Guatemala e Honduras

ceibalceibal2rio-dulcesan-felipequiriguacopancopan2chichicastenangosan-cristobal-totonicapanlago-atitlaniximcheiximche2antiguaantigua2

In Breve

Un itinerario unico e affascinante tra architetture coloniali per conoscere la cultura Maya attraverso i siti di Copan, il parco nazionale di Tikal e i villaggi indigeni.

In Guatemala si trova uno dei siti archeologici più belli, importanti e famosi di tutto il Centro America, qui si trova la capitale dell’Impero Maya. Non soltanto mistero e fascino della cultura di un mondo ormai estinto, ma un autentico sito Unesco che lascia a bocca aperta. Tikal è la più estesa delle antiche città Maya in rovina: si trova in Guatemala, nel dipartimento di Petén, e si è affermata ultimamente come una delle maggiori mete turistiche al mondo. Non è difficile scoprirne i motivi: se avete voglia di immergervi in questa avventure, l’antica città di Tikal è quello che fa per voi. Il parco nazionale di Tekal in Guatemala dove sono immerse le rovine della città ha un’estensione di 550 chilometri quadrati e ospita migliaia di complessi risalenti all’era dell’antica civiltà.

L’Honduras è forse una delle mete meno battute di tutta l’America Centrale e proprio per questo nasconde zone del tutto incontaminate, paesaggi suggestivi e un mare che tocca tutte le sfumature del blu. Paradiso per quei turisti che amano definirsi “alternativi”, questo Paese tuttavia non ha solide basi economiche e ha una situazione politica piuttosto incerta. E ciò si vede anche nelle strutture turistiche. Detto ciò, non si può non considerare il passato artistico dell’epoca coloniale spagnola, né tantomeno le bellezze di Tegucigalpa, la capitale. Tra le altre mete preferite dai viaggiatori c’è Tela, il paradiso che tutti abbiamo in testa quando immaginiamo la spiaggia perfetta su cui perdere la cognizione del tempo. Sempre in tema di mare e spiagge da segnalare sono l’Islas de la Bahía, dove mangiare dell’ottimo pesce da comprare in baracchini e gustare direttamente in riva al mare. Se poi volete cambiare un po’ il panorama e concentrarvi sulla cultura del luogo, fate un salto a Comayagua, capitale dell’Honduras dal 1537 al 1880. Tipico esempio di architettura coloniale, è tra i più importanti di tutta la regione.

Partenza: 27 ottobre - 08 novembre
Durata: 13 giorni 12 notti
Gruppo minimo: 10 persone
Costo per persona: Euro 2.690,00 € Supplemento Singola € 700,00
Prenotazioni entro: versando un acconto € 800,00 - Saldo un mese prima della partenza

Il Programma di Viaggio

1° giorno: Città del Guatemala – Antigua

antigua

Partenza con volo di linea per Città del Guatemala delle ore 12,35. Pasti a bordo. Arrivo all’aeroporto internazionale “La Aurora” di Città del Guatemala alle ore 16,05, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con la nostra organizzazione locale Partenza per Antigua (45 km – circa 1 ora), cittadina posta a 1.530 metri di quota, sull’altipiano occidentale del Guatemala. Arrivo e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

2° giorno: Antigua – Chichicastenango

antigua2

Prima colazione in Hotel. Fondata nel 1543 e successivamente distrutta dal terremoto del 1773, Antigua è oggi una stupenda cittadina coloniale dove l’arte e l’architettura ispanica si presentano nella forma più espressiva ed autentica, tanto da essere stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Giornata dedicata alla visita della città situata sull’altipiano guatemalteco in una posizione stupenda, sospesa tra i coni dei vulcani Agua, Acatenango e Fuego. Visita del Centro Culturale La Azotea, dove si trova una finca di caffè ed il Museo della musica maya “Casa K’Ojom”. Al temine delle visite, partenza per Chichicastenango (km 130 – circa 2 ore), cittadina posta a 2.071 metri di quota. Sistemazione in Hotel e pernottamento.

