Capodanno Magico bologna-modena-appennino-cesenatico

una magica notte a Bologna , by Dima Sytnik318843823_9ab9b8f076_o

In Breve

 

CAPODANNO MAGICO…simboli,arte ,magia..ESCLUSIVO DEI VIAGGI DI GIORGIO

VISITA AL PRESEPE PIU’ FOTOGRAFATO IN EUROPA

LE VIE DEI ROGHI… MAGIE E MISTERI PER LE VIE DELLA CITTÁ

Vi sono luoghi che custodiscono segreti preziosi, impronte di un passato nascosto tra le immagini dell’arte e della storia.

I nostri viaggi si muovono tra indagine storica, itinerari iconografici e mondi paralleli collegati al simbolismo dei tarocchi, astrologia, alchimia e a tutte le vicende che li hanno scolpiti, come statue di marmo nel fantastico mondo dell’Arte!

Attraverso la descrizione simbolica di ogni singolo monumento, si entra, coll’anima curiosa del bambino, in quel labirinto che è l’esoterismo.Tanti sono gli itinerari urbani che raggruppano le differenti immagini cittadine, creando per-corsi che permettono una vera e propria riscoperta dell’antica Bologna!Lo scopo è quello di evidenziare gli aspetti più ermetici delle principali realizzazioni artistiche ed architettoniche di Bologna relazionati con i personaggi provenienti da diverse culture (che la città universitaria ha sempre accolto). Le trattazioni itineranti per la città vogliono recuperare gli aspetti tradizionali della cultura cittadina nei suoi lati più misteriosi e segreti, stimolando i partecipanti a conoscerne gli aspetti meno conosciuti e magici.

Dall’Archiginnasio, lo Studio di Bologna, dove  astrologia faceva rima con medicina… verso Piazza Maggiore, il cuore energetico della città. Qui, la chiesa di San Petronio che celebra il mondo dell’arte bolognese a cavallo tra simboli ed eresie, poi Palazzo Re Enzo: il luogo della prigionia di Enzo, figlio di Federico II, culmine del percorso spirituale dello Svevo. E ancora la Fontana del Nettuno: esempio di sovrapposizione di simboli pagani a simboli cristiani, una fonte tutta da interpretare.Le Due Torri: il simbolo più importante della città ricorda il Diavolo e la Torre, scopriamo come… insieme a tanti maghi, streghe e personaggi magici della Bologna che fu…

 Appennino bolognese magico

Riola - Visita al Museo dei Tarocchi: percorso all’interno dell’arte contemporanea che ha rivissuto attraverso opere uniche di artisti di tutto il mondo il prezioso mondo dei Trionfi. Montovolo -La  montagna sacra dell’Appennino Bolognese: l’antico centro oracolare celebra nella chiesa dell’XI secolo le glorie antiche connesse alle culture celtiche ed etrusche, per poi tornare come mondo immaginario legato ai Templari. Marzabotto - Il  museo , gli  scavi archeologici della città etrusca meglio conservata del mondo: la divinazione del mondo etrusco

Incorniciato da un’atmosfera magica, il Presepe della Marineria di Cesenatico  è l’unico presepe galleggiante al mondo. Scopri tutti i segreti del presepe: dalla sua storia alla costruzione delle statue per il grande spettacolo che si ripete ogni anno a Cesenatico.

Pernottamento previsto nel cuore della città di Bologna hotel 4****

Partenza: 30 dicembre - 02 gennaio
Durata: 4 giorni 3 notti
Gruppo minimo: 30 persone
Costo per persona: in camera doppia 595,00€ Sup. Singola limitate e su disponibilità 145,00
Prenotazioni entro: sino ad esaurimento dei posti disponibili entro il 30 ottobre versando acconto di euro 195,00 saldo entro il 10 dicembre

Il Programma di Viaggio

1° giorno mercoledì 30 dicembre: Roma -Cesenatico- Bologna

Ritrovo dei partecipanti in orario e luogo da definire e partenza in direzione di  Cesenatico ,pranzo in fattoria autentica ESCLUSIVA DEI VIAGGI DI GIORGIO, lungo il percorso.Arrivo a Cesenatico e incontro con la guida per la visita del centro storico.

