Rientro da Cuba

Pubblicato il 05/05/2014

Carissimi Amici di Giorgio che eravate con me a Cuba…penso si davvero importante portare la vostra testimonianza del tour appena effettuato……che credo resterà impresso per sempre nella vostra memoria…ho visto molti di voi piu’ volte commuoversi….. nessun altro tour a Cuba con altri operatori,consentitemi la modestia,potrà mai raggiungere simili emozioni.Un grande abbraccio a voi tutti attendo le foto da pubblicare.

Claudio

IMG_4721

IMG_4584

cuba

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

34 commenti su “Rientro da Cuba

  1. Giorgio scrive:

    infatti abbiamo una partenza per il carnevale..

  2. antonio scrive:

    a santiago de cuba,ora c’e'il carnevale,finira’stasera,io l’ho visto negli ultimi 5 anni,e stupendo,c’e'tanta gente ,ci sono molti stranieri,che vengono a vedere il carnevale.ancora pochi giorni,e ad agosto si va a santiago de cuba,hola.

  3. Giorgio scrive:

    verissimo..concordo
    buon viaggio..

  4. antonio scrive:

    cuba e il posto piu’bello del mondo,vado sempre a cuba,esattamente a santiago de cuba,partiro’ora ad agosto,a cuba si provano emozioni che in nessun altro posto del mondo si provano,hasta pronto,hola.

  5. Giorgio scrive:

    che carini che siete..ma sareste andati bene anche senza di me….un caro saluto alla vostra Sardegna…

  6. Elia e Giovanna scrive:

    Elia un giorno mi dice: I viaggi di Giorgio ci propongono il tour di Cuba.
    Giovanna risponde: ma viene anche Claudio?
    Elia risponde: certamente!!
    Giovanna dice: allora si va
    E come sempre, come in tutti gli altri viaggi, l’esperienza è stata bellissima.
    Grazie Claudio e fortuna volle che anche il gruppo di partecipanti fosse meraviglioso
    Elia e Giovanna dalla Sardegna

  7. Giorgio scrive:

    Ciao Brunella anche tu alla prima esperienza con I Viaggi di Giorgio e con me…e vedo che hai perfettamente colto nel segno:è vero io godo della gioia degli altri…sono felice quando riesco a farvi emozionare…e vorrei essere sempre li presente per cogliere quell’attimo meraviglioso….tutto questo non c’entra nulla con i viaggi…. per me invece sono il mezzo per potermi esprimere, e quindi “creare” un qualcosa che vi possa far godere….e quindi goderne io stesso…Claudio

  8. brunella pierantoni scrive:

    Buffo Claudio sorretto dai ballerini della Santeria, delicata e spiritosa la poesia di Paolo, emozionante il viaggio!
    Io lo sapevo che Cuba mi avrebbe emozionato, Cuba era un punto di approdo dove prima o poi dovevo arrivare, la terra dei colori e dei suoni, di un sogno e di un’utopia di chi un giorno disse:”Dovunque nel mondo c’è un uomo che soffre, quello è mio fratello!”
    Dovevo andarci, e ho scelto ora, prima che fosse troppo tardi!
    Emozionarmi sì, ma non immaginavo che mi sarei anche tanto divertita, grazie a Claudio e alle sue mille trovate.Claudio ogni giorno ti sorprendeva,ed era felice della tua meraviglia, come si fa con un bambino quando gli regali una cosa inaspettata. E come bambini siamo saliti sulle macchine rosse a sfrecciare lungo il Malecon!
    La contentezza di Claudio nel vedere la felicità negli occhi dei tre ragazzi suonatori, nostri inaspettati e meravigliosi compagni di viaggio, mi ha aperto il cuore! Il godere della gioia degli altri è veramente un grande dono!
    Cuba è come tornare improvvisamente indietro nel tempo, in una cartolina degli anni 50, così immobile, di grande fascino per noi europei, per loro credo molto meno!
    Cuba cambia,deve cambiare, come ha detto il Papa deve aprirsi al mondo, speriamo però che non ne venga completamente snaturata! Brunella

  9. Giorgio scrive:

    Caro Fabio,che bello,bravo….e si l’abbiamo fatta cantare tante volte al nostro tiro di musicisti PRIVATO..

  10. fabio scrive:

    L’anima di Cuba e le sensazioni che mi ha trasmesso, bene le vedo riflesse in questa magnifica canzone che i nostri amici hanno pure saputo regalarci….

