BELLA MEMORIA IN VIETNAM E CAMBOGIA

Ho Chin 2p1156979763-4vietnam-e-cambogia-10Vietnam-9Cai Rang Floating Market - Mekong Delta0708-mainjt108gBayon-Angkor-Thomhoian3tra-que-vegetable-village-tourviaggi-file-1437-600-500fotoviaggio1172_3-800Vietnam-e-cambogia_giorno06_marionette_1280x720tran-quoc-pagoda-on-west-lake-271vietnam-Hoi-Han1-466x350Thien-Hau-466x350tempio-di-Bantey-Srey-466x350SAMPAN1-466x350National_Museum_of_Vietnamese_History_-_Hanoi-466x350MERCATO1-466x350hue1-466x350Hanoi-temple-of-literature-466x350BAIA-HA-LONG1-466x350Angkor-Wat2-466x350Angkor-Wat-466x350

In Breve

Il Vietnam è un Paese sospeso tra i ritmi concitati delle grandi città, in spasmodica corsa verso la modernità, il benessere materiale e le cadenze pacifiche delle campagne, ancora intrise di spiritualità e di sapori, residui del passato coloniale. Risalendo il Mekong per un tratto a partire dal suo delta si varca il confine con la Cambogia ed è come entrare in un’altra epoca: i paesaggi rurali, i villaggi e le risaie compongono il quadro di una nazione insonnolita, ma che improvvisamente si desta per mostrare le sue incredibili meraviglie archeologiche. Viaggiare in Vietnam e Cambogia significa scoprire i tratti salienti di due popoli e due luoghi profondamente diversi, ma accomunati da un drammatico passato prossimo da cui sono sopravvissuti grazie alla tenacia del proprio carattere.

Partenza: 27 dicembre - 07 gennaio
Durata: 12 giorni 11 notti
Gruppo minimo: 10 persone
Costo per persona: Euro 3.940,00 Sup.singola 380,00
Prenotazioni entro: sino ad esaurimento dei posti disponibili, versando acconto di euro 1500,00 saldo entro il 5 dicembre

Il Programma di Viaggio

1° giorno: Partenza dall’Italia per Hanoi (D)

Arrivo all’aeroporto di Hanoi. Formalità doganali. Trasferimento privato in hotel (30 Km – 1 ora di strada) (attenzione, le camere saranno disponibili dalle ore 14:00).

Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

2° giorno: Visita di Hanoi (B,L,D)

tran-quoc-pagoda-on-west-lake-271Prima colazione in hotel.

Quale modo migliore di conoscere un Paese se non quello di conoscerne la tradizione culinaria? E allora via libera alla scoperta del mercato di Hanoi, in una coinvolgente commistione di sapori, luci, voci e colori. Successivamente ci si reca in una grande e antica casa locale: qui il gruppo sarà suddiviso in diversi sottogruppi, accompagnati da un cuoco e dai suoi assistenti alla realizzazione di alcuni piatti tradizionali. Il corso di cucina dura 2 ore circa ed il pranzo sarà l’occasione per assaggiare i piatti realizzati ma non solo: il pasto sarà completato con altri piatti preparati dall’equipe di cucina sul posto.

Nel pomeriggio visita della città di Hanoi e in particolare: la pagoda di Tran Quoc e il Tempio della Letteratura, un tempo “Prima Università del Vietnam”.

In seguito visita del Museo dell’Etnografia

Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

 3° giorno : Hanoi – Halong (B,L,D)

BAIA HA LONG

Partenza in mattinata per Halong (180 kms – 4 ore di strada), arrivo verso mezzogiorno. Imbarco immediato per una crociera di 20 ore sulla baia di Halong – Patrimonio mondiale dell Umanità – a bordo di una stupenda giunca in legno. Il pranzo e la cena saranno serviti a bordo e saranno a base di gustosi frutti di mare freschi. Pernottamento a bordo.

* Guida parlante in inglese del fornitore a bordo*

4° giorno:  Halong – Hanoi – Volo per Hue (B,Brunch,D)

Hanoi temple of literature

Mattinata ancora dedicata alla visita delle infinite attrattive della Baia di Halong. Rientro in porto e sbarco. Partenza per Yen Duc, un piccolo villaggio dove si potrà assistere in maniera autentica allo spettacolo di marionette sull’acqua all’aperto.

Vietnam-e-cambogia_giorno06_marionette_1280x720

Dopo lo spettacolo, si riprende la strada diretti all’aeroporto di Hanoi, attraversando distese di risaie lungo il delta del fiume Rosso, per il volo del tardo pomeriggio diretto a Hue. Sistemazione in albergo.

Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

5° giorno: Visita di Hue (B,D)

hue

Prima colazione in hotel.

Giro in bicicletta o cyclo sulla strada che costeggia il fiume e arriva fino alla pagoda di Thien Mu. Sosta per la visita di una casa con un giardino tipico della città di Hue costruita secondo le antiche norme

della geomanzia: sarete avvolti da una piacevole sensazione di serenità e pace. Visita della pagoda e, a seguire, partenza in macchina fino al mausoleo di Minh Mang e visita del mausoleo.

Durante il pomeriggio visita della Cittadella Imperiale e del mercato locale di Dong Ba, dove vengono venduti i prodotti locali di frutta e verdura.

Cena in ristorante per la categorie dell’albergo di 3*/Cenone in albergo per la categoria dell’albergo di 4*. Pernottamento in albergo.

6° giorno: Hue – Danag -Hoi An – My Son -Hoi An (B,D)

viaggi-file-1437-600-500

Prima colazione in hotel.

In mattinata, partenza in direzione Danang, passando per il famoso “colle delle nuvole”, che offre dalla sua cima uno stupendo panorama sul litorale. È prevista una sosta sulla spiaggia di Lang Cô, superba lingua di terra che arriva sino al mare dove il viaggiatore può fare una passeggiata per scattare delle foto.

Proseguimento per Hoian con arrivo previsto in tarda mattinata. Sistemazione in hotel.

Nel pomeriggio, visita del complesso dei templi Cham riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’umanità. Questo complesso è un luogo religioso risalente ai periodi dal IV al XIII secolo del Regno Cham. Ritorno a Hoian. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

7° giorno: Hoi An – Villaggio delle verdure di Tra Que – Da Nang – Volo per Siemreap (B,L,D)

tra-que-vegetable-village-tour

Prima colazione in hotel.

In mattinata, visita guidata della cittadina di Hoi An (antico villaggio), riconosciuta dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Passeggiata per le stradine della città alla scoperta delle case cinesi risalenti a più di due secoli fa. Visiterete i principali siti come il ponte giapponese, il tempio cinese, la casa di Tan Ky.

hoian3

Escursione in bicicletta per visitare il villaggio di Tra Que (situato a 5 km – 20 minuti – da Hoi An). Tra Que è famoso per le sue erbe aromatiche, tra cui in particolare la menta e il basilico, le cui foglie più piccole possiedono un aroma molto intenso e particolare. Durante la visita potrete scoprire come vivono i coltivatori e quali sono le loro tecniche di coltura, vangatura e raccolta delle verdure. Pranzo con degustazione della famosa specialità del villaggio, il «Tam Huu», assortimento di gamberi, carne di maiale, erbe aromatiche e altre specialità locali.

Trasferimento all’aeroporto per il volo alle 16.35 per Siemreap

Arrivo a Siemreap, sistemazione in albergo. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

Nota:  Per chi non può/vuole pedalare, è possibile effettuare il tragitto a bordo di un motorino con guidatore (casco protettivo fornito in loco – un cliente per ogni motorino – un guidatore per ogni cliente). Il motorino è il mezzo di trasporto più usato dai Vietnamiti ed è l’unica alternativa disponibile alla bicicletta. 

8° giorno: Siemreap (B,D)

Angkor-Wat2-466x350

Appuntamento con la vostra guida pressi il vostro hotel, con la quale partirete alla scoperta del meraviglioso tempio di Angkor Wat, patrimonio mondiale dell’ umanità.

Con i suoi giri slanciati ed i suoi straordinari bassi rilievi, questo tempio e’ uno dei monumenti più straordinari mai concepiti dall’uomo. Fu costruito nel XII secolo (1112–1152) in onore di Vishnu.

Nel pomeriggio visiterete il tempio di Banteay Srei dov’è custodito uno dei gioielli più straordinari dell’arte khmer. Costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d’arenaria rosa, il cui nome significa “La cittadella delle donne”, contiene capolavori di scultura ancora in un buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all’inizio del XX secolo grazie al ritrovo di alcune teste di apsara che furono restituite alla comunità nel 1923. Sulla via del ritorno, è prevista una sosta al vecchio monastero Ta Prohm, dove i giganteschi alberi secolari hanno messo le radici nelle pietre. Oltre a questa vegetazione impressionante, avrete modo di vedere delle splendide devatas scolpite nella roccia e vi troverete in un’atmosfera propria di questo tempio e dei templi costruiti sotto il regno di Jayavarman VII.

