FURORE,Ravello,la Madonna delle Galline,itinerari insoliti

vietri-sul-mare-8618vietri-sul-mare-nottevietri_-_panoramicavietri_-_ceramiche_-_photo_by_manlio-gaddi_-_flickr22fiori_14756014564image001lago avernomarmorata-ravello-8488

In Breve

I Viaggi di Giorgio

presentano con immenso orgoglio, a grande richiesta e nella continua opera di valorizzazione del patrimonio culturale campano, sia materiale che immateriale

Furore & Ravello  e……

TRA ALTA GASTRONOMIA  E ITINERARI INSOLITI

Ci sono luoghi il cui spazio fisico è solo un punto di riferimento. Sembrano nati, e forse lo sono, per essere anzitutto luoghi dello spirito, porti franchi nei quali cercare approdo con quel carico di piccole eversioni e di infinite complicità che accompagna la vita di ognuno di noi. Furore è anzitutto questo,e la sua geografia lo conferma!
Il Fiordo con la sua irripetibile magia:il borgo intatto, un pugno di case aggrappate alla roccia, il mare che s’ingorga e spumeggia!!

CAMPANIA , regione dai mille volti…Furore…..sulla costiera amalfitana, l’altra faccia della costiera sconosciuta, 3 giorni all’insegna della Cultura e Arte e Archeologia, del Paesaggio della Buona Cucina!!E poi la sublime Ravello con visita narrata a Villa Ruffolo…e visita libera di Villa Cimbrione,Amalfi,Positano,in barca privata…e per finire la Madonne delle Galline a Pagani,con la gente in piazza a tutta follia ballando al ritmo della “tamborra”

È l’altra faccia della Costiera, quella che hai appena cominciato a scoprire…una fiaba suadente, da vivere almeno una volta nella vita!!

” UN GIORNO ALCUNE GALLINE RAZZOLANDO IN UN ORTO PORTARONO ALLA LUCE UN QUADRO DELLA MADONNA, IN QUEL LUOGO FU ERETTA UNA CHIESA”

E nella città dell’Agro saranno i tre giorni più lunghi dell’anno. Tre giorni che attirano ogni anno l’attenzione di turisti e residenti della provincia di Salerno. Tanti anche della Costiera Amalfitana devoti al culto della Madonna delle Galline ed ai riti tradizionali della tammorra

Soggiornando in hotel o BB, con vista sulla costiera a picco sul mare,cucina regionale tipica,gestione familiare.Il ristorante dell’hotel,e consigliato dalle guide più famose dalla Michelin .Una cucina semplice ma incredibile al palato. Lista dei vini tra le più fornite d’Italia.Qui viene prodotto il famoso vino “Fior d’Uva”,quale migliore vino bianco italiano  e ogni anno premiato in tutto il mondo!!!

 

Partenza: 26 aprile - 28 aprile
Durata: 3 giorni 2 notti
Gruppo minimo: 35 persone
Costo per persona: Euro 345,00 €, sup. singola 90,00 €
Prenotazioni entro: versando acconto 90,00 €

Il Programma di Viaggio

1° giorno: Roma -Ravello – Furore

Ritrovo dei partecipanti alle ore 08.00 in luogo da stabilire e partenza in bus privato, con sosta in autostrada lungo il percorso.Pranzo libero.

Ps per coloro che arrivano da altre città d’Italia appuntamento e luogo da concordare sia presso stazioni ferroviarie che aereoporti o direttamente se arrivate con auto propia, in hotel.

                                          image001

                                                                         RAVELLO INCANTA

Visita narrata con letture teatrali

L’itinerario  prevederà la visita narrata al centro storico di Ravello, il Duomo e Villa Rufolo.

Durante il percorso i visitatori verranno allietati dall’interpretazione dell’attrice Elisabetta D’Acunzo, che traendo spunto dall’ambente fiabesco della cittadina, si esibirà in degli interventi teatrali ispirati alle più belle fiabe classiche della tradizione meridionale fondendole con quelle Europee.

Visita libera di Villa Cimbrione e tempo libero per camminare lungo le armoniose e silenziose stradine. Consigliato ammirare il tramonto dalla villa,davvero….intramontabile. Rientro in hotel per le sublime cena  e pernottamento.

La costiera Amalfitana, l’antico “Borgo di Furore”,.In questo anfratto di rocce,bagnato dalle onde,i pescatori mettevano al riparo le barche, e depositavano gli attrezzi nei “monazzeni”.Vi si trova una vera e copia cittadella paleo-industriale:mulini,alcune cartiere .Furore Il paese che non c’è”,”il paese dipinto”con il suo abitato sparso sui fianchi della montagna,ammirerete vigne e giardini che dirupano a mare, e muri tanti muri dipinti.Muri d’autore.Bisogna andarci per capirlo e una volta conosciuto non ti lascerà più. Vivrete un’atmosfera sognante e al tempo stesso inquietante,dove ogni sguardo è già emozione e sogni

Arrivo a Furore  in hotel  e accoglienza e saluto di benvenuto agli ospiti ,sarà anche servito un aperitivo con stuzzichini  e formaggi dei Monti Lattari(il provolone del Monaco è un eccellenza) sulla terrazza dell’hotel.

