Come preparare una valigia leggera per un lungo viaggio

Pubblicato il 17/12/2018

valigia

Preparare una valigia leggera per un lungo viaggio? È possibile
Non importa per quanto sia il tuo viaggio! Che sia per due settimane o per due giorni poco importa, poiché puoi comunque mettere tutto quello che ti serve in un semplicissimo bagaglio a mano. Anche se sei tra coloro che in una valigia cercano di metterci sempre di tutto, sappi che puoi “correggere” il tiro preparando una valigia abbastanza piccola e leggera anche per un viaggio anche particolarmente lungo. Tutto questo renderà il tuo viaggio ampiamente più semplice, divertente e facile da svolgere.

Gli oggetti della valigia!
Per iniziare prendi in considerazione l’idea di rivedere ciò che metti in una valigia. Difatti, moltissime cose che portiamo con noi sono abbastanza inutili e non servono affatto. L’unico motivo per cui ci portiamo dietro degli oggi di quel tipo è perché pensiamo che prima o poi potrebbero tornarci utile e alla fine dei conti siamo destinati ad aspettare tanto, senza che quel “poi” si realizzi per davvero. Tutti quegli oggetto, insomma, fungono semplicemente da una specie di compagni di viaggio che siamo costretti a portarci dietro, anche se alla fine dei conti non lo vogliamo fare. Avere dei bagagli troppo pesanti, inoltre, è sicuramente la strada più veloce per iniziare a odiare tutto il viaggio e limitare le proprie avventure. Ti basti pensare che una borsa pesante rende più difficile salire su un autobus o un traghetto, per navigare tra la folla in una stazione ferroviaria o per fare una deviazione lungo una romantica stradina di campagna. Prima di partire per un viaggio avventuroso, prova a stilare una lista di ciò che ti porti dietro: la magia della matematica ti aiuterà a capire cos’è che usi di meno e in contempo ti darà la possibilità di comprendere quali sono le cose che ti servono di più durante un viaggio.

Il bagaglio!
Un altro fattore a cui dovresti prestare una particolare attenzione riguarda il bagaglio. Si tratta, senz’altro, del primo elemento da considerare in cui la stragrande maggioranza delle persone fa i primi passi falsi cercando di scegliere il bagaglio più grande possibile e in contempo cadendo in una delle più grandi trappole. Siamo sicuri che non vorresti mai essere quel tipo di persona che per tutta la durata del viaggio si trascina dietro una valigia molto grande, ingombrante e pesante. Ricordati una piccola valigia ti farà riflettere su come sistemare al meglio tutti i tuoi oggetti per non danneggiare il bagaglio stesso. Ricordati anche che mettendo gli oggetti in una valigia devi limitare il più possibile il volume degli oggetti che occuperanno lo spazio all’interno di quest’ultima. Se non riuscissi a seguire questi piccoli accorgimenti, potresti ben presto ritrovarti con il solito problema di molti viaggiatori: la valigia è già piena, ma ci sono ancora tanti oggetti da metterci! Limitando il volume degli oggetti sin dall’inizio, potrai sicuramente risparmiare molto spazio.

Lo zaino portatile
Ricordati, che talvolta è meglio avere un piccolo bagaglio a mano e un piccolo zaino, piuttosto che una grande valigia. Il tuo zaino, che non ti occuperà le mani e di cui, probabilmente, ti dimenticherai quasi subito, potrà comunque contenere alcune cose alquanto preziose: il tuo laptop, il telefono, una mappa, una bottiglia d’acqua e così via. Lo zaino, insomma, ti farà risparmiare una notevole quantità di spazio nel bagaglio a mano. Avere a portata di mano un piccolo bagaglio a mano con uno zaino, inoltre, potrebbe essere la miglior idea in assoluto se ciò che cerchi è la portabilità unita alla capacità di muoversi in un modo abbastanza svelto. Con un po’ di matematica e una piccola dose di buona fortuna riuscirai sicuramente a migliorare tantissimo il tuo viaggio.