Cena in ristorante con l’Apsara show. Pernottamento in hotel.

9° giorno: Siemreap (B,D)

Bayon-Angkor-Thom

Colazione in albergo. Di mattina partenza in tuk–tuk per il Nord di Angkor. Visiterete il tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191 in onore di suo padre, che viene rappresentato come il dio risparmiatore del buddismo Mayahanista. Il tempio era in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’unica isola–tempio di Angkor. Si dice che rappresenti simbolicamente Anavatapta: il lago sacro e mitico dell’Himalaya, venerato in India per le proprietà curative delle sue acque. Il grande bacino centrale è collegato ad altri quattro bacini più piccoli che rappresentano i quattro grandi fiumi della terra e i quattro punti cardinali. Ciascuno di loro possiede un ‘gargoyle’ (doccione): leone, cavallo, elefante e uomo. Proseguimento per i bellissimi templi di Thommanon e Chau Say Tevoda del XII secolo, costruiti sotto il regno di Suryavarman II. Qui troverete delle sculture realizzate in onore di Shiva e di Vishnu e dei devatas di una grazia eccezionale.

Nel pomeriggio visita dell’Angkor Thom (“grande città”) cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio Bayon dei secoli XII e XIII, dedicato al buddismo, composto da 54 giri giganteschi e 216 visi di Avalokitesvara. Quindi, continuerete il tour con il terrazzo degli elefanti, lungo 350 metri, dove un tempo venivano organizzate le cerimonie pubbliche, e il terrazzo del re Lépreux, costruito nel XII secolo, che presenta diverse sculture di apsara. Rientro a Siem Reap. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

10° giorno: Siem Reap – Tonle Sap – Volo per Ho Chi Minh (B,L,D)

jt108g

Sveglia di prima mattina per visitare il villaggio galleggiante di Kompong Khleang, che si trova a circa un’ora da Siem Reap e ogni anno è visitato da molti turisti. Kompong Khleang è uno dei villaggi più impressionanti per l’altezza e la dimensione delle sue case su palafitta. Passeggiata nel villaggio per conoscerne gli abitanti e ingresso in una casa dove abita una famiglia che alleva coccodrilli. A seguire salirete su un’imbarcazione locale per navigare lungo i canali alla volta del grande lago su cui gli abitanti muovono le proprie case a seconda della stagione. Ritorno al villaggio e pranzo al sacco in loco.

Tempo libero per una visita al vecchio mercato fino al trasferimento in aeroporto per Ho Chi Minh.

Arrivo ad Ho Chi Minh, sistemazione in albergo. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

11° giorno: Ho Chi Minh - Ben Tre – Ho Chi Minh (B,L,D)

0708-main

Prima colazione.

Il tour giornaliero lungo il canale Ba Lai, è un’occasione imperdibile per visitare la regione del Delta del Mekong in bicicletta e per scoprire la cultura del Vietnam del sud e dei suoi abitanti.

Vietnam-9

Dopo un viaggio di circa 2 ore, arriverete a destinazione. Una guida turistica locale vi darà il benvenuto, mostrandovi inoltre alcune colture locali e illustrandovi il programma della visita. Al mattino potrete godervi una piacevolissima gita in sella alla vostra bicicletta tra le innumerevoli palme della vegetazione vietnamita e le abitazioni della popolazione locale.  Potrete fare una sosta in una di queste per gustare un freschissimo succo ricavato dalla canna da zucchero. Quindi, si proseguirà fino al canale, dove vi attenderà una piccola imbarcazione. Questa mini crociera vi darà l’opportunità di osservare le tecnica di pesca dei vietnamiti e la rigogliosa vegetazione del luogo. Dopo questa esperienza, verrete gentilmente invitatati dai nativi  nel “Coconut Garden Thanh Thuy”, dove potrete assaggiare frutta fresca, succo di cocco e dolcetti fatti a mano, il tutto in un’atmosfera davvero rilassante e pacifica. Cosa si può volere di più? Non vi preoccupate, qui potrete anche  comprare alcune prelibatezze locali da portare a casa. Se no, non vi resta che attendere il delizioso pranzo che verrà servito nella dimora della vostra guida e sarà preparato dalla sua famiglia. Potrete gustarvi il freschissimo pescato del fiume, servito in maniera spettacolare, e discutere della vita della popolazione locale. Finito di mangiare, potrete lasciare la vostra bici e fare una passeggiata sotto le imponenti palme del posto.