A seguire vi attende una sublime cena degustazione, con prodotti del territorio,(pesce freschissimo, formaggi e carni dei monti Lattari, capperi rupestri serviti anche con le foglie e tanto altro ancora (chi non mangia pesce nessun problema, anche per i vegetariani no problem).Pernottamento in hotel.

2° giorno: Furore – Amalfi – Minori – Crociera in Costiera

amalfi-coast-destination-tour-58308

Dopo aver consumato la prima colazione nella terrazza dell’hotel,trasferimento ad  Amalfi con le sue case bianche in pittoresco disordine sulle gradinate di un pendio, con il suo Duomo, il Chiostro del Paradiso, e si  effettuerà la visita guidata al centro storico.Al termine si prosegue per Minori,dove vista ormai l’ora avremo un languorino allo stomaco e quindi :degustazione presso la famosa pasticceria De Riso del dolce tipico della costiera.Al termine riprendiamo il nostro percorso culturale-archeologico in questo caso con la visita guidata alla Villa romana di Minori e l’Antiquarium.

La villa sorgeva in un’insenatura della costiera amalfitana, nel punto in cui il torrente Regina Minor sfocia a mare. Questo tratto di costa, ricco d’insenature e approdi naturali, era in età imperiale uno dei luoghi preferiti dall’aristocrazia romana che qui fece costruire le proprie residenze, come attestano i ritrovamenti di Vietri, Amalfi, Positano e Li Galli. Essa rispecchia la tipologia della villa maritima strutturata su due piani, con ambienti di rappresentanza nell’area ovest e ambienti termali nell’area est. Di alcuni ambienti si conserva la decorazione pittorica in III stile e quella in stucco delle volte: essi sono disposti intorno a una vasta sala tricliniare con ninfeo (circa 70 mq), con volta decorata a stucco con motivo a cassettoni e motivi geometrici e resti di affreschi in IV stile, e con splendidi mosaici pavimentali. La sala si apre verso il mare nel lato sud, dove si trova un viridarium, cioè un giardino, al centro del quale è una piscina di circa 12 m × 7 m. L’Antiquarium, accanto alla villa, raccoglie i materiali provenienti dagli scavi della villa stessa, suddivisi per classi di appartenenza. Al termine imbarco sulla motonave privata per Positano, navigando lungo  la bellissima ed unica costiera amalfitana,che vista dal mare ne coglierete l’aspetto migliore.Saranno effettuate soste lungo il percorso per ammirare gli scorci più suggestivi ,come il Fiordo di Furore.Arrivati a Positano tempo libero per passeggiare in questa perla della costa .Pranzo libero. Tardo pomeriggio rientro via mare sempre ad Amalfi cosi da poter ammirare sotto un’altra luce,la costiera nel suo incredibile insieme di case e casette arroccate sulla roccia.Quindi trasferimento in hotel per la cena degustazione. Durante la cena saremo allietati dal caro Amico Davide con la sua chitarra e canzoni napoletane che ormai molti di Voi conoscono.

3° giorno: Furore – Pagani- Roma o altre città.

Terminata la prima colazione lasceremo il nostro hotel, con un po’ di nostalgia, ma felici per avervi trascorso 3 bellissimi giorni che difficilmente dimenticherete,per avviarci sulla strada del ritorno a casa.Trasferimento alal vicina Pagani per assistere alla processione della Madonna delle Galline.

                            Risultati immagini per foto madonna delle galline

                                                               ‘A Madonna jesce ‘e ‘nnove

La Madonna esce in processione; che senza   interruzioni per tutta la giornata, tocca l’intera città,accompagnata da canti e e balli a ritmo di tamorre…Nella mattinata è suggestivo l’arrivo del corteo processionale a Casa Campitelli e al Tosello in Casa Califano di Francesco Tiano dove si assiste (se si è bravi a svincolarsi dalla folla) all’antico rito di apertura del Tosello storico. Tempo libero a disposizione per assistere alla manifestazione, ammirare i cortili del centro storico di Pagani. L’amico cantante partenopeo, Davide Sole vi terrà compagnia ,con racconti e aneddoti sull’evento. Intanto si mangia all’aperto nei toselli (Carciofi arrostiti, soppressate e vino) si suona, si canta e si danza sino a tardi. Pizza tipica con fritturine(pranzo incluso).Nel pomeriggio, si danza in Villa Comunale. Sono Consigliate anche alcune tappe che restano nell’anima, nel cuore e sulla pelle poiché di particolare fascino: Palazzine INA Casa (Tosello d’o Barone in via MazziniPiazza Sant’Alfonso (inizio processione solenne e scambio dei doni di Sant’Alfonso). Deposizione delle Tammorre al Santuario, i tammorrari (che hanno aspettato l’alba) si riuniscono in un corteo che parte da Casa Califano (via Lamia) per raggiungere il Santuario e depositare le loro tammorre. Segue una celebrazione con canti caratteristici.

