Guatemala e Honduras

ceibal2-466x350quirigua1copan2copaniximcheiximche2lago-atitlan1san-cristobal-totonicapan-466x350chichicastenangoantiguaantigua2

In Breve

Il Guatemala, posizionato in quella parte del Centro America dove si sviluppò la cultura dell’Impero Maya, è un paese che offre la possibilità di visitare meravigliosi siti archeologici, splendide città coloniali, spiagge quasi dimenticate e vulcani ancora attivi da cui si godono splendidi paesaggi.

Un viaggio dove popolazioni, natura, storia e folklore dipingono un quadro a tinte forti con una pennellata di avventura che lo rende ancora più vivo. Studiato per poter meglio assaporare la realtà del Guatemala, dai suoi mercati coloratissimi alle bellezze naturali della sua terra, dall’intrico della sua foresta del Peten al fascino delle meraviglie dell’architettura maya nascoste nella fitta vegetazione. Il viaggio consente di conoscere tutti i principali aspetti del Guatemala e ingloba qualche giorno al mare alla fine che è cosa sempre gradita. Si passa dalla storia recente a quella antica, attraverso una natura meravigliosa e si visitano alcuni  siti definiti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità (Antigua, Tikal, Quirigua,  ). Ci immergeremo nei colori fra la gente, respireremo l’atmosfera densa di misteri di una civiltà antichissima e ci scopriremo improvvisati esploratori in un mondo che ancora cela con tanta gelosia numerosi frammenti della sua storia

In volo dall’Italia raggiungiamo Guatemala City per poi  spostarci su Antigua e toccheremo Chichicastenango, e le sorgenti calde di Fuentes Georgina, antica capitale maya con le rovine di Kumarkae, il Lago Atitlan e i suoi villaggi lacustri, Copan, Quirigua, Rio Dulce, Flores Rientriamo a Flores da dove partiamo per Tikal il principale centro Maya del Peten,

Un estensione in Honduras rendono questo tour davvero emozionante e unico. L’Honduras è particolarmente famoso per le sue bellissime Rovine Maya e soprattutto per i piccoli angoli di paradiso che si nascondono tra gli isolotti del Mar dei Caraibi o ancora per i paesini rurali pieni di colore e folklore.
Se decidete di visitare l’Honduras non potete perdervi assolutamente le rovine maya di Copan. Si trovano a pochi chilometri dal confine del Guatemala, a sud est.

Partenza: 12 agosto - 24 agosto
Durata: 13 giorni 12 notti
Gruppo minimo:
Costo per persona:
Prenotazioni entro:

Il Programma di Viaggio

1° Giorno: Milano - Città del Guatemala – Antigua

antigua

Ritrovo dei partecipanti presso aereoporto di Malepensa e operazioni di imbarco volo diretto a Città del Guatemala via Miami. Arrivo all’aeroporto internazionale “La Aurora” di Città del Guatemala, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con la nostra organizzazione locale. Partenza per Antigua (45 km – circa 1 ora), cittadina posta a 1.530 metri di quota, sull’altipiano occidentale del Guatemala. Raccolta in una piana delimitata da tre vulcani, stupisce per la sua inaspettata e quasi incredibile bellezza. Suggestive strade acciottolate, case dalle calde tonalità senape e ocra ricche di elementi decorativi coloniali e il grande frondoso parco centrale. La profusione di scuole di lingua, ristoranti di alto livello e vivaci bar alla moda hanno reso Antigua un polo d’attrazione per gli studenti di lingue e gli amanti della bella vita. Venne fondata il 10 marzo 1543 e fu capitale coloniale per 233 anni. La capitale venne quindi trasferita a Città del Guatemala nel 1776, dopo che Antigua subì danni molto ingenti nel grande terremoto del 29 luglio 1773. La città fu poi lentamente ricostruita, conservando gran parte della propria personalità e degli elementi tradizionali che in passato l’avevano caratterizzata. Nel 1979 l’UNESCO la proclamò Patrimonio mondiale dell’Umanità. La maggior parte degli edifici di Antigua risale al periodo tra il XVII e il XVIII secolo, epoca in cui la città era un ricco avamposto spagnolo e la Chiesa cattolica esercitava un enorme potere. Oggi si possono ammirare molti edifici di epoca coloniale, oltre a numerose rovine di strutture altrettanto straordinarie che sono state conservate e aperte al pubblico.

Arrivo e sistemazione in Hotel Soleil La Antigua. Cena e pernottamento.

