il Rijksmuseum è situato nella Museumplein, una vasta spianata bonificata introno al 1880 con l’intento di edificare un nuovo quartiere residenziale. Il Rijks fu costruito nel 1885; nel 1905 si aggiunse lo Stedelijk Museum e nel 1973 il Van Gogh Museum.
Nel 2015 sono finalmente terminati i lavori per una nuova moderna entrata e per collegare il Van Gogh Museum con gli adiacenti Rijksmuseum e Stedelijk Museum. Così facendo si è davvero creato un polo museale artistico praticamente unico al mondo.
Il museo nazionale è uno dei più ricchi e celebri del mondo e le sue origini risalgono al lontano 1728, anno in cui la Repubblica Batava confiscò il patrimonio del principe Guglielmo V. Nel corso dell’Ottocento, le numerose donazioni private ne fecero lievitare il patrimonio, che oggi ammonta a circa 5000 quadri, 30000 opere di sculture e arti applicate, 17000 cimeli, 3000 opere d’arte orientale e un milione di stampe e disegni.
Il museo possiede anche un’incomparabile collezione d’arte olandese, la migliore del mondo. Dalle prime opere religiose ai capolavori del Secolo d’Oro, tra cui La ronda di notte (1642) di Rembrandt, uno dei dipinti puù celebri dell’artista e tra le opere più significative del nostro viaggio e La cameriera di Jan Veermer (1658).

marken-e-volndam-faro
Il pomeriggio prenderemo una pausa dalla pittura e lo dedicheremo alla scoperta delle graziose cittadine di Edam e Volendam, ubicate poco distante da Amsterdam e che raggiungeremo in pullman privato.
Dopo una breve sosta a Edam, capitale casearia d’Olanda per la produzione dei celebri formaggi esportati in tutto il mondo, proseguiremo per la vicina cittadina di Volendam, importante porto e una delle più affascinanti e visitate località dei Paesi Bassi.
Volendam ci catturerà per lo spettacolare porto, caratterizzato da piccole case di lego a specchio dell’acqua e dalle barche dai colori vivaci. Il sabato la cittadina si anima dei tanti pescatori di ritorno dopo una settimana di lavoro nei mari del Nord. La visita di questo borgo marinaro sarà di estrema piacevolezza.
Al termine delle nostre visite rientro in pullman privato a Amsterdam. Pernottamento.

hollander

6° giorno: Amsterdam – Roma

Prima colazione a buffet in albergo.
Per concludere il nostro viaggio nella pittura olandese, visiteremo l’importante Van Gogh Museum, progettato dall’architetto Gerrit Rietveld e Kisho Kurokawa.

van-gogh_93729-800x600

Il museo ospita la collezione raccolta dal fratello minore di Vincent, Theo, composta da oltre 200 dipinti, 500 disegni e le 850 lettere scritte dall’artista al fratello e agli amici. Tra le opere conservate si ricordano alcuni assoluti capolavori dipinti dal maestro quali, tra gli altri, La camera da letto di Arles (1888), I girasoli (1888) e Corvi nel campo di grano (1890).
Nel pomeriggio trasferimento in pullman privato verso l’aeroporto di Amsterdam, procedura di imbarco e partenza per Roma con volo di linea Alitalia AZ 109 con partenza alle ore 17:10 ed arrivo previsto all’aeroporto di Roma Fco alle ore 19:20.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

Il Tema del Viaggio

Gli attuali Paesi Bassi hanno il loro nucleo storico originario nella repubblica delle Province Unite, sorta nella seconda metà del XVI secolo da un aspro conflitto con la Spagna di Filippo II.
Per tutto il XVII secolo si sviluppò una vera e propria età dell’oro, e l’Olanda si affermò come uno dei centri più dinamici dello sviluppo economico, dell’arte e della cultura europei. Queste divisioni politiche, e religiose, provocarono un processo di differenziazione culturale tra Nord e Sud e una distinzione tra arte “olandese” e arte “fiamminga”, dalla cui tradizione tardo medioevale e rinascimentale quella olandese ebbe origine.in questo viaggio scopriremo una nuova forma di pittura, laica e borghese, nata dalla volontà di ricchi mercanti e disinvolti imprenditori che fecero dell’Olanda del Seicento, il Secolo d’Oro, una nazione giovane e ambiziosa indiscussa guida nella navigazione, nel commercio, nelle scienze e che decise di utilizzare l’arte per raccontarne le complesse vicende.
Non è un caso quindi che i principali temi dell’arte olandese siano il ritratto, la natura morta, la pittura d’interni, quella di genere e di paesaggio, rappresentata da sommi artisti quali Jan van Eyck, Hieronymus Bosch, Pieter Brueghel, Steen, Pieter De Hooch, Gabriel Metsu, Carel Fabritius, Frans Hals, Jacob Van Ruisdael. Questa tendenza alla descrizione analitica della realtà, all’uso strutturale della luce, all’attenzione ai generi è il patrimonio culturale che farà di Vincent van Gogh, il padre dell’espressionismo e delle avanguardie del Novecento. Visiteremo i maggiori musei d’Olanda, e del mondo, e ci innamoreremo di una cultura figurativa articolata, ricca di rimandi simbolici e allegorici il cui fascino è dimostrato anche dal crescente successo di pubblico per i film dedicati a Jan Vermeer o per le numerose mostre sul suo grandissimo contemporaneo Rembrandt van Rijn.
Segnaliamo che le date del viaggio coincidono con la Festa del Re, il Koningsdag, momento di estrema vivacità della città. Precederà il viaggio un incontro introduttivo sulla storia e sull’arte olandese riservato agli iscritti al viaggio al Palazzo della Cancelleria.
Viaggio a cura della prof.ssa Consuelo Lollobrigida, storico dell’arte.

La quota comprende:

  • voli di linea Alitalia A/R con operativi indicati (tasse aeroportuali escluse),
  • tutti i pernottamenti in hotel a cat. 4*,
  • tutti i trasferimenti in pullman GT privato da/per aeroporti e per tutte le escursioni e i trasferimenti,
  • tutti i biglietti d’ingresso/spese di apertura dei siti indicati,
  • spese di prenotazione,
  • visite guidate a cura di guide-conferenziere specializzate di Turismo Culturale Italiano,
  • un incontro orientativo sulla storia e l’arte olandese,
  • accompagnamento culturale da Roma,
  • prime colazioni a buffet,
  • due cene in ristorante,
  • tassa di soggiorno (ove prevista),
  • sistemi di microfonaggio,
  • assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., iva, imposte e tasse.
torna su