Risultati immagini per foto madonna delle galline

S’arretira ‘a calata ‘e ‘ll’ora – Rientro del corteo processionale al Santuario.

Al termine partenza per il rientro a Roma in bus, o alle propie città in auto o treno o aereo e fine dei servizi!!

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

” UN GIORNO ALCUNE GALLINE RAZZOLANDO IN UN ORTO PORTARONO ALLA LUCE UN QUADRO DELLA MADONNA, IN QUEL LUOGO FU ERETTA UNA CHIESA”

 

Comincia così il racconto che i Paganesi vanno ripetendo con grande fede da cinque secoli sull’origine della Madonna ribattezzata ‘delle galline’. La prima Domenica dopo Pasqua, Pagani, in provincia di Salerno, diventa protagonista della suggestiva e importante festa della ‘Madonna delle Galline’ in cui accorrono numerosi turisti. Il nome del rituale si riferisce ad un episodio leggendario: una antica effigie della Madonna, che era stata sotterrata per sottrarla alla distruzione iconoclasta o alle incursioni saracene, fu ritrovata nel 1500 da alcune galline che, scostando la terra, fecero emergere una tavoletta dipinta. Nel luogo del ritrovamento fu costruita successivamente la chiesa ad essa dedicata. In realtà, pare che già a partire dal VII secolo dei contadini di Pagani offrissero in dono alla Madonna alcune galline. La tradizione racconta poi che agli inizi del XVII secolo, uno storpio guarì proprio grazie all’intervento della Madonna delle Galline, il che contribuì a rafforzare il culto dell’immagine. Il rituale ha comunque radici antichissime: la devozione verso la Madonna delle Galline rievoca l’antica venerazione per la divinità greca Demetra, protettrice della natura e delle messi. Si racconta anche che le galline più belle dei pollai si sentano chiamate e si dirigano spontaneamente in Chiesa in occasione della festa della Madonna per onorarla. La festa è caratterizzata da un lungo corteo che fin dalla mattina porta in processione, per le vie principali del paese, la statua lignea della Madonna, posta sopra un carro spinto a mano su cui è adagiata una pedana di ferro girevole, in modo tale che lo sguardo della Madonna possa posarsi su tutti i fedeli, rassicurati così da una certa protezione divina. Ai piedi della Madonna stanno appollaiati colombi, galline, pavoni, che non si alzano mai in volo, nemmeno al rumore dei botti di petardi che seguono la processione durante tutto il percorso. Durante la processione i genitori fanno passare per buon augurio i loro bambini sotto il trono della Madonna. La processione inizia alle nove della domenica in Albis quando la statua della Madonna delle Galline viene portata su di un carro spinto dai fedeli. L’uscita della Madonna viene salutata con un lancio di colombe.

 

 

La quota comprende:

  • Bus G.T.;
  • 2 notti in Hotel 3*** da Bacco a Furore o in BB  in mezza pensione (2 cene DEGUSTAZIONE)
  • Pizza tipica la domenica a pranzo.
  • acqua e vino inclusa ai pasti ¼ ;
  • aperitivo di benvenuto con stuzzichini in hotel;
  • degustazione dolce  da De Riso;
  • degustazione prodotti tipici;
  • visite guidate come da programma, con guide specializzate;
  • 1 visite in forma spettacolo a Ravello
  • escursione in barca da Amalfi a Positano e ritorno;
  • Serata chitarra e voce con Davide Sole
  • parcheggi bus in costiera!!
  • materiale informativo sull’itinerario;
  • assicurazione medico bagaglio e ANNULLAMENTO AL VIAGGIO
  • Accompagnatore dei Viaggi di Giorgio.
  • Iva.

Non comprende:

  • eventuali ingressi a siti e monumenti durante le visite;
  • extra carattere personale!
  • Mance 5   euro al giorno  da versare all’accompagnatore giorno della partenza.

Ps.consiglio enogastronomico:è possibile prenotare la zuppa di pesce davvero unic al solo di costo di euro 50,00  a persona minimo 2 persone e abbinarvi il famoso vino Fior d’Uva.(facoltativo).La zuppa non è garantita in quanto viene fatta solo con pesce fresco della zona e quindi soggetto alle condizioni climatiche del mare. Va prenotata almeno 3- 4 giorni prima della partenza.Un esperienza da non perdere.

E’ possibile avere camere per famiglie 3-4-5- letti molto comodi e grandi.

torna su