    Fallaste Corazón.
    (Cuco Sánchez)

    Y tú que te creías el rey de todo el mundo
    Y tú que nunca fuiste capáz de perdonar.
    Y cruél y despiadado, de todo te reías
    Hoy imploras cariño aunque sea por piedad.

    A dónde está tu orgullo, a dónde está el coraje?
    Porque hoy que estás vencido mendigas caridad
    Ya vés que no es lo mismo amar que ser amado
    Hoy que estás acabado que lástima me das.

    Maldito corazón, me alegro que ahora sufras
    Que llores y te humilles ánte ése gran amor.

    La vida es la ruleta en que apostamos todos
    Y a tí te había tocado no más la de ganar.
    Pero hoy tu buena suerte la espalda te ha volteado
    Fallaste corazón, no vuelvas a apostar.

    Maldito corazón, me alegro que ahora sufras…

    La vida es la ruleta en que apostamos todos…

  11. Giorgio scrive:

    Carissimo Claudio,
    ricordo con nostalgia il viaggio a Cuba. Un viaggio ricco di emozioni, di novità. Un mondo che immaginavo ma che non riuscivo a vedere con consapevolezza e maturità. Ho vissuto con i Cubani le loro trasformazioni, il loro credo, la loro allegria che nasconde diversi stati d’animo sensazioni comprensibili benissimo soprattutto da chi vive un mondo totalmente diverso (per molti aspetti) come il nostro. La sfilata de primo Maggio non la dimenticherò. davvero! Ho avuto modo di sentire la tua presenza, la sicurezza che offri al gruppo che partecipa, la tua generosità le tue simpatiche, interessanti, affettuoso sorprese. Porto nel cuore il ricordo dei giovane trio che hai fortemente voluto aiutare, al quale auguro tanta fortuna. Saluto il gruppo che è stato unito, simpatico e allegro e “semper ad maiora” . Al prossimo viaggio. Un bacio Anna

  12. Giorgio scrive:

    Cara Adriana….capisco che ti stai rodendo..e non sei l’unica ovviamente…..Certo lo ripropongo prossimo anno sempre con 1 maggio,e anzi visto grande entusiasmo,molti mi chiamano che vogliono andarci subito e addirittura chi è appena tornato con me..vorrebbe tornare al tour di fine luglio che sto programmando durante il Carnevale di Santiago de Cuba…..Certo ogni viaggio ha una storia a se (ma vedi la Romania ,ogni anno da sempre stesse emozioni…)e quindi è irripetibile,ma se metto dentro gli stessi ingredienti(alcuni segreti come per La Romania…altrimenti me li copiano altri tour operator..)..alla fine le emozioni sono GARANTITE ..ma solo con i Viaggi di Giorgio….a Cuba…stesse profonde emozioni…
    sto anche facendo partenze garantite Cuba…come fanno il 100 % dei tour operator italiani….a prezzi ridotti…ma ovvio non sono esclusive dei Viaggi di Giorgio…..ma almeno spendono meno se prenotano con me….Baci e a presto..

  13. Adriana Pioselli scrive:

    mi sto rodendo dall’invidia perchè avrei voluto essere dei vostri! Pazienza sarà per la prossima volta

  14. Giorgio scrive:

    per Iran Maggio?avrei tanto desiderato,infatti avevo anche inserito pernottamento a Garmeh che inseguo da anni,ma riesco ad andare purtroppo.

  15. Salvo scrive:

    Ciao Claudio!
    Ma non stai partendo? Beato te!! Ogni paese ti porta delle suggestioni particolari. Io le esprimo così..
    E Cuba di suggestioni ce ne ha trasmesse molte…
    Buon viaggio e a presto!
    Salvo

  16. Giorgio scrive:

    ..bravo Romano…anche tu in vena di compositore di poesie..ma è stata l’aria di Cuba ?o lo eri già da prima?

  17. Rosa scrive:

    Un sogno o un incantesimo, tante emozioni e anche lacrime di commozione, il cuore, gli occhi e la testa pieni di colori, di suoni e di balli ma anche di rispetto per un popolo meraviglioso!
    Cuba terra magnifica e piena di contraddizioni, vissuta intensamente grazie al sensibile e generoso Claudio e al grande Peppino, la guida che mi ha toccato il cuore!

