Cuba tour e mare-Cayo Santa Maria

trinidadcayo-levisa3cayo-levisa2cayo-levisala habana2la habana

In Breve

La chiave del Golfo; così fu definita Cuba dai colonizzatori spagnoli per la sua posizione strategica. Posta all’imboccatura del Golfo del Messico, in un punto dove convergono le tre Americhe, questa lunga e affusolata isola, la più grande dei Caraibi, dista solo 180 chilometri dalla Florida, 210 dal Messico, 140 dalla Jamaica e 70 da Haiti e Santo Domingo. Cuba con i suoi 114.097 kmq si allunga da ovest ad est in un semicerchio di circa 1.250 km ed è un ponte naturale fra l’universo anglosassone e quello latino. Cuba è circondata da più di 1500 tra isole e isolotti (i cayos), che formano quattro arcipelaghi: Canarreos, Colorados, Giardini del Re e Giardini della Regina. L’isla de la Juventud (2.200 kmq) cui Stevenson si ispirò per l’isola del tesoro, è la più grande tra le isole minori. Pianure, savane e distese erbose, ricche di palme, piantagioni di canna da zucchero e di tabacco si alternano alle regioni montagnose: la sierra de Los Organos nella regione occidentale, la sierra de l’Escambray nella regione centrale e la sierra Maestra nella regione orientale. “Terra più bella che occhio umano abbia mai visto” scrive di Cuba Cristoforo Colombo nel suo libro di bordo, quando vi approda il 24 ottobre 1492, convinto ancora di trovarsi in una provincia lontana dell’Asia. Solo 17 anni dopo, i 3.500 chilometri del perimetro di La Juana, (così l’aveva battezzata Colombo) vengono interamente circumnavigati da Sebastiàn de Ocampo e l’isola di Cuba trova il proprio posto nelle carte geografiche. Dal quel momento fino ad oggi Cuba ha visto avvicendarsi colonizzazioni, in un susseguirsi di eventi storici che hanno contribuito a formare quello che è oggi il patrimonio culturale ed umano di questo paese.

A spasso per la Isla Grande Cuba riconosciuta da molti per la bellezza delle sue spiagge e per la mitezza del suo clima è un paese ricchissimo di risorse naturali e culturali: per questa ragione a Cuba è ancora possibile esplorare barriere coralline, tra le più belle ed incontaminate dei Caraibi e visitare l’intero arcipelago, un paradiso naturalistico, dove ogni singolo elemento concorre alla conservazione dell’habitat. Ricordare la ricchezza della flora costituita da oltre 6000 specie di piante superiori, per oltre il 50% specie autoctone ed alcune delle quali vere e proprie curiosità botaniche, significa considerare Cuba come un incredibile giardino. Le montagne ed il paesaggio rurale contribuiscono a dare varietà all’isola di Cuba. Buona parte del suo territorio è di origine carsica, per cui si ritrovano abbondanti sorgenti o pozze di acqua fresca e pura oltre a grandi grotte che costituiscono una appetitosa curiosità speleologica. Anche la fauna offre specie uniche al mondo soprattutto uccelli e pesci. Al centro dei due continenti americani, Cuba rimane la tappa obbligata per centinaia di specie migratorie. Alla bellezza della natura si unisce la storia che ha lasciato in questi luoghi la più importante testimonianza dell’epoca della colonizzazione spagnola e delle successive conquiste da parte di varie potenze dell’epoca. Cuba è ospitale grazie allo straordinario sviluppo alberghiero e turistico che si è prodotto in questi ultimi dieci anni, non senza trascurare la salvaguardia dell’ambiente. I tour proposti, con la presenza di una guida locale che parla italiano, offriranno l’opportunità di conoscere i vari aspetti del paese.

 

Partenza: 18 aprile - 28 aprile
Durata: 11 giorni 10 notti
Gruppo minimo: 10
Costo per persona: Euro 2.590,00
Prenotazioni entro: Entro 20 gennaio ,sino ad esaurimento dei posti disponibili,versando acconto di euro 1800,00 saldo entro 30 giorni dalla partenza. N.B.Tariffa voli da riconfermare momento di emissione.

