fbpx

Capodanno a Torino e AOSTA

In Breve

Il Risorgimento a Torino alle corti del Re: dal 1861 ai giorni nostri

Torino divenne la prima capitale della novella nazione. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione consegnarono al Piemonte Genova e tutta la Liguria (precedentemente Repubbliche di Genova e di Noli) gettando così, anche se involontariamente, le basi del processo che porterà in poco più di cinquant’anni all’Unità d’Italia. Torino fu la prima capitale del nuovo Stato unitario dal 1861 al 1865, dopodiché la capitale divenne Firenze e, dal 1870, Roma.
Torino rimane capitale del nuovo stato per quattro anni, fino al 1865. Per far fronte alle esigenze di centralità del governo, poi, la capitale fu spostata a Firenze che, però, non rimase a lungo sede definitiva. Fu nel 1871 che, infatti, la sede del governo fu spostata a Roma completando così quel processo di unificazione che era partito dieci anni prima.
A Torino potrete visitare la Venaria Reale, il Castello di Stupinigi, il Museo Egizio, unico e che da solo varrebbe un viaggio, e quello non meno importante del Cinema.

Si viaggia in treno alta velocita’, molto comodo.

Partenza: 30 dicembre - 02 gennaio
Durata: 4 giorni - 3 notti
Gruppo minimo: 20 persone
Costo per persona: € 510,00 in camera doppia - Supplemento singola € 40,00
Prenotazioni entro: Sino ad esaurimento dei posti disponibili, versando un acconto di € 200,00

Il Programma di Viaggio

Voli e treno da tutta Italia.

1° giorno Roma o a altre citta’ Torino

Ritrovo dei partecipanti presso la Stazione Termini  e partenza in treno alta velocità per   Torino.

Torino-mole10

All’arrivo inizio delle visite a piedi della città. Città di cultura, tradizione, nel contempo all’avanguardia nel panorama europeo. Il nostro itinerario, a piedi, toccherà in modo attento i punti storici legati al Risorgimento, di cui Torino fu grande protagonista.

Visita guidata del centro storico attraverso la Piazza S. Carlo, Piazza Castello con il Palazzo Reale, grandiosa costruzione, residenza dei duchi di Savoia. Visita degli interni, il Duomo, Piazza S. Carlo – il “salotto di Torino” – il punto per conoscere alcuni dei più famosi caffè storici della città.  Sosta per degustazione caffè o cioccolato in caffè storico famoso.

Pranzo libero, cena in ristorante e pernottamento in hotel.

2° giorno Torino-Aosta-Torino

Prima colazione in hotel e trasferimento per escursione di giornata intera in Val D’Aosta. La Valle d’Aosta è giustamente nota per i suoi castelli medievali – in primo luogo quelli di Fénis, Issogne e Verrès – splendidamente conservati e considerati tra gli edifici più rappresentativi dei secoli XIV-XV. Il castello di Fénis, giustamente il più  noto fra i manieri valdostani, è uno dei massimi esempi dell’architettura militare e civile dei secoli XIV e XV.. Pranzo degustazione in location unica e tradizionale,un viaggio gourmet.

Si prosegue ,per la visita al centro storico di Aosta. Il giro città, comprende la visita ai principali monumenti romani e medievali della città.Aosta è il capoluogo della Regione autonoma Valle d’Aosta. E’ una bella e tranquilla città che custodisce notevoli tracce del suo complesso passato. Rientro a Torino  tempo libero per prepararsi al Cenone. Cenone di Capodanno. Pernottamento in hotel.

3° giorno Torino-Venaria-Stupinigi

torino2

Dopo la prima colazione in hotel trasferimento  con bus di linea a Venaria. Fu il Duca di Savoia Carlo Emanuele II a volere una nuova residenza di piacere e di caccia per completare la corona delle delizie delle corti sabaude intorno a Torino. Il progetto fu affidato a Amedeo di Castellamonte il quale realizzò la Reggia di Diana verso il 1675. Pranzo libero

Nel pomeriggio si prosegue per la Palazzina di caccia di Stupinigi. Nel 1729 Vittorio Amedeo II incarica Filippo Juvarra di progettare una palazzina venatoria extraurbana. In quest’opera, segno ed emblema della corona, l’architetto esprime pienamente la sua genialità e la sua capacità di plasmare lo spazio come parte integrante del territorio.

La Palazzina di Stupinigi è pensata come una elegante casa signorile venatoria costituita da un articolato sistema – con fulcro nel salone centrale – da cui si dipartono quattro bracci diagonali, spinta ideale alle rotte di caccia. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

 

4° giorno Torino-Roma o altre citta’

Torino-verde-pubblico-sul-fiume


shutterstock_80393362---Palazzo-Carignano

Dopo la prima colazione in hotel visita esterna alla Mole Antonelliana. Si prosegue poi con la visita guidata al Museo delle Antichità Egizie di Torino. E’ uno dei più importanti musei egizi del mondo, secondo solo a quello del Cairo. La sua storia inizia nel ’600 quando i Savoia acquisiscono dai Gonzaga di Mantova la Mensa Isiaca, una tavola di bronzo ageminato con raffigurazioni di cerimonie religiose dedicate alla dea Iside. Nel ’700 Carlo Emanuele III di Savoia invia in Egitto il naturalista padovano Vitaliano Donati, dalla spedizione nella Valle del Nilo pervengono a Torino la statua della dea Iside, le statue del faraone Ramesse II e della dea Sekhmet.

La figura di Ernesto Schiaparelli, sulla sua vita e sulla sua importantissima attività di egittologo che lo portò alla direzione del Museo Egizio e alla guida della missione archeologica italiana in Egitto. A lui si deve la scoperta della tomba di Kha, ritrovata perfettamente intatta e con un ricco corredo funerario, splendidamente conservata al Museo. Attraverso documenti fotografici e pannelli interattivi sarà anche presentata una ricostruzione della vita degli archeologi durante gli scavi.

Visita guidata al museo del Cinema

  • Al termine rientro in hotel per il pranzo e nel pomeriggio partenza in treno per Roma
  • Fine dei servizi

N.B.: l’ordine delle visite potrebbe essere cambiato in base effettiva disponibilità degli orari, aperture e chiusura dei siti da visitare, fermo restando la loro effettuazione.

Informazioni generali

La quota comprende:

  • Sistemazione in Hotel 3 stelle per tre pernottamenti con prima colazione
  • Biglietti Treno a/r seconda classe
  • 2 cene + 2 pranzi
  • Cenone di Capodanno
  • Escursione in bus ad Aosta
  • Sosta in caffè storico con degustazione di caffè o cioccolata o famoso zabaione della casa
  • Visite guidate come da programma con guide Regione Piemonte
  • Materiale informativo ed illustrativo
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Accompagnatore da Roma con minimo 15 partecipanti

La quota non comprende:

  • Tutti i pasti e visite non menzionate, ingressi ai siti monumenti e musei da pagare in loco
    e tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende
  • Mance 4 euro al giorno da versare giorno di partenza
  • Card Torino Piemonte Card euro 41.00 (comprende ingressi a siti e monumenti e permette di viaggiare gratis per 48 ore  sui mezzi pubblici)

 

  • L’assicurazione annullamento viaggio è facoltativa ad un costo di € 25,00 a persona e deve essere sottoscritta contestualmente alla prenotazione del viaggio
torna su