3° giorno: Chichicastenango – Quetzaltenango

chichicastenango

Prima colazione in Hotel. Visita del mercato indigeno che si sviluppa attorno al piazzale della chiesa di Santo Tomas dove gli indios venerano sia i santi cristiani che le loro divinità pagane. Il mercato ha una tradizione millenaria e nonostante l’ avvento dei turisti si trovano ancora gli indios che vendono i frutti della loro terra. Si prosegue con la visita della Piazza centrale e della chiesa di Santo Tomas. All’interno della chiesa gli indios tracciano per terra lunghe file di candele e di petali di rose, mentre recitano preghiere secolari. Passeggiata a piedi per raggiungere la collina di Pascual Abaj dove ancora oggi si svolgono riti pagani. Al termine partenza per Quetzaltenango (km 100 – circa 2 ore), città che conserva le costruzioni coloniali più antiche del Guatemala. Arrivo e sistemazione in Hotel e pernottamento.

4° giorno: Quetzaltenango – Panajachel

san-cristobal-totonicapan

Prima colazione in Hotel. Proseguimento per il villaggio di San Andres Xecul per la visita della splendida chiesa color senape adornata da angeli e tralci di frutta pendenti. Sosta a San Cristobal Totonicapan, cittadina sorta sul luogo d’incontro di due fiumi, nota per la produzione degli abiti per le “fiestas”. Proseguimento per San Francisco el Alto dove il venerdì si svolge il mercato artigianale e del bestiame. Al termine delle visite, partenza per Panajachel, sulle rive del Lago Atitlan, nel paesaggio di vulcani e foreste. Arrivo e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

5° giorno: Lago Atitlan

lago-atitlan

Prima colazione in Hotel. Mattinata dedicata alla navigazione in barca privata a motore sul lago Atitlan, conosciuto come il più bello del mondo per il suo paesaggio suggestivo. Visita di Santiago de Atitlan, il villaggio più grande della comunità Tzutuhil, della chiesa francescana e della confraternita di Maximon. Proseguimento della navigazione per il villaggio di Santa CatarinaPalopò, dove ancora oggi, le donne nei loro tipici costumi locali, tessono con le antiche tecniche pre-ispaniche e di San Antonio Palopò. Rientro in Hotel e pernottamento. In caso di maltempo o vento forte, le escursioni in barca possono essere sospese. In questo caso le visite dei villaggi di Panajachel e Santa Catarina Palopò verranno effettuate via terra.

6° giorno: Panajachel – Iximchè – Antigua

iximche

iximche2

Prima colazione in Hotel. Partenza per il rientro ad Antigua. Sosta lungo il percorso per la visita delle rovine di Iximché, capitale del popolo Cakchilquel: poderosi guerrieri e abili costruttori di città fortificate. Nel sito si possono ammirare alcuni campi per il gioco della palla costruiti attorno a quattro piazze principali e alcuni edifici ricoperti di stucco ancora ben conservati nonostante i numerosi terremoti che hanno colpito la zona. Proseguimento per Antigua, arrivo e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

7° giorno: Antigua – Copan (Honduras)

copan2

copan

Prima colazione in Hotel. Di primo mattino partenza per Copan (km 290 – circa 4 ore) attraverso la pianura del Caribe. Disbrigo delle veloci formalità doganali al confine con l’Honduras e arrivo al Parco di Copan posto a 610 metri di quota. Visita dell’interessante Parco Archeologico considerato il centro politico del Mondo Maya risalente al periodo classico. La città, scoperta dall’archeologo Alfred P. Maudslay nel 1881, si trova in una piccola valle circondata da montagne. Si visiteranno: la Piazza delle Cerimonie, le cui gradinate venivano utilizzate dalla popolazione per assistere a celebrazioni e riti (si calcola che la piazzapotesse contenere fino a 50.000 spettatori), la Gradinata dei Geroglifici con circa 2500 iscrizioni, la Tribuna degli Spettatori, il campo da Gioco, la Scalinata dei Giaguari e il Tempio 22. Al termine sistemazione in Hotel e pernottamento.