2° Giorno: Antigua – Chichicastenango – Qutzaltenango

 chichicastenango

Prima colazione americana in albergo e partenza per Chichicastenango (km 130 – circa 2 ore), cittadina posta a 2.071 metri di quota. Visita del mercato indigeno che si sviluppa attorno al piazzale della chiesa di Santo Tomas dove gli indios venerano sia i santi cristiani che le loro divinità pagane. Il mercato ha una tradizione millenaria e nonostante l’ avvento dei turisti si trovano ancora gli indios che vendono i frutti della loro terra. Si prosegue con la visita della Piazza centrale e della chiesa di Santo Tomas. All’interno della chiesa gli indios tracciano per terra lunghe file di candele e di petali di rose, mentre recitano preghiere secolari. Passeggiata a piedi per raggiungere la collina di Pascual Abaj dove ancora oggi si svolgono riti pagani. Al termine partenza per Quetzaltenango (km 100 – circa 2 ore), città che conserva le costruzioni coloniali più antiche del Guatemala. Arrivo e sistemazione in Hotel Grand Santa Maria e cena e pernottamento.

3° Giorno: Quetzaltenango – Panajachel

 san-cristobal-totonicapan-466x350

Prima colazione in Hotel. Proseguimento per il Villaggio di San Andres Xecul per la visita della splendida Chiesa color senape adornata da angeli e tralci di frutta pendenti. Sosta a San Cristobal Totonicapan, cittadina sorta sul luogo d’incontro di due fiumi, nota per la produzione degli abiti per le “fiestas”. Proseguimento per San Francisco el Alto dove il venerdì si svolge il mercato artigianale e del bestiame. Al termine delle visite, partenza per Panajachel, sulle rive del Lago Atitlan, nel paesaggio di vulcani e foreste è una delle zone turistiche più importanti in Guatemala. Arrivo e sistemazione in Hotel Porta del Lago. Cena e Pernottamento.

4° Giorno: Lago Atitlan

lago-atitlan1

Prima colazione in Hotel. Mattinata dedicata alla navigazione in barca privata a motore sul Lago Atitlan, conosciuto come il più bello del mondo per il suo paesaggio suggestivo. Visita di Santiago de Atitlan, il villaggio più grande della comunità Tzutuhil, della Chiesa Francescana e della confraternita di Maximon. Proseguimento della navigazione per il villaggio di Santa Catarina Palopò, dove ancora oggi, le donne nei loro tipici costumi locali, tessono con le antiche tecniche pre-ispaniche e di San Antonio Palopò. Rientro in Hotel e pernottamento. In caso di maltempo o vento forte, le escursioni in barca possono essere sospese. In questo caso le visite dei villaggi di Panajachel e Santa Catarina Palopò verranno effettuate via terra.Cena e pernottamento.

5° Giorno: Panajachel – Iximchè – Antigua

iximche2

iximche

Prima colazione in Hotel. Partenza per il rientro ad Antigua. Sosta lungo il percorso per la visita delle rovine di Iximché  uno dei siti archeologici più interessanti del Guatemala e la perfetta testimonianza della storia millenaria del paese. Il sito archeologico di Iximché si trova nell’ovest del Guatemala, a circa 90 chilometri da Guatemala City. La città è stata costruita nel 1470 ed è situata a oltre 2.200 metri di altezza su una ripida collina, posizione perfetta per difendersi dagli attacchi nemici. Si tratta di uno dei siti archeologici più affascinanti del Centro America. Iximché è stata infatti la capitale del potente Regno Maya di Kaqchikel dalla fondazione fino al suo abbandono, nel 1524. Conobbe un rapido sviluppo e una grande crescita demografica, ben testimoniata dagli oltre 160 edifici riportati alla luce dagli archeologi. La città si sviluppa su grandi piazze aperte, su ognuna delle piazze si affacciano suggestivi templi piramidali. All’interno del sito archeologico sono presenti numerosi edifici ben conservati che testimoniano il gusto architettonico dei Maya e la notevole competenza tecnologica. Sono stati inoltre ritrovati numerosi resti umani oggi custoditi nel museo dedicato all’interno del sito. Un aspetto interessante e un po’ oscuro che caratterizza Iximché è rappresentato dalla pratica dei sacrifici umani celebrati nei templi e documentata dagli storici. Nel sito si possono ammirare alcuni campi per il gioco della palla costruiti attorno a quattro piazze principali e alcuni edifici ricoperti di stucco ancora ben conservati nonostante i numerosi terremoti che hanno colpito la zona. Proseguimento per Antigua, arrivo e sistemazione in Hotel Soleil La Antigua. Cena e Pernottamento.