Cai Rang Floating Market - Mekong Delta

Il pomeriggio vi darà la possibilità di divertirvi, prendendo parte a una crociera lungo il fiume Mekong. Potrete vedere moltissimi stabilimenti di lavorazione delle palme da cocco e della montagna di frutti che producono. Potrete fare una breve tappa per visitare la principale di queste strutture e capire come il cocco viene trasformato in materia prima pronta all’utilizzo. Il tour si concluderà con una rilassante crociera fino al molo di Phong Nam.

Ritorno ad Ho Chi Minh in pomeriggio. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

 12° giorno: Visita di Ho Chi Minh - Partenza per l’Italia (B)

Ho Chin 2

Prima colazione.

Visita del quartiere cinese di Cho Lon, in particolare il mercato Binh Tay e la pagoda Thien Hau.

In seguito, visita di altri siti storici della città: l’Ufficio Postale, la Cattedrale Notre–Dame e la via Dong Khoi. Si prosegue poi con la visita del museo di FITO: oasi di pace nella caotica capitale commerciale del Paese, questo museo racchiude in sé la storia della fitoterapia – una pratica medica tutt’ora radicata in Vietnam.

Tempo libero in città per lo shopping fino al trasferimento direttamente all’aeroporto per il volo di rientro.

La camera sarà a vostra disposizone fino a mezzogiorno.

Itinerario di Viaggio

Informazioni generali

Le quote comprendono:

  • I transfer di arrivo e partenza dagli aeroporti.
  • Voli internazionali in classe economica franchigia bagaglio 20 kg
  • 3 voli interni in classe economica
  • Il trasporto in autocar o autobus privati climatizzati.
  • La sistemazione negli hotel indicati o di pari categoria in base alle disponibilità.
  • I pasti (set menu) come da programma: B: breakfast / L: Lunch / D: Dinner.
  • Guide locali parlanti in italiano.
  • Cenone presso albergo il 31 Dic per la categoria dell’albergo di prima classe
  • Le spese di entrata nei siti turistici.
  • Le escursioni come da programma.
  • Crociera di 2 giorni/1 notte a bordo di una giunca non–privatizzata nella baia di Halong
  • Autorizzazione di ottenere il visto d’arrivo
  • Assicurazione medica massimale 10.000,00 e bagaglio massimale 1500,00

Le quote non comprendono:

  • Le bevande e i pasti non indicati nel programma.
  • Le spese personali e le mance.
  • Il visto per Vietnam: 25 USD/pax
  • Il visto per Cambogia via EASIA: 40 USD/pax
  • Tutti i servizi non espressamente indicati nel programma.

Note importanti:

INFORMAZIONI UTILI

FORMALITÀ D’INGRESSO: E’ necessario essere in possesso di passaporto individuale con validità minima di 6 mesi e con almeno 2 pagine libere. Dal 1° luglio 2015 i cittadini italiani non necessitano più di visto turistico per entrare in Vietnam, purché il soggiorno in loco non superi i 15 giorni di durata e purché non si prevedano ingressi multipli. La normativa è sperimentale e può essere revocata in qualsiasi momento dalle autorità vietnamite.VACCINAZIONI: I cittadini europei non devono sottoporsi a vaccinazioni obbligatorie per recarsi in Vietnam. Suggeriamo di consultare l’Ufficio di Igiene per avere informazioni aggiornate sulla destinazione. Da parte nostra consigliamo l’osservanza delle elementari regole di igiene.

Siate particolarmente cauti con l’acqua (e anche con il ghiaccio); controllate che venga prima bollita o che provenga da contenitori chiusi ermeticamente. Si può incorrere in colpi di sole o di caldo dovuti alla disidratazione; bevete molti fluidi, evitate di esporvi troppo al sole e di fare sforzi nei momenti più caldi.

VALUTA: La valuta locale è il Dong, non esportabile. Con i contanti otterrete un cambio leggermente vantaggioso, rispetto ai traveller’s cheques. I dollari Usa costituiscono la seconda valuta nel paese e vengono accettati ovunque. E’ comodo averne anche di piccolo taglio così da evitare problemi di resto. La vostra guida locale potrà darvi tutte le indicazioni per gli uffici cambio.

Raccomandiamo di cambiare piccole somme per volta, poiché i Riel eventualmente rimasti non si potranno più riconvertire. Le carte di credito sono accettate sempre più diffusamente, soprattutto negli alberghi e nei negozi di souvenir.

