Rientro Iran Settembre 2015

Pubblicato il 03/11/2015

cosa ne pensate di questa esperienza?

 

iran         iran1

 

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

6 commenti su “Rientro Iran Settembre 2015

  1. Giorgio scrive:

    Buonasera Fabio,concordo in pieno sul deserto,ho provato invidia nel vedere le foto..del caffè nel deserto…adoro quel sito..a parte i loculi..
    La guida,ma anche le altre che cerco si scegliere per i miei tour nel mondo,sono davvero imnportanti,e mi fa piacere avete notato la differenza con le altre guide…ma quanto si fanno pagare… soldi ben spesi ovviamente…felice di farlo sempre…
    Speriamo ancora una volta che questa testimonianza,aiuti chi ci legge e fare questo tour davvero INCREDIBILE.
    Claudio

  2. Fabio e Anna Elisa Guglielmi scrive:

    E’stato un viaggio straordinario per la numerosità e lo splendore dei siti visti, per la qualità dell’organizzazione e per il livello umano e culturale super della guida (abbiamo tutti notato che rispetto ad altri gruppi entravamo prima nei siti e ne uscivamo molto dopo). Circa gli argomenti già toccati dai nostri compagni di viaggio ci piace aggiungere:
    Garmeh: eravamo tra i quattro alloggiati nei loculi surriscaldati sul tetto e quindi non abbiamo dormito, ma a parte questo il sito rispecchiava quanto atteso, derviscio compreso. Inoltre la piccola disavventura è stata ripagata dalla possibilità di ammirare nel silenzio la suggestione delle prime luci dell’alba nel deserto e le sue incantevoli sfumature di colore.
    I trasferimenti in pullman a volte ci sono risultati lunghi a causa della vastità del territorio, ma personalmente è stata una scelta consapevole che ci ha consentito di vedere più realtà anche umane e evitare i rischi di aerei poco sicuri.

  3. Giorgio scrive:

    Buonasera Sig.Stanislao,come già riferito le guide sono la nostra forza in tutto il mondo.Il deserto,è un modo per capire anche cosi,un popolo che non è solo i siti importantissimi che ci sono in Iran.Altrimenti cosa resta di un tour?I visti sono le solite problematiche note.Ma a volte anche con visto rilasciato a Roma si riscontrano problemi.

  4. Giorgio scrive:

    Gentile Sig.Ra Annamaria,chi fa delle tratte in aereo lo fa perché non ha tempo per godersi i panorami che ci sono in Iran,in tanti anni,oltre 25 che faccio tour in Iran + la prima volta che leggo di fare una tratta interna in aereo,oltre tutto la sicurezza chi la garantisce?
    il deserto se va a leggere le recensioni di gruppo di maggio,sono totalmente opposte,ma segno che ogni individuo ha un approccio del tutto personale a ogni viaggio,a ogni situazione.Bus di certo anziano ma non mi risulta vi abbia mai lasciato a terra…come non abbiamo mai lasciato nessuno a terra.Si le guide sono la nostra forza,sono selezionate e fanno la differenza .

  5. Stanislao Grazioli scrive:

    Gran viaggio! Faticoso ma più che gratificante! Ci aspettavamo molto dalla civiltà persiana e le aspettative sono state ampiamente rispettate. Arte e cultura i pezzi forti, ma da ricordare un popolo curioso e intelligente, oltre che ospitale. Ci hanno invitato a due ricevimenti nuziali e alla festa organizzata per il compleanno di un bambino! Più caciara che da noi!
    Da segnalare: problema visti all’aeroporto di entrata (abbiamo incontrato l’unico persiano antipatico (per dire un eufemismo) di tutto il viaggio, che ci ha trattenuti fino alle due di notte (sicuramente abbiamo rimpianto di non avere fatto i visti a Roma);l’accoglienza a Garmeh, non proprio all’altezza (a parte i bagni comuni, alcuni di noi hanno dormito- si fa per dire- in caldissimi loculi situati sul tetto mentre altre stanze erano allietate dal l’odore dei cammelli che dormivano lì sotto; il pullman, guidato splendidamente dall’eroico autista Mustafà, ma che aveva conosciuto giorni migliori; un viaggio di questo genere, con trasferimenti lunghi e quotidiani, richiederebbe un mezzo più che confortevole (ne abbiamo usato uno nel transfert dall’ultimo albergo all’aeroporto e ci abbiamo lasciato il cuore!).
    Ma i lati positivi hanno surclassato i problemi: a parte i contenuti del viaggio, un ringraziamento speciale a Zhorad, guida eccezionale e più che disponibile, sempre pronta a modificare il programma per vedere qualcosa in più o per risolvere difficoltà.

  6. Anna Maria Conti e Antonio Cioffi scrive:

    Viaggio molto interessante nel suo complesso e con sistemazioni alberghiere molto soddisfacenti. ma sicuramente da rivedere in quanto a nostro avviso troppo stancante per via dei km e quindi del tempo trascorsi in pullman (un pullman non proprio all’altezza per quanto riguarda l’anzianità)
    Riteniamo pertanto che un viaggio aereo che parte dal nord verso il sud dell’Iran o il contrario sia consigliabile.
    Il soggiorno a Garmeh da cancellare, l’unica cosa abbastanza buona è stata la cena, altrimenti tutto terribilmente studiato e oltretutto poco ospitale sia nell’accoglienza che nella sistemazione delle stanze (non stanze). Non c’è nulla di orientato al soddisfacimento dell’ospite. Nemmeno quello di reclamizzare una bevanda naturale che la natura mette a loro disposizione…quella del melograno. Anche il sito a nostro avviso non merita una visita. Tutte queste difficoltà sono state compensate da una eccezionale guida (Sorab) che con la sua professionalità e preparazione ha saputo coinvolgerci nella importante storia del paese facendoci superare le cose spiacevoli. Cordialmente

Inserisci il tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.



Altre partenze
torna su