6° Giorno: Antigua

antigua2

Prima colazione in Hotel. E’ stata fondata nel 1543 e successivamente distrutta dal terremoto del 1773. La città fu poi lentamente ricostruita  conservando gran parte della propria personalità e degli elementi tradizionali che in passato l’avevano caratterizzata. Raccolta in una piana delimitata da tre vulcani (Agua, Acatenango e Fuego), stupisce per la sua inaspettata e quasi incredibile bellezza. Suggestive strade acciottolate, case dalle calde tonalità senape e ocra ricche di elementi decorativi coloniali e il grande frondoso parco centrale (sopra descritto) sono le principali attrattive. La profusione di scuole di lingua, ristoranti di alto livello e vivaci bar alla moda hanno reso Antigua un polo d’attrazione per gli studenti di lingue e gli amanti della bella vita. Nel 1979 l’UNESCO la proclamò Patrimonio mondiale dell’Umanità. La maggior parte degli edifici di Antigua risale al periodo tra il XVII e il XVIII secolo, epoca in cui la città era un ricco avamposto spagnolo e la Chiesa cattolica esercitava un enorme potere. Oggi si possono ammirare molti edifici di epoca coloniale, oltre a numerose rovine di strutture altrettanto straordinarie che sono state conservate e aperte al pubblico. Giornata dedicata alla visita della città in particolare si visiterà il Centro Culturale La Azotea, dove si trova una finca di caffè ed il Museo della musica maya “Casa K’Ojom”.

7° Giorno: Antigua – Copan (Honduras)

Prima colazione in Hotel. Di primo mattino partenza per Copan (km 290 – circa 4 ore) attraverso la pianura del Caribe. Disbrigo delle veloci formalità doganali al confine con l’Honduras e arrivo al Parco di Copan posto a 610 metri di quota. Visita dell’interessante Parco Archeologico considerato il centro politico del Mondo Maya risalente al periodo classico. La città, scoperta dall’archeologo Alfred P. Maudslay nel 1881, si trova in una piccola valle circondata da montagne. Si visiteranno: la Piazza delle Cerimonie, le cui gradinate venivano utilizzate dalla popolazione per assistere a celebrazioni e riti (si calcola che la piazza potesse contenere fino a 50.000 spettatori), la Gradinata dei Geroglifici con circa 2500 iscrizioni, la Tribuna degli Spettatori, il campo da Gioco, la Scalinata dei Giaguari e il Tempio 22. Al termine sistemazione in Hotel Marina Copan e cena e pernottamento.copan

copan2

Le rovine (Copan è più propriamente il nome del paesino limitrofo) sono le più belle e interessanti del Centro America; non è particolarmente vasto, ma risulta veramente molto affascinante, anche più di Tikal (Guatemala). Il centro archeologico ci mostra ancora intatte le bellissime costruzioni Maya di carattere politico, culturale e religioso. Molto belli il Palazzo del Re, Lo stadio Militare, La scalinata Geroglifica e il piccolo campo di Pelota.

Il parco, essendo una delle più importanti attrazioni turistiche, viene tenuto in maniera veramente impeccabile, tanto che solo passeggiare risulterà appagante e molto rilassante.
La storia dell’area risale al 1000 ; in questo periodo i Maya si trovavano ancora nel fiore della loro civiltà, tanto che Copan rappresentava una delle comunità più fiorenti di tutto il territorio centroamericano.  Come abbiamo già detto nella sezione dedicata alla storia del popolo autoctono, con l’andare avanti del tempo la civiltà implose su se stessa e andò alla decimazione a causa di carestie e pestilenze. Le rovine vennero scoperte dagli europei molto più tardi dopo la colonizzazione, nel 1576 da Diego Garcia de Palacios… rimasero però abbandonate a se stesse nella giungla fino al 1839 quando una spedizione americana le riportò alla luce.

8° Giorno: Copan – Quirigua – Livingston

Partenza in pullman per Puerto Barrios porto marittimo e capitale del dipartimento di Izabal sulla Costa dei Caraibi del Guatemala. La sua popolazione è di circa 40.000 persone. È anche il cuore commerciale della regione, perché ha due porti: Puerto Barrios e Santo Tomás de Castilla. Santo Tomás è il più grande porto del paese. Durante il  percorso, visita del centro archeológico di Quirigua. Qui si potrà ammirare la più grande pietra scolpita dai Maya, il suo peso è di circa 65 tonnellate. Proseguimento in motolancia per Livingston. Sistemazione presso l’hotel Villa Caribe o similare. Cena Pernottamento.