8° giorno: Livingston – Quirigua – Copan

quirigua

Prima colazione in Hotel. Di primo mattino partenza per Copan attraverso la pianura del Caribe. Lungo il percorso, immerso in una folta vegetazione tropicale, si trova il complesso astronomico di Quirigua, risalente al periodo classico dellaciviltà Maya. Visita del sito, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, che vanta le stele più alte di questa civiltà (fino a 10 metri), con incisioni particolarmente raffinate. Proseguimento per Copan, disbrigo delle veloci formalità doganali al confine con l’Honduras e arrivo al Parco di Copan posto a 610 metri di quota. Visita dell’interessante Parco Archeologico considerato il centro politico del Mondo Maya risalente al periodo classico. La città, scoperta dall’archeologo Alfred P. Maudslay nel 1881, si trova in una piccola valle circondata da montagne. Si visiteranno: la Piazza delle Cerimonie, le cui gradinate venivano utilizzate dalla popolazione per assistere a celebrazioni e riti (si calcola che la piazzapotesse contenere fino a 50.000 spettatori), la Gradinata dei Geroglifici con circa 2500 iscrizioni, la Tribuna degli Spettatori, il campo da Gioco, la Scalinata dei Giaguari e il Tempio 22. Al termine delle visite, sistemazione in Hotel e pernottamento.

9° giorno: Puerto Barrios – Rio Dulce – Flores

rio-dulce

san-felipe

Prima colazione in Hotel. Partenza con barca a motore per la navigazione (1 ora circa), attraverso la più importante Riserva Ecologica del Guatemala, situata nel Delta del Lago Izabal, risalendo il Rio Dulce, nel panorama di canyon e canali, e il lago El Golfete. In queste acque vivono i lamantini, enormi mammiferi che possono pesare più di una tonnellata. Arrivo al villaggio di Fronteras o Rio Dulce. Sulla sponda opposta si trova il Castillo de San Felipe, una fortezza costruita dagli spagnoli per ostacolare le invasioni degli inglesi, proprio all’ ingresso del Lago Izabal. Visita della fortezza e partenza per Flores (km 200 – circa 4 ore) attraverso la foresta pluviale del nord. Arrivo, sistemazione in Hotel e pernottamento.

10° giorno: Escursione a Rio la Pasion – Ceibal

ceibal

Prima colazione in Hotel. Navigazione lungo il Rio La Pasion per raggiungere Ceibal, dove sarà possibile visitare il gruppo archeologico con le stele maya perfettamente conservate. Rientro in Hotel a Flores e pernottamento.

11° giorno: Escurisone a Tikal

ceibal2

Prima colazione in Hotel. Visita del Centro Archeologico di Tikal, uno dei più grandi e meglio conservati siti archeologici della civiltà Maya, situato nel mezzo del Parco Nazionale di Tikal, una riserva di circa 570 kmq. Tra i tanti alberi che crescono nella zona si trova anche la “Ceiba”, albero sacro ai Maya, il cui legno veniva utilizzato per fabbricare le travi e le architravi destinate alla costruzione di templi e palazzi. Visita dei templi, alti più di 44 mt, attraverso un percorso a piedi nella foresta che permette anche di scoprire la flora e la fauna locale: numerose specie d’uccelli, scimmie urlatrici e iguane. Rientro in Hotel a Flores e pernottamento.

12° giorno: Flores – Città del Guatemala – Rientro in Italia

Prima colazione in Hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per la partenza del volo di linea da Flores a Città del Guatemala. Arrivo a Città del Guatemala e breve visita della città e del Museo Popol Vuh (chiuso il lunedì). Trasferimento in aeroporto, almeno 3 ore prima, per il volo di linea per Madrid. Pasti e pernottamento a bordo.

13° giorno: Madrid – Arrivo in Italia

Arrivo a Madrid e proseguimento per Roma

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

IL PREZZO INCLUDE:

  • Sistemazione negli hotels in bb
  • Voli di linea  in classe economica franchigia bagaglio 20 kg.via Miami
  • Colazione americana in tutti gli hotel
  • Pasti come da programma
  • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma
  • Trasporto privato in Van Americana o microbus o autobus.
  • Guide locali di lingua italiana
  • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma
  • Tasse alla frontiera Guatemala – Honduras
  • Facchinaggi negli aeroporti e hotels
  • Kit di Viaggio
  • Assicurazione medica (massimale 10.000,00)e bagaglio (massimale 1500,00) e ANNULLAMENTO AL VIAGGIO (intero valore del viaggio tasse  escluse)

IL PREZZO NON INCLUDE:

  • Le cene e i pasti non indicati nel programma
  • Tasse aereoportuali soggette a riconferma pari a euro 265,00
  • Bevande ed extras personali negli hotels e nei ristoranti
  • Mance ad autisti e guide
  • Esta
torna su