I tessuti sintetici: salvano spazio?
Se il tuo desiderio è quello di salvare più spazio possibile allora non puoi proprio ignorare i tessuti sintetici. Questi, difatti, sono in grado di creare degli ottimi strati isolanti. Certo, non si tratta di tessuti particolarmente ecologici. Ciononostante, sono comunque degli ottimi prodotti, adatti a una vasta gamma di occasioni e situazioni. Tuttavia, quando bisogna piegarli in modo tale che occupino poco spazio, si rivelano a dir poco perfetti. Basta semplicemente piegarli, non importa quanto, per farne degli oggetti così piccoli e poco ingombranti che diventa persino difficile crederci. Quindi, per motivi d’imballaggio minimalista, comfort, leggerezza, proprietà di asciugatura rapida e calore, consigliamo solo i materiali sintetici. In particolare vale la pena dare uno sguardo alle T-Shirt sintetiche e alle camicie dello stesso materiale. In entrambi i casi avresti a che fare con dei vestiti che occupano uno spazio estremamente piccolo, ma che in contempo hanno diverse proprietà utili, tra cui la rapida asciugatura, l’anti-fetore e l’anti-sudore. Questo ti darà il modo anche di lavarli di notte e saranno subito pronti la mattina. Lo stesso discorso vale anche per quanto concerne i pantaloni.

I pantaloni, le gonne e i pantaloncini: cosa mettere in valigia?
Bisogna anche ricordarsi che un discorso simile vale per quanto concerne tutti i vestiti che si portano agli arti inferiori. I soliti jeans, in effetti, sono tra i materiali più ingombranti e meno maneggevoli in assoluto. Questo è il preciso motivo per cui bisognerebbe evitare come la peste il jeans e, magari, concentrarsi su altri tipi di materiali. In modo particolare, perché non prendere in considerazione altri tipi di materiali, magari quelli sintetici, ma in contempo leggeri? Per gli uomini potrebbero andare benino dei pantaloni in stile fashion, quelli neri, eleganti. Vengono realizzati con dei materiali particolarmente diversi rispetto al jeans e per questo possono essere sistemati nella valigia in una maniera decisamente più comoda. Ciononostante, sapendo come farlo, anche i jeans possono essere messi in una valigia in modo tale da non occupare più spazio del necessario. Anche per quanto concerne i pantaloncini si può prendere in considerazione l’idea di mettere in valigia unicamente quelli che sono realizzati in maniera differente rispetto al solito. In questo modo si potrà comunque ovviare a una vasta gamma di problemi derivanti dal fatto che i pantaloncini in jeans sono anche quelli che più di molti altri influiscono negativamente sulla portabilità. A questo, però, si aggiunge anche una questione di gusti che bisogna considerare. Sappiamo bene, del resto, che anche i gusti sono importanti quando si cerca di capire cosa conviene mettere in una valigia e cosa, invece, conviene lasciare fuori dalla stessa.

Suggerimenti generali per il viaggio
Tutto quello di cui abbiamo parlato precedentemente, rappresenta sicuramente il punto-chiave dell’intera questione. Tuttavia, alla cosa si potrebbe aggiungere anche molto altro, iniziando da alcuni consigli che possono salvarti da un viaggio infernale in cui sarai costretto a portarti dietro un sacco di oggetti inutili. Uno di questi riguarda l’asciugacapelli. Erroneamente si crede che quando si fa un viaggio bisogna portarsi dietro anche questo elettrodomestico. Tuttavia, scavando un po’ più a fondo alla questione si può capire benissimo anche un’altra cosa: non serve. Difatti, molti elettrodomestici come l’asciugacapelli ci sono di già in un numerose stanze d’albergo. A questi si aggiungono anche altri oggetti particolari, come, per esempio, la piastra elettrica per i capelli. Altre cose si possono comprare a basso prezzo direttamente sul posto (come il kit per radersi la barba).



Altre partenze
torna su