DOGANA: Le norme doganali sono piuttosto semplici per incoraggiare il turismo, tuttavia se portate con voi un equipaggiamento fotografico o video, fate una lista precisa di tutto quello che avete presentato in dogana.

BAGAGLIO: Per motivi di franchigia aerea, il peso del bagaglio (escluso il bagaglio a mano) non deve superare i 20 Kg a persona. Ideali le robuste sacche morbide, possibilmente da chiudere con un lucchetto.

E’ consigliabile avvolgere gli indumenti contenuti nella sacca in sacchetti di plastica per salvaguardarli dalla polvere e dall’acqua. E’ importante che sul bagaglio venga messa un’etichetta con nome, cognome e indirizzo del proprietario in modo che sia di facile identificazione.

Bagaglio, passaporti e denaro vanno custoditi con la massima attenzione, soprattutto negli aeroporti, negli alberghi e durante visite ed escursioni in luoghi particolarmente affollati.

E’ necessario limitare al minimo le dimensioni del bagaglio, i mezzi locali dispongono di bagagliai di ridotte dimensioni.

FUSO ORARIO: 6 ore in avanti, quando in Italia c’è l’ora solare. 5 ore in avanti, quando in Italia c’è l’ora legale.

LINGUA: La lingua ufficiale è il Vietnamita. L’inglese è capito e parlato quasi ovunque. Le persone più anziane, soprattutto nei piccoli centri e al nord, potranno parlare francese.

Non  essendo  un  paese  meta  di  turismo  di  massa,  pochissime  persone  parlano  o  capiscono  l’italiano: comunque, sempre in maniera molto elementare.

POPOLAZIONE: Secondo recenti studi sulle origini del popolo vietnamita la popolazione che si installò nella penisola indocinese e nelle regioni confinanti proveniva dalla Cina, dagli altipiani dell’Asia Centrale, dalle isole del Pacifico del sud e da varie parti del mondo. Per questo motivo i vietnamiti sono considerati un interessante “crogiolo di razze” in cui si sono incontrate e fuse le maggiori migrazioni asiatiche e oceaniche.

L’etnia principale viene chiamata “Viet” o “kinh”.
I vietnamiti hanno lasciato un’impronta duratura e hanno dato vita a una società raffinata e complessa. La civiltà del Vietnam era caratterizzata da un modello agricolo molto elaborato che si basava su opere idrauliche complesse e su una fitta rete di canali e dighe. La società vietnamita era caratterizzata inoltre da una struttura gerarchica fondata su un ceto di contadini proprietari terrieri e su una elite burocratica costituita da letterari e intellettuali.
A tutt’oggi i “Viet” rappresentano da soli il 90 % della popolazione. Affianco ad essi vi sono circa 54 minoranze etniche che vivono nelle zone montagnose del Vietnam. Fra le tribù più importanti che vivono al Nord ricordiamo: i Hmong, i Dao e I Thai.
I Hmong, noti anche con il nome di Meo sono circa 500 mila e coltivano mais e riso, lavorano cotone e papavero da oppio. Vivono principalmente nelle province di Lai Chau e Lao Cai e si dividono in nuclei diversi tra loro per abbigliamento: Hmong bianchi, Hmong neri, Hmong fioriti.
Un’altra zona interessante è quella degli altipiani centrali dove vivono altre minoranze etniche.
Fra queste la più caratteristica è la tribù Jarai. I Jarai vivono in comunità composte da piccole famiglie matriarcali, tutte economicamente indipendenti; coltivano alberi da frutta, riso, fagioli e altri cereali; allevano bufali, capre, polli e maiali oltre a buoi e cavalli. I cavalli servono anche per la caccia al cinghiale.
Molto importanti sono le feste: fra le due più importanti ricordiamo il “Tet” o capodanno lunare la cui celebrazione coincide con la fine del raccolto.CLIMA: Il clima è monsonico, umido da maggio a ottobre e asciutto da novembre ad aprile. Grande varietà climatica dovuta all’estensione in latitudine e altitudine del Vietnam, determinata da due monsoni annuali che scandiscono anche i ritmi dell’agricoltura: a grandi linee il monsone invernale, secco, interessa l’area settentrionale generalmente tra ottobre e aprile con una temperatura abbastanza bassa, attorno ai 10/15 gradi; tra gennaio e marzo si registra spesso una pioggerellina insistente ma poco fastidiosa. Il monsone estivo, umido, soffia invece da metà maggio a metà settembre. Nella parte meridionale del paese, tropicale, la stagione delle piogge va da maggio a ottobre con precipitazioni quotidiane brevi, secca da novembre ad aprile, con un’aria particolarmente leggera e limpida da novembre a gennaio.