318843823_9ab9b8f076_o

Al termine   tempo libero per ammirare il presepe sulle barche a Cesenatico…..Incorniciato da un’atmosfera magica, il Presepe della Marineria è l’unico presepe galleggiante al mondo. La prima statua scolpita è stata quella di San Giacomo, patrono di Cesenatico a cui nel corso degli anni se ne sono aggiunte molte altre. Non si tratta solo di statue tradizionali che si vedono nei presepi, ma di scorci ispirati dalla vita della gente comune di un borgo di pescatori, che racconta attraverso di essi, la vita di una città: pescatori, falegnami, burattinai, pescivendola, donna con le piadine, bambini e musicisti. Insieme alla Sacra Famiglia, e ai tradizionali pastori, possiamo vedere chi salpa o rammenda le reti, chi conduce le imbarcazioni, chi vende il pesce; senza tralasciare particolari singolari come la presenza di un gruppo di delfini che si affacciano dall’acqua con curiosità. Le statue sono a grandezza naturale: i volti, le mani, i piedi e tutte le parti esposte sono scolpite in legno di cirmolo, gli abiti drappeggiati sono realizzati in tela irrigidita dalla cera pennellata a caldo su strutture di legno rese voluminose dalla rete metallica modellata nella forma voluta. Il risultato è di grande effetto, reso ancora più suggestivo dalle illuminazioni delle barche che si riflettono sull’acqua del canale. Ogni anno il Presepe si arricchisce di una nuova statua e un nuovo personaggio. Dalle 7 figure con cui esordirono nel 1986 oggi il patrimonio scultoreo è di una cinquantina di statue. Si và così realizzando il progetto degli artisti Bertoni e Savadori di dotare nel corso degli anni ognuna delle imbarcazioni di un timoniere e di un prodiere. Le figure sono pensate come elementi di una rappresentazione, da vedere dalle sponde del Porto Canale Leonardesco come da una platea; illuminate, perché nel Presepe sono le luci che danno vita alle figure e scandiscono il racconto. Ed è proprio al calare della sera che il Presepe della Marineria si accende, come se si aprisse un sipario. Proseguimento per Bologna,sistemazione nelle camere riservate,cena in ristorante e  pernottamento in hote ubicato nel cuore della città.

2° giorno giovedì 31 dicembre: Bologna Magica

Prima colazione  Un percorso dedicato alla storia eretica di Bologna, culla e nutrice di ogni idea innovativa e quindi giudicata pericolosa. La lotta contro l’intrecciatura di eresie che ha sconvolto la città sin dai tempi più antichi. Il Tribunale dell’Inquisizione (a san Domenico): abiure e condanne al rogo… tra storie inquiete di Catari, Dolciniani, Gaudenti e… l’accademia cinquecentesca più eretica della città: Hermatena a Palazzo Bocchi, che – con i suoi studi – fece da sottofondo ad un’epoca particolarmente importante per lo sviluppo dell’esoterismo in città. Dalle leggende più tenebrose ai fatti storici più inquietanti Bologna si svelerà città dai segreti risvolti, con tanti personaggi che, spesso, furono colpevolizzati senza motivo. Persone scomode… emarginati, eretici o stregoni. Anzi streghe per correttezza! E la stregoneria la loro colpa! Erano le reiette della società, in grado di fare incantamenti e di portare ovunque dissidi. Incontreremo l’enormissima strega di Bologna e tante altre donne, con i loro oscuri patti con i demoni incantatori, in un viaggio dedicato al mondo femminile!Pranzo libero in corso di escursione. Nel pomeriggio tempo a disposizione per il riposo,oppure per passeggiare lungo i portici  o ammirare le numerose bancarelle natalizie che con i loro colori e luci rendono l’atmosfera davvero ..natalizia…

Possibile visitare la mostra sull’antico Egitto. Capolavori da Leiden a Bologna è un’esposizione di fortissimo impatto visivo e scientifico e anche un’operazione che non ha precedenti nel panorama internazionale: la collezione egiziana del Museo Nazionale di Antichità di Leiden in Olanda - una delle prime dieci al mondo – e quella del Museo Archeologico di Bologna - tra le prime in Italia per numero, qualità e stato conservativo dei suoi oggetti- danno vita a un percorso espositivo di circa 1.700 metri quadrati di arte e storia. Dall’Olanda sono giunti circa 500 reperti, databili dal Periodo Predinastico all’Epoca Romana e importanti prestiti sono arrivati anche dal Museo Egizio di Torino e dal Museo Egizio di Firenze.
Per la prima volta sono esposti capolavori, tra cui: la Stele di Aku (XII-XIII Dinastia, 1976-1648 a.C.), il “maggiordomo della divina offerta”; gli ori attribuiti al Generale Djehuty, che condusse vittoriose le truppe egiziane nel Vicino Oriente per il faraone Thutmose III (1479-1425 a.C.); le statue di Maya, sovrintendente al tesoro reale di Tutankhamon, e Meryt, cantrice di Amon, (XVIII dinastia, regni di Tutankhamon-Horemheb, 1333-1292 a.C.), massimi capolavori del Museo Nazionale di Antichità di Leiden, che hanno lasciato per la prima volta l’Olanda.

Cenone con musica dal vivo e animazione ESCLUSIVA DEI VIAGGI DI GIORGIO  in sala riservata al nostro gruppo in esclusiva presso hotel adiacente.

3° giorno venerdì 1 gennaio: Bologna- Modena  Magica BUON ANNO!!!