  18. Salvo Romano scrive:

    ……… ascoltando “Chacho y Sus Muchachos” che tutti abbiamo comprato alla Casa della Trova a Bayamo e ricordando quelle atmosfere meravigliose……

    CUBA LIBRE

    Canta Severino
    fai muovere le gambe
    di questa zattera atlantica,
    falla vorticosamente ballare
    senza prendere fiato
    senza respiro,
    alza le onde di questo
    oceano di suoni
    come le gonne creole o africane
    che si lanciano al vento e non tornano indietro.
    Si fermano qui
    a mezza strada con la follia
    della dolcezza senza motivo.
    Balla Severino
    fai ballare, fai ondeggiare, fai volare.
    Abbiamo tempo, poi,
    di perdere tempo
    coi muri senza tempo e senza intonaco
    se non il colore
    di questi eroi
    che hanno resistito
    anche nei nostri occhi
    ma non solo,
    nei visi della gente
    non solo sulle bandiere.
    Eroi che ballano
    appesi all’asta della speranza
    che niente ha saputo spezzare.
    E un ubriacone
    con la canna da zucchero in mano
    che ha visto tante guerre
    ci ricorda
    che qui si può vivere bene
    abbandonati
    sull’Atlantico della follia
    del mese di Maggio!

    Salvo Romano

  19. Giorgio scrive:

    Cari Italo e Laura,se il vostro intento era farmi commuovere…ebbene…ci siete riusciti in pieno…..ho le lacrime agli occhi mentre scrivo…e infatti rileggendo vostro commento, devo dire che siete stati bravissimi a farmi ripercorrere….il tour..in cosi poche parole…e quindi a farmi emozionare ancora ….BRAVI …e si che qualche “problemino” con qualche hotel lo abbiamo avuto, ma resterà invece sempre,credo nella memoria di tutti noi….questo IMMENSO ricordo….si è vero sono stato,anzi siamo stati molto fortunati,molte coincidenze positive…
    Claudio

  20. Italo e Laura Gioscia scrive:

    “Sì, siamo stati a Cuba, sì è stato un bel viaggio: abbiamo fatto il giro classico dell’isola, quello che fanno tutti i tour operators,
    da Santiago su su fino all’Avana”……
    Ma mentre dici queste cose all’amico rimasto a casa, all’improvviso…..
    Rivedi la bellissima Basilica di Nuestra Senora del Cobre che non sempre fa parte dei giri turistici e poi ti ritrovi nel mare di Santiago in un bellissimo ristorante costruito su un piccolo Cayo a mangiare l’aragosta. E’ un attimo e stai ballando in un patio ombroso a Bayamo sulle note di alcuni bravissimi, attempati “muchachos” e poi, subito dopo sei su una barca in un fiume sotterraneo in mezzo ad un gruppo di altri italiani pazzi che cantano a squarciagola “Ciao ciao bambina”.
    E continuando sei in giro per L’Avana di notte su una decappottabile americana rossa anni ’50 in un corteo di auto d’epoca
    e subito dopo a cena in un tipico Paladar in mezzo alla città vecchia. Un attimo e rivedi, bellissimi, i ballerini e le ballerine della Santeria che fanno mille evoluzioni sui trampoli. Sei a Cienfuegos e siccome il Capogruppo oltre alla bravura deve avere anche
    un pizzico di fortuna riesci ad assistere ad uno degli ormai rarissimi concerti di una giovane cantante ottantaquattrenne (!): Omara Portuondo: un mito! E poco dopo, lasciando Cienfuegos ti ritrovi sul pullman con tre magnifici giovani cubani che cantano e suonano fino a Santa Clara, e oltre…
    E a Santa Clara rivivi l’emozione e il senso di rispetto provati davanti alla tomba del Che e subito dopo ammiri centinaia di ragazzi festanti che, ordinatamente, fanno le prove per l’imminente festa del 1° Maggio. Sì il 1° Maggio, un’emozione irripetibile vissuta all’Avana in mezzo a milioni di Cubani in festa……..
    E allora no, non è stato il classico viaggio che fanno tutti i tour operators. Tutte queste emozioni, questa full immersion
    nella realtà e nell’anima di Cuba te le possono dare solo i Viaggi di Giorgio, solo Claudio ci può riuscire!
    Italo e Laura Gioscia

  21. Concetta Russo scrive:

    Grazie Paolo.

    Bellissima poesia : un altro momento di emozione cubana, un’altra stretta al cuore.

    Baci.