9° Giorno: Livingston – Rio Dulce – Flores

 

 Prima colazione in Hotel. Partenza con barca a motore per la navigazione (1 ora circa), attraverso la più importante Riserva Ecologica del Guatemala, situata nel Delta del Lago Izabal, risalendo il Rio Dulce, nel panorama di canyon e canali, e il lago El Golfete. In queste acque vivono i lamantini, enormi mammiferi che possono pesare più di una tonnellata. Arrivo al villaggio di Fronteras o Rio Dulce. Sulla sponda opposta si trova il Castillo de San Felipe, una fortezza costruita dagli spagnoli per ostacolare le invasioni degli inglesi, proprio all’ ingresso del Lago Izabal. Visita della fortezza e partenza per Flores (km 200 – circa 4 ore) attraverso la foresta pluviale del nord. Arrivo, sistemazione in Hotel La Casona del lago e cena e  pernottamento.

10° Giorno: Escursione a Rio la Pasion – Ceibal

Prima colazione in Hotel. Navigazione lungo il Rio La Pasion per raggiungere Ceibal, dove sarà possibile visitare il gruppo archeologico con le stele maya perfettamente conservate. Box Lunch incluso. Rientro in Hotel a Flores e cena e  pernottamento.

11° Giorno: Tikal – Città del Guatemala

ceibal2-466x350

Prima colazione in Hotel. Visita del Centro Archeologico di Tikal, uno dei più grandi e meglio conservati siti archeologici della civiltà Maya, situato nel mezzo del Parco Nazionale di Tikal, una riserva di circa 570 kmq. Tra i tanti alberi che crescono nella zona si trova anche la “Ceiba”, albero sacro ai Maya, il cui legno veniva utilizzato per fabbricare le travi e le architravi destinate alla costruzione di templi e palazzi. Visita dei templi, alti più di 44 mt, attraverso un percorso a piedi nella foresta che permette anche di scoprire la flora e la fauna locale: numerose specie d’uccelli, scimmie urlatrici e iguane. Al termine della visita pranzo in ristorante e trasferimento in Aeroporto e partenza per Guatemala City. Sistemazione all’Hotel Barcelo Guatemala e pernottamento.

12° Giorno: Città del Guatemala – Rientro in Italia

Prima colazione in hotel e Trasferimento in aeroporto in tempo utile per operazioni volo di rientro a Milano via Miami. Pasti e pernottamento a bordo.

13° Giorno: Arrivo a Milano

Arrivo  a Milano e fine dei servizi.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

IL SERPENTE PIUMATO

Risultati immagini per IL SERPENTE PIUMATO GUATEMALA

“AI PIEDI DELLO SPETTATORE GIACEVA LA CITTÀ SACRA CON LE SUE TORRI BIANCHE ED I SUOI PINNACOLI LUCCICANTI AL SOLE, ADDORMENTATA TRA GIARDINI E BOSCHETTI VERDI, CHE ALLORA, ADORNAVANO FITTI I DINTORNI DELLA CAPITALE. TALE ERA IL MAGNIFICO PANORAMA CHE COMPARIVA AGLI OCCHI DEI CONQUISTATORI, E POTREBBE ANCORA, CON UN MINIMO CAMBIAMENTO, APPARIRE A QUELLI DEL VIAGGIATORE MODERNO, DATO CHE DALLA PIATTAFORMA DELLA GRANDE PIRAMIDE IL SUO OCCHIO SPAZIA SULLA-PARTE-PIÙ-BELLA-DELLO-SPLENDIDO-ALTOPIANO-DI-PUEBLA”

Cambio 1 dollaro = 0,84143 EUR centesimi di euro ogni variazione significativa dovrà essere adeguata

IL PREZZO INCLUDE:

  • Sistemazione negli hotels indicati o similari
  • Voli di linea operati da American Airlines in classe economica franchigia bagaglio 20 kg.via Miami
  • Volo interno Flores – Guatemala City     in classe economica franchigia bagaglio 20 kg
  • Colazione americana in tutti gli hotel – 2 pranzi
  • 11 cene in hotel o ristoranti
  • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma
  • Trasporto privato in Van Americana o microbus o autobus.
  • Guide locali di lingua italiana
  • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma
  • Tasse alla frontiera Guatemala – Honduras
  • Facchinaggi negli aeroporti e hotels
  • Kit di Viaggio
  • Assicurazione medica (massimale 10.000,00)e bagaglio (massimale 1500,00) e ANNULLAMENTO AL VIAGGIO (intero valore del viaggio tasse  escluse)

IL PREZZO NON INCLUDE:

  • Le cene e i pasti non indicati nel programma
  • Tasse aereoportuali soggette a riconferma pari a euro 165,00
  • Bevande ed extras personali negli hotels e nei ristoranti
  • Mance ad autisti e guide
  • Esta
torna su