Prima colazione e dalle 10.00, si inizia la giornata :

                 AL CODICE DI PIETRA… LA MAPPA PER GIUNGERE AL SANTO GRAAL

Tante e forse troppe sono le storie legate al Graal, ma si trascura una delle più importanti, ovvero quella legata a Bologna. Attraverso questo percorso si potranno leggere i simboli di pietra che creano la mappa per raggiungere la Sacra Coppa. I Portici bolognesi si aprono come scrigni mostrando simboli e codici da decifrare. Basta seguirli e giungere alla via che accolse i Cavalieri del Tempio: Strada Maggiore. Le Due Torri creano una sorta di spartiacque tra il mondo sacro e quello profano…. così disse il Sommo Poeta. Le storie dei Templari s’infittiscono e in ogni angolo lasciano segni, e la meta è vicina, nel Complesso Stefaniano, considerata la Santa Gerusalemme di Occidente e in perfetta scala con la Gerusalemme orientale. I riti di iniziazione arcaici legati ad Iside, la Grande Madre per antonomasia, si uniscono a emblemi più moderni, creando un tessuto fitto e misterioso che sale su un’altura poco distante e giunge a San Giovanni in Monte. Poco distante ancora simboli dell’antica Muratoria, la Massoneria operativa che rese Bologna la città del mistero. Dal Complesso di Santo Stefano alla Chiesa dei Bolognesei: San Petronio, la sua Piazza e la sua Fontana.Visita ESCLUSIVA di Corte Isolani e l’interno di Palazzo Isolani.

Pranzo degustazione di prodotti tipici locali.Rientro in hotel per un po di riposo e più tardi  partenza per la visita della  :

                   MODENA MAGICA… UNO SCRIGNO DI MISTERI PER LE VIE DELLA CITTÁ

Nella sua comoda piazza Grande, Modena si racconta, svelando i suoi misteri… i suoi segreti: dalla pietra Ringadora alla statua della Bonissima. La Cattedrale, uno splendido impianto dell’XI secolo narra le storie magiche dei simboli medievali, dal portale dei mesi al concetto di tempo nella visione trascendente e via via verso un’ascesa sublime. Il ciclo misterioso di Re Artù e ancora i Templari, ma anche eretici e fumosi esperimenti… per cercare l’oro. La Cabala occidentale creata da Pico della Mirandola e l’oscura ‘strega’ con le sue storie di erbe e malie per le vie di Modena Magica. Il Palazzo Ducale, simbolo di potere, simbolo della magia della corte estense e dei personaggi che, attorno ad essa, ruotarono… La storia di Modena si colora di devianze ideologiche ed eresie, tali da interessare l’occhio sempre vigile del Tribunale inquisitoriale che, anche in questa città, sferrò i suoi colpi. Processi, condanne, roghi in un susseguirsi di avvenimenti nei quali furono coinvolti, da personaggi colti e nobili, a streghe e maghi di strada…Cena in locale tipico  con spettacolo di musica esclusiva dei  Viaggi di Giorgio .Rientro hotel e pernottamento.

4° giorno sabato 2 gennaio: Bologna /Marzabotto/ Riola di Vergato/ Roma

Prima colazione e a seguire:

                                     LA MAGIA ETRUSCA… TRA MITOLOGIA E RITUALITÁ

 Marzabotto (circa 30 km. Da Bologna): Visita agli scavi archeologici della città etrusca… meglio conservata del mondo: un viaggio alla scoperta della magia del mondo etrusco, dagli aruspici alle rune, dal culto alla natura… Alcuni archeologi bolognesi hanno simulato, attraverso sofisticate tecnologie, il cielo come si presentava a Marzabotto dal VI al IV secolo a.C., scoprendo che le strutture della città antica avevano una ripartizione dello spazio sacro molto precisa. Questa divisione rappresentava il fulcro concettuale della civiltà etrusca dal punto di vista cosmologico. Questo kosmos prevedeva che il lato orientale fosse portatore del Sole e delle stelle, con valore positivo (familiaris), mentre quello occidentale, simbolo del tramonto, per cui considerato nefasto (hostilis). Questa divisione fu anche la base dell’interpretazione dei fulmini, del volo degli uccelli, della lettura del fegato delle vittime sacrificali e di ogni pratica divinatoria… che affronteremo insieme in un momento di scambio attivo tra i partecipanti utilizzando simboli desunti dall’immaginario antico. Proseguimento per Riola di Vergato  visita al Museo Internazionale dei Tarocchi, percorso all’interno dell’arte contemporanea che ha rivissuto attraverso opere uniche di artisti di tutto il mondo il prezioso mondo dei Tarocchi.A seguire rientro a Roma e fine dei servizi.

Informazioni generali

La quota comprende:Bus G.T per la durata del tour.3 pernottamenti in hotel 4**** nel centro di Bologna in trattamento di camera e colazione;pensione completa dal pranzo del primo giorno al pranzo dell’ultimo giorno,cenone incluso(tranne pranzo del 31 dicembre);bevande ai pasti.Visite guidate da esperti degli argomenti trattati;musica dal vivo con cantanti professionisti il 31 e 1 gennaio.Visita guidata di Cesenatico.Visite esclusive inedite non menzionate dei Viaggi di Giorgio.Iva al 10 %.Accompagnatore da Roma dei Viaggi di Giorgio.

Non comprende:Eventuali biglietti di ingresso ai siti,monumenti,musei ecc.ecc. da pagare in loco;mance per guide autista e camerieri pari a euro 15,00 da versare il giorno della partenza.Tassa di soggiorno da pagare in loco  2 euro al giorno totale 6 euro.Tutto quanto non espressamente incluso nella “quota comprende”

torna su