    Concetta

  22. anna e paolo scrive:

    Caro Claudio
    il viaggio a Cuba si è concluso ed abbiamo conosciuto la storia ed il folklore di quel paese.
    Come per la Romania ti mandiamo un ricordo al quale uniamo un saluto affettuoso a tutti i partecipanti al gruppo ed un augurio di ritrovarci presto in un nuovo viaggio.

    Insieme con Claudio nella terra di Cuba

    Pensammo fosse saggio
    andare a Cuba per un altro viaggio.
    Partimmo da Santiago
    verso il castel del Morro e Moncade e il dolce lago.
    Scoprimmo, di quella terra, la sua storia amara
    da Trinidad a Cianfuegos a Santa Clara.
    E lì, Peppino, il nostro gran maestro,
    c’incatenò al suo cubano estro,
    e lì scolpì nella nostra memoria
    “UNIDAD Y RESISTENZIA Y VITTORIA”
    Che Guevara è un mito, un eroe, una forza
    che ti stringe il cuore in una morsa;
    è un sentimento che ti induce al pianto
    è l’ottimismo che nasce dal suo canto.
    Insieme in una grande emozione,
    insieme dentro alla rivoluzione,
    Insieme con Claudio, nella terra di Cuba
    Respiri la storia!! Il cuore ti ruba!!

  23. Giorgio scrive:

    e si che tu sei stato tra quelli che vi siete fortemente e spesso emozionati….

  24. Giorgio scrive:

    Ciao Anna….hai ragione…usare la parola incantesimo…..il nostro tour è stato FANTASTICO…irripetibile…io lo sentivo prima di partire…che sarebbe stato un viaggio “diverso”…e in effetti il mio entusiasmo ,essendo stato io moltissime volte a Cuba,ho cercato di trasmetterlo a voi,attraverso cose estemporanee (pensa ai 3 ragazzi fatti salire sul bus,alle 7 di mattina, a suonare conosciuti la sera prima….oppure affitare 10 auto epoca anni 50 la sera che andavamo a cena in quel…paladar….(sfido chiunque ci legga di torvare 1 solo tour operator che porti i clienti in un paladar….gli regalo il prossimo viaggio….nessuno si prende questa responsabilità..ma penso paladar veri non finti..)….e sull’ onda di questo entusiasmo..sto preparando a brevissimo,un tour di Cuba a fine luglio durante il Carnevale di Santiago…ovviamente sempre con la nostra guida…che gli altri tour operator se la SOGNANO…

  25. Giorgio scrive:

    Si Dora hai ragione bellissima gli anziani…anche io ho fatto la foto…mi ha colpito moltissimo…e pensare c’è gente che è arrivata la sera del 1 maggio a Havana…pazzesco……assurdo…ma tanto è la vita…le vostre emozioni oltre il 1 maggio,pensando ai musici in esclusiva e la guida?tutto fantastico—

  26. Dora Midolo scrive:

    I suoni, i colori, le facce rugate di una coppia di anziani con un piccolo cartello fatto con una scatola per la manifestazione, un vecchio chitarrista che si fa il segno della croce prima di suonare la canzone del Che…che belle emozioni le conseverò per sempre.Grazie Claudio Dora

  27. ANNA MARIA scrive:

    CIAO CLAUDIO. SIAMO APPENA RIENTRATI DA UN ‘INCANTESIMO DI NOME CUBA! UN VIAGGIO MOLTO DESIDERATO CHE CI HA REGALATO EMOZIONI INDIMENTICABILI. TI SEI IMPEGNATO IN MODO COMMOVENTE PER FARCI ASSAPORARE LA VERA CUBA, E CI SEI RIUSCITO. ABBIAMO GODUTO DELLA MUSICA, DEL BALLO, DELL’ATMOSFERA DECADENTE DI LUSSUOSI LOCALI, DEL CONTATTO CON LA GENTE, MA SOPRATTUTTO DI QUELL’INDESCRIVIBILE COMMOZIONE PROVATA IL PRIMO MAGGIO IN PIAZZA DELLA RIVOLUZIONE. E LA GUIDA CHE HAI SCELTO E’ STATA SUPERLATIVA. GRAZIE DI TUTTO. UN ABBRACCIO. ANNA MARIA

  28. Vincenzo scrive:

    Grazie….. Cuba emozioni fantastiche da vivere con i viaggi di Giorgio.
    Ci siamo tuffati in atmosfere colori suoni meravigliosi.Claudio riesci sempre a stupirmi grazie Vincenzo