ABBIGLIAMENTO: Indumenti di cotone, leggeri e comodi, come T-shirt, camicie e pantaloni di seta, sono l’abbigliamento ideale per visitare il paese durante tutto l’arco dell’anno. Da non scordare sono sicuramente un cappellino per il sole, un K-way per qualche improvviso acquazzone ed un maglioncino che si renderà necessario per l’immancabile aria condizionata degli hotel e dei ristoranti. Indispensabili un paio di scarpe comode per camminare in città e scarponcini da trekking per le escursioni fuori città.

CORRENTE ELETTRICA: La corrente elettrica è a 220/240 volts. Suggeriamo di munirsi di un adattatore.

ACQUISTI: Belle e diffuse le lacche tra gli oggetti d’artigianato, le ceramiche, i tessuti intarsiati, i dipinti, i sandali in cuoio, i tipici cappelli a cono, i capi di abbigliamento in seta e in cotone, di grande effetto e di poca spesa, da acquistare già confezionati o da farsi fare su misura in tempi strabiliantemente brevi. Assolutamente da evitare gli oggetti in avorio e in tartaruga per non contribuire all’estinzione di animali a rischio.

CURIOSITÀ: Antica l’arte delle lacche, di ottima qualità, grande varietà e abilità infinita: oggetti in legno laccato sono stati rinvenuti nelle tombe vietnamite risalenti al III e IV secolo d. C. La materia prima è la resina dell’albero della lacca, o cay son, che viene diluita con acqua, privata dello strato superficiale di colore scuro, versata in un contenitore di bambù e agitata energicamente per 8/10 ore. Per ottenere le varie tonalità vengono poi aggiunti a seconda del colore desiderato semi di piante, fogli d’argento o d’oro, frammenti di madreperla e di gusci d’uovo. Le tavole sulle quali viene spalmata la lacca devono essere lisce e asciutte per evitare crepe: il risultato, smagliante e perfetto, si può ammirare nel vasto assortimento di scatole di ogni forma e misura, vassoi, vasi, pannelli, presenti ovunque nei negozi e nei mercatini.

 CUCINA: Deliziosa miscela di sapori ed odori, la cucina tradizionale vietnamita combina di volta in volta il riso di ottima qualità con verdure, germogli, latte di cocco, pesce, molluschi, pollo, maiale, conditi con spezie più o meno piccanti. Fragranti baguettes e dolci creme caramel sono il retaggio del periodo di colonizzazione francese. Negli alberghi di buona categoria è possibile gustare un’accettabile, talvolta ottima, cucina internazionale.

LETTURE CONSIGLIATE:

  • Farfalle sul Mekong. Tra Thailandia e Vietnam di Corrado Ruggeri (Feltrinelli, Milano 2003) Tra il romanzo e il reportage giornalistico, uno sguardo ironico e divertente sulle usanze e le contraddizioni dell’oriente.
  • Il messaggero celeste di Pham Thi Hoài (Marietti, Genova 1991) È il manifesto della nuova letteratura e dell’opposizione intellettuale al regime di Hanoi.
  • In Vespa. Da Roma a Saigon di Giorgio Bettinelli (Feltrinelli, Milano 2001) Resoconto di un viaggio durato sette mesi in sella a una Vespa dall’Italia al Vietnam.
  • L’amante di Marguerite Duras (Feltrinelli, Milano 2001) È una storia d’amore che si svolge a Saigon negli anni’30, portata con successo sul grande schermo.
  • Mekong di Alberto Arbasino (Adelphi, Milano 1995) Un libro che si colloca a metà fra il racconto e il reportage di viaggio.
  • Pelle di leopardo. Giai Phong! La liberazione di Saigon di Tiziano Terzani (Tea, Milano 2003) Uno dei pochi giornalisti testimoni della liberazione di Saigon ne fa un appassionante resoconto.
  • Storia della guerra del Vietnam di Stanley Karnow (Rizzoli, Milano 2002) Cerca di spiegare come la superpotenza americana fu sconfitta in Vietnam.
  • Storie del Vietnam di Nguyen Xuan Hung (Fabbri, Milano 2002) Una raccolta di storie della tradizione orale di questo paese antichissimo e misterioso.
torna su