Il Programma di Viaggio

1° GIORNO: ITALIA / LA HABANA

Ritrovo dei partecipanti in aeroporto e partenza con volo di linea per l’Havana via Madrid. Pasti e intrattenimento a bordo. All’arrivo assistenza in aeroporto e trasferimento privato all’hotel prescelto. Sistemazione nelle camere riservate. Possibilità di un primo approccio personale con la città. Cena e pernottamento in hotel .

 la habana

2° GIORNO: LA HABANA

Visite a piedi del centro storico (dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1982),che con i sui 5 km quadrati è il centro coloniale più vasto dell’America Latina; Plaza de Armas; il Palacio de los Capitanes Generales (massima espressione del Barocco cubano), che fu la casa del governatore di Cuba; l’hotel Ambos Mundo che annovera tra i suoi ospiti più famosi Ernest  Hemingway; Piazza della Cattedrale; la Bodeguita del Medio famoso bar ristorante dove nacque il famoso cocktail Mojito. Pranzo presso ristorante locale. L’escursione proseguirà con la visita del Museo della Rivoluzione, e visita panoramica della fortezza del Morro. Rientro in hotel cena e pernottamento.

la habana2

 

3° GIORNO: LA HABANA / VINALES / LA HABANA

Prima colazione in hotel. Partenza in bus alla volta di Valle de Viñales, la provincia più occidentale di Cuba dove si coltiva il miglior tabacco del mondo. Durante il viaggio sarà possibile ammirare vallate di palmereali (albero nazionale di Cuba). Sosta ad un belvedere. Visita alla Casa del Veguero (coltivatore di tabacco). Visita alla Cueva del Indio, con inclusa una piccola navigazione lungo il fiume all’interno della grotta. Pranzo in ristorante locale. Ritorno in hotel a La Habana. Cena e pernottamento in hotel.

vinales

 4° GIORNO: LA HABANA / CIENFUEGOS

Trasferimento a Cienfuegos, uno dei porti più importanti di Cuba, soprattutto per il commercio. La sua bellezza è straordinaria ed attira ogni anno migliaia di turisti. Anche per questo motivo i cubani la chiamano “Perla del Sud”. La Catedral de Nuestra Señora de la Purisma Concepcion esiste dalla metà del XIX° secolo. Ha una facciata neoclassica e due alte torri. Tre ingressi ad arco e alte finestre con le immagini degli apostoli.Il teatro Tomas Terry è un bellissimo edificio in stile coloniale, costruito alla fine del XIX° secolo. Visita all’Arco di Trionfo e al Parco Jose Marti con la sua Glorieta, sede della Retreta de Cienfuegos. Continuazione al Boulevard Santa Isabel. Pranzo in loco. Visita al Palacio del Valle e alla statua di Benny More, famoso musicista cubano, autore della canzone “Cienfuegos es la ciudad..”.

Sistemazione all’Hotel Jagua. cena in hotel e serata libera (Visita suggerita: Lungomare Cienfuegos).