  29. Giorgio scrive:

    Grazie Angela… non è stato grazie a me…che vi siete emozionati cosi tanto e spesso….ma è successo perché…lo avete vissuto con il giusto pensiero e io vi ho messo solo nella condizione di farlo…e speravo davvero che sareste riusciti a…cogliere quei momenti che vi ho offerto…e li avete colti…in modo davvero entusiasmante…..appunto da commuoverci…..Oggi ho sentito alcuni di voi…e davvero la malinconia….era presente nei discorsi di tutti….perché andare a Cuba ok…va bene…ma con MOLTA modestia quello che abbiamo fatto noi…non potranno mai farlo altri…ed è per questo ho che appena messo piede a Roma…mi sono messo subito al lavoro per un tour non previsto…per fine luglio per il Carnevale di Santiago de Cuba ..cosi da tornarci subito….
    un caro saluto e grazie

  30. Giorgio scrive:

    Grazie Concetta del tuo pensiero…direi sintetico ma perfetto per far capire l’emozione che abbiamo avuto(anche io per primo pur essendo stato moltissime volte a Cuba ..mi sono commosso con voi spesso…) durante questo tour….reso anche cosi intenso dalla nostra super guida…(solo chi è stato con noi potrà capire….gli altri che andranno o sono stati con altri…t.o.—se lo sognano…..)…un filosofo…uno storico…un insegnante d’arte…. come dici tu ..non serve dilungarsi oltre…sono emozioni che non si possono descrivere o raccontare…ma che bisogna vivere….Claudio

  31. Concetta Russo scrive:

    Siamo da pochi giorni tornati da Cuba ma con gli occhi pieni di colori, con la testa piena di musica, da cui non potevi non farti trasportare e con l’animo pieno di emozioni.

    Cuba : un’isola affascinante, una macchina del tempo che ti riporta indietro, con le sue bellissime cittadine coloniali e la gente che comunque e ovunque ti sorride.

    Indipendentemente dalla propria idea politica e sociale, Cuba e la sua storia, ti invitano a riflettere e a riflettere molto.

    E’ stato un viaggio bellissimo.

    Porteremo nel cuore e nei nostri ricordi, oltre al fascino di Cuba, oltre all’emozione di partecipare alla manifestazione del 1° maggio, peraltro indescrivibile, anche tutti i bei momenti che Claudio ci ha regalato in modo così sincero, spontaneo e sentito.

    Dalla sorpresa di fermare il pullman in mezzo ad una strada fuori città e far salire un gruppo di musicisti, composto di tre giovani ragazzi, che ci hanno accompagnato fino a Santa Clara allietandoci con la loro musica cubana e coinvolgendo tutti. Ci sono stati anche attimi di commozione per questo momento inaspettato e così coinvolgente.

    La sorpresa di trovare davanti all’albergo, l’ultima sera, almeno una decina di macchine d’epoca, tutte scoperte e tutte rosse, che con nostro enorme stupore e meraviglia ci hanno accompagnato in un tour notturno dell’Avana ed al locale per la cena.

    Quest’ultimo posto : bellissimo. Ma non bellissimo perché tutto “preciso”, tutto di “lusso”, non sono questi i parametri cubani, bellissimo perché un posto autentico, una Paladar che, anche se ancora da ristrutturare ed è proprio questo che è stato il suo fascino, ci ha regalato un momento di “appartenenza” a Cuba. Con la sua splendida scala di marmo a semicerchio e un salone con colonne e archi : se chiudevi gli occhi, potevi sognare di farti trasportare da un ballo.

    Non mi dilungo con le altre sorprese e gli altri momenti conviviali che ci sono stati.

    Grazie a Claudio e alla sua organizzazione. Un grazie anche a tutto il gruppo dei partecipanti al viaggio che, anche se numeroso, è riuscito a creare un’atmosfera serena e di coinvolgimento.

    Al prossimo viaggio.

    Concetta Russo

  32. Gombati Maria Angela scrive:

    Ciao Claudio, dire che sono stata bene è poco…si è vero,mi sono emozionata più volte non lo nascondo…E’stato tutto molto coinvolgente grazie a te,sei un GRANDE!!! Presto mi metterò in contatto con la signora RITA per i prossimi viaggi che ho intenzione di fare. Ti abbraccio Angela

  33. Giorgio scrive:

    Grazie gentilissima.

  34. maria pia scrive:

    Bravissimi!!!!!

Inserisci il tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.



Altre partenze
torna su