cienfuegos-cuba-cosa-vedere-palacio-valle

5° GIORNO: CIENFUEGOS / TRINIDAD / CIENFUEGOS

Prima colazione in hotel,e trasferimento a Trinidad dove all’arrivo inierà a piedi la visita guidata, uno dei primi insediamenti spagnoli (1514). Secondo il diario di uno dei marinai di Cristoforo Colombo, il tratto di costa – situata nella parte sud-occidentale della provincia di Sancti Spiritus – fu avvistato per la prima volta nel  1494 ma, di fatto, il primo insediamento spagnolo vi sorse solo nel dicembre del 1513. Nel corso dei secoli vari avvenimenti crearono situazioni di prosperità o di declino di Trinidad; la sua prosperità raggiunse l’apice tra il 1830 e il 1840, poi iniziò il declino. All’inizio del Novecento gli Stati Uniti avevano acquisito il dominio economico di Trinidad: gran parte della terra apparteneva a cittadini stranieri, la disoccupazione dilagava e molti lavoratori furono costretti ad abbandonare la regione poiché solo una parte ridotta della terra coltivabile era stata, di fatto, destinata alla produzione. Solo intorno agli anni Cinquanta, dopo la costruzione delle strade principali tra i capoluoghi di provincia di Sancti Spiritus, la città vide le proprie sorti mutare lievemente grazie all’arrivo del turismo, incoraggiato dalla costruzione di un piccolo aeroporto edalla realizzazione di strutture di ricettività. Tale breve periodo di prosperità fu interrotto dalla Rivoluzione castrista che terminò nel 1959. Proprio la Sierra del Escambray, nei pressi di Trinidad, fu per cinque anni la base dei controrivoluzionari sostenuti dagli Stati Uniti, la guerriglia, che proseguì fino al 1965, causò numerose vittime fra la popolazione locale e il processo di ricostruzione richiese ben due decenni. Trinidad raggiunse l’attuale importanza quando il suo centro storico e la vicina Valle de los Ingenios furono dichiarati Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1988.Pranzo in corso di escursione.Tempo libero per girovagare nelle stradine acciottolate di Trinidad,e fare shopping nei mercatini presenti ad ogni angolo delle strade. Quindi è una buona idea andare a sorseggiare un aperitivo o un cocktail a la Canchànchara, uno dei bar/taverna migliori musica dal vivo, con un gruppo che suona in un lungo cortile, con il tetto di legno di cedro e costeggiato da piccole panche. La specialità della casa è un cocktail a base di rum, miele, limone, acqua e ghiaccio. Nel tardo pomeriggio rientro  a Cienfuegos, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 trinidad

6° GIORNO: CIENFUEGOS / SANTA CLARA / REMEDIOS / CAYO SANTA MARIA

Colazione. Trasferimento a Santa Clara. Visita al Mausoleo del Che e al Tren Blindato, al Teatro La Caridad e alla Chiesa della Divina Pastora. Pranzo in loco. Continuazione per Remedios, visita del centro storico della città dov’è possibile ammirare la chiesa barocca di San Juan Bautista, che ospita statue di cospicuo valore artistico. Visita al Museo de Agroindustria Azucarera, che racconta storie sulla cultura degli schiavi che lavoravano nell’industria dello zucchero che qui è presente con testimonianze dell’epoca e vecchie locomotive (Museo de Vapor).Continuazione per Cayo Santa Maria. Sistemazione all’Hotel Melià Las Dunas 5*.Questa zona di piccoli cayos,isolette,fu definita da Fidel Castro “il posto più bello di Cuba,dove ci sono le spiagge più belle”.Lo capirete quando sarete li.

che_guevara_-_grab_in_santa_clara_kuba

 7°-8°-9° GIORNI: CAYO SANTA MARIA

Giornate di relax a Cayo Santa Maria. Trattamento in all inclusive.Molte attività sportive e di animazione sono incluse .

 cayo-levisa

10 ° GIORNO: CAYO SANTA MARIA / LA HABANA / ITALIA

Dopo pranzo trasferimento per l’aeroporto di Havana in tempo utile per l’imbarco al volo intercontinentale.

 cayo-levisa2

11° GIORNO: ITALIA

Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi

 

Informazioni generali

LA QUOTA COMPRENDE:

Volo di linea con scalo.a.r in classe turistica franchigia bagaglio in stiva 1 bagaglio a persona da 23 kg ciascuno + 1 bagaglio a mano;- tutti i trasferimenti con bus privato con autista e guida  in lingua  italiana per tutta la durata del  tour -visite e ingressi previsti in programma — assistenza di ns. personale in partenza da Roma e a Cuba. Hotel 5***** all’Havana  -5***** in All Inclusive Cayo Santa Maria soggiorno mare; 1 notte in Cienfuegos 4**** .Pensione completa dalla cena prima sera alla prima colazione ultimo giorno.Assicurazione medico bagaglio(massimale medico 10.000,00 bagaglio 1500). Guida su Cuba e kit da viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Tasse aereoportuali euro 360,00 .Bevande durante i pasti (sono incluse ai pranzi e nei giorni a Cayo Santa Maria trattamento all’ inclusive )visto turistico cubano  pari a euro 25,00,mance extra di carattere personale
tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

 

torna su